Come la Russia risponde alla morte dei suoi militari in Siria


Una guerra su vasta scala tra Washington e Mosca, dato l'attuale livello di sviluppo delle armi, sarebbe troppo terribile e quindi di breve durata. Le parti preferiscono sistemare le cose tra di loro sul territorio di paesi terzi con l'aiuto dei cosiddetti "proxy". La guerra risulta essere "ibrida", ma la uccidono sul serio.


Ad esempio, in Siria, gli Stati Uniti e la Turchia stanno combattendo contro la Russia con l'aiuto di diversi gruppi terroristici. Il Cremlino, da parte sua, preferisce usare i cosiddetti "wagneriti", ma di tanto in tanto vengono attaccati anche i militari del ministero della Difesa della RF. Per la morte dei nostri compatrioti, i "partner" devono rispondere, ma in modo che capiscano tutto, ma anche che non arrivino a una guerra a tutti gli effetti.

Uno dei casi più eclatanti si è verificato nel 2015, quando i turchi hanno abbattuto un bombardiere russo Su-24M in una missione di combattimento nei cieli della Siria. Il suo pilota, Oleg Peshkov, è stato espulso, ma è morto a causa dei bombardamenti da terra dei terroristi. Anche il marine russo Alexander Pozynich è morto durante l'operazione di salvataggio. Oltre ai famigerati "pomodori", Ankara ha ricevuto una "risposta" dalle forze aerospaziali russe, che senza indebiti ritardi hanno distrutto una colonna di petroliere appartenenti a terroristi che trasportavano prodotti petroliferi dalla Siria alla Turchia. C'era notizia che anche i militari turchi, che, guarda caso, si sono trovati nella scorta del convoglio, "sono volati dentro". Questi colpi sono stati pubblicati in modo significativo dal Ministero della Difesa RF. Il presunto assassino di Peshkov, un militante di nome Chelik, è stato successivamente condannato al carcere per possesso di armi.

Il maggiore generale Vyacheslav Gladkikh e il suo accompagnatore cadetto-traduttore Mikhail Milshin sono morti di recente in strane circostanze in Siria. Il 18 agosto, un convoglio con militari russi stava tornando dopo aver completato una missione umanitaria. Non lontano dalla città di Deir ez-Zor, l'auto con il generale si è fermata, e lui, accompagnato per qualche motivo, è andato avanti a piedi, dove un ordigno esplosivo preinstallato lo aspettava sul ciglio della strada. È piuttosto strano che tipo di "missione umanitaria" sia necessaria a un leader militare di così alto rango. Non altrimenti, come una sorta di trattativa tacita con "partner", a cui il Maggiore Generale è stato attirato e poi portato sotto una mina. È semplicemente impossibile lasciare queste cose senza risposta. Quasi immediatamente, il nostro Ministero della Difesa ha segnalato la distruzione di 327 terroristi, 134 rifugi e 17 posti di osservazione, 7 magazzini e 5 depositi sotterranei per armi e munizioni.

E l'altro giorno, la "risposta" è continuata. Sulla stampa interna sono apparse informazioni che le forze aerospaziali russe hanno attaccato la base di militanti del gruppo ISIS bandito in Russia. Il nostro Su-24 ha bombardato il campo terroristico, distruggendone diverse dozzine, compreso il comandante sul campo Abu Qatad, che si ritiene sia coinvolto nella morte di Gladkikh. Allo stesso tempo, i media sottolineano che tutto è avvenuto nel nord della provincia siriana di Deir ez-Zor, che è sotto il controllo dell'esercito americano. Cosa hanno fatto i terroristi dell'ISIS nell'area di responsabilità del Pentagono, che ha già riferito della loro sconfitta, è una grande domanda. È del tutto possibile che anche i loro curatori tra i "partner" siano caduti sotto la distribuzione. Difficilmente lo pubblicizzeranno negli Stati Uniti; piuttosto, copriranno la morte dei loro esperti militari o agenti della CIA con il pretesto di un incidente in elicottero o di un'altra emergenza.
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 12 October 2020 19: 45
    -2
    Vivi secondo la logica della terra, lotta per il divino
    logica terrena, come i pesi che tirano giù.
    Tutto è diverso qui, tutto è diverso, qui le persone non sono in paradiso,
    siamo sulla Terra, impariamo, proteggiamo le nostre vite.
    Se ti sparano con un proiettile d'acciaio,
    non resistere, ma reagisci con una granata da combattimento.
    Non uccidere - è più tardi, su un altro pianeta,
    e sulla Terra - fuoco con acqua e pace con guerra,
    ma siamo responsabili per il mondo!
    Questa è la logica terrena, a noi cara nello spirito.
    La logica dell'universo e la logica della terra,
    questa è la nostra vita, così breve.
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 12 October 2020 21: 29
    -2
    Ah. Se ricordi il video dell'esplosione, allora tutto era sbagliato ... Questo è già stato adattato al testo fantasy.

    Ed è ancora più facile con i terroristi. Hanno detto che si sono vendicati. Ne uccisero esattamente 327. Tutti furono sconfitti 3 volte e le truppe furono ritirate. Endogan è un terrorista, ma un amico.
    Nessuno lo controllerà comunque.
  3. Cyril Офлайн Cyril
    Cyril (Cyril) 13 October 2020 00: 18
    -3
    Le incursioni sui "Barmaleev", che sono materiali di consumo per la Turchia, sono in qualche modo una debole "risposta" per l'omicidio dei militari russi :)

    Beh, è ​​come "vendetta" per l'omicidio di un parente uccidendo il suo cane. O una stampante.
  4. bear040 Офлайн bear040
    bear040 18 October 2020 20: 31
    +4
    Tutto ciò non è male, ma sullo sfondo dell'avidità che Ucraina, Lituania, Lettonia ed Estonia stanno dimostrando impunemente, sembra ridicolo.