Come la russofobia può portare alla morte degli Stati Uniti - riflessioni nell'edizione americana


L'ossessione irrazionale della classe politica americana di presentare la Russia come una "minaccia" per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti esiste da molto tempo. Questa è l'ossessione dell'élite dominante, che non è condivisa dalla stragrande maggioranza dei normali residenti negli Stati Uniti, scrive la pubblicazione americana Strategic Culture.


L'era della russofobia è arrivata molto prima dell'era di Donald Trump, quindi gli Stati Uniti hanno tutte le possibilità di tornare al "panico rosso" degli anni '50. E anche superare quel periodo. Ad esempio, di recente, i servizi segreti statunitensi hanno ricevuto ancora più "prove" delle "interferenze dannose" di Mosca negli Stati Uniti politica di... Come al solito, sono vuoti e noiosi.

Come sostiene Ron Ridenour nel suo eccellente libro The Russian Threat to Peace, la fobia americana risale alla rivoluzione del 1917 e alla creazione dell'URSS. Durante i decenni della Guerra Fredda, la fobia è stata mascherata da uno scontro ideologico esteriore con il comunismo, ma dopo il crollo della "malvagia" Unione Sovietica quasi 30 anni fa, l'ostilità degli Stati Uniti verso la Russia si è solo intensificata piuttosto che diminuita. Quindi, il confronto ideologico non era la ragione principale.

Ciò è spiegato dall'atteggiamento dell'élite americana nei confronti dei loro concorrenti stranieri. Coloro che obbediscono agli ordini di Washington sono considerati "alleati" o "partner". Fungono da "poggiapiedi". E quelli che non obbediscono alle istruzioni vengono demonizzati e chiamati "nemici". L'esempio più eclatante è la Russia, sebbene la minaccia che ne deriva sia illusoria.

Ma la russofobia è supportata perché la fobia è al centro del funzionamento del potere imperiale americano. È una mentalità a somma zero che richiede il pieno rispetto degli altri o, se fallisce, genera completa ostilità da parte degli Stati Uniti.

La creazione di nemici esterni non riguarda solo il controllo delle relazioni internazionali. Affrontare i nemici stranieri è anche un modo per la classe dirigente americana di controllare la propria popolazione interna.

La vittoria di Donald Trump nel 2016 alle elezioni presidenziali statunitensi ha allarmato così tanto la classe politica che ha persino delegittimato la sua presidenza, sostenendo che fosse dovuta all'interferenza russa. L'implacabile e irrazionale russofobia volta a indebolire Trump da parte dei suoi avversari politici interni ha solo portato a un fatale indebolimento del potere globale degli Stati Uniti nel mondo. Le liti e le lotte politiche minarono l'autorità morale e la legittimità di tutte le istituzioni di governo americane, creando le condizioni preliminari per la morte degli stessi Stati Uniti. Ogni presunto pilastro della democrazia americana è stato distrutto a un ritmo allarmante negli ultimi quattro anni.

La rapida scomparsa è associata alla russofobia, che ha seminato dubbi e confusione negli Stati Uniti. Nei suoi tentativi di delegittimare Trump, i suoi nemici interni dell'establishment americano alla fine hanno negato legittimità al rispetto pubblico per la democrazia americana. Di conseguenza, il peggior nemico degli Stati Uniti si è rivelato essere loro stessi. Litigi e calunnie hanno distrutto la fede nella democrazia in quattro anni. Inoltre, la russofobia è stata la componente principale del processo di autodistruzione.

Quanto a Mosca, vuole solo una vera parità per tutte le nazioni. Ma la parità è inaccettabile per Washington, che, per la sua percepita "esclusività", aderisce solo a un dominio unilaterale.

La russofobia è una mentalità morbosa della classe dirigente americana. È endemico. Questa è parte integrante del loro concetto di potenza globale degli Stati Uniti.

Le prossime elezioni presidenziali del novembre 2020 si stanno trasformando in una farsa con gravi conseguenze e disordini civili negli Stati Uniti. Ciò potrebbe portare alla morte degli Stati Uniti. Gli americani comuni hanno perso la fiducia e il rispetto nel processo democratico e nelle istituzioni di potere. La Russia non ha nulla a che fare con un'esplosione interna negli Stati Uniti. Ma la russofobia è molto radicata negli Stati Uniti. Ciò indica che l'illusione e la paranoia non conoscono limiti.
  • Foto utilizzate: https://pxhere.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 25 October 2020 18: 56
    -4
    Quindi questo è una specie di sito web americano? e non una pubblicazione?
    1. Quarto cavaliere (Quarto cavaliere) 25 October 2020 19: 18
      +2
      E in generale, questa è la mano del Cremlino.
  2. indifferente Офлайн indifferente
    indifferente 25 October 2020 20: 45
    0
    L'autore ha iniziato "bene", ma si è fermato nel momento sbagliato. E questa opinione può essere portata avanti in una direzione sfavorevole per la Russia. Se, dopo le elezioni, i gruppi di influenza americani iniziassero a misurare chi è più lungo e più grasso, portando le persone in piazza, ciò potrebbe portare alla guerra civile. E qui, cittadini eccessivamente vili possono accusare la Russia di questo confronto che questo è il suo lavoro. Come era negli anni '90, quando la CIA era responsabile di tutto. Ma un'ulteriore guerra civile, se risulta essere troppo frenetica, e anche (come alcuni prevedono) con attacchi nucleari sui territori più belligeranti come la California, può volare in Russia. Quando non c'è niente da perdere, tutti i mezzi sono buoni.
    1. Il commento è stato cancellato
  3. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 27 October 2020 14: 25
    +1
    La russofobia non può portare alla morte degli Stati Uniti, ma uno scontro violento tra diversi gruppi di grandi imprese è elementare.
    Il fatto che questo scontro si stia verificando è chiaramente visibile fin dall'inizio dell'arrivo di Donald Trump alla Casa Bianca e si sta intensificando oggi alla vigilia delle elezioni.
    Ciò si manifesta anche nella stratificazione della società in tutte le direzioni: politica, economica, immobiliare, culturale, razziale, religiosa e qualsiasi altra cosa.
    Questo è il motivo per cui l'interesse della popolazione per le armi, il rafforzamento delle loro famiglie, le scorte di cibo, ecc. È cresciuto così tanto. - la popolazione è pronta a imbracciare le armi e se ciò accadrà, gli Stati Uniti potrebbero benissimo ripetere il destino dell'URSS.
    1. bb Офлайн bb
      bb (Mmm) 11 dicembre 2020 09: 53
      -1
      hai ragione, sulla collisione, solo torto sul fatto che questo vale solo per gli Stati Uniti, in questo caso c'è uno scontro di multinazionali (globalisti) contro i lavoratori del petrolio (sciovinisti nazionali) e questo riguarda lo sviluppo del mondo intero, non solo gli Stati Uniti, sono solo l'epicentro questa lotta
  4. bb Офлайн bb
    bb (Mmm) 11 dicembre 2020 09: 51
    -2
    l'intero problema è che la russofobia, in quanto tale, non esiste, questa è un'invenzione dei nostri propagandisti, hanno bisogno di presentare tutto in questa luce per continuare a ingannare la gente e cacciare le streghe
  5. Cittadino arrabbiato Офлайн Cittadino arrabbiato
    Cittadino arrabbiato (Evil Citizen) 25 dicembre 2020 07: 58
    +1
    Se seguiamo la logica della politica degli Stati Uniti nei confronti della Russia, la Russia, in risposta alle azioni veramente ostili degli Stati Uniti, è semplicemente obbligata a compiere sforzi per distruggere gli Stati Uniti dall'interno. Ci sono molte opzioni, come si suol dire: sostenere e portare il movimento MLM a una forza reale e unita negli Stati Uniti; sostegno e promozione di punti di vista sull'unificazione degli Stati del sud degli Stati Uniti in una sorta di entità geopolitica con l'obiettivo di separarsi dagli Stati Uniti, come obiettivo; rafforzare le contraddizioni interrazziali lanciando messaggi falsi e rilanciando lo stesso KKK e promuovendo lo sviluppo di organizzazioni neonaziste e razziste di diverse parti (neri, latini e WASP).
    Lo stato nordamericano, infatti, è diventato molto vulnerabile dall'interno. E per la sua distruzione "dall'interno" la Russia avrà bisogno di molto meno denaro che per la transizione alle prossime generazioni di SSBN, ricerca e sviluppo e produzione di missili ipersonici o altri ...
    E se la Russia stesse conducendo una "guerra di ghiaccio" contro gli Stati Uniti nello stesso modo in cui loro stessi sono contro di noi? Segretamente, attraverso le "decime mani", creando determinate situazioni nell'economia, nella politica e nelle strade delle città statunitensi.
  6. al2145133 Офлайн al2145133
    al2145133 (Alexey Gribalev) 3 gennaio 2021 12: 23
    0
    Deciderai lì se dobbiamo incolpare o no, animali. Se non russi, allora russofobi, capirai