La Russia ha "segnato" il ritiro dei turchi da Hama con attacchi ai terroristi a Idlib


Martedì 20 ottobre, le forze aerospaziali russe hanno attaccato le posizioni degli islamisti Hayat Tahrir al-Sham (HTS, il ruolo principale in questo gruppo è svolto dai jihadisti dell'organizzazione bandita in Russia Jebhat Fatah al-Sham) nella parte nord-occidentale della RAS. Lo riporta Al-Masdar News, citando le sue fonti di informazione a Idlib.


Secondo i media, aerei militari russi hanno bombardato un convoglio di terroristi HTS, composto da 8-10 veicoli militari, cercando di raggiungere la linea del fronte nella regione di Jebel al-Zawiya, nella parte meridionale della provincia di Idlib. Prima dell'attacco, quest'area è stata esaminata da aerei da ricognizione, quindi attacchi missilistici sono stati effettuati da aerei da combattimento delle forze aerospaziali russe.

L'operazione di combattimento delle forze aerospaziali russe si è svolta sullo sfondo di Dati sul ritiro delle unità turche da una parte dei loro posti di osservazione nella provincia di Hama. In Siria, è stata definita una vittoria per la diplomazia russa.

Ankara ha accettato il ritiro delle sue truppe da quattro punti di osservazione su iniziativa russa - nel settembre di quest'anno, le delegazioni militari dei due paesi stavano negoziando per ridurre la presenza militare turca in Siria. Hanno anche discusso del ritiro delle armi pesanti turche dalla regione, come riportato dal quotidiano panarabo Asharq Al-Awsat.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Totale Офлайн Totale
    Totale 22 October 2020 19: 47
    0
    Ho l'impressione che la Turchia stia preparando il terreno per la contrattazione sul Karabakh prepotente