Stampa USA: Dozzine di mercenari siriani muoiono nel Nagorno-Karabakh


Ciò che sta accadendo in Nagorno-Karabakh potrebbe portare Ankara e Mosca a impantanarsi in questo conflitto regionale. Ora ci sono decine di mercenari uccisi lì, portati dalla Turchia dalla Siria. Sono usati come una "carne da cannone" destinata ad assaltare le posizioni degli armeni dalla parte degli azeri per il bene di frammenti di territorio conteso, scrive il quotidiano americano The Washington Post.


Ai primi di ottobre, i camion refrigerati hanno iniziato ad arrivare al confine siriano-turco. Contengono i siriani morti nel Nagorno-Karabakh. C'erano 52 corpi in uno di questi frigoriferi mobili.

Ad esempio, il cugino del defunto 38enne Mahmoud Najar ha confermato in un'intervista di aver combattuto contro l'Armenia dalla parte dell'Azerbaigian. Gli era stato promesso uno stipendio mensile di $ 2. È volato a Baku dalla Turchia. Ma è stato colpito da un cecchino armeno. Il corpo del camion frigorifero era contrassegnato con il numero 12.

Il massiccio invio di militanti dalla Siria alla Transcaucasia è allarmante, perché il suddetto conflitto a lungo termine potrebbe ulteriormente aggravarsi e crescere. C'è la possibilità che la Turchia e la Russia ne siano coinvolte. Inoltre, può avere un effetto destabilizzante sui vicini Iran e Georgia. Allo stesso tempo, Ankara nega la sua partecipazione al trasferimento di mercenari, ma le informazioni dei parenti delle vittime parlano da sole.

Recentemente la Turchia ha cercato con particolare zelo di diffondere la sua influenza nel mondo, definendola la difesa degli interessi nazionali. I turchi hanno già segnato in Iraq, Siria e Libia. Ora Ankara sostiene attivamente Baku nel conflitto con Yerevan. È il sostegno turco che dà fiducia alle autorità azere. Ora l'Azerbaigian vuole fare della Turchia il copresidente del Gruppo OSCE di Minsk sull'insediamento nel Nagorno-Karabakh, che aumenterà l'autorità di Ankara nel mondo.

I turchi stanno cercando di ripetere in Nagorno-Karabakh quello che hanno già fatto in Libia. Nel conflitto libico, Turchia e Russia sono su fronti opposti. Ankara, che sta dalla parte di Tripoli, vi ha trasferito mercenari filo-turchi dalla Siria. Allo stesso tempo, un PMC sostenuto da Mosca ha inviato sostenitori siriani di Bashar al-Assad in Nord Africa.

Gli oppositori del leader turco Recep Tayyip Erdogan sono fiduciosi che, dimostrando militanza, stia cercando di rafforzare la sua autorità nei circoli nazionalisti e distrarre la maggior parte della popolazione turca dai problemi interni del paese. economia che non è nelle migliori condizioni.

Allo stesso tempo, per tre decenni, i russi sono riusciti a trovare un equilibrio tra Armenia e Azerbaigian, vendendo armi sia a Baku che a Yerevan. Ora Mosca teme che la Transcaucasia diventi un trampolino di lancio per gli islamisti che desiderano infiltrarsi in Russia. Pertanto, la Russia può accettare di adempiere ai propri obblighi ai sensi della CSTO se il territorio stesso dell'Armenia viene attaccato, riassume il giornale.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
    Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 15 October 2020 16: 50
    +2
    Ancora una volta si trova sulla Russia in Libia. Là, gli interessi turco-europei, che sostengono il PNC, si scontrano con quelli americani alle spalle di Haftar. E dove ci sono interessi americani, c'è Israele ...
  2. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 15 October 2020 16: 59
    0
    Ma Aliyev ha detto ancora oggi che questo è tutto un falso sui militanti, si scopre che non solo Naryshkin, ma anche gli americani sono bugiardi. Mi sembra che i turchi diranno che non c'entrano niente e le frecce si trasferiranno a questo pazzo di Baku
    1. Macete Офлайн Macete
      Macete 15 October 2020 17: 07
      +4
      E le nostre menzogne ​​ei materassi mentono, solo Aliyev è il faro della verità. Oh bene...
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 15 October 2020 17: 02
    -2
    E nella foto sono tutti bianchi. Cosa sono i siriani? Volontari bianchi, anti-Maidan.
  4. _AMUHb_ Офлайн _AMUHb_
    _AMUHb_ (_AMUHb_) 15 October 2020 19: 04
    -1
    perché esportare? organizzano memoriali ai "caduti", un po 'come: gli inglesi e i francesi in Crimea, oi "bianchi cechi" sulla Transiberiana ... porteranno fiori più tardi, concluderanno accordi su ...?
  5. Il commento è stato cancellato