Allineamento con la Cina: perché la Russia ha cambiato la data della fine della seconda guerra mondiale


Epigrafe: “La storia non è un insegnante, ma un guardiano; la storia non insegna nulla, ma punisce solo per lezioni non apprese ... "(V.O. Klyuchevsky)



Fino ad ora, credevo che la seconda guerra mondiale finisse il 2 settembre 1945 con la vittoria dell'URSS sull'ultimo alleato della Germania, il Giappone militarista (iniziò il 1 settembre 1939, finì il 2 settembre 1945 - lo sapevo a scuola, era facile da ricordare). E poi all'improvviso, con mia sorpresa, apprendo che, a quanto pare, non è finita il 2 settembre, ma il 3 settembre. In che modo, penso, un errore, probabilmente? Ricordo decisamente questa data fin dall'infanzia. Ma no! Si scopre che la Duma di Stato della Federazione Russa il 14 aprile di quest'anno in terza lettura ha adottato una legge sul rinvio del giorno della fine della seconda guerra mondiale dal 2 al 3 settembre. Quali sciocchezze, penso, perché?

Secondo la nota esplicativa, il documento è stato preparato al fine di rafforzare le basi storiche e le tradizioni patriottiche, preservare la giustizia storica per i vincitori della seconda guerra mondiale e perpetuare il degno ricordo di coloro che sono stati uccisi in difesa della Patria. La legge propone di abolire la vecchia data memorabile della Russia "2 settembre - Giorno della fine della seconda guerra mondiale (1945)" e stabilire un nuovo giorno di gloria militare russa "3 settembre - Giorno della fine della seconda guerra mondiale (1945)". L'iniziativa è stata introdotta da un gruppo di deputati guidati dal presidente del Comitato Difesa Vladimir Shamanov. Secondo il Comitato per la Difesa, la formulazione proposta simboleggia il passaggio da uno stato di guerra alla pace, la ricerca di vie di pacifica convivenza e cooperazione.

Hai capito qualcosa? E anch'io! Forse, penso, in questo modo si staccano deliberatamente dai valori occidentali che ci vengono imposti. Hanno anche l'8 maggio - Day of Sorrow. Bene, lasciamoli addolorare, hanno perso questa guerra, e noi siamo i vincitori, l'abbiamo vinta, e quindi celebriamo il Giorno della Vittoria, che è santo per noi il 9 maggio Ma almeno il motivo è chiaro lì: quando l '"Atto di resa completa e incondizionata della Germania" è stato firmato a Berlino, era davvero l'8 maggio. Ma tutta questa azione è avvenuta solo alle 22 ore e 43 minuti, a Mosca a quell'ora era già mezzanotte passata, era il 9 maggio, la differenza di orario tra Berlino e Mosca era di 2 ore (Berlino viveva allora e ora vive secondo l'ora dell'Europa centrale).

Cosa c'è che non va a Tokyo? Quando si è arresa l'esercito del Kwantung? Quindi, il 16 agosto 1945 (si arrese al comando sovietico in seguito all'ordine dello Stato maggiore imperiale). Per niente! L'esercito di spedizione in Cina ha capitolato il giorno prima (questi si sono arresi al Generalissimo Chiang Kai-shek). Il resto delle forze armate imperiali giapponesi si arrese gradualmente agli alleati, con l'arrivo delle forze alleate, fino al 30 novembre 1945, quando il comandante del gruppo dell'esercito meridionale, il maresciallo Terauchi Hisaichi, si arrese a Louis Mountbatten a Saigon. E la resa del Giappone fu ufficialmente registrata il 2 settembre 1945, da un atto firmato a bordo della corazzata Missouri. Questo evento pose ufficialmente fine ai combattimenti nella seconda guerra mondiale. Cosa abbiamo avuto con il tempo nel Pacifico il 2 settembre? Meno 9 fusi orari, la differenza con Mosca è di 8 ore. Ciò significa che al momento della firma a Mosca era generalmente il 1 settembre. In generale eccellente, abbiamo iniziato la guerra il 1 settembre, diplomandoci il 1 settembre, lafa per scolari. Invece no, la Duma di Stato lo ha nominato 3 °. Da cosa è stato guidato, non lo so. Beh, sicuramente non stavano pensando agli scolari.

E allora? Nella nota esplicativa, gli autori del disegno di legge fanno riferimento al decreto del Presidium del Soviet Supremo dell'URSS che dichiara il 3 settembre festa della Vittoria sul Giappone e giorno di festa nazionale. Più di 1,8 milioni di persone hanno ricevuto le medaglie "Per la vittoria sul Giappone", sul retro delle quali è indicata la data "3 settembre 1945", recita la nota esplicativa. Gli autori dell'iniziativa fanno inoltre riferimento al fatto che il 3 settembre si celebra anche il Giorno della vittoria del popolo cinese nella guerra con il Giappone. Chiaro? Ora stiamo controllando i nostri orologi in Cina. I vincitori scrivono la storia. Pertanto, non sorprende che la Duma di Stato abbia riscritto la data per la fine della seconda guerra mondiale. Non è necessario restare indietro rispetto alla storiografia occidentale, passeremo ora a quella orientale.

Vincitori e vinti nella seconda guerra mondiale


In generale, ho molte domande sulla storia. Come si sono trovati i francesi tra i vincitori della seconda guerra mondiale, che hanno perso contro Hitler, e che erano meno nelle fila della Resistenza che nelle file delle Waffen SS che hanno combattuto per Hitler? Qualcuno lo sa? Anche se, se ti addentri nella storia, i nomi dei generali Charles de Gaulle e Henri Giraud, che hanno combattuto i nazisti nelle file delle forze francesi libere, e in seguito sotto gli stendardi del Comitato francese di liberazione nazionale, creato da loro nel 1943, emergono ancora. C'erano altri gloriosi figli di Francia che combatterono i nazisti sotto la bandiera del comitato: il generale Jouin, che sbarcò nel dicembre 1943 come parte delle forze alleate in Italia a capo del corpo di spedizione francese. O il generale Leclerc, che partecipò alla guida della 2a divisione corazzata francese, insieme alle truppe alleate nello sbarco congiunto il 31 luglio 1944 in Normandia e liberò la Francia con loro. C'era anche la 1a armata francese, che sbarcò nel sud della Francia il 15 agosto 1944, insieme alla 7a armata statunitense, che combatté nella Germania sud-occidentale e incontrò la fine della guerra in Tirolo.

Ma cosa fare con la Legione francese, che combatté sul fronte orientale dal settembre 1941 sotto gli stendardi tedeschi, attraverso la quale passarono 1941mila francesi tra il 44-6,5, e la 33a Divisione di fanteria volontaria delle SS "Carlo Magno", che divenne il suo successore (Tedesco 33. Waffen-Grenadier-Division der SS "Charlemagne" - formazione tattica delle truppe SS della Germania nazista), formata da volontari, cittadini francesi, che combatterono prima in Pomerania (febbraio 1945), e poi difese valorosamente Berlino? Per coloro che non hanno studiato bene la storia, vi ricordo che il bunker di Hitler è stato difeso fino all'ultimo dagli uomini delle SS francesi della 33a divisione Waffen-SS Grenadier. Combatterono ferocemente, durante il giorno delle battaglie per Berlino il 28 aprile, su un totale di 108 carri armati sovietici distrutti, i francesi "Carlo Magno" ne distrussero 62. E l'SS Unterscharführer Eugene Valo fu persino consegnato al più alto premio del Reich Croce della Croce di Ferro del Reich per la distruzione di sei di loro, diventando uno dei i suoi ultimi cavalieri (tre giorni dopo fu ucciso da un proiettile di un cecchino sovietico, appena un mese prima del suo 22esimo compleanno e una settimana prima della fine della guerra). Quando la mattina del 2 maggio, dopo l'annuncio della resa della guarnigione di Berlino, le truppe sovietiche presero la Cancelleria del Reich, lì, ad eccezione di 29 francesi, nessuno rimase in vita. Tutti loro, ovviamente, sono eroi! Solo hanno combattuto dalla parte sbagliata.

Perché, allora, non ci sono polacchi tra i vincitori della seconda guerra mondiale, anche loro hanno combattuto i nazisti come parte dell'esercito polacco. E non hanno meno merito dei francesi (di solito taccio le vittime!). La prima divisione di fanteria Tadeusz Kosciuszko è stata creata da patrioti polacchi e polacchi che vivevano in URSS nel 1. È entrata a far parte del 1943 ° esercito polacco, che ha preso parte all'operazione Vistula-Oder, alla battaglia per Kolberg e anche all'offensiva di Berlino. Dei 1mila ufficiali dell'esercito polacco, circa la metà (40 persone) erano ufficiali dell'Armata Rossa, inclusi 18996 generali. Sul maresciallo della vittoria Rokossovsky, che divenne anche maresciallo di Polonia, sai anche tutto. Anche se questo è il nostro polo. Perché è peggio di de Gaulle? Non sei uscito alto? Tuttavia, Konstantin Konstantinovich è un peccato lamentarsi. Non è aggirato dalla fama, la Polonia semplicemente non è un paese che ha vinto il fascismo, ma tutto è liscio.

In generale, non sono sicuro che la maggior parte di voi sarà in grado di nominare i paesi dell'asse hitleriano senza guardare Wikipedia. Se tutto è chiaro con la coalizione anti-Hitler - l'URSS, gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, anche se lì, oltre a loro, c'era anche la Polonia (dopotutto, tutto è iniziato!), E la Cina (ha combattuto con il Giappone dal 1931), senza contare gli inglesi domini (Australia, Nuova Zelanda, Canada, Sud Africa e India), poi con la coalizione hitleriana c'è generalmente un casino nelle teste delle persone. Se tutti ricordano Germania, Italia e Giappone, ma indovinano Romania, Ungheria, Bulgaria e Finlandia (anche se i finlandesi con gli occhi azzurri affermano di non essere entrati nell'asse hitleriano, ma di aver combattuto l'URSS da soli, ma che differenza fa per noi?) sul Regno di Thailandia (25 gennaio 1942 - 16 agosto 1945), il Regno dell'Iraq (2 maggio - 31 maggio 1941), Slovacchia (1 settembre 1939 - 4 aprile 1945), Croazia (15 giugno 1941 - 8 maggio 1945), Grecia (30 aprile 1941 - 12 ottobre 1944), Serbia (regime di Nedich), Norvegia (regime di Quisling), Paesi Bassi (regime di Mussert), Francia (regime di Vichy) vengono ricordati dopo uno solo, confondendosi nella testimonianza (tra parentesi le date di entrata e di uscita dalla Seconda Guerra Mondiale a lato asse). Su Austria, Repubblica Ceca, Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Albania, Slovenia, Macedonia e Montenegro, occupate e annesse da Hitler e Mussolini, taccio già, ma tutti questi paesi, in un modo o nell'altro, lavoravano per il Reich. E per lui hanno combattuto anche italiani, rumeni, ungheresi, bulgari, croati, slovacchi, finlandesi, spagnoli e francesi. Combatterono come meglio potevano, alcuni per numero, altri per abilità. Tra coloro che hanno ricevuto il più alto riconoscimento del 3 ° Reich, la Croce di Cavaliere della Croce di Ferro, c'erano 73 stranieri: 18 rumeni, 12 lettoni, 9 italiani, 8 ungheresi, 4 belgi, 4 estoni, 4 olandesi, 3 danesi, 3 francesi, 2 spagnoli, 2 giapponesi, 2 Slovacco, 2 svedesi finlandesi.

I più efficienti, secondo i generali tedeschi, erano, stranamente, gli ungheresi. L'Ungheria fu l'ultimo degli alleati di Hitler (senza contare il Giappone) a ritirarsi dalla seconda guerra mondiale (12 aprile 1945) e vi combatté, non risparmiando la pancia (la perdita degli ungheresi ammontò a 148mila persone, tra i morti c'era il figlio del sovrano del regno ungherese, Horthy). Del resto, vale la pena sottolineare solo l'Ustascia-croato Pavelic, che il 22 giugno 1941 fu il primo dei membri dell'Asse a entrare in guerra contro l'URSS, inviando un reggimento di fanteria di 2200 baionette e uno squadrone di caccia sul fronte orientale. I fanti non erano noti per nulla di speciale, ma i piloti si rivelarono essere degli assi: abbatterono 259 aerei sovietici, perdendone 23 dei propri. Allo stesso tempo, i due migliori hanno abbattuto 37 e 38 auto. Ma durante la liberazione della Jugoslavia nell'autunno del 1944 nello scontro con l'Armata Rossa, gli Ustascia, secondo il comando sovietico, mostrarono una straordinaria forza d'animo e perseveranza nella guerra non solo aerea, ma anche terrestre.

Rumeni e italiani sono ancora guerrieri, i bulgari si sono rifiutati di combattere contro l'URSS; i finlandesi, avendo occupato le aree perse durante la campagna invernale, imitarono ulteriormente le ostilità e Mannerheim proibì persino i voli dell'aviazione finlandese su Leningrado; Hitler aveva generalmente paura di far entrare gli slovacchi nel fronte orientale, e quando lo fece, finì con la loro massiccia resa e il trasferimento dalla parte sovietica (dopo la rivolta slovacca nel settembre 1944, tutti i 27 aerei dell'aeronautica slovacca che erano in buon ordine in quel momento volarono sul lato dell'URSS) ... Tutti questi alleati, con l'avanzare delle truppe sovietiche, lasciarono la seconda guerra mondiale dalla parte dell'Asse e dichiararono guerra a Hitler dalla parte della coalizione anti-hitler, tuttavia, non combatterono, né imitarono la guerra, come i finlandesi (la cosiddetta "guerra della Lapponia" contro i tedeschi in Norvegia).

Riderete, ma la Spagna fascista del generale Franco non entrò in guerra dalla parte di Hitler, vi parteciparono solo i volontari della Divisione Blu che si recarono sul fronte orientale per ragioni ideologiche (4mila rimasero lì sotto terra), e nel luglio 1943 Franco generalmente dichiarava la sua neutralità. Oltre alla Spagna, altri 6 paesi hanno mantenuto uno status neutrale: Svizzera, Svezia, Portogallo, Liechtenstein, Afghanistan e Tibet. Tutto il resto, in un modo o nell'altro, ha preso parte alla guerra. Nelle truppe delle Waffen SS, in genere trovavo tutti, inclusi russi e bielorussi, per non parlare degli ucraini; Tutti i tipi di fiamminghi, olandesi, valloni, danesi, norvegesi, estoni, lettoni, finlandesi, italiani, albanesi, ungheresi, croati, serbi, slovacchi, non c'erano solo cechi, rumeni, polacchi e lituani (e questo è un fatto storico!).

Dimmi, zio ...


In generale, viviamo tutti prigionieri degli stereotipi. Alla domanda più semplice, chi ha vinto la Borodino o l'altrettanto famosa battaglia di carri armati Prokhorovka, metà di voi, senza esitazione, risponderà che i russi. Come potrebbe essere altrimenti? Dopotutto, Borodino è il nostro tutto! E chi avrebbe potuto vincere lì, non i francesi? E perché Mosca, bruciata dal fuoco, è stata data al francese, nessuno di voi sembra pensare. Beh, almeno la maggioranza ricorda ancora chi abbiamo combattuto lì. Anche se non tutti diranno un anno. Penseranno ancora, 1812 o forse qualcun altro.

Con Prokhorovka è anche peggio. Non chiedo nemmeno dell'anno lì. Luglio 1943, battaglia di Kursk. Questo, come nostro Padre, lo sanno tutti. Ma dichiarano anche fermamente che in quella battaglia abbiamo messo a terra i carri armati di Paul Hausser. Ma questo è tutt'altro che vero. L'unico criterio storico-militare per determinare il vincitore è il fattore dietro il campo di battaglia. Sia a Borodino che a Prokhorovka è rimasto con il nostro nemico. Pertanto, le perdite irrecuperabili in quella battaglia per i tedeschi sono molte volte inferiori che per noi. Sono stati in grado di trascinare tutti i loro carri armati danneggiati, ma non bruciati, dal campo di battaglia e ripararli, ma non l'abbiamo fatto. Tuttavia, alla fine non li ha salvati. Abbiamo perso quella battaglia di carri armati locale vicino a Prokhorovka, ma abbiamo vinto l'intera battaglia per il saliente di Kursk, che è passato alla storia come il Kursk Bulge, che è diventato un punto di svolta nell'intera storia della seconda guerra mondiale e ha influenzato il suo esito finale.

PS Questo conclude la lezione di storia. Passiamo alla lezione di geografia. Domanda di riempimento: quanti oceani conosci? Risposta: quattro è sbagliato. Lo pensavo anche prima: Pacifico, Indiano, Atlantico e Artico. Almeno è così che ci hanno insegnato a scuola. Adesso nelle scuole insegnano qualcosa di diverso. Gli oceani, a quanto pare, non sono quattro, ma cinque. Al già noto si aggiunse il Sud, che bagna le coste settentrionali dell'Antartide, costituite dalle estremità meridionali degli oceani Pacifico, Indiano e Atlantico. Meraviglie! Vivere e imparare. Quante meravigliose scoperte lo spirito dell'illuminazione sta preparando per noi ...

Stiamo aspettando nuove impressionanti scoperte da storici e geografi della Duma di Stato della Federazione Russa.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
14 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 22 October 2020 17: 09
    0
    Fino ad ora, credeva che la seconda guerra mondiale finisse il 2 settembre 1945 con la vittoria dell'URSS sull'ultimo alleato della Germania, il militarista Giappone.

    Tuttavia, l'autore probabilmente non intendeva l'URSS, ma gli alleati.

    Ma cosa fare con la Legione francese, che combatté sul fronte orientale dal settembre 1941 sotto gli stendardi tedeschi, attraverso la quale passarono 1941mila francesi tra il 44-6,5, e la 33a Divisione di fanteria volontaria delle SS "Carlo Magno", che divenne il suo successore , (German 33. Waffen-Grenadier-Division der SS "Charlemagne" - formazione tattica delle truppe SS della Germania nazista), formata da volontari, cittadini francesi, che combatterono prima in Pomerania (febbraio 1945) e poi difese valorosamente Berlino?

    Probabilmente lo stesso, dove le divisioni di volontari Khivi, 29a e 30a delle SS, KONR, RNNA e ROA
    1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 22 October 2020 19: 16
      +1
      No, pensavo davvero che fossimo noi a piantare l'ultimo chiodo nella bara del Giappone, sconfiggendo l'esercito del Kwantung, ma si è scoperto che l'esercito non era il più numeroso e anche gli alleati, compresa la Cina, ci hanno provato (non sto parlando di Nagasaki e Hiroshima in questo momento) ... Sai molte cose sulle Waffen SS anche senza di me, e anche più di me. Perché non c'erano divisioni ceche e rumene delle Waffen SS? I rumeni combatterono già per Hitler, ma combatterono anche gli ungheresi, i croati, gli slovacchi ei finlandesi, ma le loro divisioni erano le Waffen SS. Con le domande dei polacchi e anche dei lituani, cosa non è andato alle SS?
      1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
        Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 22 October 2020 23: 35
        -1
        Citazione: Volkonsky
        No, pensavo davvero che fossimo noi a piantare l'ultimo chiodo nella bara del Giappone, sconfiggendo l'esercito del Kwantung, ma si è scoperto che l'esercito non era il più numeroso e anche gli alleati, compresa la Cina, ci hanno provato (non sto parlando di Nagasaki e Hiroshima in questo momento) ...

        Vivi e impara

        Citazione: Volkonsky
        Sai molte cose sulle Waffen SS anche senza di me, e anche più di me.

        Non si tratta di conoscenza. Il fatto è che non si possono fare generalizzazioni come "cosa fare della Legione francese", il fatto che diverse migliaia di francesi si siano uniti a questa legione non dice nulla sui francesi in generale. Come un milione di hivi o 120mila ROA non dice nulla sui russi.
        E a proposito, la resistenza è stimata in 350mila persone.
      2. AKuzenka Офлайн AKuzenka
        AKuzenka (Alexander) 23 October 2020 09: 17
        0

        Sì, l'autore ha ragione, vivi e impara. E quelli intelligenti aggiungono: morirai sciocco. Il giorno della fine della seconda guerra mondiale, il 3 settembre, era originariamente celebrato, anche sotto il "sanguinario" Stalin.
  2. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 22 October 2020 17: 45
    +1
    La Grande Guerra Patriottica per l'URSS iniziò il 22.06.1941. dall'attacco della Germania, nelle cui fila le formazioni militari di Spagna, Francia, Italia, Paesi Bassi, Belgio, Danimarca, Svezia, Finlandia, Ungheria, Romania e altri paesi europei, ad eccezione della Gran Bretagna, hanno combattuto e si sono ufficialmente concluse con la firma dell'atto di resa incondizionata della Germania l'08.05.1945. 09.05.1945 in locale (!) e il XNUMX/XNUMX/XNUMX. L'ora di Mosca (!!!) avrebbe considerato il giorno della vittoria sulla Germania nella seconda guerra mondiale.

    L'URSS entrò in guerra con il Giappone l'09.08.1945 settembre 02.09.1945 e il Giappone si arrese il 01.09.1945 febbraio XNUMX. secondo l'ora locale (!) e il XNUMX/XNUMX/XNUMX, ora di Mosca, considererebbe il giorno della vittoria sul Giappone nella seconda guerra mondiale (!!!).

    Sembra che il Decreto del Presidium del Soviet Supremo dell'URSS del 03.09.1945/XNUMX/XNUMX. va considerato il giorno della Fine (!) della Seconda Guerra Mondiale (!!!).
    1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 22 October 2020 19: 40
      +2
      A proposito, circa il 1 settembre ho dei dubbi, 8 ore di differenza tra Mosca e Tokyo, se abbiamo firmato il 2 settembre alle 7 del mattino, allora abbiamo tempo, e se alle 9 e dopo, il 2 settembre è già arrivato a Mosca. Non credo che gli alleati si siano radunati sulla corazzata Missouri né luce né alba (non so l'ora esatta)
      E nel tuo elenco di paesi che hanno attaccato l'URSS il 22 giugno, cancella Svezia (neutralità dell'ufficio), Belgio (alla fine non ha partecipato), Finlandia (attaccata più tardi - 25 giugno), Danimarca (non ha partecipato), Spagna (neutralità dell'ufficio), Francia ( non ha partecipato), Paesi Bassi (non ha partecipato), Italia (sul fronte orientale dal 30 giugno). Rimarranno solo la Romania e l'Ungheria
      Portogallo, Svezia, Spagna, Svizzera, Afghanistan, Tibet, Liechtenstein - non hanno partecipato alla Seconda Guerra Mondiale, di. neutralità. Cinque di loro sono europei
      Altrimenti, sono d'accordo con te!
      1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
        Volkonsky (Vladimir) 22 October 2020 20: 13
        +2
        - Romania divenne l'unico paese le cui unità attraversarono il confine sovietico contemporaneamente a quelle tedesche.
        - Ungheria dichiarò guerra all'URSS il 27 giugno 1941, dopo un sospetto raid di bombardieri senza contrassegni nella città di Kosice. La maggior parte degli storici moderni parla a questo proposito della provocazione tedesca.
        - 22 giugno 1941 Finlandia neutralità dichiarata. Su richiesta di Helsinki, Ribbentrop dovette rinnegare le parole di Hitler, che annunciò in un discorso radiofonico alle 6 del mattino che i soldati tedeschi e finlandesi avrebbero combattuto insieme.
        Il 25 giugno, l'aviazione sovietica ha inferto un duro colpo agli aeroporti finlandesi. Allo stesso tempo, sono state bombardate aree residenziali di Helsinki e di altre città.
        Successivamente, i finlandesi entrarono in guerra, ma la intrapresero in un modo peculiare: occuparono le aree perse durante la Guerra d'Inverno, più Petrozavodsk, e non andarono oltre, in particolare, non cercarono di tagliare la ferrovia per Murmansk, che era vitale per l'URSS, lungo la quale andavano le forniture di Lendliz.
        - Croazia aderì immediatamente al Triplo Patto e il 22 giugno 1941 dichiarò guerra all'URSS.
        Pavelic inviò un reggimento di fanteria di 2200 baionette a est, che entrò per la prima volta in battaglia con le truppe sovietiche il 13 ottobre 1941 sulla riva sinistra del Dnepr e nel novembre dello stesso anno - uno squadrone di caccia.
        - Spagna non partecipò alla seconda guerra mondiale, ma la "Divisione Blu" combatté sul fronte orientale, formata ufficialmente da volontari che andarono ad aiutare la Germania di loro spontanea volontà per ragioni ideologiche.
        La divisione blu è stata di stanza nelle regioni di Novgorod e Leningrado dall'ottobre 1941 all'ottobre 1943. Era chiamata "blu" per il colore delle camicie della sua uniforme estiva. Il personale è stato determinato a 17046 soldati e ufficiali. A rotazione, sono passate circa 47mila persone, quattromila sono morte e circa un migliaio e mezzo sono state catturate.
        - Nel settembre 1941, la Legione si recò sul fronte orientale. francese volontari "in 2,5mila persone.

        https://www.bbc.com/russian/international/2010/05/100427_germany_war_allies
      2. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
        Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 22 October 2020 23: 42
        0
        La neutralità ufficiale non è un ostacolo alla partecipazione e la Svezia è il principale fornitore di minerale di ferro. Qualcuno, e la Svezia era in realtà un alleato della Germania e notevolmente arricchito nella guerra.
  3. Alexzn Офлайн Alexzn
    Alexzn (Alexander) 22 October 2020 19: 56
    0
    Citazione: Jacques Sekavar
    La Grande Guerra Patriottica per l'URSS iniziò il 22.06.1941. dall'attacco della Germania, nelle cui fila le formazioni militari di Spagna, Francia, Italia, Paesi Bassi, Belgio, Danimarca, Svezia, Finlandia, Ungheria, Romania e altri paesi europei, ad eccezione della Gran Bretagna, hanno combattuto e si sono ufficialmente concluse con la firma dell'atto di resa incondizionata della Germania l'08.05.1945. 09.05.1945 in locale (!) e il XNUMX/XNUMX/XNUMX. L'ora di Mosca (!!!) avrebbe considerato il giorno della vittoria sulla Germania nella seconda guerra mondiale.

    L'URSS entrò in guerra con il Giappone l'09.08.1945 settembre 02.09.1945 e il Giappone si arrese il 01.09.1945 febbraio XNUMX. secondo l'ora locale (!) e il XNUMX/XNUMX/XNUMX, ora di Mosca, considererebbe il giorno della vittoria sul Giappone nella seconda guerra mondiale (!!!).

    Sembra che il Decreto del Presidium del Soviet Supremo dell'URSS del 03.09.1945/XNUMX/XNUMX. va considerato il giorno della Fine (!) della Seconda Guerra Mondiale (!!!).

    Questa è una tradizione inspiegabile di ridicolo trasferimento di date. Il 9 maggio è ancora comprensibile, ma il rinvio dal 2 settembre è semplicemente assurdo, va bene al 1 °, c'è almeno un po 'di logica qui, ma no - al 3.
    Questa idiozia deriva dalla tradizione di celebrare la festa della Rivoluzione d'Ottobre a novembre. Sembra che la follia stia diventando più forte.
  4. Alexzn Офлайн Alexzn
    Alexzn (Alexander) 22 October 2020 20: 25
    -1
    Citazione: Volkonsky
    A proposito, circa il 1 settembre ho dei dubbi, 8 ore di differenza tra Mosca e Tokyo, se abbiamo firmato il 2 settembre alle 7 del mattino, allora abbiamo tempo, e se alle 9 e dopo, il 2 settembre è già arrivato a Mosca. Non credo che gli alleati si siano radunati sulla corazzata Missouri né luce né alba (non so l'ora esatta)
    E nel tuo elenco di paesi che hanno attaccato l'URSS il 22 giugno, cancella Svezia (neutralità dell'ufficio), Belgio (alla fine non ha partecipato), Finlandia (attaccata più tardi - 25 giugno), Danimarca (non ha partecipato), Spagna (neutralità dell'ufficio), Francia ( non ha partecipato), Paesi Bassi (non ha partecipato), Italia (sul fronte orientale dal 30 giugno). Rimarranno solo la Romania e l'Ungheria
    Portogallo, Svezia, Spagna, Svizzera, Afghanistan, Tibet, Liechtenstein - non hanno partecipato alla Seconda Guerra Mondiale, di. neutralità. Cinque di loro sono europei
    Altrimenti, sono d'accordo con te!

    La resa è stata firmata alle 9.02.
  5. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 22 October 2020 20: 25
    +4
    È necessario modificare la data di inizio della seconda guerra mondiale Sarebbe più corretto iniziare il conto alla rovescia dall'occupazione della Cecoslovacchia da parte di Hitler e dei suoi alleati polacchi il 29 settembre 1938.
    1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
      Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 23 October 2020 08: 19
      0
      La seconda guerra mondiale è iniziata il 07.07.1937 e si è conclusa il 09.05.1945.
      1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
        Sapsan136 (Sapsan136) 23 October 2020 17: 31
        +5
        L'inizio della seconda guerra mondiale può ben essere considerato l'attacco giapponese alla Cina, la data di cui hai fornito. La fine della seconda guerra mondiale può essere considerata il bunker della resa del Giappone, il 02.09.1945/XNUMX/XNUMX.
  6. lavoratore dell'acciaio 22 October 2020 20: 56
    0
    Presidente del Comitato Difesa Vladimir Shamanov

    L'autore non ha specificato a quale partito appartiene Shamanov ea chi è subordinato questo partito.

    Questi boiardi sono cattivi, ma il re è buono!