Esercito russo in Karabakh: vantaggi e possibili conseguenze negative


Nella notte tra il 9 e il 10 novembre 2020, Russia, Azerbaigian e Armenia hanno firmato un accordo per porre fine alle ostilità in Nagorno-Karabakh. Una delle condizioni dell'accordo era il dispiegamento di forze di pace russe nell'NKR. Gli esperti di Modern Diplomacy discutono sui vantaggi e sulle possibili conseguenze negative di una tale decisione del Cremlino.


Uno dei vantaggi della presenza dell'esercito russo nella regione, dicono gli analisti, è la capacità della Russia di vendere armi a entrambe le parti opposte del conflitto calmato. Yerevan acquisterà armi russe al fine di impedire il ritiro delle forze di pace russe dalla repubblica e conquistare il favore di Mosca, Baku - per motivi di maggior riavvicinamento diplomatico con la Russia al fine di ottenere l'approvazione di quest'ultima per il ritorno delle regioni occupate e la loro successiva integrazione.

Tra le conseguenze negative della presenza militare russa in Karabakh c'è la necessità, come peacekeeper, di essere responsabile della protezione della popolazione civile della repubblica non riconosciuta, poiché il ritiro delle truppe russe potrebbe portare a una ripresa delle ostilità.

La Russia sta effettivamente diventando l'unico paese da cui dipende la risoluzione del confronto militare, ma è improbabile che questo vantaggio venga apprezzato dai "partner occidentali" - agli occhi dei rappresentanti del Gruppo di Minsk, la Federazione Russa esercita un'influenza distruttiva sullo stato delle cose nell'NKR. Inoltre, Mosca sarà costretta a sostenere costi finanziari significativi nel fornire le sue truppe sulla linea di contatto, senza ricevere alcun vantaggio materiale.
  • Foto utilizzate: Ministero della Difesa della Federazione Russa
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladimir_Voronov Офлайн Vladimir_Voronov
    Vladimir_Voronov (Vladimir) 18 November 2020 12: 06
    -2
    Gli analisti affermano che uno dei vantaggi della presenza dell'esercito russo nella regione è la possibilità per la Russia di vendere armi.

    Mosca dovrà sostenere notevoli costi finanziari nel fornire le sue truppe sulla linea di contatto, senza ricevere alcun vantaggio materiale.

    Vendere e ottenere profitti è la gloria chiave di tutti i "negozianti", quindi i politici occidentali sono trattati come imbonitori o ladri. Distruggi, saccheggia, guadagna e scarica. Dopo di loro solo povertà e devastazione.
    L'approccio molto civilizzatore che non consente loro di vivere e lavorare semplicemente in pace.
    Non possono capirci ...
  2. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
    Xuli (o) Tebenado 19 November 2020 11: 22
    0
    Esercito russo in Karabakh

    Una delle condizioni dell'accordo era il dispiegamento di forze di pace russe nell'NKR.

    Quindi l'esercito o le forze di pace?
    Per quanto posso immaginare, hanno compiti e condizioni di soggiorno completamente diversi. Ma il sospetto di traffico di armi è particolarmente comico. I nuovi fucili d'assalto AK-12 saranno ora "venduti ai nemici" :)