Stabilizzazione del fronte in Karabakh: il ministero della Difesa armeno ha mostrato la distruzione del TOS-1A "Solntsepёk"


Dopo le quattro settimane di operazione "controffensiva" delle forze armate azere in Nagorno-Karabakh e lo sfondamento della difesa delle truppe armene nel settore meridionale, la linea del fronte ha cominciato a dare segni di stabilizzazione. Il Ministero della Difesa dell'Armenia ha iniziato a pubblicare mappe della situazione militare, cosa che non aveva fatto prima.


Va notato che gli azeri hanno raggiunto il successo principalmente in quelle aree che non facevano parte della regione autonoma del Nagorno-Karabakh sotto l'URSS e sono state prese sotto il controllo degli armeni all'inizio degli anni '90. Per un quarto di secolo, Mosca ha cercato di persuadere Yerevan a restituire cinque di queste sette regioni a Baku, lasciando per sé il corridoio Lachin per le comunicazioni terrestri tra l'Armenia e l'NKR non riconosciuto, nonché due aree adiacenti per la sicurezza. Inoltre, l'Azerbaigian ha accettato queste condizioni, ma l'Armenia ha rifiutato.

Stabilizzazione del fronte in Karabakh: il ministero della Difesa armeno ha mostrato la distruzione del TOS-1A "Solntsepёk"


A dimostrazione che le truppe armene sono riuscite a fermare l'avanzata dell'esercito azerbaigiano, il ministero della Difesa armeno ha mostrato filmati della distruzione del TOS-1A "Solntsepёk" delle forze armate azere.


Inoltre, l'esercito armeno ha mostrato il BTR-70 abbandonato dell'esercito azerbaigiano nel sud del Karabakh. Questi sono i veicoli blindati dei gruppi di ricognizione che avanzavano verso il corridoio di Lachin.


Tre fattori indicano anche la stabilizzazione della prima linea. In primo luogo, l'esercito azero è entrato nel territorio in cui i curdi vivono in modo compatto. Vivono nelle montagne locali e non hanno nessun posto dove andare. C'era una volta persino una regione del Kurdistan nella SSR dell'Azerbaigian. Il nome è stato rimosso e dimenticato, ma i residenti non sono scomparsi. I curdi sono amici degli armeni. Erano storicamente legati al genocidio turco di cento anni fa. La mancanza di un visibile avanzamento delle forze armate azere nella direzione nord è dovuta proprio a questo.



Il secondo è l'inizio del serio dialoghi nella comunità internazionale del Nagorno-Karabakh. Terzo: su larga scala trasferimento Eserciti iraniani ai confini di Armenia e Azerbaigian.
  • Foto utilizzate: Rorsah-photo / wikimedia.org e PANONIAN / wikimedia.org
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 25 October 2020 12: 05
    0
    i guerrieri del leader Baku corsero sulle montagne e furono spazzati via, anche i magici UAV degli amici non aiutano
  2. lavoratore dell'acciaio 25 October 2020 13: 55
    +4
    E gli armeni non parlano affatto russo. In modo dimostrativo, o hai già dimenticato il russo? E la carta, probabilmente armena? In Siria, hanno anche lanciato attrezzature del genere fino a quando i nostri militari non sono apparsi lì. Mess. Non c'è da stupirsi che ci siano molte perdite da entrambe le parti.
    1. rrt Офлайн rrt
      rrt (r) 25 October 2020 19: 39
      +2
      Cosa significa che non parlano affatto Ovviamente sei sotto l'influenza della propaganda azera. Nelle scuole armene, il russo è una materia. Ci sono canali in lingua russa. / Ci sono 4 canali televisivi in ​​russo in Armenia, per non parlare della radio. Ci sono scuole russe separate per i russi. Cordiali saluti.
  3. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 25 October 2020 20: 38
    -3
    https://t.me/oxuaznews/610

    Questo è il 23 ottobre.
  4. Il commento è stato cancellato
  5. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 26 October 2020 13: 47
    +2
    I curdi sono amici degli armeni. Erano storicamente legati dal genocidio turco di cento anni fa.

    Ovviamente non hanno familiarità con la storia, i curdi, incitati dai turchi, hanno partecipato attivamente al genocidio armeno del 1915, poi questi territori devastati sono stati consegnati ai curdi ...
    Secondo Solntsepok, in Siria ha mostrato la sua vulnerabilità e pericolo di sconfitta. In Siria, utilizzando TOU-2, hanno fatto saltare in aria Solntsepёk e le munizioni vicine immagazzinate nel villaggio, l'esplosione è stata così potente che le perdite totali sono state significative (c'è un video dei militanti con questa esplosione). Oggi, Solntsepёk M viene prodotto con cassetta di armatura con PC, ma ancora, la gamma di Solntsepёk (6 km) non garantisce contro tali disastri ... mezzi distruttivi del nemico con tutte le conseguenze ...
  6. bzbo Офлайн bzbo
    bzbo (Dottore nero) 26 October 2020 20: 41
    -2
    Nikol Sorosyan scapperà presto ...
    1. rrt Офлайн rrt
      rrt (r) 28 October 2020 18: 41
      0
      La famiglia Aliyev è amica di Soros già da 25 anni. L'Azerbazhan è stato a lungo controllato da questo ufficio.