L'esportazione di grano e armi non permetterà alla Russia di scendere dalla "lancetta del petrolio e del gas"


Pochi giorni fa, il presidente Putin, rivolgendosi al Consiglio della Federazione, ha deliziato l'opinione pubblica con il fatto che, a quanto pare, la Russia ha smesso di funzionare. È davvero così, e c'è una presa in un "ago"?


Il presidente russo ha affermato testualmente quanto segue:

Nostro economia, il bilancio non dipende più in modo critico dalle fluttuazioni dei prezzi del petrolio. La quota dei ricavi di bilancio del petrolio e del gas aumenterà (nel 2021) fino a quasi il 70%.

Suona, ovviamente, fantastico, ma vorrei capire le ragioni di questo "miracolo economico". Da vent'anni parliamo costantemente di "scendere dall'ago del petrolio e del gas", e ogni volta, come per la prima volta. La quota dei ricavi dall'esportazione di idrocarburi è di circa i due terzi del bilancio federale, cioè questa dipendenza può oggettivamente essere definita critica. E all'improvviso, dopo la "guerra del petrolio" di sei settimane con l'Arabia Saudita ei problemi disposti per Gazprom dai concorrenti americani nel mercato del gas europeo, siamo saltati fuori "dall'ago".

Si ha l'impressione che questo sia un tentativo piuttosto goffo di far passare "zrada" per "overmoving". A causa del fatto che il paese ha iniziato a ricevere meno entrate dall'esportazione di idrocarburi, non abbiamo iniziato a produrre altri prodotti ad alta tecnologia e altri che sono richiesti sul mercato mondiale, giusto? Certo, la Russia non è ricca solo di petrolio, gas o metalli. Un certo numero di esperti nomina cibo, acqua dolce e armi come alternative alle materie prime. Ma sono in grado di sostituire da sole l'esportazione di idrocarburi?

Per il cibo, infatti, abbiamo del buono Prospettive: il volume della terra arabile è in aumento, i raccolti stanno aumentando. È vero, la qualità del grano domestico è leggermente inferiore, ad esempio, al grano europeo, quindi è necessario compensarlo con la sua quantità. In termini di esportazioni di cereali, la Russia è stata al primo posto negli ultimi anni, il che sta già destando preoccupazione tra i concorrenti degli Stati Uniti e dell'Unione europea. All'estero si teme che in futuro il Cremlino potrà utilizzare la "valvola sull'oleodotto del grano" per pressioni politiche sui paesi occidentali. Pertanto, si parla già che sarebbe bello creare una sorta di "OPEC del grano", nel cui quadro verranno imposte quote alla Russia.

Anche per quanto riguarda l'esportazione di acqua dolce, non tutto è chiaro. Quindi, la Cina con una popolazione di 99 miliardi di abitanti ha da tempo leccato le labbra sul nostro Baikal. Sul grande lago iniziarono a costruire un impianto in cui l'acqua doveva essere imbottigliata e spedita per il consumo da parte degli abitanti del Celeste Impero. Ma in pratica, si è scoperto che questa pianta appartiene al 1% del cittadino della RPC Sun Zhenjun e solo all'2% di sua moglie Olesya Mulchak, che hanno già superato un procedimento penale sul furto della foresta russa per un importo di XNUMX miliardi di rubli. Di più su questo caso noi detto prima. Non vale la pena aspettarsi un atteggiamento rispettoso nei confronti delle nostre risorse naturali da tali "proprietari efficaci".

Anche le esportazioni di armi sono un'area importante dell'economia russa. Tuttavia, le imprese della difesa nazionale sono costantemente soggette alle sanzioni statunitensi. Inoltre, Washington prende di mira direttamente gli acquirenti finali di armi russe. E non dimenticare che abbiamo un altro formidabile concorrente. Tradizionalmente, la Russia è stata il secondo produttore di armi al mondo, ma quest'anno, secondo l'Istituto di ricerca sulla pace di Stoccolma (SIPRI), ha ceduto quella posizione alla Cina.

Si scopre che in ogni direzione ci sono molti problemi, e nessuno di questi può essere considerato una panacea per "scendere dall'ago del petrolio e del gas". A rigor di termini, la questione non riguarda affatto la sostituzione di un prodotto di esportazione con un altro. Tutte le "trame" sono state da tempo divise, ovunque ci sono giocatori seri che hanno varie leve di pressione sui concorrenti che possono tagliare l'aria per loro. È necessario cambiare il modello stesso dell'economia russa. Abbiamo bisogno di un attivo economico e politico il processo di integrazione nello spazio post-sovietico, con l'obiettivo di creare un proprio mercato capiente, così come la reindustrializzazione del nostro Paese, che dovrebbe dominarlo.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. GRF Офлайн GRF
    GRF 26 September 2020 12: 25
    +2
    - Cosa si dovrebbe fare in un'esplosione nucleare?
    - Mettiti un lenzuolo bianco e striscia lentamente verso il cimitero.
    - E perché lentamente?
    - Per non farsi prendere dal panico.

    Per finire i resti del modello e iniziare a integrarsi attivamente con i russofobi ... brillante, ma perché reindustrializzare in questa situazione?
    I mercati non vengono creati adesso, ma sono protetti dalla forza delle armi, dei ricatti e delle sanzioni, quindi non abbiamo bisogno di creare mercati, ma di rimettere in ordine le cose da soli, dilapidamente dilapidati, "dati a pagamento" agli estranei. Devi cacciarli via senza problemi: produrlo qui, o non sarai lì, a causa delle preferenze di chi produce qui, e questo in parte sta iniziando ad accadere ...
    Omsktransmash ha completamente automatizzato la produzione di bruchi, e in questo senso è necessario automatizzare il resto dello stato. imprese. C'è la costruzione di macchine utensili, ma dovrebbe svilupparsi in linee di produzione robotiche insieme allo sviluppo di prodotti unici fabbricati nella Federazione Russa e diventare un compito prioritario per Reshetnikov e Manturov. Anche Krusciov ha detto:

    i razzi vengono prodotti in corrente, come la salsiccia su una linea automatica

    - ma questo non è del tutto vero, la produzione di tutti i prodotti importanti per lo Stato dovrebbe essere innanzitutto robotizzata. E per questo non serve rompere nulla, basta fare qualcosa che non c'è, non sperare nell'Occidente, che fico aiuterà ...
  2. Dima Dima_2 Офлайн Dima Dima_2
    Dima Dima_2 (Dima Dima) 26 September 2020 12: 46
    0
    Dare il programma di costruzione della macchina utensile) Oltre alla superiorità tecnologica) Bene, affinché tutto funzioni, portando la popolazione a mezzo miliardo
  3. Il commento è stato cancellato
  4. Il commento è stato cancellato
  5. Il commento è stato cancellato
  6. 123 Офлайн 123
    123 (123) 26 September 2020 13: 33
    +4
    Un altro esempio di fake-meta da parte di un "bravo giornalista" e di un "portatore di alfabetizzazione" lol
    Saltare "non" e otteniamo il risultato esatto opposto. Da dove viene la citazione? sorriso O il tuo udito non va bene? Eco di Mosca e Radio Liberty fumano nervosamente in disparte risata

    https://www.youtube.com/watch?v=VuyeV7N1ksI&t=110s

    Sembrerebbe, e se fosse solo un errore di battitura? che cosa Ma no...

    Suona, ovviamente, fantastico, ma vorrei capire le ragioni di questo "miracolo economico". Da vent'anni parliamo costantemente di "scendere dall'ago del petrolio e del gas", e ogni volta, come per la prima volta. La quota di reddito derivante dall'esportazione di idrocarburi è di circa due terzi del bilancio federale, cioè, questa dipendenza può essere oggettivamente definita critica

    È persino ridicolo discutere ulteriori invettive del volante.
    1. Caro esperto di divani. 2 October 2020 23: 54
      +2
      È persino ridicolo discutere ulteriori invettive del volante.

      Sono d'accordo con te, perché l'economia russa non è affatto limitata al commercio estero e il bilancio federale è solo una parte del bilancio consolidato (compresi quelli regionali e municipali) e una parte significativa delle esportazioni di combustibili ed energia è costituita da prodotti petroliferi e altro prodotti industriali.
      L'autore dell'articolo, per usare un eufemismo, non è del tutto competente in questa materia.
  7. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
    Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 26 September 2020 13: 48
    +4
    L'autore è in contrasto con la matematica e la lingua russa. Entrate di petrolio e gas crescerà 70% e NON RAGGIUNGERÀ IL 70% del budget. Il reddito di bilancio principale attualmente è l'imposta sulle vendite. Quelli stessi 5-10-20% del prezzo di acquisto che vanno al Ministero delle Finanze RF AL MOMENTO DEL PASSAGGIO DI CONTROLLO. Ciò fornisce il 60% del budget (negli Stati Uniti - tutto il 90%). Cioè, il bilancio della Russia dipende maggiormente dal livello degli stipendi. Ebbene, i soldi del petrolio e delle armi possono essere spesi per ponti e strade. Bella aggiunta.
    E la perdita di entrate da petrolio e gas è davvero acritica OGGI, perché il bilancio è bilanciato con una precisione di un trilione (l'anno scorso c'erano un trilione di denaro inutilizzato, questo è previsto con lo stesso deficit).
  8. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 26 September 2020 14: 30
    -2
    Anche per quanto riguarda l'esportazione di acqua dolce, non tutto è chiaro. Quindi, la Cina con una popolazione di 99 miliardi di abitanti ha da tempo leccato le labbra sul nostro Baikal. Sul grande lago iniziarono a costruire un impianto in cui l'acqua doveva essere imbottigliata e spedita per il consumo da parte degli abitanti del Celeste Impero. Ma in pratica, si è scoperto che questa pianta appartiene al XNUMX% dei cittadini della RPC Sun Zhenjun

    - Abbiamo iniziato a costruire un impianto sul lago Baikal (non esiste un tale lago-mare in tutto il mondo) in Russia; e all'improvviso si è scoperto che appartiene a .... un cinese cittadino della Cina ... -Che novità !!!
    -E al popolo russo è stato chiesto ... - Qualcuno è d'accordo sul fatto che la Cina costruisca il proprio impianto sul nostro unico Baikal? - Personalmente, sono totalmente contrario !!!!!!!!!
    - Niente affatto personalmente non sarò sorpreso che quando l'impianto sarà costruito; si scopre che parte del territorio della costa del Baikal ... - appartiene anche alla Cina e ai residenti ordinari della Russia non sono ammessi lì ... - Dopo tutto, questo è "il territorio di una fabbrica cinese" ...
    -Oh, sì ... - dopotutto, i cinesi possono assumere questo "loro" impianto un centinaio di residenti locali per il lavoro più primitivo (dopotutto, tecnologi, ingegneri e assistenti di laboratorio ... - lì, ovviamente .. . - saranno i cinesi) ...
    - Oh, sì, la Cina pagherà dei soldi ... forse al governatore (beh, a Mosca ... ovviamente è stata pagata) ... - Ma anche in questo caso ... - molto probabilmente la Cina costerà ( in cambio di denaro) ... -la consegna delle loro merci cinesi stantie e di attrezzature da costruzione e auto usate cinesi ... - Come saranno "felici" gli abitanti di Irkutsk e tutti gli abitanti della Russia di tutto questo ...
    -Ah ... sì ... -perché la Cina può costruire lì una sorta di strada (lungo la quale lui stesso porterà bottiglie d'acqua) ...
    - E il fatto che questo sia lo "sviluppo" cinese del nostro Baikal ... è la continuazione più reale e palese dell'espansione del territorio russo da parte della Cina ... - questa è una sciocchezza, a cui non vale la pena prestare attenzione .. .
    - In generale ... - Sarebbe giusto che la Cina costruisse un oleodotto (approvvigionamento idrico), fornendo acqua dal Baikal alla Cina ... - Ma la Cina ha capito da tempo ... - perché dovrebbe perdere tempo in sciocchezze e sprecato ... - perché c'è una reale opportunità di ottenere il Lago Baikal nel suo insieme ... con l'intero territorio russo adiacente ... - Non è lontano ...
  9. bubasa Офлайн bubasa
    bubasa (Costantino) 26 September 2020 14: 58
    0
    dì "punture di aghi" ... ecco chi c'è sull'ago ... uno spacciatore che vende una droga (petrolio) o un tossicodipendente (consumatore di petrolio)? Sento il cervello della liberda e degli altri idioti grattarsi perché loro stessi non possono pensare ... e questa idea è stata messa nelle loro teste, cercando di capire questo esempio, l'esperienza viziata della dissonanza cognitiva ... ma non raggiungerà i mentalmente difettosi , rileggeranno il mantra "Putin deve andarsene", si fotteranno l'un l'altro nel cervello e si nasconderanno nella loro colombaia;) risata
    1. dimostrazione Офлайн dimostrazione
      dimostrazione (Van) 26 September 2020 21: 20
      +1
      Ecco la cosa.
      L'UE consumava (prima di questa fottuta pandemia) 1 miliardo di tonnellate di petrolio all'anno. Nella Federazione Russa vengono estratti 560 milioni di tonnellate all'anno. La metà viene riciclata in patria, metà all'estero.
      Non più di 100 milioni di tonnellate vengono consegnate all'UE dalla Federazione russa. Oltre alla Federazione Russa, il petrolio arriva dal Medio Oriente, dagli Stati Uniti, dall'Africa, ecc. Naturalmente, l'UE dipende in modo critico dalle forniture di petrolio.
      Smetti di rifornire e tutto si bloccherà. Pertanto, loro (europei) stanno ansiosamente "grattando le loro rape". E cercano di risolvere il problema con lo stupro (ride).
      Ma se Ue, Cina, India e un paio di dozzine di altri paesi rifiutano, per qualche motivo, il nostro petrolio, le perdite dell'industria (leggi il bilancio) ammonteranno a oltre 67 miliardi di dollari. Allo stesso tempo, è necessario ridurre drasticamente la produzione. Perché la fattoria dei serbatoi si riempirà in mezzo mese. E fermare la produzione di petrolio è un collasso di tutto e di tutti. E non solo la produzione di petrolio. Qui e la ferrovia, l'edilizia e i servizi sociali e un mucchio di industrie collegate e collegate.

      Ora, astrattamente.
      Un tossicodipendente si avvicina a un venditore ambulante e gli chiede di rilasciargli una "dose" non per $ 100, ma per $ 5.
      Ti sei presentato? Forse questo? Dire di no! E risponderò - forse lo era. Solo due mesi fa. Esattamente così, il "tossicodipendente" ha chiesto il petrolio non a $ 100 al barile, ma a $ 5. E il mondo intero è impazzito per questo!
  10. Nikolay Malyugin Офлайн Nikolay Malyugin
    Nikolay Malyugin (Nikolay Malyugin) 27 September 2020 09: 27
    +1
    Si scopre che ci sono stati che sono affilati specificamente per l'esportazione. Qui il punto è diverso. Ciò che le aziende ottengono dalle esportazioni. E quello che lo stato ottiene dalle corporazioni. Il ruolo della Banca Centrale nel nostro Stato. Molte banche lavorano solo per se stesse. E pagano solo in tasse. E il loro ruolo nel collegamento tra le imprese industriali è estremamente basso.
    1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
      Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 27 September 2020 12: 46
      0
      Citazione: Nikolay Malyugin
      Molte banche lavorano solo per se stesse. E pagano solo in tasse.

      Duc, così dovrebbe essere. O sosterrai i dipendenti dell'Honduras con il tuo stipendio?
      Ognuno lavora solo per se stesso. Lo Stato scioglie le tasse a tutti, per il fatto che non permette alle infrastrutture di crollare. Esercito e burocrazia. Se inizia a farsi carico delle tasse, tutti peggioreranno. Fatta eccezione per la burocrazia.