Dalla Siria al Karabakh: perché Putin sopporta tutte le buffonate di Erdogan


Il conflitto militare in Nagorno-Karabakh si è concluso con la firma di un accordo trilaterale tra Federazione Russa, Armenia e Azerbaigian, avviato dalla parte russa. La guerra è finita, ma rimangono questioni correlate: in particolare, perché Putin non ha protestato contro Erdogan in relazione alla partecipazione di gruppi militanti filo-turchi dalla parte di Baku? Il portale svizzero Infosperber scrive del perché il presidente russo tollera tutte le buffonate del suo collega turco.


Ci sono diverse ragioni per la lealtà della Russia alla Turchia. Uno di questi è l'appartenenza della Repubblica turca al blocco militare della NATO, a cui si è unita nel 1952. L'Alleanza del Nord Atlantico negli anni '90 con i bombardamenti della Jugoslavia ha dimostrato che questo non è affatto pacifico politico unificazione dei paesi. Ora, con il tacito consenso dei membri della NATO, la Turchia sta visibilmente ripristinando l'immagine dell'Impero Ottomano che vinse la guerra di Crimea contro la Russia a metà del XIX secolo. Così, Ankara, in caso di un ipotetico scontro militare con Mosca, potrà sempre contare sull'aiuto dell'Occidente.

Non può essere scontato e economico il potenziale della Turchia, la cui industria della difesa sta crescendo a un ritmo sostenuto. Il potere sicuro di sé interviene nella situazione interna libica, rivendica a danno della Grecia una parte della piattaforma mediterranea, mantiene le sue forze nel nord della Siria, combatte i curdi e aiuta l'Azerbaigian nella sua lotta contro l'Armenia in Karabakh. Allo stesso tempo, la NATO rimane in silenzio e non impedisce al suo avamposto meridionale di giocare i propri giochi politici.

Negli ultimi anni, la Russia ha avuto molte ragioni per aggravare la situazione con la Turchia: l'abbattimento del Su-24 russo da parte dell'aeronautica turca nel 2015, l'uccisione dell'ambasciatore russo Andrei Karlov da parte di un jihadista turco nel 2016. Ma Mosca sta facendo di tutto per evitare che tali insinuazioni si trasformino in una crisi politica tra i due paesi.

La Russia sa che la Turchia può chiedere aiuto alla NATO se viene attaccata da una terza parte. Quindi la Russia non può permettersi una guerra con la Turchia

- dicono gli esperti di Infosperber.

È più importante per il Cremlino ottenere la benevolenza da Erdogan, in particolare per sostenere le discussioni interne tra la NATO e Ankara. Approfittando di ciò, il leader turco sta giocando un doppio gioco, manovrando con successo tra la Federazione Russa e il blocco militare occidentale, attraversando di volta in volta i confini del suo paese e usando le armi come argomento per il raggiungimento degli obiettivi di politica estera.
  • Foto utilizzate: kremlin.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
21 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladimir_Voronov Офлайн Vladimir_Voronov
    Vladimir_Voronov (Vladimir) 18 November 2020 17: 14
    -3
    Il potere sicuro di sé interviene nella situazione interna libica, rivendica a danno della Grecia una parte della piattaforma mediterranea, mantiene le sue forze nel nord della Siria, combatte i curdi e aiuta l'Azerbaigian nella sua lotta contro l'Armenia in Karabakh.

    - tutto questo non parla di fiducia, ma di povera mente. Per qualche ragione, tutti questi "esperti" hanno dimenticato come una volta Putin abbia calpestato i pomodori di Erdogan, e come Erdogan abbia poi ritratto "un serpente in una padella". Da allora i pomodori di Erdogan non sono diventati più forti ...
    1. Dubina Офлайн Dubina
      Dubina (Dubina) 18 November 2020 20: 11
      -1
      Mi scusi, ma in che cosa esattamente l'eroico Putin ha calpestato questo miserabile codardo Edogan sui "pomodori"? Non sei confuso, vrde tutto sarebbe esattamente l'opposto?
      Ho proibito l'acquisto di pomodori.
      Se non ti dà fastidio, puoi essere più specifico?
  2. Alexey Lan Офлайн Alexey Lan
    Alexey Lan (Alexey Lantukh) 18 November 2020 17: 54
    +2
    In realtà, la Turchia controlla il Bosforo e i Dardanelli. Se li copre per la Russia, la Russia perderà molto.
    1. _AMUHb_ Офлайн _AMUHb_
      _AMUHb_ (_AMUHb_) 18 November 2020 18: 01
      0
      in effetti poi ci sarà una guerra, il documento è comunque ... non lo sapevi?
      1. Dubina Офлайн Dubina
        Dubina (Dubina) 18 November 2020 20: 24
        -2
        Cioè, pensi che il Sultano abbia bloccato lo stretto e Putin abbia dichiarato guerra? O intendevi che SE il Sultano chiude lo stretto, allora Putin PU CAN dichiarare guerra?
        Penso che tu intendessi quest'ultimo. Per Putin è un passo coraggioso fuori dal regno della finzione non scientifica! L'unico, sottolineo, l'unico di tutti i Leader mondiali siede nel bunker, temendo Covid. Un gruppo di presidenti di altri paesi, più anziani, dimostrano unità con la loro gente, la gente non ha modo di nascondersi in un bunker. Anche il famoso azzeramento non è stato espresso da lui stesso, ha preferito nascondersi dietro la schiena di una donna anziana.
        Al momento della stesura di un articolo non "Perché Putin tollera le buffonate di Erdogan", ma "Chi del mondo, i leader regionali non hanno ancora cliccato sul naso di Putin". Come può Putin spaventare Iran, Ucraina, Polonia o Kazakistan e Azerbaigian, per non parlare della Cina? Perelights e Poseidons, probabilmente è tutto.
    2. Shelest2000 Офлайн Shelest2000
      Shelest2000 18 November 2020 18: 17
      0
      Se c'è un desiderio politico e uova d'acciaio, non stiamo parlando di Putin: non ha né l'uno né l'altro, la questione del tentativo di "chiudere" lo stretto può essere risolta in modo brusco, rapido, radicale. Ma non con questo potere in Russia. Perché? La risposta è semplice

  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 18 November 2020 18: 24
    -4
    Spazzatura completa, il portale sconosciuto Infosperber è assolutamente in volo.
    Endogan è un partner della Russia. Anche quando il petrolio proveniente da I ... è stato spinto in Europa e ha sparato agli aerei ...
    1. Dubina Офлайн Dubina
      Dubina (Dubina) 18 November 2020 20: 29
      -2
      Quindi il piccolo articolo lì, probabilmente lo stesso capo cuoco ha scritto lì o qualcuno della sua cucina, ecco perché è venuta fuori la spazzatura. E a cosa dovrebbero riferirsi i Putiniti, se in pubblicazioni dignitose sul loro leader è scritto in modo abbastanza imparziale. Quindi spremono articoli sul genio di tutte le mosse del detenuto del bunker, e poi vengono citati. Per gli argomenti politico-militari hanno "Drive" e "National Interest", per la politica pura hanno altri cassonetti di Internet.
  4. Il commento è stato cancellato
  5. BoBot Robot - Free Thinking Machine 18 November 2020 20: 17
    +1
    La Turchia ci ha ordinato una centrale nucleare! Mare di pasta! Allora perché improvvisamente litigare con loro?
    1. Dubina Офлайн Dubina
      Dubina (Dubina) 18 November 2020 21: 04
      0
      C'è un prestito senza interessi dalla Turchia per 25 anni per la costruzione di una centrale nucleare. ... Il mare di pasta è solo per Rosatom.

      ... Tutti i rischi finanziari sul progetto per la costruzione di una centrale nucleare in Turchia, paese non più stabile al mondo, saranno a carico del bilancio della Federazione Russa ...
      1. Credo in Rosatom!
  6. bottaio Офлайн bottaio
    bottaio (Alexander) 19 November 2020 01: 22
    -2
    Vladimir Putin, che sta già invecchiando, non vuole esacerbare la situazione e agire da una posizione di forza alla fine del suo lungo regno. È un peccato .. IMHO.
  7. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 19 November 2020 09: 29
    +2
    Finora, è emerso che i turchi, dopo aver destato gli azeri, hanno preso a calci Soros Pashinyan, che ha l'ambasciata americana dietro di sé, nel naso, più grande del numero di caschi blu russi schierati in Nagorno-Karabakh. Tra un anno in Armenia, in questa situazione, potrebbe apparire un governo filo-russo. Vediamo i layout finali di questo solitario.
    1. Amaro Офлайн Amaro
      Amaro (Gleb) 19 November 2020 11: 43
      0
      Tra un anno in Armenia, in questa situazione, potrebbe apparire un governo filo-russo.

      Forse può succedere in modo molto diverso.
      Dopotutto, se lo stesso

      l'ambasciata americana, più numerosa delle forze di pace russe.

      Finalmente uscirà dallo stupore elettorale americano, guidato dai Democratici, per poi incolpare subito la politica russa in primis per la sconfitta sul fronte armeno-azerbaigiano.
      L'Azerbaigian è stato a lungo più un alleato turco che russo, anche l'Armenia, in uno scenario del genere, presto cadrà completamente.
      I turchi e gli azeri sono senza dubbio i vincitori, cogliendo un momento conveniente sono riusciti a riconquistare vasti territori e ad aumentare la loro immagine. Per qualche ragione, i russi hanno dormito troppo in questo momento (molto probabilmente deliberatamente) e hanno permesso un incidente che è costato la vita a molte persone e le ha private di un riparo sopra le loro teste. Ma il problema è rimasto sospeso, forse questo era l'obiettivo. Gli azeri, nel più breve tempo possibile sotto la copertura delle forze di pace, potranno rafforzare le loro posizioni nelle regioni conquistate. Si è creato un altro fumante focolaio di tensione, anche se a prima vista tutto sarà già tranquillo, dentro le regioni ribollirà a lungo ed esploderà qua e là in senso letterale e figurato.
  8. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 19 November 2020 14: 43
    +1
    Articolo stupido. Dopo il Su-24 abbattuto dalla Turchia, l'aviazione russa ha mescolato al suolo i giacimenti petroliferi turchi in Siria. Se la Federazione Russa non risponde ai passi anti-russi della Turchia, o qualcun altro, temendo la guerra e preferendo la vergogna, la Federazione Russa riceverà sia la guerra che la vergogna, perché l'impunità crea l'illegalità. Oggi hanno ucciso l'ambasciatore, se la sono cavata, domani uccideranno l'intera ambasciata, oppure faranno qualcosa con questo spirito e aspetteranno di farla franca.
    1. Amaro Офлайн Amaro
      Amaro (Gleb) 19 November 2020 23: 29
      -2
      I giacimenti petroliferi turchi in Siria hanno interferito con la terra.

      In Siria, i giacimenti petroliferi siriani. Quindi, alcune persone stanno già contando su un prestito senza interessi per il recupero. I turchi hanno ricevuto qualcosa di meno, ma non hanno perso nulla.

      ha ucciso l'ambasciatore, se l'è cavata

      Non volevano, è successo così.
      E gli azeri hanno abbattuto l'elicottero, la spada non ha tagliato la testa del colpevole.
      Ma tubi, centrali nucleari, turisti, difesa aerea e aerei da combattimento (in futuro), tutto in Turchia. Il Sultano è contento lol e i prestiti non sono troppo stretti.
      1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
        Sapsan136 (Sapsan136) 20 November 2020 00: 11
        +2
        Ebbene, Putin non è eterno. Il fatto che abbia ceduto non significa che la popolazione della Federazione Russa sia d'accordo con lui e dimenticherà tutto, e il Partito Russia Unita nella nostra zona ha già fatto trapelare le ultime elezioni. E a causa del fatto che i turchi non hanno ricevuto abbastanza, i loro camion di carburante non bruciavano male e la loro sicurezza piattaforme petrolifere e come parte dei convogli, anche non malaticcio è andato allo shaitan. Il PIL a volte ringhia ancora, bene, ma non abbastanza: la politica estera deve essere perseguita con più forza.
        1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
          Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 20 November 2020 14: 24
          +2
          La Russia senza un'idea nazionale cederà sicuramente agli stati con tale .. Quando il governo amebico dello stato della Federazione Russa (con interessi principalmente personali), diventa foraggio per stati coesivi nazionali, come la Turchia e altri ... Cambiamento del dominio anti-russo della Federazione Russa (nazionalisti russi, - il nemico del governo della Russia, - questo è il verdetto della Russia) sul filo-russo, salverà solo dall'ulteriore collasso della Federazione Russa ... Idea russa e slava, -. salvare la Russia dal completo decadimento ...
          1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
            Sapsan136 (Sapsan136) 20 November 2020 14: 43
            +1
            La Turchia non è uno stato che minaccia la Federazione Russa. L'esercito turco è armato al livello degli stati africani, ma a scapito della coesione, non tutti amano il sultano e l'economia non respira bene.
            1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
              Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 20 November 2020 14: 52
              +1
              Non sminuire un esercito con esperienza di combattimento, ma non amano più la Russia con tutte le conseguenze ... La Turchia è un vicino formidabile e deve essere trasformata in un alleato, che è molto contrastato da tutti i nemici della Russia, il che significa che la direzione è giusta ...
              1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
                Sapsan136 (Sapsan136) 20 November 2020 15: 06
                +3
                Qual è l'esperienza di combattimento della Turchia ?! La guerra con i partigiani curdi, la guerra contro la Federazione Russa in Cecenia, dove il protetto russo è stato ammassato due volte sul protetto turco, la guerra in Siria, dove la Turchia è nel limbo e il suo protetto si sta ritirando ?! Quindi non considero la Turchia un alleato della Federazione Russa, è un lupo, che non importa quanto gli alimenti guarderà ancora nella foresta, ma non considero la Turchia un formidabile nemico per la Federazione Russa. Ovviamente, se, come Eltsin in Cecenia, ricicla denaro e giochi a regali, allora puoi prosciugare la guerra in Lituania, e se combatti seriamente e la sconfiggi correttamente, la Turchia ha zero possibilità contro la Federazione Russa.