Tre previsioni su Biden e sui Democratici statunitensi di cui la Russia non dovrebbe aver paura


L'incantevole spettacolo chiamato "elezioni presidenziali statunitensi" sta entrando in un nuovo cerchio: entrambi i candidati trasmettono con assoluta convinzione la propria vittoria e ognuno di loro sembra pronto a piegare la sua linea fino alla fine. Quale sarà il finale è tutt'altro che chiaro, ma alcuni hanno già fretta di congratularsi con Joe Biden per il successo. Molti paesi in tutto il mondo si stanno chiedendo quale sarà esattamente per loro il cambio di potere alla Casa Bianca?


La Russia non fa eccezione, e questo è più che naturale, perché gli anni passati per il nostro Paese sono passati sotto il segno di un confronto sempre più aggravato con gli Stati Uniti. Ovviamente, sulla base di questo, le previsioni oggi sono per lo più fosche. Tuttavia, proviamo a capire: vale la pena preoccuparsi in anticipo e, in caso affermativo, cosa esattamente? Consideriamo le tre principali preoccupazioni espresse dagli analisti domestici sulla possibile vittoria di Biden.

1. Imporrà "sanzioni infernali"


Sì, i rappresentanti del Partito Democratico degli Stati Uniti sono grandi fan della tassazione del nostro paese. Nel senso: sempre più nuove restrizioni. Puoi persino invidiare la loro ingegnosità in questa materia, lamentandoti: "tale energia - sì per scopi pacifici!" Ricordo che Biden stesso parlò delle prossime sanzioni, come se esprimesse la sua intenzione di "punire la Russia" per qualcosa. Tuttavia, ci sono due punti fondamentali da considerare qui. Prima di tutto, le più diverse iniziative sanzionatorie anti-russe eseguite dai democratici, piuttosto, non lo furono economico, ma un carico puramente politico e propagandistico. Chi era Trump lì? "Agente del Cremlino"? Quindi, di conseguenza, sono sfuggiti di mano nel trovare ragioni e ragioni per introdurre qualcosa di "tale" e quindi dimostrare quanto favorevolmente differiscono dal loro avversario. Avrebbero bisogno di qualcosa del genere se il loro rappresentante rilevasse lo Studio Ovale? Una questione molto controversa. Ciò non significa in alcun modo che dopo le elezioni, il Partito Democratico, i suoi membri del Congresso e senatori infiammeranno la Russia di amore e correranno a correre per annullare le sanzioni da loro imposte. Ma per introdurre nuove ...

La questione, tra l'altro, sta anche nel fatto che Washington ha praticamente "scelto" l'intero limite di azioni restrittive che potrebbero essere intraprese senza un danno significativo ai propri interessi e senza mettere a rischio l'intero sistema finanziario ed economico globale. Allo stesso tempo, le sanzioni "leggere" degli Stati Uniti contro la Russia, se hanno dimostrato qualcosa in modo brillante, solo la loro efficacia estremamente bassa. Ma andare avanti significa calpestare un "ghiaccio" molto sottile che può semplicemente sfondare. Pensa che gli Stati Uniti non stiano imponendo un embargo assoluto all'acquisto di petrolio russo seguendo il modello iraniano per ragioni umanistiche? Sì, lo farebbero con grande piacere, ma questo può portare a tali shock nei mercati energetici, le cui conseguenze non possono essere previste da tutti gli analisti specializzati a Washington. Più o meno la stessa situazione con, diciamo, la "disconnessione" del nostro paese dal sistema di pagamento SWIFT. Non importa quale retorica "formidabile" ricorrano a Capitol Hill, sono ben consapevoli che, superati certi limiti, possono provocare processi incontrollabili e imprevedibili su scala globale. E inoltre, spingere Mosca ad azioni molto più radicali e drastiche di adesso. Quindi è improbabile che riceveremo sanzioni più "infernali" di loro, almeno nel prossimo futuro.

2. Radunerà la NATO contro la Russia


Un altro motivo di presunta preoccupazione. Trump, dicono, era quasi a mezzo passo dal "distruggere" l'alleanza del Nord Atlantico, e il simpatico Biden avrebbe immediatamente "fatto pace" con l'Europa, che era stata profondamente offesa dal suo predecessore, rafforzato legami e alleanze con essa, e ... E allora? Sposterà tutto questo esercito unito per assaltare i confini russi? Sì, il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen si è già affrettata a congratularsi con il candidato democratico per la sua vittoria, spargendo elogi e sgorgando di ottimismo. Lei, si sa, "attende con impazienza l'opportunità di far avanzare l'agenda globale con il nuovo presidente degli Stati Uniti", che vede solo ed esclusivamente Biden. Anche il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg si è affrettato a congratularsi con il "risoluto sostenitore dell'unità transatlantica" che egli chiama "per affrontare la Russia". Prima di suonare l'allarme su questo argomento, ricordiamo le cose completamente ovvie. Partiamo dal fatto che durante il tempo dell'attuale (o già ex?) Proprietario della Casa Bianca, con tutte le sue vessazioni nei confronti degli "alleati" europei nell'Alleanza, di natura esclusivamente finanziaria, la presenza militare americana nel Vecchio Mondo non solo non è diminuita, ma è aumentata, forse. , fattore di! Qual è stato il valore del solo esercizio Difesa dell'Europa 2020 ...

È stata solo la pandemia di coronavirus che ha impedito a queste manovre di espandersi in tutta la sua ampiezza e potenza, senza precedenti per scala e grado di provocazione. Inoltre, sia la fornitura di armi che attrezzaturae il processo di schieramento di contingenti militari statunitensi, le cui posizioni si stanno spostando sempre più a est, è continuato durante la presidenza Trump abbastanza regolarmente. Ha ritirato le truppe dalla Germania? Dopotutto, allo stesso tempo li ha trasferiti in Polonia e negli Stati baltici, il che è molto più spiacevole per il nostro paese. Lasciatemi suggerire che se Biden inizia a ripristinare l'interazione con la NATO in un formato "classico", senza fare un serio "pregiudizio" nei confronti dei suoi membri piccoli, ma estremamente aggressivi e di mentalità russofobica, come Varsavia o Vilnius, la Russia ne trarrà beneficio. Con l'Alleanza nella sua solita contraddittoria diversità, interessi che si escludono a vicenda (dalla Grecia alla Turchia), abbiamo convissuto dal 1949 e finora, fortunatamente, senza guerra. Ma con quella piccola ma feroce alleanza militare filoamericana che ha iniziato a riunirsi sotto Trump sui confini occidentali nostri e bielorussi, è improbabile che sia così. In ogni caso, tutto deve essere preso in considerazione - sia le parole di Biden sul nostro paese come "la principale minaccia alla sicurezza e alle alleanze degli Stati Uniti", e il fatto che i democratici abbiano ripetutamente e aspramente criticato Trump per azioni volte a smantellare l'attuale sistema di sicurezza globale e lasciare la pertinente contratti. È improbabile che sia peggiore di quello che è, ma almeno START-3 può essere preservato?

3. Spingerà l'Ucraina a intensificare il conflitto


Forse i timori più seri e profondi sulle possibili azioni di Biden contro gli interessi della Russia sono legati al "no profit". Diciamo, l'Ucraina non ha un "migliore amico" e un sostenitore più ardente di "Zio Joe". Ebbene, si può dire così - nei "layout" locali la famiglia Biden è coinvolta, come si suol dire, a capofitto. L'attuale candidato alla presidenza ha visitato questo paese sette volte quando era vicepresidente sotto Barack Obama, e suo figlio è diventato famoso in tutto il mondo per i suoi legami piuttosto dubbi con Kiev, sia commerciali che politico... Tuttavia, la ferma convinzione che Biden lo avrebbe immediatamente "riportato nel regno", varcando appena la soglia della Casa Bianca, poteva essere vista solo da Petro Poroshenko, con la sua solita grandiosa sbornia. Tuttavia, il resto delle speranze dei "falchi" ucraini per il nuovo leader americano a un esame più attento sembrano piuttosto dubbie. Sì, Biden ha detto qualcosa sul "supporto militare e sulle" armi letali ". Tuttavia, le forze armate ucraine hanno iniziato a ricevere armi sotto forma di Javelin ATGM sotto Trump e non sotto l'amministrazione democratica di Obama.

Inoltre, è stato Biden a Kiev a parlare dalla tribuna del parlamento locale della necessità di attuare gli accordi di Minsk, che l'Ucraina non dovrebbe solo decentralizzare, ma federare! Tuttavia, anche questo discorso del tutto inequivocabile dell'allora vicepresidente degli Stati Uniti impallidisce prima della registrazione della sua conversazione con Petro Poroshenko, resa pubblica in Ucraina, sull'incidente in Crimea, dove i nostri servizi speciali hanno neutralizzato due gruppi di sabotaggio ucraini nell'agosto 2016. In questo video, Biden fa letteralmente a pezzi il presidente ucraino, ripetendo di "problemi giganteschi" e l'inammissibilità di portare l'opposizione russa alla Crimea "oltre la portata degli sforzi politici e diplomatici". Egli vieta chiaramente e inequivocabilmente a Kiev di condurre "qualsiasi operazione militare o sovversiva e sovversiva" contro la Russia, e Poroshenko, con voce tremante, assicura al suo interlocutore che "non solo nulla del genere accadrà di nuovo, ma proprio niente". E, a proposito, questa cifra si è davvero calmata, fino alla "provocazione Kerch" del 2018, che è stata intrapresa già sotto Trump. Certamente, il sostegno di Washington a Kiev, sia politico che militare, continuerà. E così sarà sotto qualsiasi leader dello stato americano. Tuttavia, non c'è quasi alcun motivo per credere che sotto Biden assumerà volumi e forme troppo ipertrofiche, e ancor di più provocherà l'inizio di ostilità su larga scala.

Tutto quanto sopra non significa in alcun modo che dovremmo rallegrarci per l'elezione di Biden a Presidente degli Stati Uniti, se tale è ancora riconosciuta come valida. Sì, è del tutto possibile che nel quadro dei tentativi di normalizzare le relazioni con l'Europa, gravemente danneggiate dal suo predecessore, ridurrà in qualche modo la pressione sullo stesso Nord Stream 2. Questo è del tutto possibile, soprattutto dato che il rappresentante dei Democratici è un fanatico sostenitore dell'energia verde ed è improbabile che faccia pressione sugli interessi delle società petrolifere statunitensi con la stessa diligenza di Trump. Tuttavia, nuovi problemi con gli Stati Uniti potrebbero sorgere in direzioni completamente diverse - e si presenteranno, puoi starne certo. Seguendo la logica delle azioni del Partito Democratico Americano (sotto lo stesso Barack Obama), ci si può aspettare che evitando il confronto militare diretto con il nostro Paese, Washington triplicherà, o addirittura decuplicherà i suoi sforzi per "portare un cambiamento democratico" in Russia. Chiamare il pane al pane - in ogni modo possibile attiva la preparazione per il dispositivo nel nostro paese "rivoluzione colorata". Permettetemi di ricordarvi che il "Maidan" ucraino è scoppiato proprio sotto Obama e Biden.

Non so fino a che punto i dati pubblicati di recente di un'indagine sociologica condotta dalla Public Opinion Foundation, secondo cui almeno la metà dei nostri connazionali segue da vicino la corsa presidenziale negli Stati Uniti, corrispondano alla verità, il 29% dei quali simpatizza con Donald Trump e solo il 4% - il suo avversario ... Penso che sia vero: siamo troppo abituati a "ammalarci" nei combattimenti, un risultato positivo da cui non ci si dovrebbe aspettare per definizione. Tuttavia, la buona notizia è che, secondo lo stesso sondaggio, più di un terzo dei russi crede che le elezioni non cambieranno assolutamente nulla e che le relazioni USA-Russia rimarranno tese e fredde come lo sono ora. Bene, questo è già un buon risultato nel campo del realismo. Ora dobbiamo pensare ai nostri problemi ea quelli che verranno dall'altra parte dell'oceano, risolverli, come si suol dire, man mano che vengono.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 9 November 2020 10: 24
    +4
    farà tutto il possibile per intensificare i preparativi per la "rivoluzione del colore" nel nostro paese.

    Tutto questo viene facilmente fermato dall'adozione in Russia di leggi simili a quelle americane in relazione agli agenti stranieri e alle organizzazioni no profit. Lì, Butina non è mai stata arrestata e imprigionata. Se la Russia comincia a fare lo stesso, ci saranno pochi cacciatori prima della "rivoluzione colorata" in Russia.
  2. passando per Офлайн passando per
    passando per (passando per) 9 November 2020 10: 29
    -2
    Ora dobbiamo pensare ai nostri problemi ea quelli che verranno dall'altra parte dell'oceano, risolverli, come si suol dire, man mano che vengono.

    Bene, allora risolvi i tuoi problemi ucraini! Cosa c'entra la Russia? Per quanto ne so, Yanukovich, Azarov e Necropnykh non sono stati eletti consiglieri di Putin.
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 9 November 2020 10: 35
    +2
    Haha. Sceglieranno, non sceglieranno, in ogni caso, la benzina aumenterà di prezzo, alloggi e anche servizi comunali, aumenterà il numero dei miliardari, e il presidente sarà preoccupato.
    1. Afinogen Офлайн Afinogen
      Afinogen (Afinogen) 9 November 2020 11: 13
      +2
      Citazione: Sergey Latyshev
      e il presidente sarà preoccupato.

      Poi il nostro presidente salterà di nuovo sul suo cavallo e dirà che non abbiamo tempo per oscillare. lol Tutto va in cerchio.

  4. Stalnov I.P. Офлайн Stalnov I.P.
    Stalnov I.P. (Stalnov Ivan Petrovich) 9 November 2020 10: 53
    +2
    Se in 20 anni avessimo creato l'economia più avanzata, uno Stato socialmente giusto, NOI non avremmo paura di nessuno e ora abbiamo paura, scusa, le sanzioni vengono imposte. Forse un alto prigioniero che ha creato finanziariamente: capitalismo oligarchico, ladro, corrotto, cinico, stupido, farsi da parte e dare al POPOLO l'opportunità di creare il suddetto stato giusto. E poi già odora di palude, marcia e marcia.
    1. passando per Офлайн passando per
      passando per (passando per) 9 November 2020 11: 02
      -2
      Cerchi un paio di case e negozi da saccheggiare? o un manager competente, un economista intelligente? risata
  5. Semyon Semyonov_2 Офлайн Semyon Semyonov_2
    Semyon Semyonov_2 (Semyon Semyonov) 9 November 2020 18: 52
    0
    Aspettiamo il giorno dell'inaugurazione. ...
  6. Rus Офлайн Rus
    Rus 11 November 2020 09: 33
    -2
    Qualcuno è fortunato, i vincitori vengono scelti ...