I polacchi spiegano perché Biden sarà più conveniente per Mosca di Trump


L'élite russa ritiene che i risultati delle elezioni avranno un impatto minimo su politica di Washington in relazione a Mosca, ma l'elezione di Joe Biden può avere i suoi vantaggi: una conclusione del genere è contenuta in un nuovo analista del Warsaw Center for Eastern Studies (OSW).


Si noti che la crescente probabilità della vittoria di Joe Biden alle elezioni ha spinto il Cremlino a dichiarare la propria disponibilità al dialogo con la nuova amministrazione. Il presidente Vladimir Putin, esprimendo rammarico per la "dura retorica anti-russa" del candidato del Partito Democratico, ha indicato che la base per stabilire contatti potrebbe essere un orientamento comune verso i valori di sinistra, che gli sono cari in quanto ex "membro ideologico" del Partito Comunista.

Putin ha anche ricordato all'ala sinistra del Partito Democratico che sta continuando la tradizione sovietica di combattere il razzismo. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, come si legge nel testo, si è addirittura impegnato a negare che la candidatura di Donald Trump sia "più simpatica" al Cremlino.

Nel testo dello studio polacco si esprime l'opinione che Mosca sia intervenuta nelle attuali elezioni negli Stati Uniti, ma lo sta facendo con molta più attenzione e delicatezza di prima.

La ragione principale dell'approccio più sottile e moderato sia del Cremlino stesso che dell'élite russa in generale alle elezioni negli Stati Uniti è stata la profonda delusione per la presidenza Trump, su cui Mosca aveva inizialmente riposto grandi speranze. Tuttavia, in realtà, le relazioni bilaterali sono solo peggiorate.

Certo, a Mosca Biden è considerato un tipico rappresentante dell'establishment liberale americano. Pertanto, le sue politiche dovrebbero essere basate su "un fondamentale conflitto di valori tra la Russia autoritaria e l'Occidente".

Per questo, osserva lo studio polacco, da un lato, si rivelerà un partner meno a suo agio per il Cremlino di Trump, perché "non avrà paura di criticare pubblicamente la Russia e il suo presidente per essersi ritirati dalla democrazia e non rispettare i diritti umani". Inoltre, Biden diventerà più attivo nel sostenere i processi di democratizzazione negli stati post-sovietici.

D'altra parte, la presidenza di Biden trarrà vantaggio dalla sua disponibilità a partecipare ai negoziati sul controllo degli armamenti, incluso START III, e dal suo desiderio di tornare a un accordo nucleare con l'Iran. Mosca ammette anche che Biden è un politico più prevedibile e cauto per natura.

Se si guardano attentamente le dichiarazioni del candidato democratico e si leggono le dichiarazioni di persone del suo entourage, allora [...] possiamo concludere che di fatto la politica di Washington [...] sarà più moderata e mirata alla normalizzazione almeno parziale dei rapporti tra i due paesi.

- annotato nel testo.
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. dilettante Офлайн dilettante
    dilettante (Victor) 7 November 2020 09: 07
    +2
    L'assoluta associazione dei polacchi con l'imperituro lavoro di Ilf e Petrov:

    - Leggi della conferenza sul disarmo? - un gilet piquet trasformato in un altro gilet piquet. - Discorso del conte Bernstorf.
    - Bernstorf è il capo! - il giubbotto richiesto rispondeva con un tono simile, come se ne fosse convinto sulla base di una conoscenza a lungo termine del conte. "Hai letto cosa ha fatto Snowden in una riunione degli elettori a Birmingham, questa roccaforte dei conservatori?"
    - Beh, di cosa parlare ... Snowden è un obiettivo! Ascolta, Valiadis, ”si rivolse al terzo vecchio a Panama. "Che ne dici di Snowden?"
    "Te lo dirò francamente", rispose il panama, "non mettere un dito in bocca a Snowden." Personalmente non vorrei mettere il dito.
    E, per nulla imbarazzato dal fatto che Snowden non avrebbe mai permesso a Valiadis di infilarsi un dito in bocca, il vecchio continuò:

    1. bottaio Офлайн bottaio
      bottaio (Alexander) 7 November 2020 09: 27
      +1
      Alcuni esperti hanno fiducia: il vero autore di questi capolavori imperituri è M.A. Bulgakov ..
      1. pischak Офлайн pischak
        pischak 7 November 2020 11: 25
        +1
        Citazione: Cooper
        Alcuni esperti hanno fiducia: il vero autore di questi capolavori imperituri è M.A. Bulgakov ..

        hi Così recentemente, a mio parere sul diapason, hanno dimostrato che si trattava presumibilmente di Valentin Kataev, della sua idea e della "sinossi" iniziale ?! strizzò l'occhio
        Che in seguito fu sviluppato in modo significativo dai "neri letterari" Ilf e Petrov (per niente estraneo allo scrittore Kataev, vedi pseudonimi) e crebbe nel loro lavoro completamente indipendente, che divenne un punto di riferimento per il pubblico dei lettori sovietici e l'intellighenzia. sì
        Affinché il nostro dialogo quasi letterario non sia considerato al 100% "diluvio", mi esprimerò anche sull'argomento dell'articolo:
        A giudicare dai "rapporti dalle strade" di Varsavia, gli stessi polacchi sono molto "sfavorevoli" alla "democrazia" e ai "diritti umani" - le autorità polacche ei loro propagandisti - i "giornalisti analitici" sono piuttosto preoccupati dell'espressione "la cui mucca si lamenterebbe" - se prestano attenzione alle loro "secche", e riguardano la presunta "mano di Mosca" nella "Maidan polacca" (così come la mitica "ingerenza russa nelle elezioni americane", che è completamente infondata, rozza fabbricazione anti-russa ingannare ) "impegnarsi a" ragionare "! wassat
        Venne al debole Yarik Kachinsky e tutta la sua compagnia gop russofobica-bielorussa-fobica "il loro stesso lardo per orpello" volò dentro, come da un teppista steso "oberato di lavoro" che una freccia vola in faccia - "fatica da gomma"!
        "Recoil" dal "colpo" nel tentativo di una campagna sfacciata e frenetica di destabilizzazione "Maidan" della vicina Bielorussia!
        Come non farebbero i "draghi" di Varsavia a rotolare le loro "colline Maidan" ?! occhiolino
        Come a mio avviso, né Biden, né Trump, niente di buono per Mosca (il Cremlino e la Russia nel suo insieme) cambierà, quindi "bere champagne" non ne vale la pena (spero che un servile si alzi con applausi prima dell'arrivo un funzionario americano, la Duma russa è già diventata chiara e comprensibile ??!)!
        E ad essere onesti, tutte queste "previsioni" e "speranze" su quale "maestro" "cattivo" o "buono" della Casa Bianca di Fascington sarà "eletto" per la prossima cadenza presidenziale, nel complesso, non cambia nulla nell'essenza del confronto. Gli Stati Uniti e la Russia (anche tenendo conto che gli "elitari" russi tengono il loro "lavoro massacrante" nei "cassonetti" dei venditori ambulanti locali e sono dipendenti dall'Occidente, sono sotto il completo controllo americano, mentale e fisico - dopotutto, "l'avidità uccide"!)! Dal momento che l'ombra malvagia "stato profondo" negli Stati Uniti coloniali controlla le "bambole a strisce": i presidenti americani, non loro! richiesta
        IMHO
    2. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 7 November 2020 12: 22
      +1
      Soprattutto su Snowden sembra rilevante ...
  3. Caro esperto di divani. 7 November 2020 10: 00
    +2
    Per questo, osserva lo studio polacco, da un lato si rivelerà un partner meno a suo agio per il Cremlino di Trump, perché “non avrà paura di criticare pubblicamente la Russia e il suo presidente per essersi ritirati dalla democrazia e non rispettare i diritti umani”.

    Oh, chi lo direbbe?)

    E gli stessi polacchi non hanno paura che Biden e loro "non avranno paura di criticare pubblicamente" per essersi discostati dai principi della democrazia, con la loro nuova riforma giudiziaria?
  4. 123 Офлайн 123
    123 (123) 7 November 2020 10: 37
    +3
    Comodo, non conveniente ..... Fa differenza quale anziano capitolino siede in oralità?
    A proposito, non è ancora il presidente e le elezioni si sono rivelate divertenti risata Con giostre, anime morte, ripieno, affluenza al 120%. Tutto ciò che amiamo. sì
    YouTube considera questo contenuto inaccettabile e quasi colpisce le mani che non sarebbero state guardate lol

    https://www.youtube.com/watch?v=dNh4UzikA5o&has_verified=1&bpctr=1604735642
  5. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 7 November 2020 12: 26
    +1
    C'è della verità
    I Democratici hanno sbagliato male alle elezioni, quindi la Federazione Russa non dovrebbe affrettarsi a riconoscere Biden se "vince". In generale, sarebbe fantastico se Putin raggiungesse anche un accordo con Xi.
    Per aver riconosciuto Biden come presidente, puoi scrollargli di dosso molte cose.
  6. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 7 November 2020 13: 16
    +3
    Sì, né l'uno né l'altro saranno convenienti per la Federazione Russa. Per la Federazione Russa sarebbe utile la guerra civile negli Stati Uniti, che costringerebbe gli Stati Uniti ad abbandonare le ambizioni imperiali e le ambizioni del Gendarme mondiale.