L'entrata in guerra della Russia dalla parte dell'Armenia aprirà il Caucaso ai turchi e agli americani


Cresce l'escalation del conflitto armato nel Nagorno-Karabakh. Sia l'Armenia che l'Azerbaigian riferiscono delle "innumerevoli orde" del nemico distrutto e del suo combattimento attrezzatura... I successi offensivi di Baku sono in gran parte dovuti al sostegno militare diretto dalla Turchia. In qualsiasi momento, se la guerra si estenderà al territorio dell'Armenia, sorgerà la questione dell'adempimento da parte della Russia dei suoi obblighi alleati nell'ambito della CSTO. Pertanto, Ankara mette deliberatamente il Cremlino in una posizione molto difficile.


Mosca sta cercando di essere amica sia di Baku che di Yerevan, e sulla questione del Nagorno-Karabakh - di stare al di sopra della battaglia. Purtroppo, l '"amico" Recep sta costringendo il presidente Putin a fare una scelta piuttosto difficile tra Armenia e Azerbaigian. Il Cremlino deve affrontare un dilemma.

Mentre le ostilità sono in corso sul territorio della repubblica non riconosciuta, il Ministero della Difesa della RF ha il diritto di non interferire. Se si diffondono in Armenia, entra in vigore il Trattato di sicurezza collettiva. È chiaro che Yerevan non aspetterà un aiuto speciale dalla Bielorussia, dal Kirghizistan o dal Kazakistan. La base e il principale "collante" della CSTO (la controparte eurasiatica della NATO) è la Russia. Se Mosca non entrerà in guerra con l'Azerbaigian e la Turchia, ciò significherà non solo la perdita della faccia, ma anche il crollo di questa formazione militare piuttosto sciolta nello spazio post-sovietico. Se lo fa, le conseguenze saranno anche peggiori.

Baku dichiarerà con buona ragione che la Russia non è più una parte neutrale nel conflitto del Nagorno-Karabakh e chiederà l'inizio di un nuovo processo di negoziazione. Non è necessario indovinare a lungo chi può diventare intermediario. Dalla parte dell'Azerbaigian ci sarà la Turchia, dalla parte dell'Armenia - Russia, "al di sopra della battaglia", naturalmente, gli Stati Uniti e, probabilmente, la Francia e la Germania. Lo stesso, lo stesso.

Di conseguenza, l'equilibrio di potere nella regione cambierà radicalmente. In Transcaucasia, le basi militari turche possono apparire come garanti della sicurezza dell'Azerbaigian e, in futuro, quelle americane. Non dimenticare che questa ex repubblica sovietica sta entrando nel Caspio ricco di idrocarburi. Secondo alcune stime, le riserve totali di questo "non è un mare o un lago" sono stimate in 6,5 miliardi di tonnellate di petrolio e gas in equivalente petrolio. Chissà se Baku vorrà riconsiderare l'accordo sulla divisione dei confini e delle risorse del Mar Caspio dopo questo?

Inoltre, i militanti che, secondo il ministero della Difesa armeno, sono attualmente in fase di trasferimento dalla Siria al Nagorno-Karabakh, possono complicare la situazione militare in Transcaucasia. Questa repubblica non riconosciuta non è così lontana dal confine con l'Iran. Così, attualmente, un'altra "bomba atomica" viene posta sotto questa regione già difficile.

La cosa peggiore è che il Cremlino non ha praticamente opzioni per uscire senza perdite. Se giochi secondo le regole del "Sultano" Erdogan, dovrai scegliere tra cattivo e molto cattivo. La situazione potrebbe essere cambiata da una risposta simmetrica su uno dei fianchi della Turchia, ad esempio l'offensiva dell'esercito governativo siriano a Idlib o l'inizio della lotta di liberazione nazionale contro gli occupanti turchi nella lontana Libia.
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dubina Офлайн Dubina
    Dubina (Dubina) 30 September 2020 16: 20
    -5
    Come al solito, Putin ha perso la geopolitica. È stato brutto, è peggiorato. Ucraina, Siria, Bielorussia, ora Armenia e Azerbaigian.
    Qualunque cosa intraprenda, si spalma ovunque con una sostanza nota. Solo con la Costituzione si può diffamare, e anche allora goffamente.
    Non rimarrà fino al 2024.
  2. gorenina91 Online gorenina91
    gorenina91 (Irina) 30 September 2020 16: 28
    -1
    Se giochi secondo le regole del "Sultano" Erdogan, dovrai scegliere tra cattivo e molto cattivo.

    - Ah, sì, la Russia gioca da tempo "secondo le regole del" sultano "Erdogan" ... -quindi, Mosca adesso ... - "ovunque tu lanci ... -il cuneo è dappertutto" ... - si è diretta lì ... -in questa situazione ...

    Inoltre, i militanti che, secondo il ministero della Difesa armeno, sono attualmente in fase di trasferimento dalla Siria al Nagorno-Karabakh, possono complicare la situazione militare in Transcaucasia.

    - Personalmente, ho già scritto su un altro argomento, la Russia può anche provare a utilizzare i battaglioni ceceni in Armenia; se loro, ovviamente, vanno lì per combattere (questa è ancora una domanda) ... - sì, e andranno affatto (e da che parte vogliono ancora essere) ...
    -E inviare unità dell'esercito russo regolare in Armenia ... sarebbe un errore colossale ...

    La situazione potrebbe essere cambiata da una risposta simmetrica su uno dei fianchi della Turchia, ad esempio l'offensiva dell'esercito governativo siriano a Idlib o l'inizio della lotta di liberazione nazionale contro gli invasori turchi nella lontana Libia.

    -Questo è già dal regno della fantasia assoluta ... -che cos'è l '"offensiva dell'esercito governativo siriano a Idlib" ... -quindi questo esercito siriano non deve presto prendere i suoi piedi da lì ...
    - Lo stesso è in Libia ... - che tipo di "lotta di liberazione nazionale contro gli invasori turchi" c'è ... - Là, anche la Francia non ha osato bombardare "il nemico" ... - Guidava la sua portaerei e un gruppo di navi ... no ... - "ma le cose sono ancora lì" ...
    - Sì, e "formidabile Egitto" ... - gonfiò le guance, gonfiò ... - sì, aveva paura di opporsi alla Turchia ...
    - Quindi la Russia non dovrebbe assolutamente essere coinvolta in questa faccenda ... - solo aiutare con le armi e nient'altro ...
    - È giunto il momento per la Russia di riflettere molto sulla sua sicurezza ... - solido vecchio equipaggiamento nelle truppe; il riarmo è rallentato ... - le fabbriche non possono far fronte alla produzione e alle consegne ... - sulla Marina russa ... - in generale ... è meglio non dire ...
  3. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 30 September 2020 17: 08
    -3
    https://www.mk.ru/politics/2020/09/29/armeniya-voyuet-s-fantomnymi-istrebitelyami-turcii.html
  4. Andrey Naumov Офлайн Andrey Naumov
    Andrey Naumov (Andrey Naumov) 30 September 2020 17: 24
    0
    Tutto è molto più complicato. L'ingresso nel conflitto dalla parte dell'Armenia, dell'Iran e non della Russia, può influenzare le azioni degli Stati Uniti. Ma nessuno dei partiti agirà attivamente alla vigilia delle elezioni presidenziali. In America, la diaspora armena è troppo grande, e questi sono i voti degli elettori e, di conseguenza, una lobby attiva.
    Dietro le azioni dell'Azerbaigian c'è invece Erdogan, che irrita entrambi i campi dell'establishment americano.
    La Russia ritarderà l'adempimento degli obblighi alleati nel quadro della CSTO il più a lungo possibile. Le spedizioni di armi e di intelligence non contano. Ma in caso di grave pericolo, la stessa Armenia, e non il Karabakh, sarà costretta a intervenire.
    PS L'Iran ha già iniziato a trasferire truppe al confine con l'Azerbaigian.
  5. Pishenkov Офлайн Pishenkov
    Pishenkov (Alex) 1 October 2020 01: 13
    +3
    La Georgia ha già consentito agli Stati Uniti e alla Turchia di entrare nel Caucaso, e da molto tempo. È disastroso per la Federazione Russa agire da qualsiasi parte. Tutto è molto difficile lì con i principi della CSTO, poiché Pashinyan sta chiaramente mentendo in molti modi. Ma se l'aggressione si sposta davvero e in modo confermato nel territorio dell'Armenia, il modo più ragionevole per adempiere agli obblighi previsti dalla CSTO sarà solo l'introduzione di una sorta di caschi blu dai membri dell'Asia centrale, possibilmente + bielorussi. Questo tirerà in qualche modo la Federazione Russa fuori dal conflitto. Puoi scusarti dal fatto che abbiamo già una base lì, semmai ti aiuteremo. E allo stesso tempo, tutto ciò dovrebbe essere eseguito dopo l'assemblea generale della CSTO al vertice, dove la decisione sarà presa da tutti, e non dalla Federazione Russa in modo indipendente. + malyava all'ONU, beh, per motivi di ordine ... Ci piace tutto come secondo la legge ... Inoltre, l'introduzione di truppe tra le parti in conflitto non è l'accettazione di una delle parti in conflitto.
    Ma finora, a proposito, la guerra è stata condotta sul territorio dell'Azerbaigian, che ufficialmente include il Karabakh. Cioè, se gli armeni entrano in questo da soli, la questione degli obblighi CSTO è molto dubbia.
    Lo stesso, approssimativamente, è stato nella NATO, quando i turchi abbatterono il nostro aereo sul territorio siriano ... Erdogan fu culturalmente inviato alla NATO ...
  6. bratchanin3 Офлайн bratchanin3
    bratchanin3 (Gennady) 1 October 2020 06: 25
    0
    Turchi e americani sono nel Caucaso da molto tempo! È persino sciocco e poco professionale parlarne.
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 1 October 2020 07: 21
      +1
      In realtà, l'articolo parlava del Caspio. Seleziona espressione.
      1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
        Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 1 October 2020 19: 05
        0
        Il Caspio è il Caspio, ma l'Azerbaigian è delimitato dall'Iran a sud, dalla Russia a nord, e l'unico corridoio per la partecipazione della Turchia alla guerra è la Georgia. Considerando l'Ordine di gloria armeno assegnato a Saakashvili dopo l'80808, gli armeni sono masochisti. Ora Pashinyan ha bisogno dell'Ordine della Gloria sia per Aliyev che per Erdogan. Eppure, amici della Georgia.