Media: Russia, Europa e Cina intendono agire come un fronte unito contro il dollaro


L'Unione Europea, la Russia e la Cina sono determinate a spremere il dollaro dai mercati mondiali e ridurre il suo ruolo di valuta di riserva: il processo di trasferimento degli accordi tra i paesi dell'UE, Mosca e Pechino ai mezzi di pagamento nazionali sta guadagnando slancio. The Trumpet scrive che la valuta americana verrà sostituita dall'euro, dai rubli e dallo yuan.


Quest'anno la quota del dollaro negli insediamenti tra Russia e paesi europei è scesa al di sotto del 50%, sebbene mezzo secolo fa fosse di circa il 90%. Nelle transazioni monetarie bilaterali tra paesi, l'euro ha iniziato a prendere una quota importante - circa il 30 per cento, così come lo yuan e il rublo - in totale circa il 24 per cento. La quota della valuta europea nei calcoli delle esportazioni della Federazione Russa e dell'UE è aumentata dalla fine dello scorso anno al primo trimestre del 2020, inclusivamente, dal 38 al 43 percento. Dall'introduzione dell'euro, la quota del dollaro nelle riserve delle banche centrali mondiali è scesa dal 70 al 60 per cento.

Secondo gli analisti della Foundation for the Defense of Democracies (PDD), la Cina cerca di sostituire il dollaro con lo yuan e diventare un impero industriale globale, e l'idea si basa sulla cooperazione con l'industria tedesca. A sua volta, il commissario europeo Gunther Etinger ha chiesto la de-dollarizzazione del continente europeo e la creazione di un "contrappeso monetario" alla valuta americana. politica L'Europa parla della necessità di creare una "nuova Bretton Woods" e sostituire il dollaro con l'euro come principale mezzo di pagamento su scala mondiale.

L'Unione europea guidata dalla Germania presto unirà le forze con Russia, Cina e Giappone per tagliare gli Stati Uniti dalla maggior parte dei mercati

- ritiene il capo redattore di The Trumpet Gerald Flury.

Secondo l'esperto, i contorni di tale unione sono già abbastanza visibili e il suo rafforzamento porterà grossi problemi alla leadership del dollaro.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 13 November 2020 09: 40
    0
    Gli Stati Uniti (secondo gli Stati Uniti) detengono enormi riserve d'oro. E come si protegge l'euro? L'UE immagazzina il suo oro anche negli Stati Uniti. È più probabile che lo yuan aumenti se il regolare interrompe il proprio deprezzamento.
  2. gorenina91 Online gorenina91
    gorenina91 (Irina) 13 November 2020 11: 14
    +2
    Media: Russia, Europa e Cina intendono agire come un fronte unito contro il dollaro

    - Ah ... - È come in una pubblicità retrò ... - "Cittadini, tenete i vostri soldi (fondi) in ... in bitcoin ..."
  3. Pandiurina Офлайн Pandiurina
    Pandiurina (Pandiurina) 13 November 2020 11: 44
    +2
    Se aumenta il confronto (commercio, sanzioni su beni e finanza, divieti di investimento, ecc.) Tra dollaro da una parte e yuan + rublo + euro dall'altra.
    Gli inglesi ne trarranno vantaggio a causa della Brexit, non partecipano a una politica europea comune, potrebbero stare lontani dalle azioni "militari". Ma hanno potenti strumenti finanziari: borse, banche, la propria valuta, offshore.
    E potranno effettuare senza problemi tutti i tipi di trasferimenti tra tutte queste zone valutarie.
    Tali contrabbandieri finanziari.
  4. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 13 November 2020 12: 04
    -1


    Aspettiamo da 20 anni. E se ricordi che il giornale è vero, allora probabilmente tutti e 70.
    1. il santo Офлайн il santo
      il santo (Babbo Natale) 14 November 2020 20: 34
      0
      E chi guiderà il fronte unito anti-americano (anti-dollaro)?
      Propongo la candidatura di Putin. È appena andato a zero e sarà in grado di guidare una tale associazione per la vita.
      1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
        Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 14 November 2020 21: 33
        +1
        Ottima idea, non resta che informare europei e cinesi che sono sul fronte anti-dollaro e guidati da Putin. Qui saranno felicissimi.
        1. il santo Офлайн il santo
          il santo (Babbo Natale) 14 November 2020 21: 46
          +1
          Almeno, anche se non si affrettano per i rubli, almeno scopriranno queste notizie.
  5. Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 14 November 2020 23: 52
    +2
    1. La Federazione Russa non gioca un ruolo significativo nel destino del dollaro.
    2. Oggi, la RPC non è redditizia perché il dollaro perda il suo status di principale valuta mondiale, ma l'aggressiva politica statunitense la costringe a preparare un'infrastruttura alternativa per il sistema finanziario globale basato sul dollaro.
    3. La quota degli insediamenti mondiali in euro e renminbi è incomparabilmente piccola con gli insediamenti in dollari, inoltre il sistema SWIFT è controllato dagli Stati Uniti.
    4. La tendenza globale alla digitalizzazione di tutto e di tutti, comprese le banconote e il dollaro in particolare, e, di conseguenza, il sistema di pagamento.
    5. In primo luogo non è la produzione di valori materiali, ma il possesso di conoscenze e tecnologie scientifiche.
    6. Il PRC è il primo al mondo per numero di laureati in università tecniche e registrazione di brevetti.
    7. Secondo la totalità dei dati, si stanno formando tre centri mondiali: la RPC-UE-USA, e quindi tre valute mondiali, che predetermina la loro concorrenza.