Schermaglia per Idlib: Damasco e Ankara possono essere lanciati contemporaneamente


Russia e Turchia si sono avvicinate all'ennesimo scontro nel nord della Siria. Se sei mesi fa le parti sono riuscite a raggiungere un armistizio a Idlib, da allora nessuno aveva bisogno della guerra, oggi sia Ankara che Mosca sono più o meno interessate ad aggravare il conflitto.


Il presidente Erdogan ha fatto una dichiarazione forte:

Le zone terroristiche che ancora esistono in Siria devono essere sgombrate come promesso, o verremo e lo faremo noi stessi.

Le "zone terroristiche" sono, secondo il leader turco, le regioni di confine della RAS abitate dai curdi siriani. Ankara ha già fatto diversi interventi lì, costruendo una cosiddetta "zona cuscinetto" e spremendo da lì l'etnia curda. Questa dichiarazione potrebbe essere considerata una minaccia per la Turchia di avviare un'altra operazione militare in Siria. L'aumento dell'attività in questa direzione può essere considerato una diretta conseguenza del fallito blitzkrieg nel Nagorno-Karabakh.

L'esercito azero, nonostante sia pompato di armi turche e israeliane ed è considerato oggettivamente il più forte del Transcaucaso, non è riuscito a spezzare immediatamente la resistenza dell'Armenia, dietro la quale si trova la Russia. Prendere il controllo di diversi insediamenti difficilmente può essere considerato un successo travolgente e non c'è bisogno di parlare dell'intero Nagorno-Karabakh. Teoricamente, Baku e Ankara possono sconfiggere congiuntamente Erevan nel corso di una guerra sanguinosa su vasta scala, ma questa sarà una storia completamente diversa, che può essere interpretata come un nuovo genocidio armeno, e poi Mosca dovrà intervenire. Poiché non sarà possibile ottenere una vittoria decisiva, i presidenti Erdogan e Aliyev sono interessati ad avere tempo per occupare il più vasto territorio possibile del Karabakh e per fissare politicamente questo risultato. La minaccia turca di lanciare una nuova operazione militare contro la Siria può ben essere considerata un tentativo di fare pressione sul Cremlino per avviare trattative con le migliori carte vincenti in mano.

Il paradosso è che l'aggravamento a Idlib può essere vantaggioso per la leadership russa. Il "Sultano" sta giocando un gioco piuttosto sottile in Nagorno-Karabakh, costringendo la Russia a difendere direttamente l'Armenia. Se ciò accadrà, Baku dichiarerà che Mosca non può più rivendicare uno status neutrale nella risoluzione di questo conflitto territoriale e chiamerà gli Stati Uniti e i paesi dell'UE come mediatori nei negoziati nel nuovo formato. Questo cambierà seriamente gli equilibri di potere in Transcaucasia non a favore della Russia, quindi è oggettivamente vantaggioso per il Cremlino dare una “risposta” ad Ankara su un territorio diverso. In particolare, in Siria.

Da parte sua, Damasco ha "affilato i denti" a lungo sull'Idlib settentrionale, controllata dai turchi. Sei mesi fa vi furono attirate grandi forze dell'esercito governativo della RAS. Pochi giorni fa, l'eminente parlamentare siriano Savfan Kurabi ha dichiarato in un'intervista ai media che una nuova guerra è in arrivo a Idlib. Il programma minimo prevede la liberazione dell'intera autostrada M-4 e, al massimo, la completa eliminazione dell'esercito turco e dei militanti controllati da Ankara.

Nel complesso, ciò significa che allo stesso tempo Turchia, Siria e Russia potrebbero essere interessate all'inizio della prossima "battaglia per Idlib", dal cui esito molto dipenderà. Se gli alleati avranno il sopravvento, il Cremlino riceverà una seria leva di pressione su Ankara nei negoziati per risolvere la situazione nel Nagorno-Karabakh, dove la Russia può mantenere la sua posizione. Se i turchi raggiungono il loro obiettivo, otterranno un vantaggio in due conflitti territoriali contemporaneamente. C'è così tanto in gioco.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 4 October 2020 13: 08
    +2
    L'autore non considera le relazioni tra Russia e Turchia in un contesto strategico più ampio, che è la cosa principale in queste relazioni. E né la Turchia né la Russia guadagneranno nulla stando sui lati opposti delle barricate nei conflitti minori. Anche se per la Russia oggi la perdita dell'Armenia è più redditizia, che è già chiaramente reindirizzata verso l'Occidente e gli Stati Uniti (divieto della lingua russa in Armenia! E altri ...). Pertanto, l'esito di questi conflitti sarà deciso a livello di R. Erdogan e V. Putin ...
    1. Eduard Aplombov Офлайн Eduard Aplombov
      Eduard Aplombov (Eduard Aplombov) 4 October 2020 18: 21
      0
      in tali problemi di grandi attori in cui sono coinvolte molte parti interessate (stati), il risultato dipende in gran parte da dettagli grandi e piccoli che per molte ragioni non sono noti ai media, e ancor di più alle persone comuni come me o te, quindi, conclusioni categoriche e * audaci * sulle pagine dei media sono abbastanza per noi divertente se non francamente
      1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
        Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 4 October 2020 20: 50
        0
        Non è necessario elevare le sciocchezze di second'ordine al rango di ostacoli insormontabili ... Gli eventi politici costanti forniscono una base per le previsioni, quindi non vedo altre convenzioni di second'ordine a cui stai cercando di attribuire importanza. Tali affermazioni sono più come un dito alzato in modo significativo per me ...
        1. Eduard Aplombov Офлайн Eduard Aplombov
          Eduard Aplombov (Eduard Aplombov) 4 October 2020 21: 04
          0
          anche io capisco che non ci sono sciocchezze in politica .. va bene, scusa, prevedi ulteriormente
    2. Amaro Офлайн Amaro
      Amaro (Gleb) 5 October 2020 21: 12
      +1
      ... per la Russia oggi, è più redditizio perdere contro l'Armenia, che è già chiaramente reindirizzata all'Occidente e agli Stati Uniti ...

      È proprio a causa di questo reindirizzamento che la situazione è diventata un vicolo cieco. ricorso Per riprodurlo un giorno, ci vorrà molto tempo e risorse. Potrebbe essere più facile sollevare preoccupazioni e spostare il vettore di investimento da qualche parte in Sud America o in Africa centrale. Probabilmente è molto più facile lavorare lì, anche se lì puoi affrontare i cinesi con la testa. Hmm, un dilemma. ricorso

      ... l'esito di questi conflitti sarà deciso al livello di R. Erdogan e V. Putin ...

      Impossibile fare a meno degli americani con i curdi nel convoglio, proprio a causa del reindirizzamento stesso. Ma non chiedono guai, la lobby locale guidata da Pashinyan sta lavorando tranquillamente per loro.
  2. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 4 October 2020 18: 56
    +3
    Quando si fanno previsioni, le persone di solito partono dal presupposto che gli attori della politica mondiale siano almeno sani di mente.
    Tuttavia, stiamo attualmente osservando che uno degli attori influenti nella regione è chiaramente fuori controllo.
    Erdogan ha detto che Gerusalemme è una città turca.
    Puoi pensare qualsiasi cosa e sperare in qualsiasi cosa. Ma a me stesso. Puoi intraprendere un'azione. Ma sto zitto. Fino ad allora, quando puoi sostenere le tue parole e speranze con risorse reali.
    Un tale alleato annullerà tutti i vantaggi delle posizioni dell'Azerbaigian.
    Stiamo aspettando come Israele reagirà a questa dichiarazione.
    1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
      Natan Bruk (Natan Bruk) 5 October 2020 11: 26
      0
      Sì, non reagirà in alcun modo. Il cane abbaia - il vento trasporta. Non c'è niente dietro questa commozione aerea. Ho scritto qui quanto valgono le parole di Erdogan - dopo che le forze speciali israeliane hanno deposto una dozzina di militanti turchi che hanno iniziato a cazzeggiare durante il sequestro della nave Navi Marmara, cercando di sfondare a Gaza, nonostante il categorico divieto israeliano, e la nave stessa fu portata al porto di Ashdod. Erdogan si colpì al petto con il tallone e sua madre giurò che sarebbe arrivato personalmente a Gaza su un incrociatore turco. Ma in qualche modo non arrivò da nessuna parte, a quanto pare era molto impegnato , e poi me ne sono dimenticato :))) E ciò che è interessante, le relazioni diplomatiche, il commercio, il turismo - tutto è com'era e rimane, gli aerei volano in Turchia uno dopo l'altro (ora, tuttavia, a causa della corona, molto meno, ma Questo è tutto il mondo finora) Questo è tutto ciò che devi sapere sulle promesse e le minacce di Erdogan contro coloro che possono dargli in risposta attraverso il volto del Sultano.
  3. GENNADI 1959 Офлайн GENNADI 1959
    GENNADI 1959 (Gennady) 5 October 2020 10: 42
    +2
    Che tipo di guerra con la Turchia? La Russia ha appena regalato alla Turchia un gasdotto, ora sta costruendo una centrale nucleare come regalo. La guerra significa seppellire tutti gli investimenti in questi progetti. Sì, Putin sarà massacrato dai loro oligarchi nella toilette per questo. Il bottino è più importante delle vite di alcuni armeni. I turchi massacreranno gli armeni, e Putin e Lavrov gonfieranno le guance ed esprimeranno preoccupazione. Erdogan ha lanciato Putin come un fesso.