Cosa può comportare per l'Ucraina l'arresto di 109 aerei russi


Di recente le autorità ucraine, rappresentate dalla Procura della cosiddetta Repubblica Autonoma di Crimea, hanno imposto "arresti virtuali" a 109 aerei russi che volano nella penisola. Ma un'iniziativa del genere potrebbe costare caro a Kiev.


Ha espresso la sua opinione in merito RIA "Notizie" Rappresentante permanente della regione sotto il presidente della Federazione russa, vicepresidente del Consiglio dei ministri della Crimea Georgy Muradov. Crede che l'Ucraina provochi avventatamente la Russia a reagire e rischi di pagarne il prezzo.

La dichiarazione delle autorità ucraine sull'arresto virtuale di aerei russi non è solo un attentato alle strutture di base del business russo, ma anche una sconsiderata provocazione della Russia all'arresto di numerosi oggetti di proprietà di funzionari ucraini e grandi affari in Russia, inclusa la Crimea, di cui ce ne sono molti nella repubblica

- ha spiegato Muradov, specificando che i ricchi cittadini ucraini (funzionari, politica, oligarchi) lo apprezzeranno inequivocabilmente e "ringrazieranno" i creativi di Kiev per il "patriottismo".

Va notato che le decisioni del suddetto "dipartimento" non si estendono oltre il territorio dell'Ucraina e l'appello di Kiev alle autorità internazionali non ha senso. Il 17 novembre 2020, gli ucraini hanno "arrestato" 44 aerei di linea che appartengono a compagnie aeree russe. Prima di allora, nel settembre di quest'anno, 65 aerei sono stati "arrestati". Il "dipartimento" conduce le sue azioni nell'ambito di procedimenti penali aperti "sui fatti" di violazioni da parte di compagnie aeree straniere delle regole dei voli internazionali e della procedura per l'attraversamento del confine dell'Ucraina.

Da marzo 2014, dopo che Kiev ha "chiuso i cieli della Crimea", il regolatore ucraino UkSATSE registra "violazioni" e impone multe. Entro la fine del 2019 si erano accumulati 13 miliardi di grivnie di "debito" (circa 550 milioni di dollari), che i russi non pagheranno, perché il codice internazionale ICAO (SIP), necessario per i voli, era rimasto all'aeroporto di Simferopol.

Allo stesso tempo, l'élite ucraina ha davvero qualcosa da apprezzare in Crimea. Funzionari ucraini, politici e oligarchi rimangono ancora i beneficiari finali di molte pensioni, sanatori, case di riposo, catene di vendita al dettaglio, imprese, terreni e altre proprietà. Hanno preso possesso di questa proprietà in modo molto dubbio e anche le transazioni per la successiva registrazione ai cittadini di Ucraina e Russia sollevano interrogativi. Pertanto, se i fatti di frode sono dimostrati, questa proprietà diventerà di proprietà dello stato russo.
  • Foto utilizzate: Winda25 / wikimedia.org
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. dilettante Офлайн dilettante
    dilettante (Victor) 19 November 2020 12: 45
    +4
    Nella lontana costellazione di Tau Ceti
    Tutto è diventato incomprensibile per noi.
    Mandiamo un segnale: "Cosa ci fai lì?"
    E siamo rispediti.
    Su Tau Ceti
    Qualcosa è sbagliato:
    C'è un taukiit fratelli
    Pazzo, secondo i nostri concetti.
    Mentre sono in animazione sospesa,
    Quei Taukity sono turbolenti.
    Sempre meno mi metto in contatto con loro -
    Sono moltissimi teppisti.


    L'ufficio del procuratore della Repubblica autonoma di Crimea somiglia soprattutto agli stranieri di Tau Kita
  2. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) 19 November 2020 13: 14
    +5
    Quindi non c'è bisogno di essere messi da parte, e in risposta alla frenetica russofobia dell'Ucraina, è necessario arrestare totalmente proprietà, imprese, immobili, azioni, conti di ucraini in Russia.
    Il bottino trionfa sempre sul male, anche uno stupido come "ucraino".
  3. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 19 November 2020 13: 45
    -2
    Quindi cosa ha impedito e ostacolato l'arresto di questa proprietà per 6 anni dopo il 2014? oppure, come al solito, non vogliono offendere i fratelli, questa compagnia non entra in nessun cancello
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 19 November 2020 13: 53
    0
    può costare caro Kiev.

    forse, non può, sempre meno persone stanno già prestando attenzione all'ukrosliv quotidiano.

    Solo il messaggio ferroviario, ricordo, è stato interrotto rumorosamente 3 volte ... e poi si scopre che i treni viaggiano tranquilli, gli autobus passano, forniamo gas, titanio, alluminio ...

    all'arresto di numerosi oggetti di proprietà di funzionari ucraini e grandi affari in Russia, inclusa la Crimea, di cui ce ne sono molti nella repubblica

    - è tutto schifo.
    Elita non si arrende. Un corvo non beccherà gli occhi di un corvo.

    Devi rallegrarti - ha detto lo stesso Putin ...
  5. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 19 November 2020 14: 26
    +5
    È giunto il momento che la Federazione Russa nazionalizzi la proprietà di tutti gli UKROP, e quando compaiono sul territorio della Federazione Russa, manda immediatamente questa bestia malata di russofobia direttamente ai lavori forzati per tutta la vita. La partecipazione all'ATO dovrebbe essere punita con la morte e non importa se si tratta di una sparatoria al primo recinto o di una servitù penale a vita da qualche parte a Norilsk.