La nuova iniziativa della Cina significa la fine de facto dell'OMC


15 stati della regione Asia-Pacifico, guidati dalla RPC, hanno firmato un accordo sulla creazione di un partenariato economico regionale. Questo accordo avrà le conseguenze più gravi e di vasta portata, poiché di fatto significa il crollo del progetto americano e l'ascesa di quello cinese.


Questo non è il primo progetto di integrazione nella regione. Nel 1967 è stata creata l'Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN), che comprendeva 10 paesi con una popolazione complessiva di circa 650 milioni di persone. E nel 1989 nella capitale australiana è stato firmato un accordo per l'istituzione dell'Asia-Pacific Economic Cooperation (APEC), che comprende 21 stati, inclusa la Russia. I paesi partecipanti rappresentano il 40% della popolazione mondiale, il 44% del commercio mondiale e il 54% del PIL mondiale. Tuttavia, in sostanza, l'APEC è piuttosto un forum internazionale, il cui obiettivo è formare un sistema di scambio aperto e libero nella regione Asia-Pacifico entro il 2020.

E ora è arrivato il 2020. Dopo otto anni di trattative è nata una nuova associazione di integrazione, RCEP, di cui ci occupiamo nel dettaglio detto pochi giorni fa. La partnership globale riunisce 1/3 del PIL mondiale e un mercato combinato di 2,2 miliardi di potenziali consumatori. Secondo gli esperti, la rimozione o la riduzione delle barriere commerciali può aumentare il livello globale l'economia $ 200 miliardi nei prossimi dieci anni. In sostanza, è un analogo funzionale di ciò da cui è cresciuta l'Unione europea. Tariffe, standard sanitari, regole commerciali e di investimento vengono unificati in tutti i 15 paesi della nuova unione. Le merci prodotte in ciascuna delle parti dell'accordo possono essere vendute liberamente in tutti gli altri 14 stati. La creazione della RCEP è un passaggio fondamentale che avrà gravi conseguenze per l'intero ordine mondiale.

In primo luogo, questo significa in realtà la morte dell'OMC. L'Organizzazione mondiale del commercio è stata creata su suggerimento di Washington sulle ossa dell'URSS. I problemi in questa struttura internazionale sono stati delineati da molto tempo. A causa dell'elevato numero di partecipanti il ​​cui consenso era richiesto per prendere decisioni, l'OMC è stata estremamente goffa da gestire. Molte decisioni sono state ritardate per anni a causa di ricorsi e ricorsi. Allo stesso tempo, sono state espresse critiche fondate sul fatto che i meccanismi di organizzazione commerciale fossero utilizzati principalmente per promuovere gli interessi delle società transnazionali a scapito dei piccoli paesi.

Il presidente Trump può essere giustamente considerato il "becchino" dell'OMC, poiché ha iniziato a interpretarne le regole a modo suo e ha fatto di tutto per far uscire gli Stati Uniti da questa struttura. All'inizio dell'anno, i rappresentanti dei paesi europei si sono riuniti a Stoccolma per discutere del futuro dell'Organizzazione mondiale del commercio. Alcuni hanno proposto di riformarlo, altri - di creare una nuova associazione. Come puoi vedere, la Cina, il principale avversario degli Stati Uniti nell'OMC, ha fatto la sua strada, creando una propria organizzazione regionale invece di una goffa organizzazione globale, che controlla 1/3 del PIL mondiale e che può gestire efficacemente.

In secondo luogo, il punto principale è l'adesione all'RCEP del Giappone, della Repubblica di Corea, dell'Australia e della Nuova Zelanda. Alleati leali, o "satelliti", gli Stati Uniti preferivano l'integrazione economica con il loro diretto concorrente. Vale soprattutto la pena prestare attenzione alla posizione del Giappone e della Corea del Sud. Questo è un passo molto coraggioso e dimostrativo, che mostra che Tokyo e Seoul non sono più pronte a seguire la scia di Washington, trascurando i propri interessi. La scelta a favore della cooperazione con la Cina può essere considerata il rifiuto di Giappone e Corea dello status di "devoto vassallo" e la transizione al famigerato multi-vettore politica.

Il mondo sta cambiando rapidamente, e ora molto dipenderà da chi vincerà a Washington, il "globalista" Joe Biden o l '"imperiale" Donald Trump, che formulerà la risposta dell' "egemone" alla Cina.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 18 November 2020 13: 12
    -3
    Si
    Oltre alla fine settimanale del dollaro presto, è apparso un nuovo argomento:
    Una fine imminente dell'OMC.
    Ci sarà anche un settimanale?
    1. Yuri Nemov Офлайн Yuri Nemov
      Yuri Nemov (Yuri Nemov) 23 November 2020 10: 36
      0
      I media occidentali seppelliscono il rublo ogni giorno, la Russia, la SCO, la Cina ... quindi perché dovremmo tacere? Questa è chiamata guerra dell'informazione, che non è meno efficace di una guerra con le armi in mano. Perché dovremmo giocare a giveaway?
  2. Vladimir_Voronov Офлайн Vladimir_Voronov
    Vladimir_Voronov (Vladimir) 18 November 2020 17: 26
    +2
    Ottime notizie: la Cina si è trasformata da concorrente degli Stati Uniti in un nemico aperto. Come ha detto un esperto:

    La Russia ha una grande opportunità per prendere il posto della scimmia saggia che guarda la lotta tra due tigri.

    Per una volta!
    1. Barmaley_2 Офлайн Barmaley_2
      Barmaley_2 (Barmale) 19 November 2020 02: 13
      0
      Questo non funzionerà, Stati Uniti e Cina considerano la Federazione Russa come la loro periferia e cercano in ogni modo di evitare che ricada completamente sotto qualcuno aggiungendo un vantaggio competitivo. Al momento, la Federazione Russa NON HA l'opportunità di perseguire la sua linea di costruzione della sua zona tecnologica relativamente indipendente (ad esempio, come l'URSS aveva la sua), ma la Federazione Russa sta cercando di ottenere il suo "posto più caldo nella piramide" nel futuro ordine mondiale. C'è stato un tentativo di creare con alcuni paesi europei una singola zona ek-esima, quindi la Federazione Russa dovrà eventualmente unirsi da qualche parte.
  3. Alexey Lan Офлайн Alexey Lan
    Alexey Lan (Alexey Lantukh) 18 November 2020 18: 17
    0
    A proposito, la Russia non si è unita alla nuova associazione. E ha fatto la cosa giusta.
    1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
      Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 18 November 2020 22: 46
      +3
      Le porte della RCEP non sono chiuse per nessuno, né per la Federazione Russa, né per gli Stati Uniti, né per nessun altro.
      Un'altra cosa è importante, i paesi fondatori hanno concordato i principi di base e concorderanno le regole, ma senza la partecipazione della Federazione Russa o degli Stati Uniti.
      Quando la Federazione Russa e gli Stati Uniti decideranno di aderire al RCEP, e non ci sono dubbi su quello che fanno, la grande capitale russa è di vitale interesse per integrarsi nell'economia mondiale, dovranno accettare quelle regole RCEP o NSP che sono state concordate e continueranno a funzionare.
      Per gli Stati Uniti, questo significherà non solo la perdita dello status di leader mondiale, ma tutti gli altri - economici, politici, ideologici, finanziari, legali, ecc.
      Il diktat globale degli Stati Uniti si indebolirà, a seguito del quale aumenteranno l'indipendenza e l'influenza dell'UE, il che contribuirà alla formazione di tre principali centri mondiali: la RPC-USA-UE e diversi centri regionali, la cui formazione renderà il mondo davvero multipolare di fatto.
      1. Essex62 Офлайн Essex62
        Essex62 (Alexander) 19 November 2020 08: 36
        -4
        E siamo interessati alla liquidazione del grande capitale russo. Solo in questo caso la Russia rinascerà come attore mondiale.
  4. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 18 November 2020 18: 33
    +2
    È prematuro seppellire l'OMC, perché in assenza degli Stati Uniti il ​​ruolo principale viene trasferito alla RPC.
    La RPC non solo sostiene l'OMC, ma crea anche i propri progetti di importanza globale: NSHP, RCEP, contro il quale si perde l'espansione in Africa.
    Quanto agli amici degli Stati Uniti, essi, come tutti gli schiavi, tengono il naso al vento tanto quanto il loro padrone, gli Stati Uniti, gli permettono. Gli schiavi europei degli Stati Uniti non solo collaborano con il PRC al progetto NSP, ma si mordono anche l'un l'altro per bocconcini particolarmente gustosi, e obbediscono al padrone statunitense solo quando li minaccia con una sanzione del bastone.
    Trump ha tentato di consolidare gli amici, ma non l'ha portato alla fine, ma se "Joe assonnato" continuerà a farlo, vedremo. Comunque, non sarà facile per lui farlo, 4 anni di "stare insieme" sono tempo perso.
  5. Barmaley_2 Офлайн Barmaley_2
    Barmaley_2 (Barmale) 19 November 2020 02: 00
    +2
    è tutto così divertente. Gli Stati Uniti e la Cina sono una medaglia, ma da parti diverse. La Cina NON ha un meccanismo di soft power e può essere una superpotenza esclusivamente locale, ma non globale. Cioè, non c'è NESSUN sostituto per gli Stati Uniti al momento. Inoltre la Cina non ha una componente importante - la moneta di riserva mondiale con tutte le strutture per la sua promozione, ecc. (prima di allora, il GATT, che successivamente lo ha sostituito, l'OMC, è solo uno degli strumenti del sistema di Bretton Woods ancora funzionante, modernizzato nel 1976 in una conferenza in Giamaica) e la stessa base tecnologica degli Stati Uniti. Allontanarsi completamente gli uni dagli altri. Ma! I meccanismi del precedente eq-esimo modello di sviluppo mondiale sono già concretamente bloccati, il mondo è fisicamente "finito" - la Cina non può espandersi con le sue esportazioni (e il tentativo di sviluppare il mercato interno negli ultimi anni ha portato ben poco all'effetto desiderato. Inoltre, non commerciamo ancora con gli alieni), né gli Stati Uniti con i loro squilibri strutturali più potenti, la totale "dollarizzazione" ovunque, ecc., E l'ulteriore sviluppo più probabile è un tentativo di dividere in zone ec-kie molto grandi, che saranno già limitate interagiscono tra loro, ma, naturalmente, durante la formazione di nuove zone alla periferia ci saranno diversi conflitti locali con la prevenzione del ricevimento da parte del partner attuale, Ma un potenziale futuro concorrente, vantaggi competitivi in ​​qualcosa. Quindi, gli Stati Uniti non andranno da nessuna parte e la Cina non sostituirà gli Stati Uniti. E la risposta degli Stati Uniti alla Cina sarà quasi la stessa di Biden e Trump: un tentativo di contenere la Cina in primo luogo. Forma, ecc. può differire, ma l'essenza sarà la stessa.