La Russia dovrà accettare la vendita di giacimenti petroliferi alla Bielorussia


Il presidente Alexander Lukashenko ha espresso il desiderio di acquistare un giacimento petrolifero in Russia per lo sviluppo indipendente. Come risponderà Mosca a questa iniziativa di Minsk, visto che il nostro sottosuolo non può essere trasferito agli stranieri?


Prima di tutto, devi definire i termini. Secondo la legge "sul sottosuolo", le risorse naturali russe appartengono allo stato e possono essere trasferite per l'uso solo in conformità con una licenza di sviluppo, dove tutte le condizioni sono chiaramente specificate. I giacimenti petroliferi stessi non appartengono ai petrolieri, quindi Alexander Grigorievich, a quanto pare, era inesatto con il testo. Di norma, le società straniere entrano in progetti russi insieme ad attori locali. Allo stesso tempo, la Bielorussia possiede già una compagnia petrolifera, che si sta sviluppando a Yamal. OJSC NK Yangpur è stata fondata nel 2012 e un anno dopo è stata acquisita da Belorusneft.

Si scopre che Minsk è già presente sul mercato petrolifero russo. Altra domanda è sui volumi: a Yamal l'anno scorso ha prodotto solo 224mila tonnellate, mentre i bielorussi acquistano 18 milioni di tonnellate esenti da dazio da Mosca, che vengono lavorate nelle raffinerie e riesportate all'estero. Probabilmente, sono proprio le innovazioni sotto forma di una "manovra fiscale" nell'industria petrolifera nazionale che stanno spingendo la Bielorussia a garantire un punto d'appoggio in Russia e iniziare a produrre in modo indipendente da noi materie prime di idrocarburi in volumi molto maggiori rispetto a prima. Tuttavia, questo può causare seri problemi:

In primo luogo, tutti i depositi buoni sono stati a lungo smantellati e divisi, ed è improbabile che gli oligarchi locali siano pronti a condividerli "come fratelli". Ciò su cui Minsk può davvero contare è un campo relativamente piccolo che deve essere sviluppato da zero.

In secondo luogo, non è del tutto chiaro dove Alexander Grigorievich intenda trovare fondi gratuiti per questo evento su larga scala. La Bielorussia non è nella migliore posizione finanziaria, perché è molto probabile che il suo presidente chieda al Cremlino un prestito mirato per il suo progetto.

In terzo luogo, in condizioni di bassi prezzi mondiali del petrolio, lo sviluppo di un giacimento in un campo aperto non sarà l'occupazione più redditizia, a meno che, ovviamente, Minsk non riceva preferenze fiscali decenti per se stessa. Ma questo può causare un forte malcontento tra gli oligarchi locali, che si troveranno in una posizione diseguale.

Il Cremlino accetterà questo? La domanda non è del tutto semplice. Da un lato, la storia si rivela economicamente molto svantaggiosa per la Russia. D'altra parte, Mosca si aspetta chiaramente da Alexander Grigorievich il suo sostegno sotto forma di ulteriori passi verso l'integrazione nel quadro dello Stato dell'Unione. Dovremo in qualche modo risolvere la questione di compensare la Bielorussia per le sue perdite nella manovra fiscale nell'industria petrolifera russa. Inoltre, Minsk è ora obbligata a trasferire i flussi di esportazione dal Baltico ai nostri porti, il che strapperà il velo di segretezza da molti schemi "grigi" con l'esportazione di prodotti petroliferi, che portano buoni profitti a persone rispettate in Bielorussia.

È più che probabile che le élite al potere nelle repubbliche sindacali alla fine saranno in grado di trovare un linguaggio comune e compensare i disagi a scapito del bilancio federale, dando loro un passaggio al business petrolifero nazionale. Non c'è altra via d'uscita.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
20 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dimy4 Офлайн Dimy4
    Dimy4 (Dmitry) 6 November 2020 12: 33
    +1
    D'altra parte, Mosca si aspetta chiaramente gratitudine da Alexander Grigorievich ...

    Non aspettare.
  2. dilettante Офлайн dilettante
    dilettante (Victor) 6 November 2020 13: 14
    +2
    Il prossimo "prestizhitatsii" del signor Marzhetsky. La Russia deve Lukashenka ... Lui lo deve a lei.
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 9 November 2020 09: 14
      0
      Citazione: laico
      Il prossimo "prestizhitatsii" del signor Marzhetsky. La Russia deve Lukashenka ... Lui lo deve a lei.

      E in effetti, cosa dire?
      1. dilettante Офлайн dilettante
        dilettante (Victor) 9 November 2020 09: 32
        0
        E in effetti, cosa dire?

        Siamo già nel reparto n. 6 per discutere di "ipotesi dubbie"?
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 6 November 2020 13: 41
    -2
    Se consideriamo tutto in senso lato (e non secondo la lettera della legge, letteralmente, ecc.), Allora tutto è corretto. Old Man vuole petrolio e gas da molto tempo, non esita a contrattare e tira dove può.

    Tutti gli esperti inversi e gli autori di articoli - sostituiremo il papà, puniremo il papà, il papà pagherà, non perdoneremo il 33 "chopovtsev" - hanno dimostrato il loro completo torto.
  4. lavoratore dell'acciaio 6 November 2020 14: 08
    -2
    E papà è fantastico! Tutto per il tuo paese e per la tua gente! E ha proibito ai dottori di andarsene. Ebbene, come puoi non lodare un tale leader? Possiamo solo invidiare che non abbiamo questo!
  5. 123 Офлайн 123
    123 (123) 6 November 2020 14: 19
    +2
    A.G. Lukashenko 2016:

    La Bielorussia è pronta a incontrare la Russia a metà strada e vendere l'impianto di trattori gommati di Minsk (MZKT), ha affermato il presidente Alexander Lukashenko. Tuttavia, in cambio, ha chiesto niente di meno che un giacimento petrolifero per la produzione di 10 milioni di tonnellate di petrolio.

    Nel 2016 non l'hanno regalato per una pianta molto necessaria, ma nel 2020 si incontreranno sicuramente a metà strada e lo rinunceranno proprio così. assicurare Perché? Dopotutto, questo è Putin, distribuirà tutto, petrolio a Lukashenka, legname ai cinesi, acqua ai marinai. triste A quanto ho capito, questo è l'unico argomento a favore di questo sviluppo di eventi?
    È più che probabile che i singoli giornalisti trasmettano le loro ipotesi deliranti al pubblico. hi
  6. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 6 November 2020 14: 47
    +5
    Quale è la domanda? Unisciti alla Russia in confini comuni e sviluppa, anche il petrolio, persino il gas! E prima di entrare, scusa! E poi pompare petrolio russo in un paese straniero e trasportarlo verso e attraverso i paesi della NATO: che tipo di follia ci si aspetta dalla Russia a Minsk?
  7. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 6 November 2020 16: 29
    -3
    La Russia dovrà accettare la vendita di giacimenti petroliferi alla Bielorussia

    - Ah ... - questo sarà il numero ...
    -Sì Lo (Lukashenko) muoverà immediatamente qualcosa di concessionario con la Cina in questo campo .. -Oppure affitterà il campo alla Cina per 99 anni; o per niente ... - venderà semplicemente tutto questo deposito alla Cina con tutte le rigaglie ... - Certo ... - La Cina imbroglia Lo e lo pagherà con "perle di vetro". (Attrezzature cinesi obsolete, attrezzature usate, beni di consumo, ecc.) .. - come è successo più di una volta ... - Ma questa è un'altra storia ...
    1. oracul Офлайн oracul
      oracul (leonide) 7 November 2020 07: 56
      -1
      È impossibile da vendere, non rientra nella Costituzione (alienazione del territorio), ma consegnare ai bielorussi su concessione a condizioni reciprocamente vantaggiose e con il divieto di qualsiasi cessione di diritti a chiunque senza il nostro consenso - perché no?.
      1. 123 Офлайн 123
        123 (123) 8 November 2020 12: 24
        +2
        È impossibile da vendere, non rientra nella Costituzione (alienazione del territorio), ma consegnare ai bielorussi su concessione a condizioni reciprocamente vantaggiose e con il divieto di qualsiasi cessione di diritti a chiunque senza il nostro consenso - perché no?.

        E in realtà perché così? Hai spiegato come redigere, ma non un solo argomento a favore di una tale decisione richiesta Perché cedere? Inoltre, Lukashenka ha un'idea peculiare di "termini reciprocamente vantaggiosi". Perché non su base generale?
  8. Può essere affittato per 20 anni
  9. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 6 November 2020 21: 22
    0
    Non è chiaro perché A. Lukashenka abbia bisogno delle risorse truccate della Federazione Russa, quando tutti i tipi di lukoil corrono da tempo in Iraq, persino in Africa ... il Venezuela, il paese più ricco di petrolio del mondo, dovrebbe trasferirsi lì così ... Sembra un articolo, divorzi solo per concetti, Corrispondono ad azioni reali ...
    1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
      Sapsan136 (Sapsan136) 7 November 2020 18: 14
      +3
      Quindi il Maligno ne ha bisogno gratuitamente, ma non lo daranno gratis in Iraq, ed è ora che la Federazione Russa inizi a far pagare a questo boor i debiti, abbastanza per nutrire questo parassita gratuitamente. Non ha fatto nulla di utile per la Federazione Russa.
    2. 123 Офлайн 123
      123 (123) 8 November 2020 12: 27
      +2
      Non è chiaro perché A. Lukashenka abbia bisogno delle risorse truccate della Federazione Russa, quando tutti i tipi di lukoil corrono da tempo in Iraq, persino in Africa ... il Venezuela, il paese più ricco di petrolio al mondo, dovrebbe trasferirsi lì così ... Sembra un articolo, divorzi solo per concetti, Corrispondono ad azioni reali ...

      Piuttosto un pensiero sensato buono Sembrerebbe che il mondo intero sia di fronte a te compagno lavora dove vuoi, ma ... in generale, non è attraente per Lukashenka, poiché di solito spera di spremere qualcosa gratuitamente.
  10. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 7 November 2020 12: 46
    0
    Le consegne in Bielorussia vengono effettuate a prezzi scontati, ma Lukashenka insiste su quelle nazionali russe.
    Può darsi che la Federazione Russa avrebbe acconsentito se Lukashenka non avesse rivenduto il gas fornito agli Stati vicini - Lituania, Polonia, Ucraina e ne avesse tratto un buon profitto.
    La questione dei prezzi non è stata ancora risolta, quindi è più facile vendere l'intero campo, inoltre, dipende da quale marca, risorsa, infrastruttura, fornitura, logistica, ecc. Compra, guarda cosa succede, potrebbe scoprire che il gioco non valeva la candela. I prezzi nella Federazione Russa non si fermano per un giorno, e quindi i costi.
    Non c'è niente di straordinario in ciò che vendono, vendono tutto: persone, terra, depositi di risorse naturali, fabbriche, banche. Sono venduti a privati ​​e persone giuridiche, residenti e non residenti. Vendono all'ingrosso e al dettaglio con il pretesto di privatizzazione, partenariato pubblico-privato, progetti di investimento, ecc. Lukashenka è peggio di altri? Il denaro non puzza, non sarebbe economico e non sarebbe un peccato ritirare un centesimo da esso al tesoro per il transito.
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 8 November 2020 12: 31
      +2
      Vendono all'ingrosso e al dettaglio con il pretesto di privatizzazioni, partenariati pubblico-privati, progetti di investimento, ecc. Lukashenka è peggio di altri? Il denaro non puzza, non sarebbe economico e non sarebbe un peccato ritirare un centesimo da esso al tesoro per il transito.

      Non è né peggiore né migliore. Ma lui non vuole, come tutti gli altri, l'eterna passione per gli omaggi.
  11. Vyacheslav Mosca Офлайн Vyacheslav Mosca
    Vyacheslav Mosca 7 November 2020 13: 36
    +3
    Perché vendere qualcosa o, soprattutto, dare qualcosa a un contadino collettivo, se prima o poi lo buttano via? Puoi promettere, puoi considerare, ma allo stesso tempo osservare lo sviluppo della situazione in Bielorussia e cercare un sostituto per l'ultimo dittatore in Europa, che non può fare altro che tradire la Russia. E ha solo bisogno del nostro petrolio per rafforzare il suo potere personale.
  12. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 7 November 2020 18: 12
    +5
    Non è redditizio vendere i depositi della RB RF, poiché è molto più redditizio vendere petrolio, per non parlare della benzina. Non ha senso assecondare la Repubblica di Bielorussia, a scapito dei suoi interessi, dopo che Lukashenko non ha riconosciuto la Crimea come parte della Federazione Russa, ha rifiutato di collocare una base militare russa nella Repubblica di Bielorussia, la Federazione Russa non ha bisogno di parassiti e, ancor più, di parassiti stranieri
  13. Anchonsha Офлайн Anchonsha
    Anchonsha (Anchonsha) 7 November 2020 19: 42
    +2
    No, la Bielorussia è uno stato sovrano e devi pagare per la sovranità (se non fosse per la Russia, la Bielorussia non sarebbe stata sovrana inizialmente dopo il crollo dell'URSS), lo stato sindacale per Luka è solo una scusa. Se sali per estrarre petrolio in Russia, allora paga l'ammissione, le tasse e i dazi come stato sovrano, dal momento che non influenziamo in alcun modo la Bielorussia e non ne otteniamo nulla, ma solo le assicurazioni di Padre sull'Unione con la Russia. Ma si scopre che dovremo ancora una volta dare alcune preferenze per il petrolio e la sua consegna attraverso i nostri oleodotti. Non risulta malaticcio.