Due progetti al prezzo di uno: come Minsk è riuscita a risparmiare 3 miliardi di dollari a BelNPP


Uno dei principali problemi della Bielorussia, che riceve la maggior parte dei guadagni in valuta estera dall'esportazione di prodotti petroliferi e fertilizzanti di potassio, è la mancanza del proprio accesso al mare. Il presidente Lukashenko ha "tagliato una finestra" sulla costa attraverso gli Stati baltici e persino l'Ucraina, ma dopo i risultati estremamente ambigui delle elezioni dell'estate 2020, questa "finestra" è stata chiusa davanti a lui. Date le circostanze, Minsk può contare solo su Mosca, ma Alexander Grigorievich non sarebbe se stesso se non avesse posto una condizione interessante per la Russia.


Prima di tutto, va notato che essere senza sbocco sul mare è un problema per molti stati e tutti lo risolvono a modo loro. Ad esempio, l'Etiopia, avendo perso la provincia costiera dell'Eritrea, è stata costretta a riorientare il commercio estero a Gibuti. Inoltre, Addis Abeba ha stipulato accordi infrastrutturali con il Sudan e la Somalia. La Bolivia ha concordato con il Perù di costruire un proprio porto sul proprio territorio, sebbene non abbia ancora trovato fondi sufficienti. Inoltre, le autorità di questo paese sudamericano sono interessate a partecipare al progetto cinese per la costruzione di una ferrovia transcontinentale dal Pacifico all'Atlantico. Lo scambio di territori con l'Ucraina ha permesso alla piccola Moldova alla fine degli anni novanta di ricevere il suo porto di Giurgiulesti sul Danubio con lo status di libero economico zona.

Non si può dire che Minsk sia rimasta seduta pigramente per tutti questi anni. Già nel 2006, le autorità bielorusse hanno firmato un accordo con la Russia per la costruzione di terminali per l'esportazione di fertilizzanti minerali a Ust-Luga. Tuttavia, in realtà ora sono utilizzati solo dalle società nazionali Uralchem, Akron e PhosAgro, che hanno riorientato i loro flussi di merci dagli Stati baltici. La Bielorussia, infatti, ha scelto di passare attraverso l'acquisizione di blocchi di azioni di Biryu Krovinu Terminalas (BKT) a Klaipeda. Grazie agli investimenti nell'espansione dei terminal nel porto lituano, Minsk sperava di aumentare l'esportazione di fertilizzanti minerali da 12 milioni di tonnellate all'anno a 16.

Inoltre, il presidente Lukashenko sognava il proprio percorso "dai Varanghi ai Greci". Si doveva costruire un porto nella regione di Gomel, da cui sarebbero partite le navi della classe "fiume-mare" con un dislocamento fino a tremila tonnellate lungo il Dnepr fino al Mar Nero. Sulla costa ucraina, i prodotti petroliferi bielorussi sarebbero caricati su navi marittime. L'idea era abbastanza realistica, il costo del progetto è stato stimato in circa 64 milioni di dollari. La sua semplice presenza ha consentito alla Bielorussia di ottenere lo status formale di "potenza marittima". Tuttavia, i piani ambiziosi di Alexander Grigorievich sono incappati nelle realtà ucraine: Kiev semplicemente non aveva soldi per eseguire lavori di dragaggio sulla sezione del fiume desiderata.

Forse il presidente Lukashenko alla fine avrebbe raggiunto il suo obiettivo, ma tutti i suoi sforzi hanno annullato i risultati delle elezioni estive, dove ha mostrato un risultato "fantastico", che non è stato creduto né in Occidente né in Ucraina. Di conseguenza, una "cortina di ferro" è stata posta davanti alla Bielorussia per il periodo del suo governo dall'altra parte. L'unica vera alternativa rimane: la Russia, che a sua volta invita attivamente Minsk. Mosca offre da tempo agli esportatori bielorussi di riorientarsi verso Ust-Luga, compensando le perdite derivanti da un lungo tratto logistico con una tariffa di trasporto più favorevole. Oltre alla questione dei costi di trasporto, il presidente Lukashenko è pronto a discutere la possibilità di costruire "il proprio porto e il proprio attracco" nella regione di Leningrado. Il governatore della regione di Leningrado Alexander Drozdenko, a sua volta, ha affermato che la parte bielorussa potrebbe entrare nel capitale sociale di tre nuovi terminal in costruzione a Ust-Luga. E tutto sarebbe fantastico, ma Alexander Grigorievich si è esibito nel suo repertorio, offrendosi di farlo a spese della stessa Russia:

Tutto quello che risparmiamo nella centrale nucleare, che si sta costruendo con prestiti dalla Federazione Russa, siamo pronti ad investire nel porto e nella costruzione del terminal. Pertanto, se lo desideri, saremo felici di realizzare questo progetto congiunto con te.

Stiamo parlando della costruzione del BelNPP, che dovrebbe entrare in funzione a novembre. Il suo costo è stimato in $ 10 miliardi. Secondo le stime del presidente Lukashenko, sotto il regime economico si dovranno effettivamente spendere circa 7 miliardi di dollari, e il resto potrà essere utilizzato per “tagliare” la finestra bielorussa sull'Europa. Ciò solleva immediatamente diverse domande interessanti, che di per sé non mettono in discussione la necessità di integrazione economica di Russia e Bielorussia.

Chi e come ha fatto la stima del BelNPP, se alla costruzione di una centrale nucleare, a cui si oppone la vicina Lituania, è possibile "risparmiare" fino a 3 miliardi di dollari senza pregiudicare la sua sicurezza? Dove ea chi sarebbero andati questi fondi se Minsk non avesse deciso di "risparmiare denaro"? E se questi soldi, stanziati nell'ambito del prestito russo, si sono rivelati davvero eccessivi, perché non rimborsarli prima del previsto? Tuttavia, la geopolitica moderna è così: non puoi capirlo senza mezzo litro. Tuttavia, il fatto stesso che il costo dei progetti all'interno della Russia aumenti sempre nel corso della loro attuazione, mentre la Bielorussia riesce anche a risparmiare denaro, suggerisce una differenza fondamentale negli approcci dei "due sistemi".
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) 29 September 2020 12: 01
    +4
    E di cosa parlano tutti dell'alto costo del riorientamento verso Ust-Luga?
    Quando la Russia aveva bisogno di mettere Lukashenka in una "stalla", il nuovo gasdotto in costruzione è stato girato verso Ust-Luga proprio vicino al confine con la Bielorussia. E nessuno pensava che fosse costoso.
    E inoltre, è Lukashenka che è pieno di vendetta contro i SUOI ​​amici ed è LUI che si vendica di loro per il fatto che apprezzano così tanto, su di lui personalmente, si sono asciugati i piedi e gli hanno sputato in faccia, cosa c'entrano la Russia e le sue entrate?
    Lukashenka non ama le tariffe? Lascialo andare da quelli che gli hanno asciugato i piedi, gli hanno sputato in faccia e continuano in ginocchio a leccare le loro scarpe di rafia ... Queste sono le sue emorroidi personali, non la Russia.
    Altrimenti, si scopre - Lukashenka ha detto "Vendetta", e la Russia dovrebbe vendicarsi, e anche a proprie spese. Sasha prende molto?
  2. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 29 September 2020 12: 12
    +2
    La Bielorussia ha risparmiato sul controllo dei costi durante la costruzione del BelNPP, che nella Federazione Russa sarebbe stato saccheggiato con ulteriori sforamenti dei costi. Ad esempio, in Finlandia un chilometro della stessa autostrada costa quasi la metà rispetto alla regione di Leningrado, anche se le condizioni geologiche sono peggiori ... Il credito è sempre preferibile a tassi di interesse bassi, come in questo caso, è quello che usano ... Regime autoritario in grande stato i progetti sono più giustificati economicamente, ricordando la costruzione del Cosmodromo Orientale, dove è stato rubato tutto, con la connivenza (o partecipazione) della dirigenza da parte dello Stato ... Conclusione, nella Federazione Russa c'è un regime pseudo-autoritario sostenuto dai beneficiari ...
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 29 September 2020 13: 41
    -1
    Ma gli autori, "esperti", commentatori di articoli che la Russia si vendicherà, la Bielorussia pagherà la Russia, il Cremlino sposterà il papà improvvisamente scomparso da qualche parte ...

    I sopravvissuti hanno uno stipendio e non ricordano circa 33 detenuti da nessuna parte.

    Già un vantaggio.

    Cosa pagare? così tutti si sono abituati. Le precedenti pipe Gazprom erano quattro volte più costose delle stesse tedesche, tutti i registi ne avranno abbastanza ...
  4. Denis K Офлайн Denis K
    Denis K (Denis K) 29 September 2020 18: 12
    0
    Bene ... Lituania, quando il filo può unirsi alla Repubblica di Bielorussia, beh, lungo la linea Brest-Danzica ... l'accesso al mare è generalmente stupendo ... e anche la Germania si avvicinerà a Varsavia per vedere ... beh, l'Ucraina ei cechi)
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 29 September 2020 20: 58
      0
      Hanno espresso una totale mancanza di comprensione delle realtà sia in politica che nei flussi di traffico ... La proiezione vuota è sempre inefficace ...