L'Azerbaigian rivela ulteriori piani per il Karabakh


Il 12 novembre 2020, l'ambasciatore azero a Mosca Polad Bulbul-oglu ha rilasciato diverse importanti dichiarazioni. Ha parlato di incidente con un elicottero russo, ha risolto il conflitto nel Nagorno-Karabakh e ha rivelato gli ulteriori piani di Baku per questa regione.


Il diplomatico ritiene che il percorso verso la pace, il benessere e la prosperità sia un processo lungo e talvolta doloroso. Ha riconosciuto che ci vorranno anni e grandi sforzi per normalizzare finalmente la situazione nel Nagorno-Karabakh. L'accordo corrispondente è stato firmato, si addice a Baku ed è una soluzione alla questione del Karabakh.

Ha definito l'incidente con il Mi-24 nello spazio aereo dell'Armenia, non lontano dal confine con la Repubblica Autonoma di Nakhichevan, un tragico incidente, che non ha influito sulla velocità dell'accordo.

In guerra, come in guerra. Tutto può succedere in un simile ambiente. La commissione sta lavorando, scopre i dettagli di questo spiacevole incidente. Quando la verità sarà stabilita, sarà resa pubblica

- ha spiegato.

L'ambasciatore ha espresso il suo profondo cordoglio alle famiglie dei russi uccisi. Ha sottolineato che l'Azerbaigian è pronto a risarcire eventuali danni causati a seguito dell'incidente.

Per quanto riguarda la popolazione del Nagorno-Karabakh, l'ambasciatore ha precisato che l'obiettivo non è mai stato quello di espellere gli armeni da questa regione. L'Azerbaigian non intendeva e non espellerà persone pacifiche dai luoghi in cui vivono. Ma Baku non permetterà mai che si ripetano manifestazioni separatiste.

È tempo che i politologi da divano che parlano del destino del mondo capiscano una volta per tutte che questo è (Nagorno-Karabakh - ndr) il territorio dell'Azerbaijan e vivrà secondo le leggi azere

- ha aggiunto Bulbul-oglu.

Cittadini di nazionalità armena che vogliono vivere pacificamente, lavorare e convivere normalmente con gli azeri che torneranno in Nagorno-Karabakh - lasciateli restare e vivere. Ma se uno di loro riprende le armi, sarà trattato allo stesso modo dei terroristi. E come trattare i terroristi, Vladimir Putin ha detto giustamente su questo, e agiremo come raccomandato dal presidente della Russia (un accenno di "andare in bagno" - ndr).

Ha detto.

Bulbul-oglu ha notato che ora vengono creati uffici temporanei del comandante nei territori liberati, che miglioreranno la vita delle persone e trasferiranno il potere a nuovi organi di governo locale. Ha attirato l'attenzione sul fatto che molti villaggi azerbaigiani sono stati letteralmente spazzati via dalla faccia della terra e dovranno essere ripristinati. Inoltre, anche le case danneggiate degli armeni sono soggette a restauro a spese di Baku. Ha riassunto che la fine è stata fissata con l'occupazione del territorio dell'Azerbaigian, e la vita delle persone, indipendentemente dalla loro nazionalità, sarà migliorata.

41 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
    Raccoglitore (Myron) 12 November 2020 22: 24
    -2
    Una linea molto corretta della leadership azerbaigiana.
  2. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 12 November 2020 22: 27
    +1
    era necessario calibrare un paio di frequenze ad alta frequenza per l'elicottero abbattuto e dire che in guerra è come in guerra, ma questo "diplomatico" incompiuto avrebbe fatto meglio a cantare le sue canzoni
    1. maiman61 Офлайн maiman61
      maiman61 (Yury) 13 November 2020 09: 05
      0
      È stato necessario bruciare immediatamente completamente l'area del territorio da cui sono stati lanciati i MANPADS! Quindi non ci saranno fan di sparare alle truppe russe! In guerra, come in guerra!
      1. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
        rotkiv04 (Victor) 13 November 2020 09: 45
        -1
        A giudicare dalla formidabile risposta del ministero degli Esteri russo, tutti fischieranno, la faccia solare aspetta il momento di colpire per primo
    2. Caffè espresso Офлайн Caffè espresso
      Caffè espresso (Caffè Espresso) 21 November 2020 14: 32
      -1
      La Russia sta ancora nascondendo il fatto dell'abbattimento di un aereo azero un paio di anni fa. Hanno stupidamente attribuito la colpa a un uccello in volo, e il caso è stato chiuso in modo che l'immagine della Russia ubriaca non crollasse agli occhi del mondo.
  3. SONATA 2.0 GPL Офлайн SONATA 2.0 GPL
    SONATA 2.0 GPL 12 November 2020 22: 55
    -2
    La guerra è come la guerra. Vedi come gongolano? Bene, russi, vi piacciono ancora gli azero-turchi? Sono buoni vicini, non è vero?
    1. rrt Офлайн rrt
      rrt (r) 13 November 2020 02: 40
      +1
      Molti russi ancora non capiscono come sia iniziato tutto, non sanno che l'AzSSR è stato creato sulle baionette del corpo di spedizione turco, che, approfittando dei disordini nella Repubblica di Inguscezia nel 1918, invase il Caucaso meridionale, uccidendo da 200 a 300mila armeni pacifici. Questa repubblica di nuova creazione era un cavallo di Troia nel corpo dell'URSS e guidava i propri cittadini. la politica, che si è ridotta a cacciare i restanti cittadini (già sovietici) di nazionalità armena dai loro habitat originari, così, negli anni '70, si sono quasi sbarazzati degli armeni. la popolazione di Nakhichevan, dove un tempo questi ultimi erano la maggioranza (per questo le truppe turche oggi governano a Nakhijevan, uccidete i vostri piloti), poi si sono messi al lavoro sugli armeni dell'Artsakh. Così sono diventati "separatisti" in relazione all'AzSSR, ma non in relazione all'URSS. Volevano riunirsi alla SSR armena per un istinto elementare di autoconservazione. In risposta, la Turchia (un membro della NATO), con l'aiuto delle sue cellule dormienti nell'AzerSSR, condusse una brillante operazione speciale (per l'Occidente) per i brutali omicidi di massa di cittadini sovietici da parte della SSR armena. nazionalità in Sumgait, gettando (nel senso letterale della parola) cittadini sovietici dai loro appartamenti, bruciando intere famiglie nella vita, con stupri di gruppo. Cosa doveva fare la leadership sovietica? .3 cose. 1. Il ministero degli Esteri ha dichiarato che si trattava di un sabotaggio pianificato e di un attacco terroristico contro i cittadini dell'URSS e si riserva il diritto di rispondere (e avrebbe potuto rispondere facilmente - i curdi, guidati da Ocalan, erano nelle vicinanze). 2. NKAO è stato immediatamente restituito alla SSR armena. 3. Il Comitato centrale dell'AzSSR (senza nemmeno cambiare la composizione) ha emesso un avvertimento: se ciò dovesse accadere di nuovo nella repubblica, Nakhichevan tornerà in Armenia. Dopo di che, la pace e la tranquillità sarebbero arrivate nel Transcaucaso per 100 anni, ma la grazia di Dio, che ha fatto l'élite corrotta del paese. Al contrario, un grave crimine organizzato da forze esterne, in particolare la Turchia, è stato frammentato in parti e presentato come spontaneo e come teppista nella sua essenza. Sadisti, lette spie, sono stati processati in diverse e lontane città dell'Unione. La vittima e il lato giusto è stato / rivelato militanti e separatisti, incoraggiando così gli agenti filo-turchi a ripetere le atrocità già a Baku e in altre città della SSR dell'Azerbaigian. Hai sentito dell'operazione Ring? Pensaci, le truppe sovietiche hanno deportato cittadini sovietici in intere aree per accontentare, appunto, le forze esterne.E ora sei sorpreso che la Turchia con i suoi 4 piedi sia salita nel Caucaso meridionale e poi a sua volta mercoledì. Asia? E chi sono stati i più coccolati dell'Unione? Esatto, i tribali, come dicono adesso, erano già scettici riguardo alle comunicazioni. ideologie - amicizia dei popoli, pace, lavoro, giustizia, guida intelligente del partito, tutto questo. Quando hanno visto che tutto questo non era nel paese, hanno detto - non vivremo in questo serraglio e siamo stati i primi a lasciare l'Unione. Continuazione, sai. Ma qualche parola sul probabile futuro - alla fine. Se voi russi pensate che gli armeni vivranno sullo stub che hanno lasciato ad Artsakh, e che è impossibile da proteggere, allora vi sbagliate di grosso. Dopo che gli armeni se ne saranno andati, e questo accadrà rapidamente, turkoazeri chiederanno: "Chi stiamo sorvegliando, signori? Non c'è nessuno qui, quindi uscite. Fortunatamente, avete fatto bene in Gabala".
      1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
        Marzhetsky (Sergey) 13 November 2020 08: 28
        +4
        Citazione: rrt
        Dopo che gli armeni se ne saranno andati, e ciò avverrà rapidamente, i turkoazeri vi chiederanno: "Chi stiamo sorvegliando, buoni signori? Non c'è nessuno qui, quindi non c'è nessuno da lasciare. Per fortuna avete fatto bene a Gabala". Dos vidos.

        Sarà così
        1. Boriz Офлайн Boriz
          Boriz (borizia) 13 November 2020 17: 16
          0
          Ne dubito fortemente. Aliyev avrà già bisogno dei russi come protezione dai turchi. Non è così stupido da non capire che i turchi hanno già svolto il loro ruolo per lui. Aliyev non ha bisogno del Grande Turan. E le sue strade con Erdogan divergeranno nel prossimo futuro. Chiederà anche di proteggere il confine tra Turchia e Nakhichevan. Finora i turchi non hanno divorato completamente questo Nakhichevan.
      2. Bulanov Офлайн Bulanov
        Bulanov (Vladimir) 13 November 2020 09: 53
        -1
        Per evitare ciò, la Russia deve avviare un intervento umanitario in Karabakh: - Tradurre in russo tutto il lavoro d'ufficio e l'istruzione scolastica, inondare il Karabakh di media filo-russi e contemporaneamente introdurre il rublo in circolazione. Per perseguire duramente i raid su rappresentanti di tutte le nazionalità, e per questo creare un dipartimento lì per reprimere la violenza e il terrorismo dei civili.
        1. Peter rybak Офлайн Peter rybak
          Peter rybak (Pattuglia) 14 November 2020 16: 44
          0
          Citazione: Bulanov
          Per evitare ciò, la Russia deve avviare un intervento umanitario in Karabakh: - Tradurre in russo tutto il lavoro d'ufficio e l'istruzione scolastica, inondare il Karabakh di media filo-russi e contemporaneamente introdurre il rublo in circolazione. Per perseguire duramente i raid su rappresentanti di tutte le nazionalità, e per questo creare un dipartimento lì per reprimere la violenza e il terrorismo dei civili.

          Con la forza dei caschi blu del 1960? Non saranno ammesse più persone. Ecco perché ci sono osservatori dalla Turchia. Pensa che l'Azerbaigian e la Turchia non abbiano idea che sotto le spoglie di forze di pace sia possibile guidare una divisione nel Karabakh? Solo un nuovo accordo può aumentare il numero di forze di pace.
          Hai grandi idee, ma come le realizzi? Non capisci che tra quattro anni e mezzo le forze di pace verranno chieste da lì. Su una base completamente legale. Se Putin è ancora al potere, sono possibili opzioni con accordi. Ma se c'è un altro presidente nel nostro Paese, non sono sicuro degli accordi.
      3. San Valentino Офлайн San Valentino
        San Valentino (Valentin) 13 November 2020 16: 44
        0
        La domanda è: perché ti sei ribellato tre anni fa, perché hai rovesciato il governo precedente, hai pagato più del dovuto per l'elettricità quando hai avviato il tuo Maidan? No, alcuni di voi, ed è già chiaro a chi, volessero il potere e guidassero l'Armenia, non comprendendo né la politica né l'economia, e persino suscitando sentimenti russofobi nel paese, simili all '"indipendenza" ucraina, chiedendo di sciogliere la CSTO e EAEU: E poi cosa, hai cagato la Russia dalla testa ai piedi, e quando è diventato caldo, ti sei subito ricordato di qualche tipo di relazione fraterna e della CSTO? No, i prossimi "non fratelli", devi pagare tutto, anche con il sangue. Anche nell'estate del 1988, prima del crollo dell'URSS, hai cacciato i miei parenti e altre famiglie russe da Yerevan, gridando sul sentiero, esci ... Non voglio nemmeno parlare di come vivevamo insieme in URSS, ora non è per tu.
    2. Sergey Tokarev Офлайн Sergey Tokarev
      Sergey Tokarev (Sergey Tokarev) 13 November 2020 04: 11
      +2
      non peggio degli armeno-ucraini risata
    3. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 13 November 2020 17: 24
      +3
      Per quanto strano possa sembrare, l'ex cantante ha già ricevuto questo "in guerra, come in guerra" dal nostro Ministero degli Esteri. Gli fu detto che se la Federazione Russa avesse agito "in guerra, come in guerra", l'Azerbaigian non l'avrebbe trovata abbastanza.

      https://www.gazeta.ru/army/2020/11/12/13359205.shtml

      Se non fosse stato per la dura necessità di una tregua, Aliyev avrebbe potuto benissimo essere colpito dalle corna.
      E da un ex cantante, un ambasciatore (e, in generale, un diplomatico) non è meglio di un presidente di un ex comico.
    4. Caffè espresso Офлайн Caffè espresso
      Caffè espresso (Caffè Espresso) 21 November 2020 14: 33
      0
      Finora, come ti gongoli! Perché, da un lato, stai bruciando la bandiera russa e, dall'altro, ti stai rallegrando per l'aereo abbattuto.
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 12 November 2020 23: 50
    -4
    Vieni in gran numero qui ...
    1. Caffè espresso Офлайн Caffè espresso
      Caffè espresso (Caffè Espresso) 21 November 2020 14: 34
      0
      Di chi parli? Delle forze di pace russe?
      1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
        Sergey Latyshev (Serge) 21 November 2020 15: 43
        0
        Non me lo ricordo, è stato tanto tempo fa ...
  5. Bakht Online Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 13 November 2020 07: 29
    0
    Hikmet Hajiyev: Il commento dell'ambasciatore dell'Azerbaigian in Russia su questo tema è inappropriato

    https://ru.oxu.az/politics/440219
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 13 November 2020 12: 14
      +3
      L'essenza della sconfitta odierna delle forze armene e della transizione del Karabakh all'Azerbaigian è che l'Armenia, come la Georgia, ha preso la via dell'anti-Russia con la transizione sotto l'ala degli Stati Uniti e ha così perso il suo principale alleato nel Caucaso, la Russia. Gli Stati Uniti non si sono schierati per l'Armenia (così come per la Georgia), quindi solo le conseguenze ... Come se i nuovi "Pashinyans e Saakashvili" fossero stati risucchiati non ricordavano la storia dei loro paesi, ma solo "beccati" da esche anti-russe ...
      1. Caffè espresso Офлайн Caffè espresso
        Caffè espresso (Caffè Espresso) 21 November 2020 14: 36
        0
        Il Karabakh non è "andato oltre" in Azerbaigian, ma onestamente RICEVUTO e RILASCIATO dagli ausiliari armeni, separatisti e barbari!
    2. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 13 November 2020 18: 02
      +4
      Ciò che viene detto è detto. Le dichiarazioni dell'ambasciatore dovevano essere sconfessate ad alto livello. La dichiarazione di Hajiyev è la sua opinione personale, che nessuno al di fuori dell'Azerbaigian ha sentito.
      Quando la deputata K. Nurullaeva ha annunciato in onda che l'economia armena era stata distrutta e che l'argomento del risarcimento all'Azerbaigian era insignificante, è stata immediatamente rimproverata. Lo stesso dovrebbe essere il giudizio del marcio bazar di Polad Bulbul-oglu.
      La situazione è tesa e le espressioni vanno guardate.
      La frase "in guerra, come in guerra" è molto interessante. L'Azerbaigian che ha dichiarato guerra alla Russia? L'elicottero era nello spazio aereo dell'Armenia completamente nel campo legale.
      L'ex cantante dovrebbe essere mandato in pensione. Questo è il minimo.
      1. Bakht Online Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 13 November 2020 21: 23
        +3
        Hikmet Hajiyev non esprime la sua opinione personale. Oggi è assistente del presidente della Repubblica dell'Azerbaigian - capo del dipartimento di politica estera dell'amministrazione presidenziale. Mi sembra che la sua opinione sia molto più significativa.
        Polad Bul-Bul oglu (figlio di un usignolo) oggi ha 75 anni. Ha chiaramente preso la nota sbagliata. E il diavolo sa da quanti anni l'ambasciatore dell'Azerbaigian in Russia. È tempo di un meritato riposo. Spero di vedere presto un messaggio simile.
        1. Boriz Офлайн Boriz
          Boriz (borizia) 13 November 2020 21: 30
          +2
          Hajiyev non è il diretto superiore dell'ambasciatore. Diretto e diretto: il capo del ministero degli Esteri. Quello diretto e più importante è Aliyev.
          Hajiyev prepara i documenti di orientamento, ma Aliyev li firma. Pertanto, dico che le parole di Hajiyev sono la sua opinione personale. Perché non c'è la firma di Aliyev sotto di loro.
          Se hai prestato servizio nell'esercito o hai lavorato nel sistema di comando amministrativo, devi capire la differenza.
          1. Bakht Online Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 13 November 2020 21: 34
            +2
            Capirò la differenza. Il capo dell'ambasciatore è il capo di Mid-a. Ma tenendo conto delle specificità dell'Azerbaigian, credetemi che le parole di H. Hajiyev significano molto di più delle parole del capo del ministero degli Esteri.
            Non sono un profeta. Ma spero davvero che l'ambasciatore venga sostituito. Forse non subito. Ma è decisamente fuori posto lì. Il suo posto è in Baku Boulevard con i pensionati che giocano a scacchi. Non sono sicuro che avrà autorità lì.
            1. Boriz Офлайн Boriz
              Boriz (borizia) 13 November 2020 21: 41
              +1
              Come accade "secondo i concetti", posso anche immaginare bene, ma questo è per uso interno.
              Non ricordo che un dipendente dell'amministrazione presidenziale o il capo del comitato della Duma "abbia espresso preoccupazione" nel nostro Paese. È in preparazione una decisione congiunta che esprime il consenso dei gruppi ai vertici del potere e il ministero degli Esteri è incaricato di dare voce a questa decisione. Questo è un metodo di lavoro generalmente riconosciuto in diplomazia (e non solo). E quello che sta accadendo all'interno del governo non dovrebbe preoccupare nessuno. Zhirinovsky potrebbe lavarsi gli stivali ovunque, nessuno gli presta molta attenzione, questo è per lo spettacolo.
              E qui si scopre che il governo non funziona normalmente. Una sorta di forte resa dei conti interna.
              1. Bakht Online Bakht
                Bakht (Bakhtiyar) 13 November 2020 21: 49
                0
                Può darsi. Ma in diplomazia, ci sono stati casi in cui gli ambasciatori hanno espresso la loro opinione sbagliata. Dovresti leggere attentamente il testo della dichiarazione dell'assistente presidenziale. Mi sembra che questa non sia una posizione da poco.

                I capi delle missioni diplomatiche dell'Azerbaigian all'estero e altri funzionari dovrebbero astenersi dichiarazioni arbitrarie che contraddicono la posizione ufficiale del Paese e la politica perseguita dal presidente Ilham Aliyev.

                Per me questo è il "segno nero" per l'ambasciatore. Ad essere onesti, sto solo aspettando un ordine per richiamare l'ambasciatore. Se ciò non accade, sarò molto deluso.
                1. Boriz Офлайн Boriz
                  Boriz (borizia) 13 November 2020 22: 13
                  +1
                  Sì, non sostengo che questo sia un segno nero. Ma solo probabile etichetta.
                  La verticale del potere non funziona normalmente. E rattrista. Uno scenario è del tutto possibile qui che il Ministero degli Esteri sia controllato da un gruppo filo-turco. E l'ex cantante, lo stesso, ha svolto il comando del Ministero degli Affari Esteri. È con l'obiettivo di aggravare le relazioni con la Federazione Russa. Aliyev ha ordinato di rinnegare la dichiarazione dell'ambasciatore. Come accetterà il ministero degli Esteri di farlo? Lui stesso ha dato il comando all'ambasciatore. Pertanto, la verticale del potere non ha funzionato. La dichiarazione di Gadzhiev è stata usata. Ha espresso l'opinione di Aliyev e tutti l'hanno capito. Ma non è chiaro quanto sia forte la divisione del potere. E quanto sono forti le posizioni del gruppo filo-turco. Dal momento che il ministero degli Esteri non ha osato seguire le istruzioni del presidente.
                  Non si tratta del cantante.
                  Ho già scritto più di una volta che, avendo mandato da solo Erdogan, Aliyev deve capire che sta mettendo in pericolo la sovranità dell'Azerbaigian.
                  E quello che vediamo è solo un indicatore di quanto lontano sia andato questo processo.
                  1. Bakht Online Bakht
                    Bakht (Bakhtiyar) 13 November 2020 22: 20
                    0
                    Aspetta e vedi. Continuo a non credere che I. Aliyev possa sottomettersi così facilmente all'influenza di qualcun altro. Credetemi, seguo molto da vicino le attività del MIO Presidente. Se non sono sempre d'accordo con la sua politica interna, sostengo pienamente la sua politica estera. Ho una ragione

                    Non voglio profetizzare. Posso ripetere. Il figlio dell'usignolo è sopravvissuto al suo posto. È il momento di cambiare.

                    ancora un po 'e non potrò ucciderlo

                    risata

                    1. Boriz Офлайн Boriz
                      Boriz (borizia) 13 November 2020 22: 22
                      0
                      Per l'amor di Dio! Se solo la politica estera dell'Azerbaigian non cessasse di essere la politica estera di Aliyev.
                      E nei miei argomenti, vedi, c'è logica.
                      1. Bakht Online Bakht
                        Bakht (Bakhtiyar) 13 November 2020 22: 24
                        0
                        Aspetta e vedi. Nessuno è un profeta
                      2. Boriz Офлайн Boriz
                        Boriz (borizia) 13 November 2020 22: 37
                        0
                        Vedremo - vedremo.

                        Cos'altro resta per noi?
                      3. Bakht Online Bakht
                        Bakht (Bakhtiyar) 13 November 2020 22: 45
                        0
                        La mia opinione personale. Come l'opinione dell'ambasciatore, potrebbe non coincidere con l'opinione del ministero degli Esteri. Ma ho raggiunto l'età in cui mi vergogno di aver paura per le mie convinzioni. Mi piacerebbe molto la pace tra i nostri paesi. E ha sempre difeso la pace. Ma in questo caso non c'era altra via d'uscita.



  • San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 13 November 2020 16: 10
    0
    La guerra e l'intolleranza interetnica tra i popoli porta sempre a un odio feroce, quindi non ci sarà pace finché gli armeni saranno nel Karabakh azero, è solo in Russia che possono sentirsi padroni, e persino chiedere la loro autonomia, come era nel territorio di Krasnodar. Se stessi hanno chiesto, ora sorseggiate un cucchiaio pieno.
    1. SONATA 2.0 GPL Офлайн SONATA 2.0 GPL
      SONATA 2.0 GPL 13 November 2020 19: 16
      -4
      Nel Karabakh azero? Allora cosa fate voi russi nella Carelia finlandese? Vuoi restituirla? E Kaliningrad così come la Germania.
      1. San Valentino Офлайн San Valentino
        San Valentino (Valentin) 13 November 2020 20: 33
        +1
        Che sei così nervoso adesso, dovevi pensare prima, come ha fatto l'Azerbaigian. Ora ha potere, ecco perché ti ha tolto metà dell'NKR. Quando eri più forte dei tuoi vicini, allora hai preso l'NKR. Di 'grazie che la Russia ha ancora difeso parte del N. Karabakh e di Stepanokert per te. Il tempo è tale, chi ha il potere, ha ragione, e non c'è bisogno di parlare di una sorta di democrazia mitica, inventata per i fessi.
        1. SONATA 2.0 GPL Офлайн SONATA 2.0 GPL
          SONATA 2.0 GPL 13 November 2020 21: 16
          -2
          Bene, se non ti interessa che insieme al tuo alleato (non importa quanto lo disprezzi e lo chiami in qualche modo) tu stesso hai subito una certa sconfitta, se non ti interessa che il tuo giradischi sia stato abbattuto sul territorio su cui si estende la tua responsabilità, anche Ti ho preso in giro a livello di ambasciatore del Paese, se non ti interessa che terroristi di ogni genere si siano stabiliti a soli 80 km dal tuo esplosivo Caucaso settentrionale, allora puoi continuare a tenere la testa sotto la sabbia. Ne hai bisogno?

          Voi russi avete a malapena il coraggio di imbattervi in ​​paesi piccoli. È così che ci hai trattato, ci hai abbandonato in un momento critico, temendo di proteggere il tuo alleato, e dopo la sua sconfitta, hai cominciato a leggere le lezioni: "Siete voi stessi gli armeni da incolpare, perché siete deboli". Bene, bene, i nostri valorosi e coraggiosi alleati. E tu con Israele, che ha allestito il tuo aereo, uccidendo una dozzina di soldati, non hai parlato con lo stesso tono? Con la Turchia puoi comportarti anche tu? Con quella Turchia, che ha abbattuto l'attentatore, e ha sparato all'ambasciatore, e l'elicottero, appunto, ha abbattuto. Non hai il coraggio di rispondere. Sai, il potere di una potenza non sono solo le armi nucleari, a cui ti riferisci in ogni occasione, perché semplicemente non hai altri argomenti a conferma della tua grandezza. Anche la Corea del Nord ha testate, e allora? Chiamarla grande e potente?

          Guarda la Francia. Non aveva paura di inviare ad aiutare i greci, che gli sfacciati turchi non esitarono a derubare. E poi guarda te stesso. Sì, tu dici "c'è gas, soldi, altri interessi". Sono d'accordo. Ma non tutto può essere misurato con il denaro. La reputazione e l'autorità dello stato sono difficili da tradurre in un equivalente in dollari. Ma non puoi capirlo.
          1. San Valentino Офлайн San Valentino
            San Valentino (Valentin) 14 November 2020 15: 45
            0
            E come hai sciacquato e gettato fango su questo tuo alleato, cioè la Russia, tre anni fa sul tuo Maidan, si suppone che sia un occupante e un nemico degli armeni, ma prima di allora, prima di Pashinyan, avevamo ottimi rapporti in politica e nell'economia, e ora cosa ti baciamo in h ...

            Quotazione: SONATA 2.0 LPG
            Anche la Corea del Nord ha testate, e allora? Chiamarla grande e potente?

            Sì, anche se la Corea del Nord è piccola e ha solo una dozzina di testate nucleari, è potente e potente in quanto il suo leader ha "Fabergés" di ferro, e ha sputato sia sull'Europa che sugli Stati Uniti, che è il suo paese come un chiodo arrugginito nella loro c ...
          2. Caffè espresso Офлайн Caffè espresso
            Caffè espresso (Caffè Espresso) 21 November 2020 14: 58
            0
            Il mito su alcuni "siriani" o terroristi è stato inventato dai propagandisti armeni, che non hanno mostrato realmente questi "siriani" né tra i prigionieri né tra i morti. Per questo, l'Azerbaigian ha indicato per nome esattamente quali terroristi e mercenari Sono membri del PKK e di altri due gruppi terroristici curdi, membri del gruppo terroristico armeno ASALA, alcuni dei quali hanno combattuto anche negli anni '90, mercenari siriani, yezidi, cittadini di altri paesi.
  • Toha della KZ Офлайн Toha della KZ
    Toha della KZ (Anton) 14 November 2020 08: 46
    +1
    Hai letto i commenti e sei stupito! Shavermoks ha chiuso ei proprietari stanno già combattendo qui! Vedo che storicamente si è già sviluppato che i russi dovrebbero sentirsi in colpa per tutto. Non ha aiutato, mi dispiace. Ho costruito scuole, fabbriche, ospedali: è colpa mia. Bene fabbriche dormite troppo, scuole ospedaliere, guarite? Una diaspora di tre milioni di vite qui, è andata molto alla guerra? Certo che no, è già sulla nostra terra, a Rostov, nel territorio di Krasnodar, ci sarà lo stesso Karabakh.
    1. SONATA 2.0 GPL Офлайн SONATA 2.0 GPL
      SONATA 2.0 GPL 24 November 2020 23: 00
      -2
      Dio conceda che verrà il giorno in cui tutti gli armeni lasceranno la Russia. Non c'è niente da ingannarti. Non ti piace e non ne hai bisogno.