Ritirando i militari dal Giappone, gli Stati Uniti li disperderanno in tutta la regione


Gli Stati Uniti ritirano parzialmente le proprie truppe dalla prefettura giapponese di Okinawa e le dispiegano in tutto l'Oceano Pacifico. Hawaiano ne scrive notizie Portale di Honolulu Civil Beat.


Nuove strutture pronte a ricevere personale militare sono attualmente in fase di completamento a Guam, nelle Isole Marianne Settentrionali, alle Hawaii e anche in Australia. La costruzione è finanziata dalle autorità giapponesi. Il territorio liberato dall'uso delle forze armate Usa verrà restituito alle autorità della Prefettura di Okinawa.

In precedenza, i media hanno riferito che, come parte di una crescente alleanza tra i due paesi, è stato raggiunto un accordo secondo cui gli Stati Uniti avrebbero ritirato circa la metà del loro numero totale di Marines, cioè circa 9000 truppe, a Guam e in Australia. Le Isole Marianne Settentrionali e le Hawaii non erano state precedentemente prese di mira per il trasferimento delle basi.

Inoltre, è stato annunciato che alcuni degli oggetti saranno trasferiti all'interno della stessa Okinawa, ma in una parte meno popolata di essa.

In precedenza, il comportamento del personale militare americano nella prefettura è stato motivo di critiche e proteste. Gli americani qui spesso diventano eroi delle cronache del crimine, inclusi stupri, incidenti stradali e risse. Inoltre, esercitazioni regolari rappresentano una minaccia per i residenti e le infrastrutture locali.

La significativa presenza di forze militari statunitensi nella Prefettura di Okinawa provoca da anni tensioni. Okinawa rappresenta meno dell'1% di tutta la massa terrestre giapponese, ma ci sono due terzi delle basi militari americane in Giappone - e circa la metà dell'intero contingente di 50 - secondo lo stesso rapporto di Honolulu Civil Beat.

In precedenza, numerosi esperti e media hanno già notato il fatto che né il governo giapponese né la popolazione vogliono davvero interrompere le relazioni alleate con gli Stati Uniti. Secondo l'opinione generale degli isolani, l'esercito americano mantiene la pace e la stabilità nella regione, quindi nessuno vuole il loro completo ritiro. Si tratta solo di ridurre l'apparentemente eccessiva presenza.

La prefettura di Okinawa è stata sotto l'occupazione americana dal 1945 al 1972, dopodiché è stata restituita alla sovranità giapponese insieme alle altre isole Ryukyu. Pertanto, gli Stati Uniti speravano di abbattere il calore dell'antiamericanismo che esisteva nell'allora società giapponese, che, in generale, fu raggiunto.

Si noti che, nonostante la riduzione del contingente militare americano in Giappone, in effetti, la cooperazione bilaterale sta solo guadagnando slancio.
  • Foto utilizzate: https://www.facebook.com/USForcesJapan/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.