Concorrente Boeing e Airbus: Russia e Cina non possono mettersi d'accordo sul CR929


Sospesa l'implementazione del progetto russo-cinese del velivolo a lungo raggio CR929 a fusoliera larga. Tra Mosca e Pechino sono sorti gravi disaccordi che impediscono la creazione di un promettente aereo di linea in grado di prendere parte al mercato di Boeing e Airbus, scrive l'edizione online di Asia Times da Hong Kong.


I funzionari russi e gli specialisti tecnici non possono essere d'accordo con le loro controparti cinesi, il che minaccia il crollo dell'intero progetto per la gioia dei concorrenti americani ed europei. Questo progetto era stato promosso una volta dal leader cinese Xi Jinping e dal presidente russo Vladimir Putin come esempio di cooperazione tra i due paesi per superare la "cortina di ferro" tecnologica dell'Occidente. Ma ora la sua attuazione è stata rinviata, poiché le parti non possono concordare i dettagli.

Una fonte della compagnia aerea statale cinese (Comac) ha riferito di controversie in corso che potrebbero protrarsi per molto tempo. Allo stesso tempo, l'UAC russo ha confermato che la produzione dell'aereo di linea è posticipata di 4 anni rispetto al programma precedentemente pianificato e la sua comparsa è prevista nel 2029. Questo trasforma il volo inaugurale del CR929 in un sogno irrealizzabile.

Sono passati più di quattro anni da quando Mosca e Pechino hanno deciso di unire le forze nel mercato degli aerei passeggeri. Nel 2017 è stata costituita a Shanghai una joint venture tra Comac e UAC. Il suo sito era l'aeroporto di Pudong, dove credono ancora nella possibilità di un aereo di linea nel 2025. Ma in realtà, il destino del CR929 è in bilico.

Il capo del ministero dell'Industria e del Commercio russo Denis Manturov ha raccontato ai media i disaccordi tra Mosca e Pechino. Ha accusato i cinesi di voler prendere in consegna la chiave tecnologia e allo stesso tempo si rifiutano di aprire il loro mercato interno. Ma ha assicurato che la Russia non avrebbe abbandonato questo progetto.

Comac, a sua volta, ha detto che Mosca è interessata solo a vendere pezzi di ricambio a Pechino e non vuole condividere tecnologie importanti. Ad esempio, l'UAC insiste sul fatto che il design della fusoliera del CR929 sia basato sul design del vecchio Il-86. Ma Comac rifiuta di accettare il "progetto sovietico medievale". Inoltre, la Russia intende coinvolgere l'India nella produzione di componenti, lasciando Comac con l'assemblaggio finale del CR929. Pechino rifiuta categoricamente tali piani e insiste su una partecipazione più seria al progetto, il cui costo sarà di 13-20 miliardi di dollari.
  • Foto utilizzate: http://www.comacamerica.com
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 29 September 2020 15: 46
    0
    Sappiamo solo come realizzare prodotti militari da zero? E i cinesi ovviamente diventano sfacciati. Prima abbiamo concordato un progetto con pezzi di ricambio, e ora diamo loro la tecnologia!
    1. yuratanja1950 Офлайн yuratanja1950
      yuratanja1950 (Yury) 30 September 2020 10: 36
      -1
      Citazione: acciaio
      E i cinesi ovviamente diventano sfacciati. Prima abbiamo concordato un progetto con pezzi di ricambio e ora diamo loro tecnologia!

      Hmm ... E mi sembra che uno dei motivi che hanno spinto i cinesi a frenare il progetto sia il desiderio della Russia di completare il progetto con pezzi di ricambio prodotti in India ... Leggi attentamente il testo dell'articolo ...
      Sorprendente ... E questo nonostante l'India abbia interrotto lo sviluppo congiunto del combattente ... ricorso
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 30 September 2020 00: 40
    0
    Quello, non questo, ma la prossima promessa di piegarsi e piegarsi risulta essere zero.
    Il Superjet è in fase di ottimizzazione, anche gli indiani sono fuggiti dall'ILA, ora CR.
    Rimane MC, ora è lucido di promesse ...
  3. igor.igorev Офлайн igor.igorev
    igor.igorev (Igor) 1 October 2020 12: 58
    +2
    I cinesi vogliono davvero ottenere la tecnologia, ma nessuno gliela darà. Il loro obiettivo principale era ottenere la tecnologia del motore. Ma qui tutto va molto male per i cinesi. Nessuno venderà loro queste tecnologie.