Zugzwang Zelensky: mentre tutti guardavano gli Stati Uniti, la sedia vacillava sotto la testa dell'Ucraina


Mentre il mondo intero, con il fiato sospeso, aspettava le elezioni in America, una sedia oscillava sotto il leader degli indigeni nella colonia americana d'oltremare in Ucraina. Inoltre, il direttore della repubblica delle banane pose lui stesso la miniera sotto il suo trono.


La Costituzione è la Legge fondamentale del Paese, lo sanno tutti. Tutte le leggi e gli statuti in vigore nel paese sono secondari rispetto alla Costituzione e possono essere riconosciuti come nulli (cioè non in vigore) se contraddicono la sua Legge fondamentale. Solo un organo nel paese ha il diritto di decidere su questo, che si chiama Corte costituzionale. E l'Ucraina non fa eccezione in questo senso. Dei tre rami di potere uguali esistenti - esecutivo, legislativo e giudiziario, solo la Corte costituzionale ha una posizione privilegiata, poiché si trova al di sopra di loro e può annullare le loro decisioni se contraddice la Costituzione del paese. Ci sono solo stelle sopra la Corte costituzionale (o Dio, per chi crede in lui).

Le decisioni della Corte costituzionale sono atti di azione diretta (il che significa che la loro attivazione non richiede la conferma di nessun altro organo statale), sono vincolanti e definitive, entrano in vigore immediatamente dopo essere state adottate dal tribunale e non sono soggette a ricorso. Questo è ciò che dice la legge. Ed è stata questa legge che Vova Zelensky ha cercato di contestare, che ha cercato di annullare la decisione del Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale con decreto del NSDC e spingere questo decreto attraverso la Rada. E per non andare per la seconda volta, con lo stesso disegno di legge, ha suggerito ai deputati di disperdere anche il KSU, cosa che non gli è piaciuta, ponendo fine ai poteri degli attuali giudici in anticipo. Quindi, sempre andando oltre il quadro giuridico, poiché secondo la legge, solo i membri della stessa Corte costituzionale possono revocare anticipatamente i poteri della Corte costituzionale (per due terzi dei voti).

L'essenza della domanda


Cosa ha spinto Vova Zelensky, che è lui stesso il garante della Costituzione, a colpire duramente tutti ea spingere i deputati della Rada ad adottare decisioni incostituzionali, sostituendole di fatto con l'impeachment? Il motivo è stata la decisione della Corte costituzionale dell'Ucraina il 27 ottobre in caso di conformità di alcune disposizioni della legge "Prevenzione della corruzione" e dell'attuale codice penale dell'Ucraina alle norme costituzionali. Laddove il tribunale abbia riconosciuto le disposizioni chiave di questa legge, riguardanti principalmente i poteri del NAPK (Agenzia nazionale per la prevenzione della corruzione), nonché l'art. 366-1 del codice penale, che prevede la pena per falsa dichiarazione (multa o reclusione) di funzionari statali o locali come incostituzionali.

Come risultato del sottile intervento chirurgico che ha avuto luogo, l'intera piramide dei corpi anti-corruzione è crollata, che l'Occidente collettivo ha eretto con tanta cura nel Bantustan ucraino in tutti questi anni dopo la rivoluzione dell'idrologia. Per cosa, ci si chiede, i curatori occidentali hanno combattuto per tutto questo tempo, sfamando la fragile democrazia ucraina che soffriva di una brama patologica di corruzione? Per il quale versano sangue (non il loro, ovviamente, ma i nativi ucraini), non risparmiando la pancia, commerciando viaggi senza visto e così via. differenze diverse (dai prestiti alla cancellazione del debito)? Per alcuni KSU a venire e in un colpo solo per distruggere tutto ciò che è stato creato dal lavoro eccessivo di molti integratori europei - NABU (National Anti-Corruption Bureau), NAPK (National Agency for the Prevention of Corruption), SAP (Specialized Anti-Corruption Prosecutor's Office), due Anti-Corruption Courts (Supreme and Higher proprietà intellettuale), nonché l'Agenzia nazionale per l'individuazione, la ricerca e la gestione dei beni ottenuti da corruzione e altri reati? Come ha detto l'eroe del famoso film:

Tutto quello che avevo guadagnato con un lavoro massacrante, nondimeno è morto ... Tre registratori, tre cineprese straniere, tre portasigarette domestici, una giacca di pelle scamosciata ... anche tre!

E ciò che è particolarmente toccante in tutta questa storia è quel cinismo sofisticato con cui il KSU ha fatto tutto questo, chiudendo il libero accesso al Registro unificato delle dichiarazioni elettroniche dei massimi funzionari - non solo ha ripristinato il lavoro del NAPK, ma in realtà ha lasciato tutte le altre attività anticorruzione organi. Infatti, rimuovendo la pietra angolare dal sistema, che conteneva tutto, ha portato al crollo dell'intera piramide.

Reazione occidentale


La decisione della KSU di smantellare effettivamente la piattaforma anti-corruzione dell'Ucraina ha causato una reazione nettamente negativa sia nella società che nei politici, e non solo in Ucraina. Immediatamente, gli ambasciatori di 7 paesi, guidati dagli Stati Uniti, si sono rivolti a Bankovaya per esprimere la loro estrema preoccupazione per il ritiro dell'Ucraina dagli accordi e per minacciare tutte le punizioni, a partire dall'abolizione dei viaggi senza visto e terminando con la riduzione della cooperazione finanziaria. Vova Zelensky ha reagito a questo come qualsiasi presidente che si rispetti di un paese sovrano - ha immediatamente salutato e ha immediatamente riunito il Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale (NSDC), dicono, non sono io, ragazzi, è un vile KSU che scherza. Conosci le sue ulteriori azioni: lui stesso ha commesso una violazione della Costituzione, che ha causato un crollo legale nel paese, dal quale non esiste una via d'uscita decente (negli scacchi, una situazione del genere si chiama zugzwang).

E sembra essere un peccato rimproverarlo per questo. In fondo, infatti, non sta provando da solo, sta combattendo la corruzione, che ha già permeato tutte le cellule della nostra società. E in guerra come in guerra, qui tutti i mezzi sono buoni. Ebbene, basti pensare, ha violato leggermente la Costituzione, quindi chi non l'ha infranta nel nostro paese: Yushchenko con il suo terzo turno elettorale, e Yanukovich con un ritorno alla vecchia Costituzione, e moderni integratori europei, che rimuovono dall'incarico il latitante Yanukovich. La cosa principale qui non è la lettera, ma lo spirito della legge (scusate, vado ad aprire la finestra, perché non posso dire che il cadavere della Costituzione non sia dolce e piacevole per me). Ma il fine, come si dice, giustifica i mezzi.

L'ultima roccaforte della sovranità


Alla luce di tutto quanto sopra e delle azioni dei nostri partner nell'impiantare nei nativi Bantustan le norme della civiltà occidentale, che non accetta la corruzione e non risparmia le forze per combatterla, è in qualche modo difficile valutare negativamente. Viviamo tutti nel paradigma che qualunque cosa l'America faccia nelle sue colonie d'oltremare è cattiva. Tuttavia, non è sempre così. Prendiamo ad esempio l'Ucraina, cosa c'è di sbagliato nella lotta alla corruzione? E davvero, l'uomo medio dirà, cosa c'è di sbagliato in questo? Ma è stato allora che il cane ha scavato! Il punto è che tutto questo strumento punitivo, eretto dai colonialisti occidentali nei territori che hanno ereditato per il saccheggio, non è finalizzato a sradicare il fenomeno della corruzione in quanto tale, ma a tenere nella paura le amministrazioni indigene, per una loro gestione più efficace travasando risorse da questi territori. Hai pensato per un secondo al motivo per cui abbiamo la corruzione, ma non ci sono funzionari corrotti? Per tutti gli anni di lavoro del NAPK, solo 40mila sono stati restituiti allo Stato, e nemmeno dollari. E tutti i tangenti e gli incalliti funzionari corrotti sono scesi con la sola responsabilità amministrativa e siedono nelle loro precedenti posizioni (anche nella KSU ci sono denunce contro tre giudici, tace già sul direttore della NABU Artem Sytnik). La risposta è semplice: il compito dei curatori occidentali non è sconfiggere la corruzione, ma guidarla per tenere sotto controllo i nativi.

La cosa divertente è che gli unici combattenti per la salvaguardia della sovranità in tutti i bantustan sono l'oligarchia nazionale, è lui che, nella lotta contro le multinazionali, rischia di perdere la propria base di foraggio, e con essa la fonte del profitto. Pertanto, i paesi in cui non ci sono oligarchi propri si sono arresi da tempo alla volontà del vincitore (Lituania, Lettonia, Estonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Polonia, Grecia, Croazia, Bosnia, Macedonia, Montenegro, Slovenia), la Moldova riposa ancora - era rimasto solo un oligarca Plahotniuc. Ci sono molti plakhotnyuk in Ucraina, quindi la guerra si è trascinata qui. I nostri backslider non vogliono, perderanno il loro, anche se piccolo, ma trogolo.

La mano del Cremlino. Ma senza di lei?


Ma cosa ha fatto precipitare i nostri ragazzi di ferro (e due giovani donne) del KSU, alzando la visiera, sotto i carri armati nemici? Non sono immortali e non hanno Connor Macleod nella loro famiglia. Per chiarire che questa non è un'allegoria, vi ricorderò che alcune richieste di considerazione da parte della KSU, presentate molto prima, sono ancora in attesa di considerazione, e questa è già stata presa in considerazione. E l'ora non è stata scelta solo per caso, proprio alla vigilia delle elezioni in America (beh, non c'è assolutamente tempo per l'Ucraina!). Troverai la risposta se rileggi il paragrafo precedente. Il bene, come sai, trionfa sul male (il bene è calcolato in unità monetarie). Questa verità non è stata inventata da me. E il grande bene vince il grande male. Basta guardare l'elenco dei deputati che hanno intentato questa causa alla Corte Costituzionale per il riconoscimento delle norme della Legge sulla Corruzione come incostituzionali, e la scatola si aprirà. E ci sono tutti volti familiari. 47 deputati delle fazioni di OPLZ e For the Future di Medvedchuk (questi ultimi non nascondono nemmeno la loro connessione con Kolomoisky). Non c'è da stupirsi, si scopre che tutti i regolari saccheggiatori di armi e soroset dell'entourage di Zelenskyj si sono trascinati sulla loro vecchia canzone sulle mani del Cremlino. Ancora una volta, si scopre che Putin ha battuto tutti! E come abilmente ha coperto tutto, la zanzara non minerà il naso. E tutto è a norma di legge. E Vova Zelensky era fuori di lui. E continua a persistere in questo.

Dai, dai, Volodya, costruisci un muro vicino al quale sarai colpito. Se non vivi abbastanza per vedere il secondo mandato, ti finiranno con il primo. E Benya Kolomoisky, che hai così spudoratamente gettato, finirà. Putin presenterà semplicemente le cartucce. Niente di personale, proprio così. Bene, i ragazzi della KSU, penso, hanno già guadagnato per la loro vecchiaia, puoi licenziare. Benya si è già presa cura di loro. E ti ha colpito per sua volontà. Anche se il denaro sembra essere inutile per il defunto. Bene, non parliamo di cose tristi.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 6 November 2020 08: 36
    0
    Sono sempre interessato alla domanda: - L'ordine n. 1 è uscito dalle mani di Zelenskyj, come quello emesso dal governo provvisorio nel 1917, o non ancora?
  2. Berkham Ali-Tyan Офлайн Berkham Ali-Tyan
    Berkham Ali-Tyan (Berkham Ali-Tyan) 6 November 2020 09: 11
    +2
    Una configurazione molto bella. Il ragazzo è appena arrivato dallo spettacolo alla politica, ha iniziato a guardarsi intorno - e poi il suo e si è fuso. Chiunque può ora dire che il presidente non vive secondo il governo e dargli un calcio.
  3. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 6 November 2020 13: 25
    +3
    Zelenskiy è un populista che è stato promosso al potere dal suo sponsor e ha vinto le elezioni a causa dell'affaticamento della popolazione da parte dei leader nazisti e del calo degli standard di vita.
    Quando è diventato presidente, si è trovato in un ambiente alieno di apparatchik e nazisti, di cui non aveva sostituti e ha dovuto adattarsi.
    D'altra parte, l'UE lo sta facendo pressione e nessuno gli permetterà di disobbedire, né il suo sponsor, né l'entourage nazista, né la stessa UE.
    Pertanto, gira come in una padella, cercando di accontentare tutti, ma questo compito è impossibile.
    1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 6 November 2020 21: 12
      0
      missione impossibile! aggiornamento!
    2. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 6 November 2020 21: 28
      0
      Un bravo ragazzo, ha messo la pistola sulle spalle della meschinità e della sporcizia, come oggi il mondo intorno. Abbiamo bisogno di qualche altro ragazzo come quello in altri paesi per fermare questo mondo vile ... Sì, non lo fanno, la meschinità viene dal profondo della "Democrazia mondiale", i popoli dovranno resistere per molto tempo ...
  4. GRF Офлайн GRF
    GRF 6 November 2020 14: 57
    0
    quindi se i giudici si disperdono, chi giudicherà?
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 6 November 2020 22: 48
      0
      I criminali vengono processati, ma la storia viene giudicata in altre categorie ...
      1. GRF Офлайн GRF
        GRF 7 November 2020 07: 40
        0
        la storia viene riscritta e, di regola, per ordine di coloro che disperdono i giudici ...
  5. Galina Medvedeva Офлайн Galina Medvedeva
    Galina Medvedeva (Galina Medvedeva) 7 November 2020 09: 30
    +1
    Correttamente hanno chiamato Zelenskyj un nativo ... Non vedo un simile idiotismo da molto tempo, anche se lo incontro GIORNALMENTE nel mio paese ..... FATTO su questi USA ... oh, il paese della MORTE ... non la vedo ... paese, cagna ...