Baku non ha sostenuto il suo ambasciatore a Mosca dopo le sue dure parole sul Mi-24 russo


Hikmet Hajiyev, aiutante del leader dell'Azerbaigian, Ilham Aliyev, ha affermato che le autorità del paese hanno respinto la dura dichiarazione dell'ambasciatore azero presso la Federazione Russa Polad Bulbul-oglu sull'elicottero da combattimento russo Mi-24 abbattuto nell'NKR. Va ricordato che a seguito di un colpo di un MANPADS sparato dagli azeri il 9 novembre, l'elicottero è stato abbattuto, due membri dell'equipaggio sono rimasti uccisi.


In precedenza, l'ambasciatore ha dichiarato pubblicamente che la distruzione dell'aereo a rotore russo da parte dell'esercito azero è avvenuta nel contesto della guerra.

La guerra è come la guerra: tutto può succedere

- Questo punto di vista è stato espresso da Bulbul-oglu durante una conferenza stampa al MIA.

Baku non ha sostenuto il suo ambasciatore nella Federazione Russa. Hikmet Hajiyev ha notato l'inadeguatezza di un simile commento di Polad Bulbul.

Il commento dell'Ambasciatore della Repubblica dell'Azerbaigian presso la Federazione Russa su questo tema è inappropriato. Questo tipo di caso non può danneggiare i legami tra i due paesi.

- ha detto l'assistente di Aliyev.

Hajiyev ritiene che i funzionari azeri non dovrebbero pubblicare pubblicamente dichiarazioni che contraddicono il punto di vista ufficiale di Baku.

Il ministero degli Esteri russo, a sua volta, ha osservato che se la Federazione Russa avesse agito nell'NKR secondo il principio espresso da Bulbul-oglu, la corrispondente reazione del Cremlino all'azione militare dell'Azerbaigian sarebbe seguita immediatamente.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Afinogen Офлайн Afinogen
    Afinogen (Afinogen) 13 November 2020 12: 56
    +1
    La guerra è come la guerra: tutto può succedere

    Ridono di noi in modo insolente e senza cerimonie. Mi vergogno che abbiamo un tale governo. I nostri ragazzi sono morti, ma loro, beh, l'Azerbaigian si è scusato. Ora puoi facilmente abbattere i nostri aerei ed elicotteri, si scuseranno in tempo e andrà tutto bene, puoi continuare a ridere della Russia. Se ti mancano intelligenza e coraggio, o semplicemente non sai cosa fare, impara da Israele. Con loro è tutto chiaro, qualcuno sparerà semplicemente attraverso il territorio di Israele, aumenterà immediatamente la propria aviazione e non sembrerà poco. Ma i nemici di Israele ci penseranno 10 volte prima di sparare.
    1. pischak Офлайн pischak
      pischak 13 November 2020 13: 41
      +8
      hi Fa infuriare cosa i nomi dei piloti russi morti, il maggiore Yury Ishchuk e il tenente senior Roman Fedin(il nome del terzo, gravemente ferito, membro dell'equipaggio dell'MI-24, ahimè, non so come e in che stato si trovi, se è sopravvissuto o, Dio non voglia, è anche morto, è morto in ospedale per le ferite ??!), I media non sono nominati personalmente, come se fossero una sorta di "unità" inanimate, completamente perse tra le tante e non degne di un nome?

      Ma anche nei commenti russi (e scrivono gli stessi russi) ho letto di recente che, dicono, non bisogna rimpiangere i piloti morti nel Mi-24 russo abbattuto, perché l'elicottero era pilotato anche dagli armeni che combattevano con gli azeri ... con mal nascosto, che lo stesso, "sottotesto" che "in guerra, come in guerra" e "così ne hanno bisogno" ??!

      Il lungometraggio sovietico "Non aver paura, sono con te" con Polad Bulbul-oglu nel ruolo del titolo (e le sue canzoni) era uno dei miei preferiti prima di questo "caso ambasciatore" ...una sfortuna comune della palese mancanza di professionalità dei moderni "manager efficaci", quando "un calzolaio prende le torte da cuocere e un pasticcere per cucire gli stivali"!
      La nomina del "cantante" cinematografico "Bulbul-oglu" al ruolo completamente "non fondamentale" del plenipotenziario azero nella Federazione Russa si è rivelata altrettanto "assurda" quanto la nomina del "gasman" in pensione Chernomyrdin o del fallito "assistente sociale" Zurabov al ruolo di plenipotenziari russi in Ucraina! richiesta
      IMHO
      1. Boriz Офлайн Boriz
        Boriz (borizia) 13 November 2020 19: 02
        +3
        Soprattutto, la frase stessa fa infuriare: "in guerra, come in guerra". È uno stato di guerra con l'Azerbaigian? Mi sto perdendo qualcosa?
        Bene, riguardo agli individui elencati, chiaramente non c'è abbastanza comico / presidente Zelensky qui. risata
        1. pischak Офлайн pischak
          pischak 13 November 2020 19: 45
          +4
          Citazione: boriz
          Soprattutto, la frase stessa fa infuriare: "in guerra, come in guerra". È uno stato di guerra con l'Azerbaigian? Mi sto perdendo qualcosa?
          Bene, riguardo agli individui elencati, chiaramente non c'è abbastanza comico / presidente Zelensky qui. risata

          hi Non stiamo parlando di maydauns ora! sorriso
          Ancora più "comici" che "giovane con Bandera" - "mudazykant "" non Loh ", si è rivelato essere" manticeanale"-Iudomazepine Yanyk e Azirov, subito dopo l'inaugurazione," senza alternative "hanno tradito i loro elettori, un'adeguata maggioranza della popolazione lavoratrice ucraina, e questo ha divertito molto il loro non elettorato-" Svidomo "minoranza marginale di parassiti e portato amero" nodipendente"Stato fallito l'Ucraina prima del colpo di stato di Galitsay Maidan! ingannare
          E il clown di Juda è solo un "rutto" di quella Judomazepina quasi "filorussa" ameroholuins "yanyks"! richiesta

          Se il plenipotenziario russo Chernomyrdin non fosse un uomo d'affari cresciuto in casa, un "manager efficace", una specie di ridicolo "Zlatoust" del tipo Klitschkov, ma sarebbe un professionista, personale, diplomatico-statista, e con l'emergere della diffamazione razzista russofoba-anti-russa "L'Ucraina non è la Russia" immediatamente adeguata reagiva, taglierebbe tra gli occhi di uno scriba, il suo "buon amico-ukroprezik" e "taglierebbe" sensibili sanzioni economiche e politiche all'Ucraina non ancora "nata nel nazismo", quindi, vedete, i raguli banderonazi carenti di iodio sarebbero ancora in prigione a casa a Zapukriya sotto i fornelli e nelle puzzolenti "kryivka", e non ha marciato attraverso Kiev con grida cannibalistiche di "moscoviti per coltelli!" sotto le battute dei loro proprietari, cleptoligarchi - "w / Bandera" (dopotutto, molti di loro avevano e hanno ancora affari in Russia!)!
          1. Boriz Офлайн Boriz
            Boriz (borizia) 13 November 2020 19: 48
            +3
            Sono d'accordo. Ho solo proceduto non dalla nazionalità, ma dal livello di formazione "professionale".
            1. pischak Офлайн pischak
              pischak 13 November 2020 21: 59
              +3
              Citazione: boriz
              Sono d'accordo. Ho solo proceduto non dalla nazionalità, ma dal livello di formazione "professionale".

              hi Perché vergognarsi delle nazionalità lì ?! Il potere è nella verità!
              Siamo internazionalisti, perché l'ex SSR ucraino (come l'URSS e l'attuale RF-Russia!) È una repubblica multinazionale!
              Sebbene sì, sotto la costante oppressione xenofoba del ragulyak e "w / Bandera", iniziò a notare in se stesso "deformazioni occupazionali", anche lui, in risposta, iniziò a prestare attenzione alla nazionalità dei Banderonat con veemenza "ucraini", di tutti i tipi di Klimkin e Avakians, Saakashvili, prostrato con farioni e magnati -frotman ...
              Ma ho anche notato che in un normale ambiente internazionalista di lingua russa, ad esempio, quando si arriva nella Bielorussia pre-Maidan-pre-Neolitvin del primo Lukashenka o nella Crimea post-Maidan, queste "deformazioni nazionaliste" imposte dai marginali "Svidomo" a tutti noi residenti ucraini lasciarsi andare quasi subito, come un brutto sogno ...strizzò l'occhio

              A Kiev e nell'attuale amerocolonia, l '"Ucraina" governa quasi interamente e "ucraina" i cleptoligarchi ebrei - "w / Bandera", "Svidomo (deliberatamente)" tradì mercantilmente la Memoria dell'Olocausto e usando piccoli parassiti-Banderina-Nazista shtetl e khutor vengono in gran numero "raguli e il locale" ukrosvidomoe "raklo) per l'oppressione, derubati e derubati da loro, la popolazione ucraina multinazionale che lavora!

              Secondo le mie osservazioni, quasi tutti i leader dei gruppi radicali ucronazisti, tutti i "Fuhrer del Maidan", la maggior parte degli ZRada, se sono "raschiati", hanno solitamente radici ebraiche, ma, contrariamente alla generica "memoria storica dell'Olocausto", aderiscono all '"ideologia" Banderonazi - sostengono attivamente etnogenocidio della popolazione ucraina russa e di lingua russa (compreso l'omicidio di compatrioti "invisibili" della loro stessa nazionalità ebraica !!!) e, in un modo o nell'altro, partecipare a una "operazione" punitiva nel Donbass!

              Perché andare lontano - il mio compagno di classe e vicino, 100% ebreo di nazionalità, in epoca sovietica era un membro attivo del Komsomol (e poi un "membro del partito" quando era redditizio) e aderiva alla "linea KPSS"! E ora il nostro attivista-apologeta Misha-Moisha "Svidomo" delle "autorità Maidan" e della guerra nel Donbass aderisce alla "linea della banda Bandera"!
              "Secondo le sue parole e le sue azioni", possiamo dire che anche lui, opportunisticamente e mercantilmente, è caduto in una vera e propria "f / Bandera" in natura (ora cerco di evitare il mio "amico" ebreo, altrimenti non sopporto per sbaglio, lascia che i miei nervi si abbassino, e parlerò -quindi "piccherà" la "base" di Bandera, e quelli, molto probabilmente, inciteranno "attivisti" con spolverini e brandelli di rinforzo, piccheranno a morte un tale "separatista di Mosca", presumibilmente "da un teppista", e nessuno indagherà, anche se il corpo troverà ...)! wassat
              IMHO
    2. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
      rotkiv04 (Victor) 13 November 2020 15: 22
      -1
      Questo non è "ora possibile", è diventato possibile dopo il SU-24 abbattuto e l'ambasciatore assassinato, ma ora è già un peccato, dopo di che ci sarà la guerra
  2. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 15 November 2020 22: 27
    +1
    Espellere questo ambasciatore dalla Federazione Russa in modo che torni a casa al sakli.