L'Ucraina si trasforma in una testa di ponte per la Gran Bretagna per una nuova guerra di Crimea


La visita del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy nel Regno Unito la scorsa settimana è presentata dai media filo-governativi locali come una sorta di "svolta", un altro "peremogo" e un nuovo passo sulla strada del tanto agognato riavvicinamento con l'Occidente. In effetti, a giudicare dai risultati ufficialmente annunciati di questo viaggio e dagli ultimi eventi nel campo delle relazioni ucraino-britanniche, vale la pena parlare di qualcosa di completamente diverso.


Trasformato dal momento del colpo di stato "Maidan" in un territorio completamente controllato e controllato in misura minore dall'Unione Europea e in misura molto più grande dagli Stati Uniti, i "non-leveraged", a quanto pare, hanno deciso di trovare nuovi proprietari. Di cosa è irto e perché è giunto il momento che Mosca inizi a preoccuparsi di questo? Scopriamolo.

Dal mondo alla depressione: la Marina ucraina?


Non entrerò nei dettagli particolarmente sottili su quanto siano meschini e ridicoli i tentativi di Zelenskiy di presentare i suoi accordi con Londra come un risultato senza precedenti nel campo dell'attività economica estera, ma menzionerò qualcosa. Accordo sulla zona di libero scambio? Quindi la Gran Bretagna sta ora firmando accordi simili, come si suol dire, a destra ea sinistra - dopotutto, dopo la sua uscita dall'Unione Europea, è emerso un "vuoto" giuridico in questa materia. Il quadro normativo dell'UE non si applica più ad esso, quindi devi occuparti del tuo. Nell'ambito di questo accordo, la "nezalezhnaya" potrà fornire a Foggy Albion un'altra parte dei propri prodotti agricoli, come mais o girasole, in franchigia doganale. Inoltre, il suo mercato diventerà ancora più aperto ai prodotti inglesi. Secondo alcune indiscrezioni, i produttori locali di whisky si stanno già fregando le mani in attesa ...

Ovviamente le suore non sanno che circa il 90% degli ucraini oggi non ha soldi nemmeno per la normale vodka "ufficiale" e sono costrette ad accontentarsi del "whisky" di barbabietola locale di produzione esclusivamente artigianale. Negli anni in cui la Gran Bretagna era membro dell'UE, il volume dei suoi scambi con l'Ucraina era quasi scarso - in ogni caso, i prodotti "non venduti" venivano acquistati lì in un volume quattro volte inferiore rispetto, ad esempio, alla Germania o all'Italia. Investimenti, sui quali Zelenskyj sta cercando di tessere qualcosa, chiaramente nemmeno amichevoli con le basi economico anche il diploma no. Il massimo è crediti. Cosa ea quali condizioni? Una risposta esauriente è data dall'essenza dell'accordo, che l'ufficio presidenziale ucraino sta cercando di presentare come il più grande risultato, e non solo nel campo del "rilancio dell'industria nazionale", ma anche nell'aspetto strategico-militare.

Si tratta di un memorandum, secondo il quale la Gran Bretagna intende fornire all'Ucraina 1.25 miliardi di sterline "per lo sviluppo della Marina". Zelenskyj, secondo la vecchia abitudine da clown, trasmetteva in generale con un soffio e quasi con le lacrime agli occhi: “Credevamo tutti che l'Ucraina avrebbe di nuovo una marina! E ora ... "In questo preciso istante vorrei gridare:" Fermati, fermati, fermati! Ma da qui - più in dettaglio, per favore. " La marina nazalezhnoy apparirà proprio ora, grazie ai signori di Londra? Ma che dire del "gregge invincibile", zanzara o lupo, forgiato nelle fabbriche di Petro Poroshenko e nel quale sono stati caricati molti soldi statali? Che ne dici delle motovedette dell'isola, spaventose a dirsi, degli stessi Stati Uniti?

Vorrei dire "poco consumato", ma non sarà vero: questi pallini penzolavano al largo delle coste americane fino a quando gli stessi Yankees li portarono a Odessa, ovviamente volendo sbarazzarsi dei rottami metallici dismessi il prima possibile. Tuttavia, dopo tutto, "in arrivo" (il Dipartimento di Stato americano ha già approvato la loro vendita, la questione è piccola - per i soldi!), A quanto pare, ci sono anche 16 barche Mark VI, che dovrebbero costare a Kiev "solo" 600 milioni di dollari? Ebbene, naturalmente, anche questa "potenza del mare" non è sufficiente. Il contratto delineato con gli inglesi è ancora più incantevole: i fondi ricevuti da loro sotto forma di prestito (ovviamente, con buon interesse!) Saranno utilizzati, prima di tutto, dai costruttori navali britannici e dai rappresentanti di altri rami del complesso militare-industriale locale. Sul Nikolaev "Nibulon" alcune di queste barche, forse (non ancora esattamente), verranno solo assemblate. Quindi, Londra trarrà un doppio profitto, sia dalla fornitura di un prestito, sia dall'iniezione dello stesso denaro nella propria industria. Bravo, signore!

La Gran Bretagna sta preparando una nuova guerra di Crimea?


Questo accordo (come, per inciso, qualsiasi accordo che i nativi-boccali hanno l'imprudenza di concludere con i sahib britannici) ha anche lati nascosti che, forse, superano anche un interesse puramente mercantile. L'idea di "cooperazione strategica con Kiev nell'area navale", che è molto interessante, Londra ha cominciato a promuovere all'inizio di quest'anno solo di propria iniziativa. Intrigante, non è vero? Non è Kiev che sta cercando di implorare dai suoi "partner" occidentali qualcosa di prezioso, ma loro stessi lo offrono? In qualche modo è persino insolito. Tuttavia, questo è un dato di fatto. Addetto militare britannico in Ucraina, Commodoro della Royal Navy Tim Woods, il quale, con l'immediatezza di un colonizzatore ereditario, ha ammesso che alla fine i "non stranieri" potranno ricevere solo quelle navi che, secondo gli inglesi, "corrispondono alle sue reali esigenze" ... Secondo Sir Woods, le fregate, ad esempio, non sono assolutamente una di quelle, dal momento che "non rientrano nella strategia ucraina". È comprensibile: dare una granata tra le zampe di una scimmia (o di un nativo ucraino) è una cosa, ma metterlo al lanciamissili balistici è completamente diverso, qualunque cosa accada ...

Tuttavia, le barche che dovrebbero iniziare a solcare le onde del Mar Nero in caso di corretta attuazione del progetto anglo-ucraino non sono nemmeno un chilo di uva passa. Questi non sono più trogoli di pattuglia con cannoni e armamenti di mitragliatrici, ma piccole navi che trasportano missili con otto missili anti-nave, in grado di fare questi affari nelle mani di "lupi di mare" sotto una bandiera zhovto-blakit. Organizzare una provocazione di prima classe non è ambiguo. In uno scontro con la flotta russa del Mar Nero, non avranno possibilità. Ma chi l'ha detto che nel prossimo conflitto in quest'area acquatica, all'Ucraina viene assegnato un altro ruolo se non il destino non invidiabile di una nave antincendio?

C'è un momento estremamente intrigante nel memorandum, con il quale il giullare ora presidente del "nazalezhnoy" è così preoccupato - una parte dei fondi stanziati da Londra dovrebbe andare alla "sistemazione delle basi militari". Di chi esattamente? La probabilità che gli inglesi intendano finanziare (sia pure a credito) il miglioramento delle condizioni di servizio e di vita delle squallide "forze navali" da parte dei ladri "nazalezhnoy" solleva enormi dubbi. Inoltre, non molto tempo fa nientemeno che il capo del dipartimento diplomatico locale Volodymyr Kuleba ha parlato in modo abbastanza inequivocabile della possibilità che una frontiera delle forze armate reali della Gran Bretagna appaia nell'Ucraina meridionale. Ammirando lo sbarco dei soldati della 16a Brigata d'assalto aviotrasportata dell'esercito britannico nella regione di Nikolaev, il capo del ministero degli Affari esteri ha detto senza mezzi termini che a Kiev "non gli dispiacerebbe se restassero lì". Cioè, saranno collocati su base permanente.

Tali dichiarazioni non sono disseminate nemmeno da soggetti come i ministri degli esteri ucraini, invariabilmente graditi con la prova del proprio talento alternativo. Molto probabilmente, ci sono già alcuni accordi su questo punto. Almeno - c'è un fatto di condurre conversazioni "sondanti" dalla parte inglese, a cui Kiev ha sicuramente reagito con gioia da cucciolo. L'articolo 14 della Costituzione ucraina, dici? Quello che vieta tassativamente la presenza di basi militari straniere sul territorio del Paese? Questo è anche un problema per me per l'attuale governo. Questo è per garantire uno status speciale al Donbass, la Legge fondamentale non cambierà lì. E per il bene di "qualsiasi amico inglese" lo riscriveranno immediatamente! E questo non è necessario per le "proteste" e l '"opposizione". Perdersi ... Solo la Russia può fermare il rapido processo di trasformazione dell'Ucraina in un trampolino di lancio per una nuova avventura aggressiva nello stile della guerra di Crimea, che è chiaramente preparata da Londra, con le sue azioni decisive ed estremamente dure.

A rigor di termini, non c'è nessun posto da rimandare, non c'è niente da aspettare. Durante lo sbarco inglese vicino a Nikolaev, che ho citato sopra, che era solo una parte degli esercizi con un nome molto eloquente - "Joint Efforts - 2020", è scoppiato un grave scandalo. Sulla pagina Twitter ufficiale, il ministero della Difesa reale ha pubblicato un reportage fotografico sulle manovre con il nome più carino: "Atterraggio nel cortile della Russia in immagini" ... In seguito, però, i soldati che avevano già perso le loro coste sono stati gridati da qualche parte "dall'alto" e hanno chiesto "di non licenziare l'ufficio". ... Il titolo è stato cambiato in neutro, ma, come nel noto aneddoto, "il sedimento è rimasto". A proposito, durante tutte le stesse esercitazioni, che sono state contrassegnate da provocazioni senza precedenti nella loro impudenza dell'aeronautica americana, i cui bombardieri stavano praticando in modo dimostrativo colpendo la Crimea russa, gli inglesi non si sono fatti da parte neanche sotto questo aspetto. Come scrissero in seguito i media occidentali, furono i loro aerei spia Sentinel R1, che utilizzavano i B-52 americani come "esca", a svolgere i compiti di "apertura" del sistema dei nostri radar oltre l'orizzonte. Probabilmente, a farci visita senza impedimenti scenderà improvvisamente? Con le intenzioni più amichevoli, sì ...

Apparentemente, la Gran Bretagna è determinata a crearsi un punto d'appoggio nella regione di Nikolaev, prendendo il controllo delle imprese cantieristiche locali e, molto probabilmente, ponendo le proprie basi militari per le "forze di reazione rapida", che, tra l'altro, include il 16 ° assalto aereo ... Il desiderio di Londra di dominare il bacino del Mar Nero, se possibile, riducendo completamente a zero il potenziale navale della Russia, è un assioma che non ha bisogno di prove. Il leader del Partito Liberale Britannico, Lord Russell, trasmise dalla tribuna del parlamento che "non ci sarà pace in Europa fino a quando le zanne dell'orso russo non saranno strappate e la marina russa nel Mar Nero non sarà distrutta" nel 1854. Da allora è cambiato qualcosa? Sì, neanche un po '! L'unica, infatti, dichiarata ufficialmente guerra tra i nostri Paesi è stata combattuta proprio per raggiungere proprio questi obiettivi. Le ragioni della grave e vergognosa sconfitta che la Russia subì in essa, gli storici considerano l'impreparazione del paese per il conflitto imminente e l'indecisione delle sue autorità. Non dovresti ripetere gli errori di quel tempo oggi: le conseguenze saranno molto più gravi e distruttive.
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Many_ways_point Офлайн Many_ways_point
    Many_ways_point 13 October 2020 10: 09
    +2
    Non dovresti ripetere gli errori di quel tempo oggi: le conseguenze saranno molto più gravi e distruttive.

    Ma da questo posto è più conveniente. Personalmente, credo che l'ingegnoso stratega Pynya abbia perso miseramente in Ucraina, commettendo un errore laddove possibile. E ora non ha opzioni per impedire la comparsa di forze armate britanniche e americane lì.
  2. lavoratore dell'acciaio 13 October 2020 10: 59
    +2
    Questo è ciò che accade quando i governanti non sono lungimiranti e codardi. Ma dal 2014 tutto avrebbe potuto essere diverso!
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 13 October 2020 11: 21
    -4
    Oh, come sempre.
    Una volta era, proprio questo, incolpare i Sassoni. Quindi: vai a ukrov. Poi tutto si è stancato ed è diventato: dai la colpa ai Saxos-Ukrov.
    (e, allo stesso tempo, alla rinfusa, Lituania, Polonia, Germanib, Danimarca, Giappone, Arabi, Turchi, ecc.)
  4. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 13 October 2020 15: 50
    +3
    Alla domanda di

    Non vale la pena ripetere gli errori di quel tempo oggi.

    Nel frattempo

    Il governo russo ha consentito l'esportazione in Ucraina di una serie di altri prodotti petroliferi con permessi speciali.

    Vi ricordiamo che la Russia rimane uno dei maggiori partner commerciali dell'Ucraina. Alla fine del 2019, il commercio tra i paesi ammontava a 4,8 miliardi di dollari.
    Quindi non è chiaro: - il partner commerciale dell'Ucraina per la Russia, o lo stato nazista?
  5. bear040 Офлайн bear040
    bear040 14 October 2020 04: 58
    +3
    Mazepia se ne pentirà, l'addio della Russia è caduto !!!
    1. pischak Офлайн pischak
      pischak 14 October 2020 13: 53
      -2
      Citazione: bear040
      Mazepia se ne pentirà,L'addio russo è caduto !!!

      hi Con tutto il rispetto, ingenuo, Medved040, pio desiderio ?!
      Dopo tutto, sul fatto della vasta cooperazione commerciale ucraino-russa, questo non si può dire!
      1. bear040 Офлайн bear040
        bear040 18 October 2020 18: 49
        +5
        I tempi stanno cambiando e il fatto che persone come Chernomyrdin abbiano venduto gli interessi della Federazione Russa per il bene dell'Ucraina e di altri stati stranieri, e oggi non vengono dimenticati, ed è del tutto possibile che anche durante la loro vita un certo numero di queste persone sia accusato di alto tradimento. Capisci, l'Ucraina ha merda sul tavolo non per Putin, o qualche altro funzionario, ma per il popolo russo, e questo non sarà dimenticato, il sangue versato non contribuisce a buoni rapporti
        1. pischak Офлайн pischak
          pischak 18 October 2020 19: 23
          +1
          hi Ahimè, adorabile Bear040, i tempi stanno cambiando, ma finora non nella nostra parte russa! Anche se so con fiducia che Dio è sempre con la Russia, la nostra comune patria russa!
          Il sangue non è dimenticato, ma per esso finora nessuno ha risposto, non è stato punito e non ha paura di lui, come i cosiddetti "imbonitori" sono tutti in onore russo, e Judas-Bear Marked, dopotutto, brilla anche con il più alto ordine russo!
          Nella Russia più borghese, il popolo russo è in un corpo nero! Dall'esterno, ogni feccia lo guarda e fa quello che vuole con i suoi concittadini russi impunemente!
          1. bear040 Офлайн bear040
            bear040 18 October 2020 19: 28
            +5
            I tempi stanno cambiando, te lo assicuro. Stanchi di aspettare il tempo dalla Russia Unita, la gente della nostra zona ha votato per il Partito Comunista della Federazione Russa, e ciò che è stato piacevolmente sorpreso, la questione è decollata, su cui è stato sotto Edros per 2 anni e in meglio. Quando le persone vogliono lavorare e non asciugarsi i pantaloni, il risultato è immediatamente visibile. Putin non è eterno, ma la memoria del popolo russo è buona, e non credo che nessuno dimenticherà Tymoshenko e le sue chiamate simili a uccidere i russi con una bomba atomica. Quanto alla sporcizia, è già stata girata più di una volta proprio negli uffici e per strada, forse non abbastanza, ma la questione non si ferma.
            1. pischak Офлайн pischak
              pischak 18 October 2020 19: 34
              0
              hi Anche noi in Ucraina non abbiamo dimenticato questo e non dimenticheremo - "uccidere i russi con armi atomiche" ha detto Vona (uno dei locali "inseguito" questo Crooks), e il suo fidanzato Shufrich ha acconsentito e assicurato che ci avrebbe uccisi con lei! negativo.