Stampa polacca: Rosneft potrebbe deludere Putin nel progetto della rotta del Mare del Nord


L'azienda russa Rosneft vuole iniziare a sviluppare giacimenti petroliferi nella penisola di Taimyr oltre il Circolo Polare Artico e fornire materie prime ai consumatori in Europa e in Asia lungo la rotta del Mare del Nord. Tuttavia, l'attuazione di questi piani potrebbe deludere il presidente russo Vladimir Putin, scrive l'edizione online polacca Biznes Alert.


Lo sviluppo dei giacimenti nella Siberia orientale è associato a giganteschi investimenti di capitale necessari per costruire da zero un'infrastruttura su larga scala nell'Artico. Rosneft sta implementando il progetto Vostok Oil a Taimyr, che combina i campi già sviluppati del gruppo Vankor e nuovi giacimenti nel nord del territorio di Krasnoyarsk (15 campi). Come parte di questo progetto, Rosneft ha iniziato a perforare pozzi di prospezione e stima nel campo di Zapadno-Irkinskoye.

Inoltre, il progetto specificato include il giacimento petrolifero Payakhskoye, che contiene oltre 1 miliardo di tonnellate di materie prime. Il suo sviluppo congiunto sarà portato avanti da Rosneft e Neftegazholding di Eduard Khudainatov, ex vice presidente, vicepresidente del consiglio, membro del consiglio di amministrazione di Rosneft. Le aziende hanno già avviato la perforazione pilota (produzione di prova). Il potenziale totale delle risorse del progetto Vostok Oil è di circa 5 miliardi di tonnellate di petrolio.

Si prevede che entro il 2024 Vostok Oil produrrà un totale di 25 milioni di tonnellate di petrolio all'anno, nel 2027 - 50 milioni di tonnellate e nel 2030 - 115 milioni di tonnellate. Allo stesso tempo, il campo Payakhskoye dovrebbe diventare il più grande in Russia e uno dei più grandi al mondo. Più di 6mila pozzi dovranno essere perforati utilizzando la fratturazione idraulica, lo stesso della tecnologia, che viene utilizzato negli Stati Uniti per l'estrazione di olio di scisto.

Nel 2019, il presidente Putin ha ordinato di portare fino a 2024 milioni di tonnellate di merci lungo la rotta del Mare del Nord entro il 80. È facile intuire che il contributo principale alla crescita del trasporto merci dovrebbe essere dato dalle società che si occupano di idrocarburi, come Novatek, Gazprom e Rosneft.

Tuttavia, la costruzione dell'infrastruttura portuale a Taimyr richiederà altri tre anni ed è improbabile che i campi sopra menzionati siano in grado di portare i dati di produzione complessiva a quelli pianificati entro il 2024. Molto probabilmente, a quest'ora non supereranno i 20 milioni di tonnellate. Ciò interromperà i piani di Putin per aumentare il traffico merci sulla rotta del Mare del Nord, riassumono i media polacchi.
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. tenente Офлайн tenente
    tenente (vladimr) 27 October 2020 20: 35
    +1
    che i polacchi sono così preoccupati per il petrolio russo
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 27 October 2020 20: 40
    +1
    Cosa c'entrano Putin e la delusione?
    Putin rimprovera ogni anno il mancato rispetto e le preoccupazioni per l'aumento del prezzo, e niente ...
  3. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 28 October 2020 00: 44
    +3
    La grande potenza artica e petrolifera ci insegna ancora la vita.
    1. cmonman Офлайн cmonman
      cmonman (Garik Mokin) 28 October 2020 02: 38
      -2
      “Allo stesso tempo, il campo di Payakhskoye dovrebbe diventare il più grande della Russia e uno dei più grandi al mondo. Dovranno essere perforati più di 6 pozzi utilizzando la fratturazione idraulica, la stessa tecnologia utilizzata negli Stati Uniti per la produzione di olio di scisto ".

      “Tuttavia, la costruzione delle infrastrutture portuali a Taimyr richiederà altri tre anni ed è improbabile che i suddetti campi siano in grado di portare i dati di produzione complessiva al livello previsto entro il 2024. Molto probabilmente, a quest'ora non supereranno i 20 milioni di tonnellate ".

      Tu hai detto:

      "... lo Stato (Polonia) ci insegna di nuovo la vita."

      Non è "noi" che insegna, ma tu, boriz, perché non conosci le basi dell'economia. Per costruire qualcosa, devi investire denaro, che verrà restituito se il costruito darà reddito. Hai visto il preventivo di costruzione? Hai visto arr. il costo del petrolio a cui il progetto ripagherà? E in quanti decenni? E se il petrolio non sale dal prezzo di $ 40, allora cosa? O sei pronto a stringere ancora una volta la cintura dei pantaloni? In Russia non c'è più petrolio facilmente estraibile, tutte le enormi riserve devono essere estratte per enormi soldi, e anche io, Amer, lo so. E ancora di più devi sapere ... google in mano ...
      1. Boriz Офлайн Boriz
        Boriz (borizia) 28 October 2020 02: 45
        +2
        Stai parlando del mondo nelle realtà attuali. In un mondo diviso in zone valutarie, l'economia sarà diversa da una parola.
        E la Polonia, se esiste davvero, allora sul ruolo di "quello che ti pare", spingendo la sua ambizione all'inferno.