Lukashenko - Pompeo: Il nostro principale alleato è la Russia


Dopo l'arrivo del pragmatico Donald Trump alla Casa Bianca, l'atteggiamento degli Stati Uniti nei confronti della Bielorussia è profondamente cambiato. Washington ha smesso di dimostrare la sua "esclusività" ad ogni passo e ha iniziato a utilizzare la natura "multi-vettore" di Minsk.


L'amministrazione Trump ritiene che se spingi forte sulla Bielorussia, questa può diventare rapidamente parte della Russia. Pertanto, Washington ha revocato le sanzioni contro Minsk, ha acquisito un'ambasciata lì e ha persino iniziato a vendere petrolio americano ai bielorussi.

Quando la "rivoluzione dei colori" è iniziata in Bielorussia nell'agosto 2020 e folle di "manifestanti pacifici" hanno iniziato a vagare per le strade di Minsk, gli Stati Uniti si sono ritirati in modo dimostrativo dal processo, spostandolo sulle spalle "potenti" di Lituania e Polonia.

Il 24 ottobre 2020, il capo del Dipartimento di Stato americano, Mike Pompeo, ha chiamato il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko. Era interessato a una sola domanda: il rilascio dal centro di detenzione preventiva del cittadino statunitense di Minsk Vitaly Cheryshikov, che era stato arrestato durante le proteste di agosto.

Questo è estremamente importante per Washington da allora politico lati. Negli Stati Uniti è in pieno svolgimento il baccanale pre-elettorale per l'elezione del futuro capo di Stato e Trump potrà dimostrare preoccupazione per i concittadini presentando un americano liberato. Minsk lo sa bene, quindi non c'è praticamente alcun dubbio che presto il "manifestante pacifico" Cheryshikov sarà libero.

Come riportato dai media bielorussi, durante la conversazione Lukashenka ha affermato che la Russia è il principale alleato della Bielorussia. Pertanto, se la Polonia, la Lituania e altri paesi della NATO mostreranno aggressività, Minsk e Mosca reagiranno insieme.

A sua volta, Pompeo ha assicurato che gli Stati Uniti rimangono un sostenitore della sovranità e dell'indipendenza della Bielorussia. Ha sottolineato che l'Alleanza non rappresenta una minaccia per Minsk.

In risposta, Lukashenko ha affermato che la Bielorussia sta seguendo da vicino ciò che sta accadendo negli Stati Uniti. Poi ha augurato a Trump la vittoria alle elezioni.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Azhdaha Офлайн Azhdaha
    Azhdaha (Andrew) 25 October 2020 11: 05
    0
    Perché tante parole. Il vecchio avrebbe semplicemente offerto a Pompeo lo stufato bielorusso e le grida entusiaste di Pompeo: "Oh mio Dio, quanto è delizioso!" Gli direi che Tikhanovskaya e la sua compagnia gop, arrivati ​​al potere, distruggeranno tutte le fabbriche per la produzione di delizioso stufato!
  2. stef13ch Офлайн stef13ch
    stef13ch (Yadykin) 25 October 2020 14: 15
    0
    Quando la "rivoluzione dei colori" è iniziata in Bielorussia nell'agosto 2020 e folle di "manifestanti pacifici" hanno iniziato a vagare per le strade di Minsk, gli Stati Uniti si sono ritirati in modo dimostrativo dal processo, spostandolo sulle spalle "potenti" di Lituania e Polonia.

    - questa è la frase chiave ..!
    Abbiamo escogitato qualcosa di perverso ..!
  3. pischak Офлайн pischak
    pischak 25 October 2020 19: 33
    +2
    Questi cittadini americani di origine bielorussa sono ancora "patrioti bielorussi", sebbene quando ricevono la cittadinanza americana, gli emigranti rinunciano alla loro ex patria e giurano fedeltà esclusivamente agli interessi degli Stati Uniti(da questa "stufa" e dovrebbe danzare nella valutazione dei passi che stanno compiendo, anche se dichiarano la loro presunta "preoccupazione per i bielorussi")! sorriso
    Volens-Nolens mantiene contatti con i bielorussi americani dell '"emigrazione delle salsicce", poiché siamo amici sin dall'epoca sovietica, quando eravamo tutti cittadini sovietici!
    Pertanto, nel corso dei loro sentimenti anti-Lukashenka, solo di recente un tale gruppo di "zmagar" americani ha cercato di arrivare in Bielorussia attraverso l'Ucraina per "aiutare a rovesciare Lukashenko".
    Sebbene questi "zmagar" americani risiedano permanentemente negli Stati Uniti, in qualche modo hanno mantenuto i loro passaporti bielorussi, e il denaro guadagnato lì è stato proficuamente investito nell'acquisto di proprietà immobiliari in Bielorussia e, "per un po '", lo hanno affittato a cittadini bielorussi. Ma sono molto insoddisfatti della politica fiscale locale, che li costringe a separarsi da una parte dei loro profitti, quindi, nel rovesciamento del "regime di Lukashenka" e nell'istituzione del regime fantoccio filoamericano, vedono di persona un'opportunità per "voltarsi meglio" nel loro ex paese e diventare ancora più ricchi a spese dei loro ex compatrioti! richiesta
    Probabilmente il cittadino americano Cheryshikov è della stessa linea dei "rovesciatori in visita", sotto slogan ad alta voce che perseguono i loro interessi mercantili strettamente proprietari ??! strizzò l'occhio
    Probabilmente, fino a quando non è stato smascherato dalle forze dell'ordine bielorusse, ha mostrato a tutti il ​​suo passaporto bielorusso inutilizzato e si è posizionato astutamente come cittadino bielorusso, come se "esprimesse la volontà del popolo", quanti di questi ipocriti truffatori-stranieri ci sono tra le file dei borghesi "maidan bianchi" ?! negativo.
    Questo è tutto un "difetto" del KGB bielorusso, causato dall'astuto "multi-vettore" russofobo delle massime autorità bielorusse, attivo "flirt" filo-americano-filo-occidentale dello stesso AGL e del suo entourage, ahimè!
    Alexander Rygorovich ancora non capisce che in Occidente non è necessario a nessun titolo ed è solo un "consumabile" - un "idiota utile" nei giochi geopolitici dello stesso Pompeo o Trump ??!
    Affinché la Bielorussia possa sopravvivere e non diventare un'amerocolonia (come l'ex SSR ucraino), il presidente bielorusso ora deve prendere decisioni non banali e stare al passo, rompere i disegni e le strategie degli sfacciati oppositori della statualità bielorussa! dare la priorità e saltare sopra la testa per evitare la "perdita di perdite" è una "questione di domande"! strizzò l'occhio
    Vorrei davvero che l'AHL potesse salvare il paese dalla trasformazione "Maidan (così come graduale" multi-vettore ")" in una colonia ottusa dell'Occidente collettivo, come "Ucraina", dal momento che un terzo del mio cuore appartiene sempre a Bielorussia e Bielorussia!
  4. Kuramori Reika Офлайн Kuramori Reika
    Kuramori Reika (Kuramori Reika) 26 October 2020 18: 30
    -1
    Lukashenka è un abominio di cui la Russia deve sbarazzarsi il prima possibile. L'unica cosa che Lukashenka può ottenere se fa tutto bene è l'immunità giudiziaria. E se continua a vivere in modo insolente, allora un calcio nel culo insieme alla sua famiglia e nelle mani del popolo Maidan, in modo che ripeta il destino di Gheddafi.