Baku e Yerevan iniziano ad abbattere il "virtuale" Su-25


La lotta tra Armenia e Azerbaigian per il Nagorno-Karabakh non si svolge solo sul vero fronte, dove sparano, ma si svolge anche nelle "trincee" dell'informazione. Dall'inizio della nuova fase del conflitto, le parti sono riuscite a diffondere una varietà di video e messaggi su Internet, dimostrando i loro risultati, conducendo propaganda, accusando il nemico, esponendo le sue attività e demoralizzandolo. A volte le parti non disdegnano nemmeno i falsi.


Negli ultimi giorni, Yerevan e Baku hanno mostrato un grande interesse per l'aviazione e hanno iniziato ad abbattere attivamente aerei d'attacco "virtuali" Su-25 l'uno dell'altro. Ad esempio, il Ministero della Difesa dell'Armenia segnalatiche nei cieli del Nagorno-Karabakh almeno tre Su-25 dell'aeronautica militare azera sono stati distrutti. Allo stesso tempo, la parte armena non ha fornito alcuna prova. Naturalmente, questa informazione è stata facilmente negata a Baku.

Il 18 ottobre 2020, il ministero della Difesa dell'Azerbaigian ha riferito che un altro Su-25 dell'aeronautica armena è stato abbattuto dalle forze di difesa aerea del paese, che hanno cercato di infliggere un attacco aereo sulle posizioni dell'esercito azero in direzione Jebrail. Allo stesso tempo, non sono state fornite prove convincenti, sebbene i militari girino un video anche in prima linea. Pertanto, non sorprende che da Yerevan abbiano immediatamente affermato che queste informazioni non corrispondono alla realtà.

Si noti che alle 00:00 del 18 ottobre è iniziata la seconda tregua umanitaria nel Nagorno-Karabakh tra armeni e azeri. Tuttavia, è stato sventato anche più velocemente del primo, annunciato il 10 ottobre, dopo ore di negoziati tra i ministri degli esteri di Azerbaigian, Armenia e Russia a Mosca.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. dilettante Офлайн dilettante
    dilettante (Victor) 19 October 2020 08: 48
    +1
    Non mentono mai così tanto durante la guerra, dopo la caccia e prima delle elezioni.

    Otto von Bismarck
  3. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
    Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) 19 October 2020 10: 40
    0
    Com'era prevedibile.

    Non mentono mai così tanto come prima delle elezioni, durante la guerra e dopo la caccia.

    Bismarck

    Ma il fatto che una tregua sia conclusa e immediatamente violata è già know-how. Sembra che ciascuna delle parti consideri la tregua come parte della propaganda, a conferma della propria serenità. Sebbene, a giudicare da indicazioni indirette, l'Armenia stia lentamente perdendo terreno al fronte. Naturalmente, questa non è una sconfitta totale, poiché c'è ancora un conflitto locale. Ma tenendo conto della mentalità della Transcaucasia, qualsiasi successo del nemico è molto doloroso per l'Armenia. E sono fatali per il futuro politico di Nikol Vovaevich. Nello stesso contesto, lo confesso, sono rimasto sorpreso dall'appello di Ilham Heydarovich al popolo azero. Una persona intelligente e molto istruita. Alcune emozioni si mescolano agli insulti. Tutto è confuso, non c'è una presentazione coerente della posizione. Sulla maggior parte dei siti, verrebbe semplicemente bannato.
    1. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
      rotkiv04 (Victor) 19 October 2020 22: 02
      +3
      sì, era intelligente, lo prendevano in giro, ma il fatto che abbia studiato alla MGIMO non parla della sua educazione, si può studiare in modi diversi ea giudicare dalle sue affermazioni, lì non ha imparato niente, in una parola un villano