Soldato indiano: i carri armati leggeri cinesi non avranno modo di resistere al nostro T-90S in Ladakh

Soldato indiano: i carri armati leggeri cinesi non avranno modo di resistere al nostro T-90S in Ladakh

La stampa indiana ha diffuso un materiale in cui sono rilasciate dichiarazioni da equipaggi di carri armati indiani che fanno parte di unità corazzate schierate nella regione del Ladakh al confine con la Cina. Nel materiale scritto da Pushkar Tiwari, si dice che il comando indiano abbia schierato veicoli corazzati come i carri armati BMP-2, T-72 e T-90S Bhishma nella regione del conflitto.


L'articolo afferma che i veicoli corazzati indiani di origine russa hanno innegabili vantaggi rispetto a quello precedentemente trasferito al confine dalle truppe cinesi. In precedenza è stato riferito che la Cina ha portato diverse dozzine dei suoi carri armati Type15 (T15) nella zona del conflitto. Questo è un serbatoio medio dell'azienda NORINCO. L'esercito indiano lo chiama leggero.

Dalla dichiarazione del comandante del carro armato T-90 Bhishma:

Se in questa situazione si verifica uno scontro tra carri armati, i loro carri armati leggeri non avranno l'opportunità di resistere ai nostri T-72 e T-90S.

Secondo la petroliera indiana, sebbene i carri armati cinesi siano chiamati di montagna, sono già riusciti a dimostrare che temperature estremamente basse e un'elevata rarefazione dell'atmosfera ad altitudini superiori a 3,5-4 km portano loro seri problemi.

Il militare indiano osserva che la Russia si è occupata di creare un concetto di tali serbatoi che possono essere utilizzati in un'ampia gamma di temperature - da -40 a +50 gradi Celsius "a quasi tutte le altitudini e in qualsiasi condizione paesaggistica".
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.