L'Armenia ha firmato la capitolazione e costretta a lasciare il Karabakh


Il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha annunciato la firma di un documento "doloroso" per gli armeni sul Nagorno-Karabakh, insieme al presidente russo Vladimir Putin e al suo omologo azero Ilham Aliyev.


Ho preso una decisione estremamente difficile per me e per tutti noi. Ho firmato una dichiarazione per porre fine alla guerra del Karabakh all'01: 00 (00:00 ora di Mosca del 10 novembre 2020 - ndr). Il testo è indicibilmente doloroso per me personalmente e per la nostra gente

Ha scritto.

Pashinyan ha osservato di aver preso questa decisione "come risultato di un'analisi approfondita" della situazione. Crede che questa sia l'opzione migliore in questa situazione.

Secondo il testo del documento firmato, le forze armate azere rimangono nelle loro posizioni. Le truppe armene stanno lasciando il Nagorno-Karabakh e la Russia, parallelamente a questo processo, sta dispiegando il suo contingente di pace lungo la linea di contatto. Per fare questo, Mosca invierà 1960 militari, 90 veicoli blindati e 380 - un altro attrezzatura... Le forze di pace rimarranno lì per 5 anni e, se necessario, le linee del loro soggiorno dureranno altri cinque anni. Inoltre, la proroga può essere effettuata un numero illimitato di volte, se nessuna delle parti dichiara 6 mesi prima della scadenza del periodo di intenzione di porre fine all'applicazione della presente disposizione.

La parte armena deve tornare a Baku nella regione di Kelbajar entro il 15 novembre, nella regione di Aghdam entro il 20 novembre e nella regione di Lachin entro il 1 ° dicembre. Allo stesso tempo, resta agli armeni il corridoio Lachin (largo 5 km) per garantire il collegamento del Nagorno-Karabakh con l'Armenia (senza interessare la città di Shushi, che è sotto il controllo dell'esercito azero). Sarà sorvegliato dalle forze di pace russe. Nei prossimi tre anni, le parti devono concordare l'organizzazione di una nuova rotta di trasporto con la successiva ridistribuzione dei russi.

L'Azerbaigian garantisce la sicurezza della circolazione lungo il corridoio Lachin di cittadini, veicoli e merci in entrambe le direzioni. I rifugiati e gli sfollati interni stanno tornando in Nagorno-Karabakh e nelle aree circostanti sotto il controllo delle Nazioni Unite. C'è uno scambio di prigionieri di guerra, persone detenute e corpi dei morti. Allo stesso tempo, Yerevan fornirà collegamenti di trasporto tra l'Azerbaigian e la Repubblica Autonoma di Nakhichevan, il cui controllo è affidato alle guardie di frontiera russe.

Allo stesso tempo, il presidente dell'Azerbaigian, firmando il documento, ha specificato che la missione di mantenimento della pace nella zona del conflitto del Karabakh sarà congiuntamente russo-turca. Questo è uno dei punti approvati. Aliyev si è anche congratulato con il popolo dell'Azerbaigian per lo storico evento.

Nota che ora è davvero una vacanza a Baku, gli azeri hanno davvero qualcosa da festeggiare. La parte azera ha pubblicato una mappa del Nagorno-Karabakh sul web. Mostra in blu i territori sotto il controllo delle forze armate azere, in rosso - quelli che passeranno per Baku nel prossimo futuro, e in verde - il resto del Nagorno-Karabakh, che sarà controllato dalle forze di pace.


La sera del 9 novembre, a Yerevan, "patrioti" armeni arrabbiati cercavano Pashinyan e picchiavano il presidente del parlamento armeno Ararat Mirzoyan. Affermano che il loro paese ha firmato una capitolazione e ha perso il Nagorno-Karabakh insieme alla "cintura di sicurezza" che lo circondava. Ma non si sa perché questi "patrioti" non fossero tra i volontari al fronte.

Sulla base del testo del documento, risulta che Yerevan non sarà più in grado di controllare la regione e che, in qualche forma, entrerà a far parte dell'Azerbaigian.
  • Foto utilizzate: https://vk.com/azerbaijan
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
32 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Online Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 10 November 2020 13: 16
    0
    È meglio non permettere ai turchi di arrivare a causa dell'elicottero abbattuto.
  2. Tamara Smirnova Офлайн Tamara Smirnova
    Tamara Smirnova (Tamara Smirnova) 10 November 2020 13: 32
    +5
    Questo è per te "Pashunyan, Russophobe Soros. Hai scelto?"
  3. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 10 November 2020 13: 59
    +5
    E chi ha vinto? Turchia o Russia?
    La base russa in Armenia rimane, i confini dell'Armenia sono sotto il controllo russo. C'è un'altra base russa in Azerbaigian. Al centro del Caucaso meridionale.
    A mio parere, una chiara vittoria per la diplomazia russa.
    1. San Valentino Офлайн San Valentino
      San Valentino (Valentin) 10 November 2020 15: 28
      +1
      La stragrande maggioranza dei russi ha sostenuto il tuo popolo in questa incomprensibile confusione, organizzata agli albori del potere sovietico, ma ... nei media è in qualche modo vago su chi per primo ha iniziato questo spargimento di sangue, se gli armeni volessero espandere la cintura di sicurezza intorno al Karabakh, o viceversa, L'Azerbaigian voleva ridurlo, e raggiungere i suoi confini ..... Per tre anni, l'Armenia, a piccoli passi, inequivocabilmente, è andata alla sua sconfitta a causa del colpo di stato che Pashinyan ha organizzato nel suo paese, e tutti sarebbero rimasti nei loro interessi, secondo il Trattato di pace del 1994, quindi voglio sapere più in dettaglio chi si è "agitato" per primo e per cosa.
      1. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 10 November 2020 15: 46
        +3
        Gli armeni furono i primi a contrarsi all'alba del XX secolo. Documenti costitutivi di Dashnaktsutyun. L'Armenia sarà costruita sul sangue. E le guerre etniche iniziarono nel Caucaso. Guerra del 20, 1905-1918, 1920, 1988-1992
        L'obiettivo principale era la creazione della "Grande Armenia" nelle terre azerbaigiane. Dovresti leggere lo stesso Kocharyan, Sargsyan e altri. "Non eravamo interessati all'opinione degli azeri in Karabakh e non ne abbiamo tenuto conto". Approfittando della confusione in Azerbaijan e della caduta del potere, nel 1994 l'Armenia è riuscita a prendere il controllo del Karabakh e delle 7 regioni circostanti. Ma nessun Paese al mondo accetterà la perdita del 20% del proprio territorio e la presenza di 700 rifugiati provenienti da queste 000 regioni. Avendo partecipato ai forum per molto tempo, non ho visto spesso il sostegno dell'Azerbaigian dalla Russia. Al contrario, vedo pregiudizi o, nella migliore delle ipotesi, ignoranza della situazione. Per tutti i 7 anni l'Azerbaigian si stava preparando alla guerra, ma non ha escluso una soluzione pacifica.
        La formula era abbastanza tollerabile per l'Armenia. "Pace in cambio di territorio". 5 distretti (nemmeno 7) in cambio dello status del Nagorno-Karabakh come piena autonomia all'interno dell'Azerbaijan In risposta, l'Armenia ha costruito aree fortificate nelle regioni occupate. Quindi non avevo intenzione di restituire nulla.
        Non ci sono "le orecchie di Erdogan" o "piani dei massoni" o "discepoli di Soros" qui. C'è uno stupido pashinyan qui, che ha fatto arrabbiare Aliyev dichiarando categoricamente che "il Karabakh è l'Armenia, punto." Dopo di che, la guerra è diventata inevitabile. Il 27 settembre, molto probabilmente è stato l'Azerbaigian ad iniziare. E in Azerbaigian questa guerra era vista proprio come una guerra di liberazione.
        Inoltre, approfittando della situazione, I. Aliyev ha arruolato il sostegno della Russia. Questo non si trova da nessuna parte. Ma questa è la mia ferma convinzione. Questo ascesso doveva essere eliminato. Ed è stato eliminato. In questa fase gli interessi di Russia e Azerbaigian coincidono. L'Azerbaigian restituì le sue terre e la Russia si stabilì nel Caucaso meridionale. Non una base isolata, ma due.
        Nessuno dei test qui si è avverato. Non ci sono basi turche in Azerbaijan, non c'è influenza occidentale. Non esiste un gruppo di Minsk. Il ministero degli Esteri russo ha affermato che "né la Francia né gli Stati Uniti hanno partecipato all'elaborazione dell'accordo".
        L'ulteriore dipende solo dall'Armenia. I confini sono sbloccati non solo con l'Azerbaigian. Anche con la Turchia. L'Armenia ha tutte le possibilità per uscire dal blocco economico e costruire il proprio Stato. Ho solo paura che non vogliano correre questo rischio.
        1. San Valentino Офлайн San Valentino
          San Valentino (Valentin) 10 November 2020 16: 45
          +1
          Poi rimane un altro "malinteso" - questo pezzo verde strappato all'interno del Karabakh, che sarà controllato da elmetti blu - questo non è territorio di nessuno, perché le forze di pace non sono lì per sempre, o ci sarà ancora un'enclave armena con una popolazione prevalentemente armena?
          E voglio chiederti ancora una cosa: vedi perfettamente cosa sta succedendo in Ucraina, e chi ha confuso tutto lì, cosa è successo alla Transnistria e alla Moldova, cosa è successo ad Armenia e Azerbaigian, cos'altro succederà alla Bielorussia e al Kazakistan, e non meglio se sarebbe per noi unirci di nuovo, e vivere come vivevamo prima sotto l'Unione Sovietica, traendone il meglio, e vivere nelle nuove realtà pacificamente e amichevolmente, come un'unica famiglia, e non umiliarci di fronte a una sorta di Stati Uniti ed Europa.
          1. Bakht Офлайн Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 10 November 2020 17: 37
            +1
            Non so come sarà nella vita reale. So che la propaganda va avanti in Armenia da oltre cento anni. Odiano la Turchia e l'Azerbaigian a livello di subcorteccia. Non c'era odio simile in Azerbaigian fino al 1988. Abbiamo sempre vissuto serenamente. Ma nessuno può cancellare gli ultimi 30 anni contemporaneamente. Armeni e azeri devono tornare alle loro case in Karabakh. E vivi sotto il controllo delle forze di pace. Non dovrebbero esserci provocazioni. Ma farlo non è meno difficile che vincere la guerra. Ho già fornito esempi. Inghilterra e Francia, Israele e Germania. Gli americani lanciarono bombe atomiche sulle città giapponesi. Dobbiamo superare le precedenti lamentele. È difficile e come sarà - non posso dire.
            Riguardo all'URSS. Puoi unirti solo attorno a un paese forte. In questo caso particolare, in giro per la Russia. Ma per questo la Russia (è lei) deve offrire una sorta di prospettiva. Un'idea unificante. Ma finora la Russia offre solo il capitalismo liberale. Non ci sarà unificazione. Se la Russia sta costruendo il capitalismo, negli Stati Uniti è stato costruito molto tempo fa. E l'Europa (occidentale) in questo senso è avanti di 100-200 anni rispetto alla Russia. Pertanto, le ex repubbliche sovietiche gravitano verso l'Occidente. Sono semplicemente molto più avanti della Russia nella costruzione del capitalismo. E la stessa Russia non costruirà ancora il socialismo.
            1. San Valentino Офлайн San Valentino
              San Valentino (Valentin) 10 November 2020 18: 16
              +2
              Citazione: Bakht
              davanti alla Russia di 100-200 anni.

              Ma che dire della Cina, in cui negli anni Sessanta tutti indossavano tuniche "di Mao Tse Tung", e ogni cantiere aveva il suo altoforno, e ora, da mezzo secolo, sono quasi davanti al resto del pianeta, e al Piano Marshall, quando l'economia europea si è rialzata in 20 anni dopo la guerra, e hanno i loro truffatori e oligarchi, allora perché la Russia non può farlo, abbiamo davvero querce al potere ...
              1. Bakht Офлайн Bakht
                Bakht (Bakhtiyar) 10 November 2020 18: 22
                -1
                Ci sono sfumature in ogni dato esempio. La Cina è legata agli Stati Uniti. Non c'è una guerra economica tra loro adesso? E chi vincerà non è affatto scontato. Il Piano Marshall presuppone la completa sottomissione agli stessi Stati. L'Europa ha la sovranità politica?
                Cito Stalin come esempio dell'URSS. Il paese si sviluppò ed era completamente indipendente dall'Occidente. Aveva piena sovranità e potere economico.
                Ma la moderna Federazione Russa ripeterà questo esempio? Anche lei qui cita come esempio la costruzione del modello occidentale di capitalismo.
    2. pischak Офлайн pischak
      pischak 10 November 2020 15: 36
      +1
      Citazione: Bakht
      E chi ha vinto? Turchia o Russia?
      La base russa in Armenia rimane, i confini dell'Armenia sono sotto il controllo russo. C'è un'altra base russa in Azerbaigian. Al centro del Caucaso meridionale.
      A mio parere, una chiara vittoria per la diplomazia russa.

      hi L'Azerbaigian ha vinto, compagno Bakht, con il quale mi congratulo con te! occhiolino
      Fin dall'inizio delle ostilità, l'esercito e il comando azeri hanno dimostrato un vantaggio operativo-tattico, organizzativo e tecnico sul nemico.
      Direi "pura vittoria" nella guerra azero-armena per il Nagorno-Karabakh e l'integrità territoriale dell'Azerbaigian, ma è stata malvagiamente abbattuta (molto probabilmente, questa è una provocazione turkmena, oltre agli Stati Uniti e alla Banca mondiale, è particolarmente vantaggiosa per la Turchia e l'Armenia, finalizzata a coinvolgere la Russia con negoziati di pace e prolungare lo spargimento di sangue nel Caucaso ?! che cosa ) vicino ai confini del Nakhichevan, un elicottero russo e piloti russi uccisi mi stanno trattenendo da una simile confessione! richiesta
      Che la Russia abbia vinto, in generale ea lungo termine, da questo massacro caucasico, è ancora scritto con un forcone sull'acqua! Mi sembra che no ?! strizzò l'occhio
      IMHO
      1. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 10 November 2020 16: 00
        +1
        L'elicottero è un tragico incidente. Per qualche ragione, nessuno guarda la mappa e non cerca su Internet. È in superficie. I comandanti sul campo non hanno idea dei piani della leadership. Non dovrebbero farlo.
        Pensa davvero che l'elicottero sia stato abbattuto alle 17:30 (ora di Mosca) e alle 18:30 (ora locale). E subito dopo un paio d'ore hai firmato un accordo? La mia cronologia sembra leggermente diversa.
        Il 3-4 novembre, le forze speciali e le parti montuose dell'Azerbaigian sono penetrate a Shusha. Hanno tenuto la fortezza per due giorni, fino a quando i fucilieri motorizzati si sono avvicinati alla città il 6 novembre. Successivamente, il destino della città è stato deciso. Il 5 novembre, il capo dell'NKR Arayik Harutyunyan ha chiesto a Pashinyan di firmare un armistizio, perché le forze dell'esercito stavano finendo. Il 7 novembre, Shusha è stata finalmente presa. Il 9 novembre si sono svolte battaglie nella periferia di Stepanakert (o anche nei sobborghi). Gli armeni trasferirono con urgenza le ultime riserve da Martuni (Khojavend), ma l'intera colonna di veicoli blindati fu distrutta l'8 o il 9 novembre durante il riassegnazione. Non c'è già nulla per difendere Stepanakert.
        I preparativi per la firma dell'accordo sono iniziati il ​​7 novembre. Fu allora che apparvero i primi rapporti sull'attività dell'aviazione russa a Ulyanovsk e sulle colonne di equipaggiamento delle truppe russe lì.
        Torniamo all'elicottero. Secondo quanto riferito, avrebbe accompagnato un convoglio russo dalla base 102 (Gyumri). Ma la colonna era a cento chilometri da Gyumri a sud. Proprio sull'autostrada Yerevan-Goris-Lachin-Shusha. Questo convoglio russo era GIÀ diretto verso il Karabakh. L'equipaggio della difesa aerea ha scambiato il convoglio per uno armeno e ha abbattuto un elicottero. È un incidente. È un peccato che i ragazzi siano morti. Ma l'accordo è stato firmato non a causa dell'elicottero, ma a causa della cattura di Shushi e della guerra perduta. Pashinyan ha già affermato che il 9 novembre l'esercito ha annunciato che le risorse per la resistenza erano esaurite.
        La mia opinione è che la Russia abbia vinto. Inoltre, Putin ha giocato magistralmente a questo gioco. Nessuno è un profeta. Ma al momento la Russia si trova saldamente nel Caucaso meridionale con due piedi (Armenia e Azerbaigian). Non ci sono basi turche, americane o marziane qui (eccetto quelle russe). Deve esserci pace per cinque anni. E cinque anni nel nostro mondo fugace sono un'eternità.
        1. pischak Офлайн pischak
          pischak 10 November 2020 17: 10
          +1
          hi No, compagno Bakht, io so tutto di questo, ma ho scritto di una provocazione con un elicottero, proprio come tentativo di interrompere l'accordo di pace che si stava preparando e spingendo ad un'escalation della guerra (attraverso il confronto, a causa di un attacco a un elicottero militare russo in volo sul territorio dell'Armenia, Azerbaigian già con Russia e CSTO, per capire l'intensità delle passioni in Runet, basta anche leggere il "forum tematico" di ieri sulla Rivista Militare, affine al Reporter)!
          Poiché ci sono "giustificazioni" per cui l '"equipaggio della difesa aerea" azera, in assenza di una guerra dichiarata tra Azerbaigian e Armenia (e non l' "Artsakh" del Nagorno-Karabakh), "spara erroneamente" a un presunto "elicottero armeno" che sorvola il territorio adiacente, sebbene armeno , francamente debole e ovviamente, dopo quello che è successo, "inverosimile" ?!
          Cioè, una sorta di "equipaggio di difesa aerea", senza esitazione, come questo, personalmente e spontaneamente, con le loro azioni irresponsabili, scatena una guerra con l'Armenia in quel momento, in quelle ore e minuti, quando la chiave Shusha fu catturata dall'esercito azero per diversi giorni, il nemico è in corso anche la guerra tra l'Azerbaigian e la repubblica del Nagorno-Karabakh non riconosciuta - "Artsakh" è praticamente finito (hai perfettamente ragione che i negoziati di pace sono stati condotti per più di un'ora e un giorno, non è stato subito che "la questione si è fermata", e gli azeri, militari azeri, erano in consapevoli della reale situazione al fronte, non sono stati ingannati dai propri media e comando, poiché gli armeni stavano ingannando gli armeni, e anche l '"equipaggio della difesa aerea" lo sapeva e, tuttavia, presumibilmente "arbitrariamente", senza alcuna demolizione da parte del comando, non avrebbero avuto il tempo per richiedere il permesso per il tempo di volo dell'elicottero nel loro "settore di osservazione e fuoco", ha osato "rischiare il mondo intero" e sparare all '"elicottero armeno" ?? !!) ??!
          Quindi, con l'abbattimento (possibilmente da "consiglieri" turchi o da mercenari filo-turchi siriani, addirittura contrari agli ordini del comando di Baku, proprio a scopo provocatorio?!), Indovinando esattamente "alla pace", un elicottero russo è chiaro che la questione è oscura!

          Azerbaigian e Turchia alle spalle hanno decisamente vinto!
          L'Armenia ha decisamente perso!
          Ma se la Russia ha vinto (almeno anche a breve termine) qualcosa è questione di domande ??!
          Ahimè, non tutto è così inequivocabile come tu, compagno Bakht, scrivi qui ora con compiacenza, per esempio, ho grandi dubbi su una simile "vittoria russa", forse sbagliata!
          Qualcosa di brutto per me, la mia "chuika" mi racconta di questa "vittoria russa" e di "due gambe nel Caucaso", delle basi russe in Armenia e Azerbaijan (oh ???). Ma non sono Vanga, non Messing, e non pretendo di essere una "cassandra". richiesta
          1. Bakht Офлайн Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 10 November 2020 17: 44
            +2
            Hanno abbattuto MANPADS. Quella è una o due persone. Ieri l'ufficio del procuratore generale dell'Azerbaigian ha avviato un'indagine su questo incidente. I presenti qui hanno un'idea sbagliata sul presidente dell'Azerbaigian. Se qualcuno voleva incastrarlo, allora sicuramente non lo invidio. Strapperanno la testa e diranno che lo era.
            Penso ancora che l'elicottero sia un incidente.
            Nemmeno io sono un indovino riguardo al futuro. Ma penso che sarà più calmo. In ogni caso, accolgo con favore la presenza delle forze di pace russe. Non posso dire se siano accolti in Armenia. Il prossimo futuro lo mostrerà. Non credevo affatto che nell'accordo sarebbe stata inclusa una clausola sulla comunicazione ferroviaria attraverso Zangezur. Non riesco a immaginare come sarà. Anche se è scritto che le guardie di frontiera russe sorvegliano i treni.
            1. barba bianca Офлайн barba bianca
              barba bianca 10 November 2020 23: 24
              +1
              Strapperà anche le teste dei turchi? ;) l'opera è chiaramente turca, provocatoria, poco prima della firma dell'accordo
              1. Bakht Офлайн Bakht
                Bakht (Bakhtiyar) 11 November 2020 00: 16
                +1
                Ancora una volta ripeto la mia opinione. Per l'ultima volta. Non credo che questa sia una provocazione. Inoltre, turco.
                Inutile discutere. Se sei sicuro di qualcosa, non posso convincerti. Sono più che sicuro che sia stato l'esercito azero. Un errore e niente di più. Ma saranno sicuramente puniti.
                Posso raccontare una barzelletta su Nakhichevan. A volte si dice a Baku questo

                Vasif Talibov non cede il Nakhichevan all'Azerbaigian. Inoltre, non cederà alla Turchia.
          2. Bakht Офлайн Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 10 November 2020 17: 50
            +1
            L'ufficio del procuratore generale dell'Azerbaigian ha aperto un procedimento penale in relazione all'elicottero russo Mi-24 abbattuto

            https://ru.oxu.az/war/439524
    3. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
      Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 10 November 2020 21: 20
      +2
      La base in Armenia e la base in Azerbaijan sono ostaggi, che andranno distrutti se la guerra riprenderà, e la Federazione Russa non potrà sostenerli tempestivamente a causa di rotte incontrollate per la consegna di armi e cibo anche per via aerea - chiuderanno lo spazio aereo.
      1. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 10 November 2020 21: 52
        +1
        Ne dubito. Non approvo la base a Gyumri. È proprio al confine con la Turchia. Ma non sarà facile distruggere la base in Karabakh. Hai visto la composizione della 15a Brigata Fucilieri Motorizzati? Queste non sono forze di pace occidentali. Questa è un'unità di combattimento completa. È così facile distruggere un'intera brigata della Federazione Russa?

        https://ru.oxu.az/war/439509

        Non ci saranno provocazioni dall'Azerbaigian. Ne sono sicuro. La logistica avverrà attraverso il territorio dell'Azerbaigian. Molto probabilmente, la base di Gyumri sarà in grado di avere una logistica a tutti gli effetti attraverso l'Azerbaigian.
  4. Volga073 Офлайн Volga073
    Volga073 (MIKLE) 10 November 2020 14: 21
    -6
    Tra 5 anni, Pashinyan verrà rimosso e l'amicizia con la Russia verrà ripristinata. I turchi devono essere distrutti.
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 10 November 2020 16: 24
      +1
      Che sciocchezza, non c'è bisogno di distruggere i turchi e non ce n'è bisogno, e non funzionerà. È necessario costruire insieme una Transcaucasia stabile. E accanto alla Siria, c'è la necessità di porre fine alla guerra di lunga durata, senza la Turchia sarà più difficile e più lungo ... Le relazioni amichevoli con la Turchia ridurranno notevolmente la tensione in questo ventre della Russia ...
      1. barba bianca Офлайн barba bianca
        barba bianca 10 November 2020 23: 29
        +1
        Non possono esserci relazioni amichevoli con la Turchia alla luce delle nuove aspirazioni ottomane di Perdo. Inoltre, lui, come ogni dittatore, non sa come entrare nell'economia, ha delle cuciture lì, il che significa che inevitabilmente allenterà la sua tensione interna all'esterno, preferibilmente con una rapida rapina di territori di nuova acquisizione, perché non ha tempo per commerciare e ripristinare rapidamente l'economia, ha bisogno risultato veloce. E persuadere questi compagni è più prezioso per se stessi, lo percepiscono come debolezza. Stalin blandì anche Hitler in ogni modo possibile, e anche gli europei ci provarono. Come è finita - lo sanno tutti
        1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
          Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 11 November 2020 11: 46
          +2
          Solo sotto R. Erdogan, i contatti con la Turchia hanno iniziato a normalizzarsi, che sono già passati ad azioni congiunte nei punti caldi e in altre aree. I nemici della Russia sono contrari a un simile riavvicinamento e stanno facendo di tutto per prevenire e distruggere ciò che hanno organizzato: il Su-24 abbattuto, il Mi-24, l'assassinio dell'ambasciatore russo in Turchia ... La Russia deve indagare sulla situazione attuale per avvicinarsi alla Turchia. Certo, la Turchia ha l'abitudine di far rivivere la grandezza, quindi la Russia non ha le stesse mode, quindi è necessario raggiungere insieme obiettivi e, naturalmente, compromessi, cosa che sta accadendo ...
          1. barba bianca Офлайн barba bianca
            barba bianca 21 August 2021 15: 22
            0
            Questo è temporaneo;) Anche con Hitler, per il momento c'è stata un'ottima cooperazione reciprocamente vantaggiosa)) Tuttavia, Perdo è ancora più adeguato di Aloizych, quindi piuttosto avremo una relazione del tipo "cooperiamo dove possiamo, combattiamo dove è inevitabile». Ma rilassarsi ed essere ingenui con Perdo-Turkey è un peccato e più caro a te stesso
  5. Il commento è stato cancellato
  6. _AMUHb_ Офлайн _AMUHb_
    _AMUHb_ (_AMUHb_) 10 November 2020 18: 16
    +2
    La "rissa dei compagni di classe" prima che il "primo sangue" finisse ancora, la vittoria del più forte "arbitro" finalmente per caso ??! "capito nell'occhio" (pensa a una specie di elicottero e al business del "cargo 200"). Su quale vittoria diplomatica della Federazione Russa l '"interesse turkmeno" scrive qui non è chiaro, probabilmente è lusinghiero ... non si può nemmeno definire un chiaro fallimento, il tempo lo dirà
    1. barba bianca Офлайн barba bianca
      barba bianca 10 November 2020 23: 32
      0
      No, beh, date le circostanze, questo è il normale allineamento per la Russia. Un'altra cosa è che questo non è solo e, forse, non tanto il merito della "eccellente" diplomazia russa, ma la riluttanza di Aliyev a giacere completamente e finalmente sotto Perdo, cosa che sarebbe accaduta se Azeria fosse andata alla completa cattura del Karabakh, con sgomberi forzati, ecc. nishtyak, su cui la Turchia ha insistito. Aliyev ha saggiamente lasciato un altro grande giocatore al board per controbilanciare la Turchia
    2. gorenina91 Офлайн gorenina91
      gorenina91 (Irina) 11 November 2020 05: 53
      -1
      Per quanto riguarda i nostri caschi blu, che improvvisamente hanno cominciato ad essere riforniti "lì" con tanta urgenza ... è assolutamente incomprensibile ...
      - Territorio povero ... - consegnare tutto in aereo ... - E come ci si vola ??? - Attraverso l'amichevole Azerbaigian ??? - L'Azerbaigian, che anche su un territorio straniero ha abbattuto il nostro elicottero ... - E farà di tutto per conto suo ancora di più ...
      - E personalmente, non ho capito qualcosa ... - E i nostri peacekeepers ... -Sono arrivati ​​con un mandato dell'ONU ??? - Com'è possibile inviare soldati-caschi blu senza mandato dell'ONU ??? - Le forze di pace sono finanziate dal bilancio delle Nazioni Unite ...
      - Cosa sta succedendo qui ??? - Chi pagherà per una manutenzione così cosmicamente costosa delle nostre truppe russe su terreni montuosi e inaccessibili ??? - Attrezzatura militare lì con cosa riempire ??? - Sì, solo un giorno di permanenza lì costerà un bel penny ...
      - E chi li manterrà lì ??? - E quale shishi ??? - Sul narghilè dei nostri contribuenti .., pensionati ... anziani e donne anziane ???
      - Sì, e lì i nostri soldati saranno così vulnerabili ... - letteralmente sia da "bianco" che da "rosso" e da "verde" ... - Spareranno da dietro l'angolo, dai cespugli, non tutti sono troppo pigri .. - Sabotatori turchi e mercenari siriani; e ribelli azeri e armeni ... - Spareranno sia alle persone che alle attrezzature ... - E i nostri occhi di pesce ... - è tutto sul tamburo .. "Onoriamo un minuto di silenzio" ... - e tutti i casi ... - tali "minuti" ... - verranno digitate ore intere ...
      1. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 11 November 2020 12: 05
        0
        Strano.
        Hai sostenuto la creazione di una base in Siria. Nemmeno una base, ma un'intera area fortificata. Senza mai menzionare problemi di fornitura e sicurezza.
        E ora sei preoccupato di rifornire la base in Karabakh. Molto più vicino alla Russia. Che all'improvviso i problemi di fornitura sono diventati così significativi? E non è stato affatto dispiaciuto per il denaro dei contribuenti per creare una "zona fortificata" in Siria.
        Strano ...
  7. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 10 November 2020 20: 29
    -1
    L'accordo firmato è un compromesso che non soddisfa pienamente nessuna delle parti in conflitto, e quindi ci saranno sempre "patrioti" - provocatori che sostengono la guerra per una fine vittoriosa, ad es. finché il nemico non è completamente distrutto.
    L'Armenia ha firmato non la resa, ma il diritto all'esistenza!
    Altrimenti, la sua sconfitta contro l'esercito di Azerbaigian, Turchia e Iran sarebbe inevitabile.
    Avrei perso non solo il Karabakh, un'intera generazione di giovani, ma forse anche lo stato.
    Il Karabakh non è stato riconosciuto da nessuno stato, comprese l'Armenia e la Federazione Russa.
    L'Armenia potrebbe svolgere il ruolo di miccia alla bomba, come a suo tempo l'assassinio dell'arciduca Ferdinando.
    In caso di prosecuzione della guerra e dell'invasione dell'esercito azero nel territorio dell'Armenia, è stato annunciato che la Federazione Russa sarebbe entrata in guerra dalla parte dell'Armenia in base all'accordo CSTO.
    Ciò significherebbe una guerra della Federazione Russa non solo con l'Azerbaijan, gli stati che lo sostengono, ma anche con tutti i cosiddetti. "Amici" e "partner" in occidente, che potrebbero benissimo trasformarsi in una grande, se non in una guerra globale.
    I sottomarini statunitensi sono in allerta nell'Oceano Artico, la NATO ha un'enorme mobilitazione e potenziale militare nel teatro delle operazioni europeo.
    Il tempo di volo per Mosca lanciato dalla Germania o dalla Polonia a Mosca è di 10-15 minuti e, in caso di attacco di rappresaglia, il tempo di volo per gli Stati Uniti è di circa 30 minuti, ovvero avere un vantaggio di 20 minuti che dà loro un enorme vantaggio.
    Le speranze per l'S-500 e le portaerei ipersoniche non sono giustificate finché non saranno in servizio in quantità sufficienti per distruggere il gruppo spaziale, gli Stati Uniti e il Canada.
    1. barba bianca Офлайн barba bianca
      barba bianca 10 November 2020 23: 36
      0
      Hai il coraggio, cambusa? L'Iran andrebbe ad aiutare la Turchia nella guerra contro il territorio principale dell'Armenia? )) Fantastico. Allo stesso modo, le speranze per l'entrata della Russia in guerra all'interno della CSTO sarebbero fantastiche: nessuno combatterà davvero per l'Armenia, al massimo custodiranno la loro base, come a Khveimim, e forniranno armi. Ebbene, ogni sorta di esperti militari, ichtamnet e forze speciali di tanto in tanto, anche come in Siria. E nessun mondo cercherebbe di imbrigliare la Turchia a questo riguardo, certamente non gli europei e non gli Sshan, perché questa è l'agenda personale della Turchia, che minaccia anche l'Europa e che non hanno motivo di sostenere.
  8. sverdicono Офлайн sverdicono
    sverdicono 11 November 2020 00: 01
    0
    Armeni, se non starnutissi costantemente la Russia, guardi e tutto sarebbe andato diversamente.
  9. Voce del popolo Офлайн Voce del popolo
    Voce del popolo (Azer Vekilov) 11 November 2020 21: 30
    0
    I soldati armeni sono ancora a Shushi, in attesa delle forze di pace russe. Semyon Pegov mostra dove difendono (2020)
    Sono bastardo con quest'uomo, dice ancora che ci sono soldati armeni nella città di Shusha !! No, immagino solo cosa potrebbe fare con un tale talento in qualche commedia su TNT anche lì, gli armeni dominano !! TNT-qui una tale pepita scompare !!! Dove stai guardando?
  10. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 11 November 2020 22: 25
    0
    Interessante. Sarà ripristinata la ferrovia lungo la riva degli Araks? In caso affermativo, chi?
    1. Peter rybak Офлайн Peter rybak
      Peter rybak (Pattuglia) 13 November 2020 17: 03
      0
      Citazione: Petr Vladimirovich
      Interessante. Sarà ripristinata la ferrovia lungo la riva degli Araks? In caso affermativo, chi?

      La Turchia ha stipulato un contratto per questa attività. Per quanto ricordo, c'è un "traffico a senso unico". Costruirà un ramo parallelo.
      Gli armeni bruciano le case in cui vivevano prima di lasciare le regioni dell'Azerbaigian. Fondamentalmente, queste sono le case degli azeri che furono espulsi dalle loro terre natali 30 anni fa.
      Ma voglio credere che queste terre alla fine saranno finalmente restaurate e la vita normale tornerà lì, come ai tempi dei soviet.
      Anche se gli Zappatori lavorano lì, non riescono a respirare.