L'ingresso della Russia nel conflitto del Karabakh avrà conseguenze economiche


Mentre il conflitto armeno-azerbaigiano nel Nagorno-Karabakh bruciava, Mosca, secondo lo Stockholm Peace Research Institute (SIPRI), guadagnava circa 100 milioni di dollari all'anno dalla vendita di armi a Yerevan e Baku, e ricopriva la posizione di arbitro come bonus. Gli aggravamenti nella regione si sono già verificati in passato, ma è difficile dire come sarà questa volta, poiché Ankara è intervenuta attivamente nella situazione nella regione.


La Russia ha buoni rapporti sia con l'Armenia che con l'Azerbaigian. Per quanto riguarda la Turchia, qui è tutto molto più complicato. economico i legami tra Mosca e Ankara si stanno sviluppando normalmente. Tuttavia, in termini politici, ci sono alcune incomprensioni tra i due paesi del Medio Oriente e del Nord Africa, e ora la Transcaucasia, che è un mercato importante per le merci russe, si è aggiunta a questa lista.

I turchi stanno apertamente spingendo gli azeri alla guerra con gli armeni, e un nuovo round di confronto in Nagorno-Karabakh mostra che questa epidemia non svanirà rapidamente e può divampare un vero incendio di guerra. Baku, istigato da Ankara, rifiuta ogni negoziato e dichiara la fine vittoriosa della guerra, finché tutto il Nagorno-Karabakh non torna sotto il suo controllo.

Ma la Russia non ha bisogno di una guerra su vasta scala tra Armenia e Azerbaigian, dal momento che Mosca dovrà cercare fondi aggiuntivi per la difesa in tempi di crisi causati dalla pandemia COVID-19, che comporterà un onere aggiuntivo per il bilancio. Gli scambi hanno già reagito a quanto sta accadendo, la valuta russa è scesa da 78 a 79 rubli. per il dollaro.

Ha sofferto anche l'ambiziosa e negli ultimi anni molto aggressiva Ankara. La valuta turca si è deprezzata in modo significativo. Il valore delle obbligazioni dell'Azerbaigian e dell'Armenia, denominate in dollari, è letteralmente crollato dopo che gli investitori si sono resi conto che questo non sarebbe "calpestare il confine" in Nagorno-Karabakh.

La Russia non è obbligata a combattere per il Nagorno-Karabakh, anche considerando che Yerevan è membro della CSTO. Questa regione non fa parte dell'Armenia. Allo stesso tempo, sarà possibile calcolare i fondi stanziati per rafforzare le capacità di difesa di Russia e Armenia, ma è molto più difficile determinare quanto costerà la violazione dei legami commerciali ed economici e altri costi. Se scoppia una guerra tra paesi, inevitabilmente influirà sulle catene di approvvigionamento e sui prezzi.
17 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Afinogen Офлайн Afinogen
    Afinogen (Afinogen) 29 September 2020 19: 03
    +1
    secondo lo Stockholm Peace Research Institute (SIPRI), guadagnava circa $ 100 milioni all'anno dalla vendita di armi a Yerevan e Baku, e come bonus ha ricoperto la posizione di arbitro.

    Quindi tutto rimarrà, saremo arbitri. Non c'è motivo per noi di essere coinvolti in questo conflitto. Ma guadagneremo molte volte di più. Ora sparano a un mucchio di cartucce, proiettili, razzi. Perderanno un sacco di equipaggiamento. È necessario rifornirsi e di nuovo per noi.
    1. Bakht Офлайн Bakht
      Bakht (Bakhtiyar) 29 September 2020 19: 13
      +2
      Solo per informazione. Il Ministero dell'Industria della Difesa è stato fondato in Azerbaigian 10 anni fa. La produzione di munizioni è stata stabilita in Azerbaigian.
      È disponibile la riparazione e la manutenzione dei veicoli blindati. Anche la produzione di droni. Sotto licenza israeliana e turca. Rimane missili per MLRS. Penso che si siano presi cura anche di quello.
      Quindi, piuttosto non per te, ma per la Turchia. I turchi hanno già annunciato che l'industria della difesa turca è pronta ad aiutare l'Azerbaigian

      https://haqqin.az/news/190558
      1. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
        rotkiv04 (Victor) 30 September 2020 08: 32
        0
        Allora qual è la domanda, un buon rapporto qualità-prezzo, solo così che in seguito non ci sarebbe stata alcuna parafrasi del classico - beh ragazzi, i vostri turchi vi hanno aiutato
    2. Bakht Офлайн Bakht
      Bakht (Bakhtiyar) 29 September 2020 19: 32
      +1
      https://haqqin.az/news/190570
  2. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 29 September 2020 19: 09
    +1
    L'Iran e la Georgia hanno imposto il divieto al trasporto di rifornimenti militari attraverso il loro territorio. In che modo la Russia fornirà ora la sua base a Gyumri? Forse attraverso il territorio dell'Azerbaigian wassat
    1. Atilla10933 Офлайн Atilla10933
      Atilla10933 (Atilla_az) 29 September 2020 19: 31
      -1
      Iran? Sebbene i persiani non siano migliori per me degli armeni, ci credo volentieri. I mascalzoni sono mascalzoni. Mostra a un amico che ti dice chi sei ..... Ne sono capaci.
      1. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 29 September 2020 19: 34
        +1
        L'Iran vieta il trasporto di carichi militari in Armenia

        https://ru.oxu.az/politics/425856
        1. Atilla10933 Офлайн Atilla10933
          Atilla10933 (Atilla_az) 29 September 2020 19: 49
          0
          Citazione: Bakht
          https://ru.oxu.az/politics/425856

          Giuda ha tradito Giuda :)
    2. 123 Офлайн 123
      123 (123) 29 September 2020 20: 02
      +1
      I turchi hanno già annunciato che l'industria della difesa turca è pronta ad aiutare l'Azerbaigian

      L'Iran e la Georgia hanno introdotto un divieto sul trasporto di rifornimenti militari attraverso il loro territorio.

      Ma come? Attraverso il territorio della Russia? sorriso
      1. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 29 September 2020 20: 17
        +3
        Dritto a Nakhichevan. Da lì a Yerevan, 80 chilometri o anche meno

        Ma seriamente, molto probabilmente verranno reintegrati dopo la guerra. Apparentemente, le cose stanno andando verso una tregua. In questo momento, nella zona di FIZULI si stanno svolgendo battaglie. Ciò significa che in direzione sud l'esercito azero è avanzato per 25-30 km.
        1. 123 Офлайн 123
          123 (123) 29 September 2020 20: 36
          0
          Ma seriamente, molto probabilmente verranno reintegrati dopo la guerra. Apparentemente, le cose stanno andando verso una tregua. In questo momento, nella zona di FIZULI si stanno svolgendo battaglie. Ciò significa che in direzione sud l'esercito azero è avanzato per 25-30 km.

          Aha sì Penso anche che presto si abbasserà. Riguardo al rifornimento ... secondo me ci sono degli accordi sul numero e sulle armi. Per diversi anni, volevano cambiare Migi con quelli più nuovi, i turchi schizzarono la saliva che non era cameratista risata
    3. Hayer31 Офлайн Hayer31
      Hayer31 (Kashchei) 29 September 2020 20: 14
      0
      Ebbene, hanno scritto una bugia, cosa è cambiato ?? E il carico viaggia attraverso la Georgia e l'Iran.
    4. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 30 September 2020 10: 38
      0
      E in che modo, lasciate che vi chieda, la Turchia trasferisce le sue attrezzature, persone e armi in Azerbaigian? Sembra che abbiano un confine con l'Azerbaigian?
      1. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 30 September 2020 12: 43
        +1
        Non c'è modo. E chi ha detto che stava traghettando?
  3. Atilla10933 Офлайн Atilla10933
    Atilla10933 (Atilla_az) 29 September 2020 19: 30
    -1
    Vranje.

    La Russia ha buoni rapporti sia con l'Armenia che con l'Azerbaigian.

    La chiusura dei canali russi in Armenia, un giuramento filo-occidentale alle elezioni per i primi ministri, slogan offensivi e un monumento al fascista Ndje a Yerevan. L'autore dov'è il buon rapporto qui?
  4. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 29 September 2020 20: 16
    0
    Quando si scrive del crollo della lira turca diventa divertente, chi altri se ne è accorto oltre ai giornalisti? Capiscono per bugie: è un crollo.
  5. pischak Офлайн pischak
    pischak 29 September 2020 20: 31
    +1
    È tutto tristeperché, a causa dell'impossibilità, sollecitata dal backstage, i politici locali di mettersi d'accordo, la gente comune muore da ogni parte e non c'è vita pacifica nel Nagorno-Karabakh.
    E guardando la posizione geografica di NK, sono completamente propenso a pensare che questo territorio, in un modo o nell'altro, presto o no, ma nella prospettiva storica sarà sotto il controllo dell'Azerbaigian (non dell'Armenia!), Qualunque cosa si possa dire!
    IMHO