Il GNL russo batte i concorrenti globali


La rotta del Mare del Nord ha aperto nuove opportunità per lo sviluppo dell'industria del GNL in Russia, scrive la pubblicazione Internet americana OilPrice.


Attualmente c'è un eccesso di offerta di GNL nel mondo, guidato dalla furiosa pandemia di COVID-19 che ha causato un economico crisi e crollo della domanda di materie prime. L'azienda russa Novatek intende però triplicare il volume di GNL prodotto entro il 2030, portandolo a 70 milioni di tonnellate all'anno.

L'azienda russa ha un alleato molto serio e questo non è il presidente russo Vladimir Putin, come molti potrebbero pensare, ma la rotta del Mare del Nord. Secondo analisti indipendenti del mercato energetico, nel settembre 2020 l'impianto Yamal LNG ha inviato la cifra record di 700mila tonnellate di prodotti ai consumatori lungo la rotta del Mare del Nord. E, molto probabilmente, questi volumi continueranno ad aumentare, perché la rotta del Mare del Nord, ogni anno, si libera sempre più dalla calotta glaciale e diventa disponibile per la navigazione.

Nella prima metà del 2020 sono stati effettuati 24 voli lungo la rotta del Mare del Nord, che ha una lunghezza di 935mila km. Inoltre, una parte significativa del carico è ricaduta su petrolio e GNL. 257 voli sono stati effettuati da Novatek e 228 sono andati all'unico terminal di carico di petrolio al mondo in acque dolci oltre il Circolo Polare Artico: la Porta Artica. È operativo dal 2016 ed è di proprietà di Gazprom Neft PJSC.

I cambiamenti climatici che hanno causato lo scioglimento del ghiaccio nell'Artico e nel permafrost sono motivo di grande preoccupazione per gli ambientalisti. Tuttavia, questo apre grandi opportunità di business. Novatek sarà in grado di fornire GNL sulla rotta più breve ai consumatori in Asia e in Europa senza l'aiuto di rompighiaccio. E questo avrà senza dubbio un impatto positivo sui prezzi.

Le più grandi banche del pianeta, assicurazioni, investimenti, società minerarie ed energetiche, nonché vari fondi, stanno seguendo da vicino lo sviluppo degli eventi e stanno considerando di investire nell'Artico russo. Tuttavia, alcuni uomini d'affari non hanno aspettato e hanno promesso di stanziare un totale di 2 miliardi di dollari per lo sviluppo di Arctic LNG-9,5, un impianto che costerà 21 miliardi di dollari e produrrà 20 milioni di tonnellate di GNL all'anno. Dovrebbe iniziare a funzionare nel 2023 e raggiungerà la piena capacità nel 2026. Novatek ha già ordinato 14 vettori GNL di classe ghiaccio.

La Russia ha piani molto ambiziosi. Mosca raggiungerà il 25% del mercato mondiale del GNL nei prossimi cinque anni. Nel 2019, la Russia ha esportato 16 milioni di tonnellate di GNL nell'Unione Europea, classificandosi al secondo posto dopo il Qatar. Allo stesso tempo, gli Stati Uniti hanno esportato solo 12 milioni di tonnellate nell'Unione europea.

Il costo principale del GNL russo è basso, quindi il prezzo è basso. Grazie a ciò, la Russia sta sconfiggendo molti dei suoi concorrenti globali e i paesi importatori sono felici di acquistare GNL da Mosca.
  • Foto utilizzate: JoachimKohler-HB / wikimedia.org
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 15 October 2020 19: 12
    -6
    Le più grandi banche del pianeta, assicurazioni, investimenti, società minerarie ed energetiche, nonché vari fondi, stanno seguendo da vicino lo sviluppo degli eventi e stanno valutando di investire nell'Artico russo.

    -Personalmente, ho già scritto molte volte sul cosiddetto NOVATEK, che, a causa della sua avventurosità, frode, dimensioni delle sue truffe ...

    Le più grandi banche del pianeta, assicurazioni, investimenti, società minerarie ed energetiche, nonché vari fondi, stanno seguendo da vicino lo sviluppo degli eventi e stanno valutando di investire nell'Artico russo.

    -Tutto è corretto ... -Solo chi risponderà a una domanda molto semplice e minuscola ... - e il cui "Artico russo" oggi ... -che possiede i "portafogli"; chi sono i veri proprietari del nord russo ??? -Sì, e alcuni dei magnati russi, i truffatori hanno la loro parte del co-proprietario ... -E chi è il vero proprietario ??? - Personalmente, sono solo stanco di fare ripetizioni su questo argomento ...

    Tuttavia, alcuni uomini d'affari non hanno aspettato e hanno promesso di stanziare un totale di 2 miliardi di dollari per lo sviluppo di Arctic LNG-9,5, un impianto che costerà 21 miliardi di dollari e produrrà 20 milioni di tonnellate di GNL all'anno.

    - $ 9,5 miliardi ??? - Questa è la somma dei co-fondatori russi, o cosa ??? -Bene ??? -Anche, "se lo chef non ci mente" ... chi riempirà l'importo fino a $ 21 miliardi ??? - E questo è più della metà ... presumibilmente il costo dell'impianto ...

    Dovrebbe iniziare a funzionare nel 2023 e raggiungerà la piena capacità nel 2026.

    -Wow ... -come tutto è veloce ... -Sì, ormai la Cina riempirà il mondo intero con il suo GNL e diventerà un monopolista mondiale ... -E il valoroso NOVATEK si approprerà della parte di denaro che gli spetta ... come comproprietario e .. .e come si addice a un grande truffatore ... - si dissolverà senza lasciare traccia ...

    Novatek ha già ordinato 14 vettori GNL di classe ghiaccio.

    -Wow ... -Questo è lo scopo ... -E chi lo ha ordinato ??? - Sulla "Stella"; dalla Corea del Nord; in Cina ??? - Ma a proposito ... qual è la differenza ... - questi soldi saranno semplicemente segati e controllati da NOVATEK ... - solo loro l'hanno visto ...
    1. Quarto cavaliere Офлайн Quarto cavaliere
      Quarto cavaliere (Quarto cavaliere) 15 October 2020 20: 00
      0
      Personalmente, ho già scritto molte volte sul cosiddetto NOVATEK, che, a causa della sua avventurosità, frode, dimensioni delle sue truffe ... - quanto meglio di Gazprom ... - Gazprom non è adatto a NOVATEK in questa materia

      E hai prove, documenti e puoi mostrarli? Rispondi alle tue parole.
      O continuerai a guidare cazzate?
      1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
        Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 16 October 2020 14: 11
        0
        Cosa stai facendo al povero combattente del fronte di Internet. Pochi sergente schiaffi in faccia per un turno, quindi chiedi ancora prove. Devi essere più gentile con i lavoratori non liberi ...
  2. Il commento è stato cancellato
  3. Semyon Semyonov_2 Офлайн Semyon Semyonov_2
    Semyon Semyonov_2 (Semyon Semyonov) 15 October 2020 21: 48
    -1
    Gli americani americani non sopravviveranno.)
  4. Boriz Online Boriz
    Boriz (borizia) 15 October 2020 23: 20
    -1
    Il costo principale del GNL russo è basso, quindi il prezzo è basso.

    Qui è stato necessario espandere, chiarire.
    Altrimenti, ora inizieranno a parlare dei magri salari, dello sfruttamento spietato delle persone ...
    Il basso costo del gas a Yamal è spiegato dalla posizione geografica di Yamal e, di conseguenza, dal suo clima. Se confrontiamo il costo della liquefazione del gas sulla costa del Golfo del Messico (beh, o in Algeria, Qatar), la differenza raggiunge il 30%. Semplicemente perché l'attrezzatura di uno (dei tre) stadi di liquefazione non funziona affatto, perché è necessaria a una temperatura del gas e ambiente superiore a 10 gradi Celsius. E quando questo a volte accade, non le frazioni di gas ad alto peso molecolare nel compressore vengono utilizzate per il raffreddamento, ma l'acqua ordinaria dalla bocca dell'Ob. Economico e allegro.
    E i nostri concorrenti non possono sfuggire a questo. Perché, come ha detto Bismarck, la geografia è il destino.
  5. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 16 October 2020 08: 43
    +1
    E accanto c'è l'articolo che gli arabi ci stanno spingendo ...

    Qualcuno nella foresta, altri per legna da ardere ...
    1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
      Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 16 October 2020 14: 12
      -1
      A chi pagano per quello che scrivono. Dialettica-sss ...