Media turchi: il Nagorno-Karabakh potrebbe trasformarsi in una seconda Siria per Mosca


Il 23 ottobre 2020 è stato il turno di Washington di fare una mossa diplomatica riguardo al conflitto in Nagorno-Karabakh. Prima di allora, Mosca ha agito due volte come intermediario tra Yerevan e Baku, ma questi sforzi non sono stati sufficienti per fermare lo spargimento di sangue, scrive il quotidiano turco Daily Sabah.


Nessuno si aspetta risultati e scoperte a lungo termine dai colloqui tra il capo del Dipartimento di Stato americano Mike Pompeo ei ministri degli Esteri di Armenia e Azerbaigian. Una cosa è chiara. Mentre l'esercito azero prende quotidianamente il controllo di nuovi territori del Nagorno-Karabakh, il primo ministro armeno Nikol Pashinyan continua a cercare febbrilmente opportunità di salvezza.

Ieri ha parlato della guerra di civiltà rivali, e oggi condanna i russi e cerca di giocare la carta americana. Alla vigilia delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti, Yerevan cerca di coinvolgere la diaspora armena e cerca di far riconoscere alla comunità internazionale l'indipendenza del Nagorno-Karabakh.

Allo stesso tempo, non essendo riuscito a trasformare la situazione nel Nagorno-Karabakh in un conflitto su vasta scala tra Armenia e Azerbaigian, Pashinyan minaccia una guerra di lunga durata nell'enclave. Durerà per anni e avrà un effetto destabilizzante sull'intera regione. Pashinyan vuole trasformare il Nagorno-Karabakh in una seconda Siria e alimenta paure in Russia, Iran e Unione Europea.

È ovvio che Mosca non è interessata a un simile sviluppo di eventi. Non ha assolutamente bisogno di un'altra Siria ai suoi confini meridionali. Una guerra di lunga durata potrebbe minare l'influenza della Russia nella regione e portare all'intervento degli Stati Uniti e della NATO.

Anche Teheran non è entusiasta della prospettiva dell'emergere degli Stati Uniti, e forse di Israele, nel Transcaucaso. Possono usare i jihadisti contro l'Iran, avviando attività non solo ai suoi confini, ma anche sul suo territorio.

Quanto all'Europa, ha già avuto abbastanza profughi dalla Siria e non vuole ripeterlo.

La situazione militare nel Nagorno-Karabakh suggerisce che l'Armenia non è affatto pronta per una guerra di lunga durata. È semplicemente incapace di lottare per l'attrito. La campagna militare non è a favore degli armeni. La minaccia di Pashinyan di creare una nuova Siria è un'ammissione dell'impotenza dell'Armenia. Allo stesso tempo, le potenze regionali e globali hanno una certa esperienza per non permettere a Yerevan di trascinarsi in un'avventura pericolosa e costosa.

Data la forte influenza della Russia nel Caucaso, sembra che Mosca stia semplicemente lasciando che Yerevan esaurisca le opzioni. I russi danno a Pashinyan Armenia l'opportunità di affrontare le conseguenze del rifiuto di ritirarsi da cinque regioni (stiamo parlando di cinque regioni dell'Azerbaigian su sette che non facevano parte della regione autonoma del Nagorno-Karabakh sotto l'URSS) - come richiesto da Mosca.

Probabilmente, non avendo ricevuto ciò che voleva dagli Stati Uniti, Pashinyan alla fine si sarebbe rivolto alla Russia. Allo stesso tempo, anche Russia e Azerbaigian hanno interessi comuni. Pertanto, Mosca non può seguire l'esempio dell'intrattabile Yerevan.

Inoltre, Ankara sostiene Baku e questo potrebbe cambiare l'intero equilibrio di potere nella regione. L'Iran lo capisce. Teheran ha già chiesto colloqui trilaterali sul tipo di Astana per la Siria con la partecipazione di Turchia, Russia e Iran. Sarebbe estremamente sorprendente se il conflitto armato nella sfera di influenza russa finisse sotto la pressione degli Stati Uniti. Pertanto, ci si può aspettare che Mosca avvierà negoziati con Ankara, e non con Washington, e farà pressione su Yerevan.
  • Foto utilizzate: http://www.kremlin.ru/
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 24 October 2020 15: 48
    +2
    Ecco un tale trionfo del romanticismo sul praticismo.
    Combattenti per tutti i buoni contro tutti i cattivi promettono montagne d'oro, di conseguenza, le persone ricevono bare.
    È passato un po 'di tempo e la vita non è più così bella. E le promesse di non chiudere le scuole russe sono state dimenticate. E altro ancora.

  2. Don36 Офлайн Don36
    Don36 (Don36) 24 October 2020 17: 21
    +1
    Su quali basi la Turchia sta cercando di spaventare la Federazione Russa con il Karabakh e con quali forze combatterà la Turchia ?! I turchi ovviamente si sono presi un raffreddore in testa, perché corrono costantemente, poi sulla Federazione Russa, poi sulla Francia, poi sull'Arabia Saudita ... Il risultato finale è che i turchi se ne sbarazzeranno completamente.
    1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
      Raccoglitore (Myron) 24 October 2020 17: 41
      -2
      Il turco principale non è affatto stupido come immagini - è chiaramente consapevole delle reali possibilità della Turchia e non combatterà affatto seriamente su tutti i fronti contemporaneamente - in Libia, Siria, nell'est del Mediterraneo con la Grecia e in Karabakh. È come fare trading in un bazar di Istanbul: prima chiedono un prezzo non realistico e poi sembrano incontrare l'acquirente a metà strada, ottenendo da lui ciò che avevano pianificato. Lo stesso è in politica - Erdogan, nei rapporti con i leader dell'Europa e degli Stati Uniti, può, come, fare delle concessioni - "Allah è con voi, lascio la Libia e non mi sto scontrando con i greci, ma in cambio, non disturbatemi in Siria e gli azeri in Karabakh". E potrebbe anche fare un giro ...
      1. Ten041 Офлайн Ten041
        Ten041 25 October 2020 00: 44
        +2
        In Karabakh, può ottenere un passaggio solo a causa dell'arroganza e della stupidità armena, moltiplicate dalla russofobia armena, ma non a causa delle minacce. La Turchia non è uno che minaccia la Russia, la Francia o persino l'Arabia Saudita ...
        1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
          Raccoglitore (Myron) 25 October 2020 05: 47
          0
          Citazione: Shadow041
          La Turchia non è uno che minaccia la Russia, la Francia o persino l'Arabia Saudita ...

          Lei chiaramente sottovaluta il potenziale militare della Turchia.
          1. Ten041 Офлайн Ten041
            Ten041 29 October 2020 04: 08
            +2
            Oh se. E cosa sto sottovalutando lì ?! Il 90% del parco serbatoi della Turchia sono i musei Leopard-1 e M-60. I migliori carri armati in Turchia sono Leopard-2, e bruciarono come candele in Siria, con la detonazione di munizioni e la morte degli equipaggi. La flotta turca ha il 50% di navi dismesse dalle flotte degli Stati Uniti e dell'UE. L'aeronautica militare turca è composta da circa 200 F-16 di cui il 25% può essere considerato moderno. Non tanto . E dato che la Federazione Russa può coprire qualsiasi punto del territorio della Turchia con i suoi missili, e la Turchia non può rispondere alla Federazione Russa in natura, la Turchia fonderà molto rapidamente la guerra della Federazione Russa
  3. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 24 October 2020 17: 23
    0
    L'UE è sopravvissuta a milioni di migranti (che l'agitprop locale per qualche motivo chiama "rifugiati", la popolazione del N. Karabakh (quanti ce ne sono, 120?) Nella sua interezza sopravviverà. Ebbene, non tutti a Nerezinovaya ... I rifugiati furono stabiliti nell'000, e reale , L'ho visto io stesso da Baku alle case di riposo dei ministeri dell'Unione, ma ora queste case, come i ministeri, non esistono.
    1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
      Raccoglitore (Myron) 24 October 2020 20: 43
      -2
      C'è un pizzico di verità nel tuo commento: se gli azeri fornissero a ogni armeno in partenza dal Karabakh una certa somma di euro dai proventi del petrolio e gli offrissero una rotta: valigia-stazione-Europa, allora in due settimane non uno dei 120mila armeni sarebbe in Karabakh ... E i costi sarebbero inferiori a quelli della guerra ...
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 24 October 2020 18: 36
    -1
    Tutte stronzate. Non può.
    Gli amici V ed E risolvono semplicemente i loro problemi. Insieme.
  5. Semyon Semyonov_2 Офлайн Semyon Semyonov_2
    Semyon Semyonov_2 (Semyon Semyonov) 24 October 2020 23: 59
    -1
    In ogni caso, la guerra deve essere fermata. am
  6. zz811 Офлайн zz811
    zz811 (Vlad Pervovich) 25 October 2020 17: 52
    0
    e per la Turchia, cos'è questa Siria?