Perché l'ambasciatore dell'Azerbaigian ha detto più di quanto avrebbe dovuto sulla morte del Mi-24 russo


Verso la fine della seconda guerra del Karabakh, l'esercito azerbaigiano ha ucciso due soldati russi e ferito gravemente un terzo, che si trovava in un elicottero sul territorio dell'Armenia. Questo evento ha provocato una grande protesta pubblica nel nostro paese per due motivi: è rimasto senza adeguate ritorsioni ed è stato accompagnato da un commento piuttosto eloquente dell'ambasciatore azero Bul-Bul oglu.


Il signor Polad Bul-Bul oglu ha dichiarato quanto segue:

In guerra come in guerra, tutto può succedere.

In risposta, il ministero degli Esteri russo ha dichiarato:

Se la Russia professasse il principio "in guerra come in guerra", la risposta sarebbe schiacciante.

La situazione è estremamente ambigua. Da un lato, Mosca ha aderito a un'accentuata neutralità nel conflitto tra Baku e Yerevan. La Russia vende armi all'Azerbaigian per miliardi di dollari. I presidenti Vladimir Putin e Ilham Aliyev sono considerati, se non amici, allora buoni amici, tra i quali c'è una completa comprensione reciproca. Dopo il tragico incidente, Baku ha immediatamente portato dei cambiamenti, ha espresso la sua disponibilità a pagare un risarcimento e perseguire i responsabili della morte dei russi.

Sembrerebbe che il fastidioso "malinteso" sia stato risolto. È ormai consuetudine sottolineare che Bul-Bul oglu non è un diplomatico professionista. È una persona creativa, un onorato lavoratore della cultura sovietica, un cantante e compositore, un rappresentante di una rispettata dinastia creativa. È stato patrocinato dalla famiglia Aliyev, grazie alla quale è riuscito a costruire una carriera nel Ministero della Cultura dell'Azerbaigian indipendente, per poi diventare ambasciatore a Mosca. Ora tutti danno la colpa al fatto che Polad Bul-Bul oglu è un uomo maggiorenne, ha già 75 anni, sbottato senza pensare a come ha offeso i sentimenti dei russi. È stato tirato fuori a dimostrazione da Baku, dopo averlo tirato fuori pubblicamente, e ora ci sarà pace, tranquillità e prosperità tra i nostri paesi. Ma lo sarà?

D'altra parte, siamo onesti che è piuttosto difficile definire l'Azerbaigian un paese amico. Fino al Secondo Karabakh e all'elicottero militare abbattuto, il gatto non sembrava correre tra noi, ma tutto è andato a questo. Baku e Mosca competono piuttosto ferocemente tra loro sul mercato del petrolio e del gas, sono estremamente insoddisfatte del Cremlino a causa del calo delle quotazioni mondiali dopo una guerra commerciale di sei settimane con l'Arabia Saudita. Ovviamente, questo non è un motivo per considerare un nemico un altro stato sovrano, in ogni caso. Ma nell'ultima guerra l'Azerbaigian ha dimostrato di essere un alleato affidabile della Turchia, e questo oggettivamente cambia molto.

Ankara e Mosca stanno già conducendo due guerre "per procura" tra loro in Siria e Libia. Il coinvolgimento della Turchia nel conflitto del Nagorno-Karabakh, che ha rotto il precario equilibrio di potere tra Baku e Yerevan, è stata una conseguenza diretta di queste due guerre. Se lo desideri, puoi anche vedere la "grafia" generale quando il Su-24 russo fu distrutto dai turchi e il Mi-24 dagli azeri. Nel primo caso, Ankara è scappata con "pomodori" e la perdita di una sorta di autocisterne con i terroristi, nel secondo - solo con una minaccia verbale di "colpo schiacciante".

In effetti, l'Azerbaigian si è trasformato in un alleato affidabile dell'ostile Turchia. Cercare di presentarlo come il suo sottomesso "vassallo" sarebbe inappropriato, piuttosto, un partner, un junior. E la Turchia, a proposito, è un membro del blocco militare occidentale della NATO. A seguito del secondo conflitto del Karabakh, Ankara ha ricevuto un corridoio terrestre per il Mar Caspio e, dopo l'entrata in funzione della ferrovia già annunciata, potrà intercettare dalla Russia i flussi di merci che avrebbero dovuto passare dall'India e dall'Iran attraverso il Mar Caspio e il nostro Paese verso l'Europa. Adesso passeranno per l'Azerbaigian e la Turchia. Londra ha mostrato grande interesse per questo progetto, inviando immediatamente il capo dell'intelligence britannica alle trattative con le autorità turche. Questo è un altro membro della NATO, non il meno potente.

Baku è oggettivamente dalla parte dei nostri tradizionali oppositori geopolitici, rendendosi conto di questo, quindi è piuttosto strano aspettarsi che le élite azere siano sinceramente preoccupate per la morte di diversi militari russi. "La guerra è come la guerra." Cosa cambia se Polad Bul-Bul oglu è un rappresentante dell'intellighenzia creativa sovietica? Anche il non meno famoso e onorato attore sovietico Vakhtang Kikabidze ha notato una serie di risonanti dichiarazioni anti-russe. Dopo il crollo dell'URSS, le persone si sono disperse nella loro "indipendenza" e ora difendono la loro visione degli interessi nazionali, che non coincide con la nostra. Bene, Bul-Bul oglu ha detto quello che pensava, e ora cosa?

Forse lui e altri come lui terrebbero la lingua chiusa se rispondessimo alla morte di ogni militare russo da parte di “amici e partner” con lo stesso “colpo schiacciante” e non con lunghe dichiarazioni. Allora l'atteggiamento sarebbe stato diverso.
43 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Cheburashk Офлайн Cheburashk
    Cheburashk (Vladimir) 14 November 2020 14: 51
    0
    In effetti, l'Azerbaigian è diventato un alleato affidabile dell'ostile Turchia.

    Non un alleato ma un burattino turco.

    Se lo desideri, puoi anche vedere la "grafia" generale quando il Su-24 russo fu distrutto dai turchi e il Mi-24 dagli azeri.

    Chi avrebbe dubitato che la Turchia abbia abbattuto il nostro elicottero con le mani dei suoi "delegati". E lei ha sparato di nuovo da un'imboscata, per così dire, e Aliyev è stato proposto di trovare scuse e coprire la Turchia. Dopo tutto, l'Azerbaigian è un "alleato".
    E sono d'accordo con questo:

    Forse lui e altri come lui terrebbero la lingua chiusa se rispondessimo alla morte di ogni militare russo da parte di “amici e partner” con lo stesso “colpo schiacciante” e non con lunghe dichiarazioni. Allora l'atteggiamento sarebbe stato diverso.

    Ma ci possono essere ragioni per cui questo NON dovrebbe A VOLTE!
    Questa è la mia opinione personale e non la impongo a nessuno!
  2. SONATA 2.0 GPL Офлайн SONATA 2.0 GPL
    SONATA 2.0 GPL 14 November 2020 14: 56
    -7
    Cosa volevi ai russi? E mangiare un pesce e qualcos'altro? Beh, niente fratelli. Devi pagare per tutto. Non volevi sostenere il tuo alleato, hai visto Soros ovunque? Ebbene, non supportate, solo per questa politica dello struzzo che avete ripagato con la connivenza, per la quale la Turchia sta già entrando nel Mar Caspio. Noi armeni eravamo l'unico ostacolo sulla loro strada, ma se sei così stupido da non averlo capito, ne raccoglierai i frutti. Lontano dai frutti dolci.
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 14 November 2020 17: 39
      +7
      Sì, tu stesso hai trapelato questa guerra. Qualche idiota è saltato fuori, il Karabakh non è stato riconosciuto, 2 milioni si nascondevano in Russia, la Russia è stata insultata per 2 anni, e dopo vuoi che i russi diventino più armeni degli armeni stessi? Proprio adesso!

      Noi armeni eravamo l'unico ostacolo ...

      E NOI siamo personalmente, o cosa? Perché non hai dato personalmente la vita per la tua patria? Sei capace solo di abbaiare dal gateway? E abbaiare dalla Russia è più conveniente?
      1. SONATA 2.0 GPL Офлайн SONATA 2.0 GPL
        SONATA 2.0 GPL 14 November 2020 21: 35
        -4
        Non sono in Russia.
        1. Boriz Офлайн Boriz
          Boriz (borizia) 14 November 2020 21: 42
          +1
          Dove, in Artsakh?
          1. SONATA 2.0 GPL Офлайн SONATA 2.0 GPL
            SONATA 2.0 GPL 14 November 2020 21: 49
            -3
            E non solo in Artsakh.
    2. Peter rybak Офлайн Peter rybak
      Peter rybak (Pattuglia) 14 November 2020 18: 19
      0
      Quotazione: SONATA 2.0 LPG
      Noi armeni eravamo l'unico ostacolo sulla loro strada, ma se sei così stupido da non averlo capito, ne raccoglierai i frutti. Lontano dai frutti dolci.

      Il tempo ha dimostrato che la barriera era schifosa.
      1. SONATA 2.0 GPL Офлайн SONATA 2.0 GPL
        SONATA 2.0 GPL 14 November 2020 21: 36
        -4
        Sei amico dei numeri? 3 milioni di armeni contro 10 milioni di azeri e 80 milioni di turchi + barmaley della Siria.
        1. Boriz Офлайн Boriz
          Boriz (borizia) 14 November 2020 21: 45
          +2
          Il problema è che non sei amico dei numeri. Era necessario firmare un contratto quando offerto. Le condizioni erano migliori di adesso.
          O non hai ancora imparato a contare?
          1. SONATA 2.0 GPL Офлайн SONATA 2.0 GPL
            SONATA 2.0 GPL 14 November 2020 21: 47
            -4
            Almeno l'hai capito prima e poi sei intervenuto. Quale contratto avrebbe dovuto essere firmato? Aliyev non ha fatto alcuna concessione. Servitelo tutto in una volta. Avremmo dovuto firmarlo?
            1. Boriz Офлайн Boriz
              Boriz (borizia) 14 November 2020 22: 05
              0
              Per noi è inconcepibile uno scenario in cui trasferiamo in Azerbaigian non solo sei regioni, ma anche tre metri quadrati sulla linea di contatto ", dice Alexander Iskanderian. Secondo lui, la linea di difesa che è stata costruita negli anni costa miliardi di dollari e la parte armena non ha motivo di cambiare la propria configurazione, esponendosi a potenziali pericoli in futuro.

              Ecco la tua posizione sulla vetta di Kazan. Gli azeri non sono migliori. Si sono riposati come due arieti, ma la colpa è dei russi.
              Tu stesso non hai riconosciuto Artsakh, ma i russi dovrebbero combattere per questo?
        2. Peter rybak Офлайн Peter rybak
          Peter rybak (Pattuglia) 15 November 2020 08: 22
          0
          Quotazione: SONATA 2.0 LPG
          Sei amico dei numeri? 3 milioni di armeni contro 10 milioni di azeri e 80 milioni di turchi + barmaley della Siria.

          Nel senso di? C'erano 3 milioni sul campo di battaglia contro 90 milioni? Di che tipo di eresia stai parlando? L'esercito ha combattuto contro l'esercito. Sì, in uno c'erano istruttori turchi, erano seriamente addestrati, rafforzati sia tecnicamente che tatticamente. Guarda il tuo esercito.
          Se siete meno e ce ne sono di più, perché preoccuparsi e fingere di essere un supereroe? Perché impadronirsi di terre straniere se non sai come tenerle? Ne sei uscito fuori e quello che meriti. Ci scusiamo per le persone pacifiche e i giovani morti in guerra. E le persone come te si sedevano su Internet con la schiuma sulle labbra parlando di eroismo.
    3. San Valentino Офлайн San Valentino
      San Valentino (Valentin) 15 November 2020 11: 37
      +2
      E che tipo di "intelligente" eri quando hai organizzato il Maidan filoamericano con i trasportatori "Russia-out of Armenia" e "Russia-Occupant" ... Quindi hai pagato il tuo "multi-vettore" con il sangue, e non poco, altrimenti ti siedi su questo sito, e come un "ampio ucraino" -e noi per sho?
  3. BoBot Robot - Free Thinking Machine 14 November 2020 15: 09
    +1
    Ehi, bul-bul-ogly, stavi cantando lì che vorresti baciare la sabbia su cui camminavano le gambe di Aliyev?
  4. Scuro Офлайн Scuro
    Scuro (Disegno Ovragoff) 14 November 2020 16: 12
    -1
    Cosa vuoi dalla Russia codarda?
    1. il santo Офлайн il santo
      il santo (Babbo Natale) 14 November 2020 20: 16
      +1
      I soldi !!! E armi economiche e gratuite, anche usa e getta.
  5. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 14 November 2020 16: 14
    -2
    beh, visto che il garante ha subito un altro calcio dal sultano, vuol dire che crede che questo non sia un peccato e la guerra è ancora lontana
    1. il santo Офлайн il santo
      il santo (Babbo Natale) 14 November 2020 20: 17
      0
      Russotouristo risponderà di tutto e pagherà. Insieme ai pomodori.
    2. Il commento è stato cancellato
  6. molibdeno Офлайн molibdeno
    molibdeno (Stanislav) 14 November 2020 17: 21
    -4
    Solo chi non capisce la realtà può equiparare il Su-24 e il Mi-24. Il Su-24, abbattuto nel cielo turco, è stato abbattuto solo dopo che Ankara si è finalmente convinta che i suoi ripetuti avvertimenti sull'inammissibilità di violare lo spazio aereo turco da parte di aerei militari russi non avevano portato da nessuna parte.
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 15 November 2020 08: 52
      +3
      Capisco perfettamente la realtà. Le condizioni sono diverse, l'essenza è la stessa: questo Mi-24 è una diretta conseguenza dell'impunità del Su-24. Turchi e azeri sapevano per certo che non ci sarebbe stata risposta. lei non c'era.
      1. cdmax Odessa Офлайн cdmax Odessa
        cdmax Odessa (cdmax Odessa) 15 November 2020 12: 53
        +1
        Citazione: Marzhetsky
        Capisco perfettamente la realtà. Le condizioni sono diverse, l'essenza è la stessa: questo Mi-24 è una diretta conseguenza dell'impunità del Su-24. Turchi e azeri sapevano per certo che non ci sarebbe stata risposta. lei non c'era.

        Non c'era risposta per l'elicottero, perché c'erano già contratti. Bene, l'élite della Federazione Russa è stata venduta per il petrolio di Aliyev, o non si vede. Ma nei prossimi anni leggeremo dei successi del Nefteprom nella direzione del Caspio.
      2. molibdeno Офлайн molibdeno
        molibdeno (Stanislav) 15 November 2020 15: 54
        -1
        Sergei, se sì, che tipo di risposta ti aspettavi di vedere per il Su-24? Gli aerei da combattimento russi hanno invaso senza preavviso lo spazio aereo della Turchia, che, ricordo, è un membro della NATO, in altre parole, un potenziale paese avversario. I turchi hanno parlato, parlato, ma visto che non ci arrivava, ne hanno preso e abbattuto uno, per chiarezza. Guarda la situazione in un'immagine speculare. Se gli aerei da combattimento della NATO iniziassero a sorvolare impunemente la regione di Kaliningrad e uno di loro, alla fine, venisse abbattuto, la Russia avrebbe una festa nazionale. Purtroppo, solo la morte del Su-24 ha costretto i piloti russi a prendere la propria istruzione e finalmente esplorare l'area di volo.
  7. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 14 November 2020 17: 45
    +1
    Per non ripetermi su Bulbul-oglu,

    https://cont.ws/@boriz56/1834175

    Ho scritto qui cosa ne penso.
    L'ambasciatore ha detto quello che gli era stato ordinato di fare. Ma se Aliyev manterrà ora il potere è una questione aperta.
  8. Peter rybak Офлайн Peter rybak
    Peter rybak (Pattuglia) 14 November 2020 17: 55
    -3
    Oh, quanto tempo puoi ricamare lo stesso filo? L'autore, che chiaramente sostiene una parte nei commenti, si è ora impegnato ad analizzare la situazione. Con l'ambasciatore già senza di te, è stato scritto duecentocinquanta volte e non c'è bisogno di forzarlo. Un tentativo qui di urtare le teste di russi e azeri, almeno, sembra patetico.
    Caro autore, una delle componenti fondamentali del giornalismo è che l'autore presenta questa o quella situazione senza esprimere la propria opinione in modo così ardente. Se questo è solo materiale analitico, spiega su cosa si basa l'analisi, perché ovviamente non hai abbastanza conoscenze sull'argomento.
    Niente di personale, ma speculare ogni giorno sugli stessi argomenti è deplorevole.
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 15 November 2020 08: 28
      +1
      Sì, sostengo chiaramente una parte, la Russia. Non sono io ad affrontare i russi e gli azeri, ma i turchi con il consenso di Baku, ne scrivo solo direttamente.
      P.S. non insegnarmi il giornalismo, ok? Non mi interessa chi ha scritto cosa 250 volte, ho la mia opinione su questo argomento. E meno pathos.
      1. Peter rybak Офлайн Peter rybak
        Peter rybak (Pattuglia) 15 November 2020 08: 43
        -3
        Citazione: Marzhetsky
        Sì, sostengo chiaramente una parte, la Russia. Non sono io ad affrontare i russi e gli azeri, ma i turchi con il consenso di Baku, ne scrivo solo direttamente.
        P.S. non insegnarmi il giornalismo, ok?

        Non bene. Assolutamente no, perché come giornalista affronti solo le basi. Siete voi che spingete e, per essere più precisi, i lettori di questa risorsa. Quello che stanno facendo lì i turchi o non turchi non lo puoi sapere in linea di principio, perché è completamente fuori tema. Né tu né io possiamo conoscere i veri accordi tra Vladimir Putin e Recep Erdogan. Questi sono tutt'altro che nemici, come stai cercando di immaginare.
        Scusa, ma non hai conoscenza dell'argomento, hai capito? Semplicemente non esistono. Da lì, da qui, hai afferrato pezzi, a singhiozzo, e hai costruito castelli. Inoltre - un testo analfabeta. Sì, da questo punto di vista sei un giornalista moderno.
        Ma solo una persona estremamente analfabeta, che non ha familiarità con la profondità dell'argomento, con il vero stato delle relazioni, tra gli spauracchi-incomprensibili-patrioti che hanno inondato questa risorsa, può scrivere queste righe:

        Baku è oggettivamente dalla parte dei nostri tradizionali avversari geopolitici ...

        Dove lo hai preso? Da dove viene questa oggettività? È stato espresso dai leader del nostro stato? È stato annunciato ufficialmente in risorse statali?
        Allora su che base hai deciso questo? Sulla base delle tue conclusioni? E se queste conclusioni contraddicessero la posizione dello Stato? Quindi stai cercando di guidare un cuneo. Grazie a Dio che hai pochi lettori. Ho esaminato molti dei tuoi materiali e ho cercato di analizzarli. Tutto è in qualche modo unilaterale, unilaterale. L'argomento non è stato studiato. I dati iniziali sono stati presi da varie risorse, che a volte si contraddicono a vicenda. Analytics a livello "ho detto".
        E non ti insegnerò, perché la fase di formazione per una persona matura è già passata. Ma per tua informazione, la mia esperienza nel giornalismo, nel periodo sovietico, è di più di 10 anni. Questi non sono gli attuali scribacchini nostrani che hanno imparato a collegare poche parole in un testo e si sono affrettati a padroneggiare Internet su piccola scala, la zona di permissività e mancanza di rispetto per l'avversario.
        1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
          Marzhetsky (Sergey) 15 November 2020 08: 53
          0
          Il rispetto di sé deve ancora essere guadagnato. Il tuo commento è una demagogia pronunciata, non giornalistica. La discussione è finita.
          P.S. E ho abbastanza lettori, grazie a Dio sorriso
          1. Peter rybak Офлайн Peter rybak
            Peter rybak (Pattuglia) 15 November 2020 08: 56
            -2
            Citazione: Marzhetsky
            Il rispetto di sé deve ancora essere guadagnato. La discussione è finita.

            Perché è interessante sapere? Di che tipo di rispetto stiamo parlando?
            Sì, e ne sono contento, perché la nostra scaramuccia non può essere definita una discussione. Ma sono estremamente indignato per la posizione della risorsa "Reporter". Colleghi, ci sono alcuni principi per la formazione del portale. O vuoi scivolare nella riga "itterico"? Ma in questo caso, il "Reporter" interesserà una cerchia ristretta di persone, mentre altri ti aggireranno con condiscendenza.
            1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
              Marzhetsky (Sergey) 15 November 2020 09: 01
              -1
              Citazione: Peter Rybak
              Il rispetto di sé deve ancora essere guadagnato. La discussione è finita.

              Perché è interessante sapere? Di che tipo di rispetto stiamo parlando?

              Questo è per questi attacchi:

              Questi non sono gli attuali scribacchini nostrani che hanno imparato a collegare poche parole in un testo e si sono affrettati a padroneggiare Internet su piccola scala, la zona di permissività e mancanza di rispetto per l'avversario ...
              Scusa, ma non hai conoscenza dell'argomento, hai capito? Semplicemente non esistono. Tu da lì, da qui, hai afferrato pezzi, a singhiozzo, e costruisci castelli. Inoltre - un testo analfabeta. ...

              Hai scritto qualcos'altro sul rispetto per il tuo avversario? Chi sei comunque?
              P.S. se vai personalmente in giro con condiscendenza, non vedo una grande perdita.
              1. Peter rybak Офлайн Peter rybak
                Peter rybak (Pattuglia) 15 November 2020 09: 07
                0
                Citazione: Marzhetsky
                P.S. non insegnarmi il giornalismo, ok?

                E la mia mancanza di rispetto per il mio avversario deriva dalla citazione che sto citando. Come autore del materiale, non dovresti precipitarti contro tutti con una lancia rotta. Ascolta e non rispondere affatto. Mi scusi per l'esempio estremamente sfortunato, ma se qualcuno scrive nel commento "L'autore è ... urak", gli risponderà subito "Lui stesso ... urak"? (la censura non ha mancato la prima lettera, "d"). Non rispondi a chi è d'accordo con la tua opinione, è comprensibile. Ma su coloro che mettono ragionevolmente il tuo testo sugli scaffali, fai immediatamente cadere tutta la bile accumulata.
                Un vero giornalista che rispetta i suoi lettori, perché senza di loro non è nessuno, scriverebbe:

                PS Per favore, non insegnatemi il giornalismo. Sei d'accordo?
              2. Il commento è stato cancellato
        2. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
          Marzhetsky (Sergey) 15 November 2020 09: 08
          0
          Citazione: Peter Rybak
          Ma solo una persona estremamente analfabeta, che non ha familiarità con la profondità dell'argomento, con il vero stato delle relazioni, tra gli spauracchi-incomprensibili-patrioti che hanno inondato questa risorsa, può scrivere queste righe:

          Baku è oggettivamente dalla parte dei nostri tradizionali avversari geopolitici ...

          Dove lo hai preso? Da dove viene questa oggettività? È stato espresso dai leader del nostro stato? È stato annunciato ufficialmente in risorse statali?
          Allora su che base hai deciso questo? Sulla base delle tue conclusioni? E se queste conclusioni contraddicessero la posizione dello Stato? Quindi stai cercando di guidare un cuneo. Grazie a Dio che hai pochi lettori.

          La posizione oggettiva si manifesta nelle azioni, non nelle dichiarazioni. L'Azerbaigian si è schierato con la Turchia non a parole, ma con i fatti. Questo è il criterio per controllare l'obiettività, le parole (dichiarazioni ufficiali) non significano nulla.
          1. Peter rybak Офлайн Peter rybak
            Peter rybak (Pattuglia) 15 November 2020 09: 12
            -1
            Citazione: Marzhetsky
            La posizione oggettiva si manifesta nelle azioni, non nelle dichiarazioni. L'Azerbaigian si è schierato con la Turchia non a parole, ma con i fatti. Questo è il criterio per controllare l'obiettività, le parole (dichiarazioni ufficiali) non significano nulla.

            Ma perché l'Azerbaigian dovrebbe opporsi alla Turchia ??? Su che base puoi venire in mente? Perché gli stati che si sono posizionati come amichevoli per decenni dovrebbero essere nemici?
          2. Il commento è stato cancellato
  9. Many_ways_point Офлайн Many_ways_point
    Many_ways_point 14 November 2020 19: 03
    -2
    Perché l'ambasciatore dell'Azerbaigian ha detto più di quanto avrebbe dovuto sulla morte del Mi-24 russo

    Perché i compagni turchi glielo chiedevano.

    Se la Russia professasse il principio "in guerra come in guerra", la risposta sarebbe schiacciante.

    - Putin ha mostrato ancora una volta la sua natura codarda. Non è mai successo, e ora di nuovo (C).
  10. il santo Офлайн il santo
    il santo (Babbo Natale) 14 November 2020 20: 14
    -1
    La Russia ha perso immediatamente sia l'Armenia che l'Azerbaigian e il suo volto. La multi-mossa del nonno è fallita di nuovo.
    1. Elena Ushkova Офлайн Elena Ushkova
      Elena Ushkova (Elena Ushkova) 16 November 2020 06: 52
      -1
      I media europei e americani scrivono esattamente l'opposto. Sul fallimento della NATO e della Turchia nella regione e sulla vittoria di Mosca.
  11. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 14 November 2020 22: 31
    +3
    Fu tirato fuori con aria di sfida da Baku, trascinandolo fuori pubblicamente ...

    Dove hai visto il pestaggio? È stato punito? Hajiyev non è nessuno che possa chiamare l'ambasciatore.
    Hanno etichettato la reazione come camminare sul posto. I capi dell'ambasciatore, il ministro e Aliyev, entrambi rimasero in silenzio in uno straccio.
    Gadzhiev è stato incastrato, le cui parole non possono avere conseguenze in linea di principio.
  12. kot711 Офлайн kot711
    kot711 (voce) 15 November 2020 11: 05
    +1
    Ancora una volta ,, profonda preoccupazione ,,. E alcuni stanno facendo le loro cose. Zero, è zero.
  13. cdmax Odessa Офлайн cdmax Odessa
    cdmax Odessa (cdmax Odessa) 15 November 2020 12: 55
    0
    L'autore, quindi, la Turchia ha avuto a lungo accesso al Mar Caspio attraverso l'Azerbaigian. Perché questa "sensazione" strategica?
  14. bottaio Офлайн bottaio
    bottaio (Alexander) 16 November 2020 00: 57
    +2
    Caro (io) prima Putin V.V. come capo di stato sempre più deluso dalla sua sdentata politica estera. E ora - ancora una volta per spazzare via dopo il cinico abbattimento da parte di Azerbaijan / Turchia di un elicottero da combattimento delle Forze Armate RF con la morte dell'equipaggio e praticamente lasciare i turchi insolenti dall'impunità al Mar Caspio con tutto ciò che implica .. Tuttavia.
    1. Rashid116 Офлайн Rashid116
      Rashid116 (Rashid) 19 November 2020 17: 53
      -1
      Alla fine, la gente ha cominciato a guardarsi intorno, e non in bocca a questa nullità.Ma sembra troppo tardi, ora ha generalmente trascurato l'opinione della gente.Il nonno è già vecchio, non gli importa. E ora all'orizzonte ha disegnato un altro "caro Leonid Ilyich". Uno a uno, ama l'adulazione e l'adulazione. Non vede il problema a distanza ravvicinata, tutto ciò che ha ferito. L'uomo ha perso il contatto con la realtà.
  15. Elena Ushkova Офлайн Elena Ushkova
    Elena Ushkova (Elena Ushkova) 16 November 2020 06: 56
    -2
    Qualcosa ci sono molti sfigati di Putin sul canale. Chi non vede la foresta dietro gli alberi. Ovviamente non sto parlando di bot. Questo è il loro lavoro. Certo, qualcuno ha davvero bisogno della Russia per bombardare l'Azerbaigian e la Turchia, litigare con tutti e essere coinvolto in un conflitto profondo. Ed ecco le statuette per te.
    1. Il commento è stato cancellato
  16. Igor Berg Офлайн Igor Berg
    Igor Berg (Igor Berg) 19 November 2020 01: 15
    -1
    Dopo il crollo dell'URSS, le persone si sono disperse nella loro "indipendenza" e ora difendono la loro visione degli interessi nazionali, che non coincide con la nostra.

    Più precisamente e non lo dirai
  17. pvlshvz Офлайн pvlshvz
    pvlshvz (Paolo) 21 November 2020 11: 32
    +1
    Senza senso. Storicamente e culturalmente, l'Azerbaigian è più vicino a una Russia filoeuropea e secolare che a una Turchia rigidamente musulmana. In Russia, c'è una diaspora multimilionaria di azeri, che ha i suoi affari altamente redditizi ed è strettamente legata alle tradizioni familiari con l'Azerbaigian. Aliyev è un leader e un politico colto e intelligente. Ha fatto buon uso della Turchia e si è abilmente liberato dalle sue cure in tempo con l'aiuto delle forze di pace russe. Negli ultimi anni, sotto Pashinyan, l'Armenia è diventata molto più estranea alla Russia dell'Azerbaigian.