Mosca ha avvertito Baku dell'incoerenza dei prodotti agricoli con i requisiti russi


Il Rosselkhoznadzor in conversazioni telefoniche con l'Agenzia dell'industria alimentare dell'Azerbaigian il 22 ottobre ha espresso preoccupazione per i crescenti casi di forniture alla Russia di prodotti agricoli di bassa qualità che non soddisfano i requisiti di sicurezza russi. Molto atteso notizie sullo sfondo dei rapporti tesi tra Baku e Yerevan.


Il dipartimento russo ha informato sui frequenti casi di rilevamento di oggetti in quarantena in frutta e verdura azera importata - 76 casi di questo tipo sono stati registrati dall'inizio di quest'anno. La maggior parte di loro (15) si riferisce ai pomodori dell'Azerbaigian - hanno trovato la falena del pomodoro sudamericana. Violazioni della quarantena sono state riscontrate anche in prugne, mele, melograni, patate alimentari e altre colture agricole importate dall'Azerbaigian.

Le autorità azere hanno notato che, da parte loro, avrebbero indagato su tali casi, ma hanno sottolineato l'assenza di tali oggetti di quarantena nei loro prodotti vegetali. Il Rosselkhoznadzor ha osservato che la loro presenza nei prodotti azeri può indicare che le merci fornite contengono frutta e verdura di altri paesi.

A questo proposito, Mosca ha avvertito Baku della possibilità di introdurre restrizioni all'importazione di tali prodotti agricoli dall'Azerbaigian, se la situazione non cambia. I russi hanno anche chiesto ai loro colleghi azeri di fornire loro le informazioni necessarie sulle misure adottate, nonché sui volumi di prodotti vegetali coltivati ​​in Azerbaijan e quelli che vi giungono da altri paesi.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com/
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 23 October 2020 15: 14
    +5
    A parole, i compagni non capirono; furono usati i metodi di Onishchenko. Inoltre (secondo la tradizione) pomodori turchi (solo la loro stagione).
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 23 October 2020 15: 50
    -2
    Una volta era almeno un po 'preoccupato, ma ora va come un altro scherzo poco divertente.
  3. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 23 October 2020 16: 11
    +2
    Il caso Onishchenko sopravvive! Era giunto il momento!
  4. Kuramori Reika Офлайн Kuramori Reika
    Kuramori Reika (Kuramori Reika) 23 October 2020 16: 19
    +1
    Il volume degli scambi tra l'Azerbaigian e la Russia è di poco superiore ai 3 miliardi di dollari all'anno, di cui 600 è la quota dell'Azerbaigian in Russia e 1400 in Russia in Azerbaigian. Allo stesso tempo, il 68% della quota delle esportazioni dell'Azerbaigian sono prodotti agricoli. La Russia trae vantaggio dal commercio con l'Azerbaigian. Anche la struttura stessa del commercio è a nostro favore; vi forniamo prodotti di ingegneria, elettronica e metalli. Se lo confrontiamo con l'Armenia, è 2 volte di più. Secondo la struttura, trasportiamo materie prime in Armenia e otteniamo vino, abbigliamento e metalli preziosi. L'Armenia non è un alleato o un amico per noi, inoltre, hanno gettato fango contro l'ambasciata russa, l'hanno insultata, l'hanno chiamata invasori e hanno chiesto che uscissimo. Possiamo consegnare questa Armenia alla Turchia e ottenere il riscatto? Tra un anno o due, l'Armenia diventerebbe ancora uno stato ostile per noi, proprio come l'Ucraina, ma ora c'è una buona opportunità per respingere almeno una parte degli investimenti in questo paese.
    1. guerriero Офлайн guerriero
      guerriero 24 October 2020 00: 37
      0
      L'Armenia è membro della CSTO ... per la sua resa alla Turchia, l'Armenia deve ritirarsi dalla CSTO ..
      e, naturalmente, per la Russia, l'Armenia è solo un capezzolo UNGOTTIVE ...
      Senza la protezione della Russia, la Turchia organizzerà un altro GENOCIDE per l'Armenia e gli armeni scompariranno come popolo ..
  5. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 23 October 2020 19: 41
    +1
    Cinico ma logico ...
  6. Il commento è stato cancellato
  7. Macete Офлайн Macete
    Macete 23 October 2020 21: 34
    +1
    Ebbene, altrimenti, guerra, guerra ...
    Nessuno sfrutterà per gli armeni. Ma spaventare gli azeri perdendo un enorme mercato è facile.
    Può diventare più forte delle bombe.
  8. Il commento è stato cancellato
  9. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
    Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) 23 October 2020 22: 40
    +2
    Bella mossa. Non decisivo, ovviamente, ma con un accenno. La Russia non dovrebbe permettere l'umiliazione totale dell'Armenia. E non lo farà. E non si tratta dell'Armenia. La Turchia è la domanda. E non solo nel Transcaucaso, ma anche in Siria, Libia e nelle repubbliche di lingua turca dell'ex URSS. E Pashinyan se ne andrà, la lotta per l'Armenia continuerà comunque. E ahimè, non tra gli armeni.
  10. oracul Офлайн oracul
    oracul (leonide) 24 October 2020 07: 51
    +1
    È giunto il momento di mettere le cose in ordine con la fornitura di frutta e verdura dall'Azerbaigian. Sono chiaramente troppo cari, il che causa malcontento tra i nostri consumatori Sì, e il volume delle merci vendute solleva grandi interrogativi. L'esperienza della fornitura di mele polacche attraverso la Bielorussia mette in guardia contro la vigilanza.