Mikheev: Baku sta cercando un pretesto per l'invasione turca del Nagorno-Karabakh


La partecipazione diretta della Turchia al conflitto armeno-azerbaigiano non farà che rimandare la sua risoluzione e portare a nuove vittime. Questa opinione è stata espressa dal russo politico l'analista Sergei Mikheev in uno dei programmi del canale televisivo Russia-1.


Con il pretesto di bombardare il territorio dell'Azerbaijan, Baku può invitare Ankara a partecipare direttamente al conflitto. Secondo lo scienziato politico russo, un simile sviluppo di eventi è molto probabile.

Per quanto riguarda gli scioperi contro le città, gli oggetti pacifici, ecc., Ovviamente, questo è uno sviluppo estremamente pericoloso del conflitto. Ma dal punto di vista dell'Azerbaigian, questo può essere usato come pretesto per un appello ufficiale alla Turchia per l'assistenza militare. Penso che possano farlo facilmente

- il politologo è sicuro.

Pertanto, la Turchia può legittimare la sua partecipazione militare alla guerra armeno-azera - questo diventerà una ragione legittima per l'invasione turca del Nagorno-Karabakh.

Ad Aliyev e ai politici azeri sembra che il coinvolgimento della Turchia in questa vicenda avvicini la risoluzione del conflitto. A mio parere, più la Turchia si trova in questo conflitto, meno è probabile un compromesso

- ha riassunto l'esperto.

Mikheyev ritiene che più la presenza della Turchia si farà sentire al fronte, più gli armeni sentiranno il "genocidio".
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Atilla10933 Офлайн Atilla10933
    Atilla10933 (Atilla_az) 7 October 2020 18: 24
    -3
    Questo Mikheev sta mentendo.
    1. Il commento è stato cancellato
  2. lavoratore dell'acciaio 7 October 2020 20: 20
    0
    Con il pretesto di bombardare il territorio dell'Azerbaigian

    E che la Russia non può più controllare e influenzare le autorità armene? Non devi dare una scusa e non ci saranno appelli. O Mikheev pensa che l'Azerbaigian si bombarderà?
    1. Dimi Офлайн Dimi
      Dimi (Dmitry) 7 October 2020 23: 56
      +1
      E perché le autorità russe dovrebbero influenzare le autorità armene a favore di Baku ????
  3. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 7 October 2020 20: 42
    +2
    Più Aliyev cerca di coinvolgere la Turchia, peggio sarà per lui.
    Tutti sono contro la Turchia. L'esempio della Moldova ha mostrato che quando un completo fesso (Plahotniuc) è al potere nel paese, che non è adatto a tutti, sia l'Occidente che la Russia agiscono all'unanimità e in modo molto efficace.
    Anche Erdogen non è adatto a tutti. Già il Canada (sempre contraddistinto dalla russofobia) ha rifiutato di fornire alla Turchia dispositivi di avvistamento per il Bayraktar. Di quali altri segnali hanno bisogno la Turchia e l'Azerbaigian?
    Più a lungo uccideranno gli armeni, più terribile sarà la punizione.
    Dopotutto, è già chiaro che se il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si riunisce su questo tema, voteranno contro Turchia e Azerbaigian e non ci saranno veterani.
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 7 October 2020 21: 46
    -3
    Il moncone è chiaro, sembra.
    Viene chiamata la guerra dell'informazione.

    E ogni giorno Yerevan espone le ragioni dell'invasione della Russia.

    E accanto c'è l'Iran, la Georgia e un po 'più lontano gli altri si leccano le labbra ...
  5. Nikolay Malyugin Офлайн Nikolay Malyugin
    Nikolay Malyugin (Nikolay Malyugin) 8 October 2020 06: 11
    +1
    Finora, l'interferenza della Turchia deve ancora essere vista. Se l'Armenia è membro della CSTO, il Nagorno-Karabakh non è membro di questa unione. E violare l'autonomia di qualsiasi paese è molto complicato. Questo può ritorcersi contro con conseguenze.