Dentro i media tedeschi: "Nord Stream 2" non verrà fermato


La salute del leader dell'opposizione russa Alexei Navalny ha cominciato a migliorare notevolmente, ma il fatto stesso di quello che gli è successo obbliga Berlino a prendere decisioni urgenti, scrive il quotidiano tedesco Der Tagesspiegel.


In Germania, è stato con grande sollievo che hanno preso l'informazione che il russo era in via di guarigione, nonostante fosse stato avvelenato dal Novichok. Lo ha annunciato alla pubblicazione il rappresentante ufficiale del governo tedesco Steffen Seibert.

Il funzionario ha lamentato che erano passate tre settimane da quando il cancelliere Angela Merkel ha rilasciato una dura dichiarazione contro la Russia, chiedendo chiarimenti. Tuttavia, Mosca finora non ha reagito a questo, ignorando le possibili conseguenze. Inoltre, è passato più di un mese dall'avvelenamento del russo politica, e le autorità russe non hanno mai aperto un procedimento penale per quanto gli è successo. Allo stesso tempo, i media russi diffondono informazioni che Navalny è stato avvelenato mentre si recava alla clinica Charité o proprio lì.

La preoccupazione di Seibert e del governo è comprensibile, ma non dovrebbero aspettare spiegazioni da Mosca. Recentemente, in una conversazione telefonica con il presidente francese Emmanuel Macron, il leader russo Vladimir Putin ha chiarito, sebbene non abbia detto direttamente, che "Navalny si è avvelenato".

Pertanto, Berlino ha urgente bisogno di adottare misure indipendenti sotto forma di decisioni chiare su Nord Stream 2. Tuttavia, dopo l'incidente con Navalny, solo coloro che si erano precedentemente opposti a Nord Stream 2 si sono espressi contro il progetto. Non c'è stato alcun cambiamento di umore all'interno della coalizione politica al potere in Germania. L'avvelenamento non ha portato nuovi sostenitori del divieto del gasdotto.

Secondo il vice-cancelliere Olaf Scholz, è molto improbabile che il governo tedesco interrompa il progetto. Ha detto che la costruzione di Nord Stream 2 non è stata un'iniziativa del governo, è stato un investimento di un gran numero di società. Molto probabilmente, il progetto non verrà interrotto.

Purtroppo non sappiamo se Scholz abbia espresso un'opinione personale o se fosse il punto di vista del governo tedesco. Seiber ha rifiutato di commentare, specificando solo che il cancelliere, il vice cancelliere e il ministro degli esteri Heiko Maas, che ha criticato il progetto, "sono in stretto e buon contatto". Ciò indica che Berlino può essere limitata solo ad alcune piccole sanzioni che non influiscono sul progetto, riassumono i suoi media tedeschi.
  • Foto utilizzate: https://www.gazprom.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Cheburashk Офлайн Cheburashk
    Cheburashk (Vladimir) 24 September 2020 22: 52
    +3
    Inoltre, è passato più di un mese dall'avvelenamento del politico russo e le autorità russe non hanno aperto un procedimento penale sul fatto di quello che gli è successo.

    In base a cosa avviare un procedimento penale? Ai tedeschi è stato chiesto, hanno inviato due volte una richiesta ufficiale ai tedeschi di condividere i loro dati su questo rettile.Nessuna risposta e no.
    1. g1washntwn Офлайн g1washntwn
      g1washntwn (Zhora Washington) 25 September 2020 06: 39
      +2
      Seibert funziona secondo il modello russofobo stabilito. Debriefing di volo riga per riga:

      Il funzionario ha lamentato che erano passate tre settimane da quando il cancelliere Angela Merkel ha rilasciato una dura dichiarazione contro la Russia, chiedendo chiarimenti.

      - Introduzione. Siamo bianchi e birichini difensori della democrazia

      Tuttavia, Mosca finora non ha reagito a questo, ignorando le possibili conseguenze.

      - riempire un falso per negare le richieste della Russia di materiali necessari per avviare un'indagine

      Inoltre, è passato più di un mese dall'avvelenamento del politico russo e le autorità russe non hanno aperto un procedimento penale sul fatto di quello che gli è successo.

      - un'enfasi sull'inazione immaginaria che procede dalla precedente, per creare l'impressione di ignoranza deliberata, ad es. presenza di cattiveria

      Allo stesso tempo, i media russi diffondono informazioni che Navalny è stato avvelenato mentre si recava alla clinica Charité o proprio lì.

      - difesa in attacco, accusare il nemico di mentire per aumentare la pressione emotiva sul pubblico di destinazione (in modo semplice - traduzione di frecce)

      È disponibile un supporto informativo per la nostra operazione speciale. Da cui si può tranquillamente presumere che l'indagine sia estremamente poco redditizia per l'Occidente e con un alto grado di probabilità o non vi fosse alcuna sostanza velenosa, oppure non fosse russa ed è entrata nel "corpo" proprio grazie ai servizi speciali occidentali.
      1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
        Natan Bruk (Natan Bruk) 25 September 2020 07: 44
        -2
        I servizi segreti occidentali si sono infiltrati a Tomsk?
    2. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
      Natan Bruk (Natan Bruk) 25 September 2020 07: 42
      -2
      Dati nell'OPCW, nessuno li ha chiusi dalla Russia.
  2. E senza girare
    teste di teste
    e sentimenti
    no
    senza saperlo
    finire la costruzione
    Nord Stream
    senza danesi,
    svizzero
    e altri
    Svedesi ...
  3. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
    Natan Bruk (Natan Bruk) 25 September 2020 08: 32
    -2
    Beh, certo, stanno mentendo, maledetti Gayropeans, non c'è stato avvelenamento. Solo non è chiaro perché i medici di Omsk abbiano iniettato Navalny con atropina e lo abbiano ulteriormente trattato come avvelenato con organofosforo? Bene, questo è anche, ovviamente, gli intrighi del dannato Occidente, hanno messo i medici in disordine con l'aiuto di psicogeneratori.
  4. geniale Офлайн geniale
    geniale (Elena) 25 September 2020 11: 07
    0
    Gli assicuratori internazionali si rifiutano di lavorare con le navi per il Nord Stream 2 Le sanzioni statunitensi stanno restringendo sempre più la portata del completamento della pipeline.
    Un gruppo internazionale di club di mutua assicurazione armatoriale, che assicura il 90% delle navi nel mondo, ha deciso di non lavorare con le navi del progetto Nord Stream 2, come risulta dalla sua circolare. Il motivo sono le attuali e possibili sanzioni contro il progetto.

    Il Gruppo Internazionale di P&I Clubs, o IG P&I, ha deciso di non fornire coperture assicurative alle navi che possono partecipare alla costruzione del gasdotto Nord Stream 2 (la società di progetto è Nord Stream 2 AG). Ciò deriva da una circolare emessa a nome di tutti i club del Gruppo Internazionale. Questa decisione dovrebbe complicare ulteriormente la ricerca di navi che potrebbero completare il gasdotto sottomarino.

    “I membri [di ciascuno dei club] devono ricordare che non dovrebbe esserci alcuna copertura assicurativa per le navi coinvolte in attività illegali e / o attività che mettono il club a rischio di violazioni delle sanzioni. Alla luce della minaccia di sanzioni dirette agli assicuratori rappresentata dalle leggi USA CAATSA (Countering US Adversaries Through Sanctions) e PEESA (European Energy Security), il club non fornirà copertura assicurativa per le attività relative ai progetti Nord Stream 2 o Turk Stream ", dice il documento.

    Nel giugno 2020, i senatori statunitensi hanno presentato al Congresso un nuovo disegno di legge che propone di imporre sanzioni contro le società che forniscono servizi di assicurazione o riassicurazione alle navi che operano sul Nord Stream 2. "Se questo disegno di legge verrà approvato, avrà un grave impatto sugli armatori, sugli operatori navali e sui loro assicuratori non statunitensi", afferma la circolare.

    L'operatore del progetto è a conoscenza della soluzione

    Il gasdotto Turk Stream dalla Russia alla Turchia è stato ufficialmente commissionato all'inizio del 2020. Il gasdotto Nord Stream 2, che dovrebbe collegare Russia e Germania, non è ancora stato completato: resta da stendere circa il 6% nella zona economica esclusiva della Danimarca. I lavori di costruzione sono stati interrotti a dicembre 2019 dopo che il Congresso degli Stati Uniti ha approvato la legge PEESA, che minaccia di imporre sanzioni agli operatori navali coinvolti nella posa dei tubi Nord Stream 2.

    “Siamo a conoscenza delle raccomandazioni del Gruppo Internazionale dei Club di Difesa e Riparazione (Club IG P&I). Non possiamo commentare le potenziali decisioni commerciali dei potenziali appaltatori, così come le possibili conseguenze delle minacce di sanzioni statunitensi ", ha detto a RBC il servizio stampa della società di progetto Nord Stream 2 (controllata al 100% da Gazprom). Hanno aggiunto che "i governi e la Commissione europea dovrebbero proteggere le aziende europee da sanzioni extraterritoriali illegali".

    La formulazione del Gruppo Internazionale è imperativa per ogni club ("Il club non fornirà copertura assicurativa ..."), tuttavia, i singoli membri del club "sono fortemente incoraggiati a valutare e ridurre al minimo i rischi di concludere contratti con Nord Stream 2 e Turk Stream" al fine di evitare rischi di sanzioni. RBC ha inviato una richiesta al Segretariato IG P&I.

    L'International Group of Mutual Insurance Clubs è un'associazione che riunisce i 13 maggiori club di assicurazioni navali (Inghilterra, Stati Uniti, Scandinavia, Giappone, ecc.). I membri del club sono principalmente armatori e noleggiatori di navi. Annualmente versano contributi assicurativi al fondo del club, da cui vengono rimborsate le spese degli armatori in caso di perdite dovute a lesioni all'equipaggio, perdita della nave, danni agli impianti portuali, cavi, ecc.

    L'obiettivo principale dell'International Group of Clubs è la distribuzione dei rischi assicurativi sulla base di un contratto di pool e l'acquisto di riassicurazioni nel pool internazionale del gruppo.

    Nord Stream 2 non ha mai nominato navi specifiche che potrebbero prendere parte al completamento dell'oleodotto. Il ministro dell'Energia russo Alexander Novak ha suggerito che il gasdotto potrebbe essere completato dalla nave posatubi Akademik Chersky. Fino all'inizio del 2020 era gestito da Gazprom Flot, ma poi è stato rimosso dal suo sito web. Da maggio 2020, i servizi di gestione della sicurezza delle navi ad Akademik Chersky sono stati forniti da Temryuk Trans Marine LLC, a seguito del database Equasis.

    Gazprom Flot è un membro del London UK P&I Club, un membro dell'International Group of Clubs, come risulta dalle informazioni sul sito web del UK P&I Club. Lì, ad esempio, la nave "Akademik Golitsyn", di proprietà di "Gazprom Flot", è assicurata. Tuttavia, "Akademik Chersky" non è nei registri dei club di mutua assicurazione. In precedenza, la nave era assicurata da SOGAZ, tuttavia, a partire dalla fine di giugno 2020, SOGAZ non era più l'assicuratore di Akademik Chersky, il servizio stampa della compagnia specificata a RBC.

    Secondo il sito web dell'associazione, i club del gruppo internazionale assicurano circa il 90% del tonnellaggio marittimo mondiale. Il restante 10% del mercato è coperto da diverse compagnie assicurative commerciali.

    Completare il progetto sarà ancora più difficile

    Le raccomandazioni del Gruppo Internazionale complicano notevolmente la ricerca di navi che potranno lavorare alla posa del gasdotto Nord Stream 2, ha affermato una fonte di RBC nel mercato assicurativo che si occupa di assicurazioni marittime (ha voluto restare anonimo, citando la delicatezza del tema assicurativo Nord Stream 2). Secondo lui, qualsiasi paese pone una condizione per l'accesso alle proprie acque portuali all'assicurazione di responsabilità civile dell'armatore. Se la capacità di assicurazione / riassicurazione dei club internazionali non è disponibile, le navi che poseranno i tubi del Nord Stream-2 potranno assicurare la responsabilità "solo in un mercato commerciale molto limitato", afferma la fonte di RBC.

    A suo avviso, i termini di assicurazione e riassicurazione di responsabilità sono probabilmente enunciati nell'accordo su Nord Stream 2. E se contiene una condizione sull'importo della copertura per diversi miliardi di dollari, potrebbe essere necessaria la riassicurazione internazionale.

    La newsletter pubblicata dai club di mutua assicurazione illustra un tipico esempio del comportamento avverso al rischio delle società private quando si tratta di sanzioni, ha detto a RBC Maria Shagina, esperta di sanzioni presso l'Università di Zurigo. La pubblicazione descrive i rischi di sanzioni associati all'applicazione delle leggi CAATSA / PEESA, nonché la possibile adozione di una legge aggiuntiva PEESCA, che contiene sanzioni contro gli assicuratori navali per Nord Stream 2. "Questo comportamento delle società private soddisfa le aspettative dei legislatori statunitensi: mentre il Congresso sta negoziando il disegno di legge PEESCA , la legge CAATSA esistente e la sua interpretazione da parte del Dipartimento di Stato americano dissuaderanno le aziende da qualsiasi partecipazione al progetto ".

    https://www.rbc.ru/economics/23/09/2020/5f69e6b39a794751d9e40022
    1. g1washntwn Офлайн g1washntwn
      g1washntwn (Zhora Washington) 25 September 2020 13: 20
      +1
      Citazione: gein
      Una newsletter pubblicata dai club di mutua assicurazione illustra ...

      ... timori delle compagnie di assicurazione di subire perdite per danni deliberati alle navi che partecipano al completamento.
      Entrambe le varianti della reazione delle aziende a qualsiasi CAATSA è il loro tacito riconoscimento come meccanismo di concorrenza sleale. In russo - armi. E la sua applicazione è una dichiarazione di guerra aperta, che esprime minacce non solo verso la Russia, ma anche verso i suoi stessi alleati e satelliti.