Dopo Nord Stream 2, la Danimarca ha deciso di ritardare il progetto del suo concorrente


La Danimarca sta ritardando la costruzione del gasdotto baltico, che va dalla Norvegia alla Polonia attraverso l'isola danese di Zelanda. Questo gasdotto, in competizione per SP-2, dovrebbe sostituire Varsavia con il gas russo, che terminerà il prossimo anno. I lavori sul gasdotto baltico in Zelanda sono stati rinviati a causa della pandemia, delle precipitazioni e delle difficoltà tecniche. Lo ha riferito il gestore del sistema di trasporto del gas danese Energinet.


Secondo l'operatore danese, tutti i lavori per la costruzione della sezione del gasdotto in Zelanda saranno completati non prima della prossima estate, sebbene il piano originale ne prevedesse il completamento entro la fine del 2020. Il motivo principale del ritardo sono le condizioni meteorologiche, secondo le quali tutti i lavori di scavo dovrebbero essere interrotti entro novembre e ripresi solo la prossima primavera.

La capacità del gasdotto baltico è di circa 10 miliardi di metri cubi di carburante. Si presume che sarà lanciato entro la fine del 2022, quando scadrà il contratto dei polacchi con la russa "Gazprom" - la compagnia polacca PGNiG ha già annunciato che non ci sono piani per estendere gli accordi sul gas con la Russia.

Un anno fa, Copenaghen, rappresentata dall'Agenzia economica danese (DEA), ha ritardato la costruzione del Nord Stream 2 - l'agenzia ha richiesto un'ulteriore domanda per la costruzione di un terzo percorso del gasdotto intorno all'isola di Bornholm. L'operatore del progetto Nordstream 2 AG ha inviato una denuncia alle autorità del paese in merito alle azioni della DEA. Pertanto, seguendo il gasdotto russo, la Danimarca ha deciso di ritardare il progetto e il suo concorrente.
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 19 October 2020 19: 39
    -1
    E i polacchi hanno chiesto il permesso a JV e JV2? O poi all'improvviso si ricorderanno e si lamenteranno "E noi siamo per sho?".
  2. greenchelman Online greenchelman
    greenchelman (Grigory Tarasenko) 19 October 2020 19: 47
    0
    Il gasdotto Baltic Pipe in costruzione è di proprietà 50/50 della polacca Gaz-System e della danese Energinet, di cui si riporta la notizia.
  3. vvspb Офлайн vvspb
    vvspb (Gloria Mts) 20 October 2020 09: 29
    -1
    Questo gasdotto, in competizione per SP-2, dovrebbe sostituire Varsavia con il gas russo, che terminerà il prossimo anno.

    - probabilmente finirà il "contratto di fornitura", non il gas russo)))