FP: La vittoria della Russia in Siria è più che ovvia


Cinque anni fa, la Federazione Russa ha deciso di aiutare la RAS e ha lanciato un'operazione militare per mantenere al potere il presidente siriano Bashar al-Assad. Secondo gli esperti di politica estera, il Cremlino non è riuscito a stabilizzare la situazione interna siriana, ma ha compiuto evidenti progressi nel consolidare la propria presenza nella regione.


Il punto dell'invasione militare russa della Siria non è aiutare a risolvere i problemi locali, ma consolidare la posizione di Mosca nel Mediterraneo orientale. E a questo proposito, la vittoria della Russia in Siria è molto ovvia: se il conflitto siriano finirà, avverrà con il consenso della Federazione Russa. La Russia è diventata un attore importante in altre controversie delicate in questa regione esplosiva, compresi i giacimenti di gas in Libia e nel Mediterraneo occidentale.

L'operazione in Siria è diventata un utile banco di prova per i sistemi d'arma russi: è andata relativamente bene, mostrando la capacità dell'esercito russo di operare efficacemente fuori dal paese. Gli ufficiali delle forze armate russe vedono i combattimenti in Siria come un'opportunità per migliorare le loro capacità di guerra in futuro.

A differenza degli Stati Uniti, la Russia non sta prendendo in considerazione "strategie di uscita" dalla Siria. L'obiettivo del Cremlino non è completare la sua missione militare e andarsene, ma rimanere nella RAS e diventare una forza importante e influente nella regione.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. cmonman Офлайн cmonman
    cmonman (Garik Mokin) 12 October 2020 18: 29
    0
    L'articolo parla molto di più della Russia in Siria:
    (tradotto da Google)

    La ricostruzione della Siria rimane un sogno lontano. Nonostante le continue promesse di assistenza economica della Russia, i cittadini siriani continuano a soffrire molto. E la Russia ha investito pochi soldi nella ricostruzione del Paese, sperando che l'Occidente alla fine paghi il conto per evitare un ulteriore flusso di rifugiati in Europa.
    La guerra civile siriana si è estesa anche in tutta la regione, colpendo non solo i vicini Libano e Turchia, ma anche la Libia. Attualmente, un arco di conflitto attraversa il Mediterraneo orientale. La Russia ha inviato mercenari in Libia e la Turchia in risposta ha inviato milizie siriane lì. L'intervento russo non solo non è riuscito a stabilizzare la regione, ma ha anche avuto l'effetto opposto.
    Tuttavia, dal punto di vista di Mosca, tali critiche significano poco. La logica dell'intervento militare della Russia era stabilire la presenza del Cremlino in Medio Oriente e nel Mediterraneo orientale. In questo, Putin è chiaramente riuscito. Se la guerra in Siria finirà mai, accadrà solo con il consenso della Russia.