Il corso della provocazione militare turca in Nagorno-Karabakh è descritto in dettaglio


L'escalation del conflitto nel Nagorno-Karabakh è stata deliberatamente provocata da Ankara. Nell'estate del 2020, la Turchia ha attivamente influenzato l'Azerbaigian per aumentare le tensioni nella regione e in autunno Ankara ha spinto Baku a lanciare un'operazione di "controffensiva".


I turchi hanno promesso agli azeri politico, supporto informativo, diplomatico, militare e di intelligence. L'edizione ne parla "Kommersant", riferendosi alle sue fonti negli ambienti militari e diplomatici, che hanno descritto dettagliatamente l'andamento della provocazione turca nella regione.

Fonti hanno riferito alla pubblicazione che dopo la fine delle manovre militari turco-azere avvenute a luglio-agosto in Azerbaijan, un significativo contingente delle forze armate turche è rimasto sul territorio di questo Paese. Ankara ha "dimenticato" 600 dei suoi militari (operatori di droni, istruttori e consulenti, nonché tecnici di volo) e una serie di diversi attrezzatura (18 BMP, 1 MLRS, 10 camion, 6 aerei, 8 elicotteri e 20 droni). Queste forze avrebbero dovuto aiutare Baku con l'operazione "controffensiva" in Nagorno-Karabakh.

A settembre-ottobre, il numero di voli turchi BTA verso l'Azerbaigian attraverso lo spazio aereo georgiano è aumentato notevolmente. Inoltre, dal 28 al 30 settembre, il comandante delle forze di terra della Turchia Umit Dundar e il ministro della Difesa turco Hulusi Akar sono volati in Azerbaijan, che sul posto hanno diretto il corso dell'operazione "controffensiva" in Nagorno-Karabakh.

Inoltre, la Turkish National Intelligence Organization (MİT), con il supporto del Ministero della Difesa turco, sta reclutando attivamente mercenari in diversi paesi per partecipare alle ostilità in Nagorno-Karabakh dalla parte di Baku. Secondo i dati disponibili, solo nella prima settimana di ottobre, nella zona di questo conflitto sono stati inviati circa 1,3mila mercenari dalla Siria e 150 loro colleghi dalla Libia.

La compagnia militare privata SADAT sta reclutando direttamente militanti in Siria con l'assistenza della leadership dell'esercito nazionale siriano filo-turco. I principali centri di reclutamento si trovano nelle città di Afrin, Al-Bab, Ras al-Ain e Tel Abyad. Ai mercenari viene promessa una "indennità di sollevamento" per un importo di $ 1,5 mila e uno stipendio mensile fino a $ 2 mila, oltre a un ampio risarcimento in denaro ai parenti in caso di morte.

Inoltre, i primi mercenari dalla Siria si sono materializzati sul territorio dell'Azerbaigian il 22 settembre, ad es. cinque giorni prima dell'inizio dell'operazione "controffensiva". Allo stesso tempo, la leadership dell'Azerbaigian, rappresentata dal presidente Ilham Aliyev, nega ostinatamente la presenza di mercenari nel Paese.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. dilettante Офлайн dilettante
    dilettante (Victor) 18 October 2020 10: 14
    -2
    nella persona del presidente Ilham Aliyev, nega ostinatamente la presenza di mercenari nel Paese.

    O forse non glielo hanno detto? I generali hanno deciso di guadagnare soldi extra al loro livello?
  2. Cheburashk Офлайн Cheburashk
    Cheburashk (Vladimir) 18 October 2020 10: 46
    0
    Citazione: laico
    nella persona del presidente Ilham Aliyev, nega ostinatamente la presenza di mercenari nel Paese.

    O forse non glielo hanno detto? I generali hanno deciso di guadagnare soldi extra al loro livello?

    Dici sul serio adesso o hai uno scherzo del genere sul fatto che Aliyev non fosse a conoscenza e ora anche lui non sa niente ?????
  3. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 18 October 2020 10: 46
    -2
    La Turchia, membro della NATO, risveglia gli scagnozzi armeni dell'Occidente, e chiarisce il loro posto nel mondo, che la Russia è nelle mani ... Se l'Armenia non si fosse riorientata verso l'Occidente attraverso una "rivoluzione" organizzata (fino a duemila) specialisti americani dell'Ambasciata a Erevan , quindi la Russia non ha permesso una guerra così estesa in Karabakh. Adesso tutti hanno ciò che si meritano ... E se il Karabakh torna in Azerbaigian, anche un simile esito è favorevole, perché l'Armenia, infatti, è già nemica della Russia.
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 18 October 2020 11: 06
    +1
    VVP ha chiesto all'amico Endogan di far rivivere Maidan Armenia?
  5. San Valentino Online San Valentino
    San Valentino (Valentin) 18 October 2020 13: 49
    +1
    Voi ragazzi dell'Armenia, dell'Azerbaigian, della Moldova, dell'Ucraina, della Bielorussia, l'hanno ottenuta i Paesi Baltici nell'agosto 1991, che è la cosiddetta indipendenza, che è "indipendente" dalla Russia, che durante l'era sovietica era tua madre per tutti voi, e ora la incolpi, chiamalo un occupante, un invasore e il nemico principale, volevi essere indipendente e sognavi di vivere nei tuoi paesi favolosamente ricchi, alcuni come hetman, alcuni come beys e alcuni come principi di contea, ma solo senza la Russia, ma hai ottenuto quello che hai: morte, sangue, dolore, distruzione e anche all'inizio della tua fuga dal nostro comune paese dell'URSS, il nostro predittore russo Vladimir Volfovich ha detto chiaramente che se tutte queste repubbliche mettono le mani sulle armi, allora si spareranno a vicenda ... se noi, la Russia e il suo popolo, siamo considerati occupanti e invasori per te, perché ora stai chiedendo, quando sei mortalmente accaldato, il nostro aiuto, tu, signor Pashinyan, durante i due anni del tuo governo in Armenia, hai versato così tanto sporco sulla Russia, chiedendo di rimuovere dal suo territorio russobase militare, e ha cercato di creare, come l'Ucraina e la Georgia, un museo dell'occupazione del tuo paese da parte dell'URSS, quindi raccogli ciò che hai seminato da solo.