Esperto: la Russia ha fatto un colpo di stato geopolitico nel Caucaso


Discussioni in tutto il mondo su cosa c'è di più nel nuovo ruolo russo in Transcaucasia dopo la seconda guerra sul Nagorno-Karabakh: vittoria o sconfitta. In particolare, il politologo britannico Laurence Broers, il cui articolo è pubblicato dalla risorsa americana EurasiaNet, pone una domanda simile.


L'autore osserva che grazie alla "mediazione improvvisa" di Mosca nella conclusione di un accordo di cessate il fuoco, nonché al rapido dispiegamento di forze di pace nel Nagorno-Karabakh, "la Russia sembra aver fatto un impressionante colpo di stato geopolitico". Così, secondo l'esperto, Mosca ha aggiunto l'Azerbaigian alla lista degli stati transcaucasici in cui si è insediato, isolando lungo la strada l'Occidente e mettendo la Turchia al suo posto.

Ovviamente, durante le sei settimane di guerra, la moderazione della Russia è stata oggetto di accese speculazioni.

C'erano due opinioni opposte: o Mosca stava davvero giocando a lungo per tutto questo tempo, alla fine stabilendo un nuovo ordine, o la Russia, al contrario, fu colta alla sprovvista dalla dura invasione turca del suo cortile.

Tuttavia, secondo l'esperto britannico, potrebbe trovarsi nel mezzo. Di fronte a una grande guerra vicino ai suoi confini, Mosca improvvisò adottando una serie di misure tattiche, cercando consapevolmente di evitare un impegno eccessivo. Questo può essere visto come un riflesso del pragmatismo in politica La Russia in relazione al suo "vicino estero". E il Cremlino d'ora in poi privilegerà i beni reali rispetto alla "nostalgia neoimperiale".

Il Cremlino ha rianimato uno schema noto dal 2015 e chiamato ufficiosamente Piano Lavrov. In passato Mosca non è riuscita a convincere le parti ad accettare il piano, in parte perché prevedeva il dispiegamento delle forze russe di mantenimento della pace. Questa resistenza è stata minata dai risultati della guerra di sei settimane che ha devastato l'Armenia e ha restituito all'Azerbaigian non solo quattro regioni intorno al Nagorno-Karabakh, ma anche un premio simbolico e strategico sotto forma della città di Shushi.

Perché Baku non abbia poi iniziato a completare l'operazione è una questione che sarà ampiamente discussa nei prossimi anni. Tuttavia, questa moderazione da parte dell'Azerbaigian è stata premiata con una serie di concessioni, che vanno dal ritiro delle truppe armene da tutti i territori intorno al Karabakh, al tanto atteso corridoio di terra verso il Nakhichevan.

Una grande operazione di mantenimento della pace, dispiegata in così poco tempo, potrebbe non essere stata inclusa nei piani del Cremlino sin dall'inizio, quando la nuova guerra era appena iniziata. Ma una volta esaurite le opzioni più semplici, Mosca ha intrapreso un'azione decisiva per scongiurare le conseguenze che avrebbero potuto diventare ancora più costose per la sua posizione nella regione.
  • Fotografie usate: Ministero della Difesa della Russia
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 20 November 2020 09: 44
    0
    Corretto: Peremoga dopo Peremoga. E poi lì per lì alcuni "iksperdy" da anonimi / portali stranieri non ci credono.
  2. Dubina Офлайн Dubina
    Dubina (Dubina) 20 November 2020 11: 13
    -1
    Mi piace molto "Liberazione" di Ozerov, c'è una scena nel quarto episodio, in cui i nostri uomini si sono precipitati dalla Vistola all'Oder.

    Hitler convocò i comandanti e chiese della situazione sul fronte orientale. Il ruolo ingrato di dare voce alla vera situazione fu preso dal mascalzone Guderian.
    Hitler: "Guderian, denuncia la situazione tra la Vistola e l'Oder".
    Canaglia Guderian: "Mio Fuhrer, sul fronte orientale tra la Vistola e l'Oder ... sono avvenuti seri cambiamenti."
    Hitler: "Cosa vuoi dire, Guderian?"
    Canaglia Guderian: "Il mio Fuhrer, la prima armata di carri armati russa ... oggi si è avvicinata all'Oder a sud di Kustrin."
    E la linea principale:
    Hitler: "60 chilometri da Berlino? Questo è tradimento! Tradimento! E tradimento!
    Per 150 anni nessun soldato nemico ha messo piede sul suolo tedesco!
    150 anni, Guderian! "

    Dove l'ho portato? Ieri il parlamento turco ha evidenziato:

    Dopo 103 anni, la Turchia è tornata nel Caucaso!

    Per 103 anni un soldato turco non ha mai messo piede nella terra del Caucaso, 103 anni!
    Scrivi ulteriormente sulle vittorie epolitiche della Federazione Russa nel Caucaso!
    1. Peter Rusin Офлайн Peter Rusin
      Peter Rusin (Peter Rusin) 22 November 2020 16: 05
      0
      Se è sbagliato, non leggerlo! Questa non è solo una vittoria, ma la protezione degli armeni da un nuovo genocidio! Pashinyan è trapelato e ha tradito tutto con i maiali che allattano!
      1. Dubina Офлайн Dubina
        Dubina (Dubina) 22 November 2020 20: 06
        -2
        Oh bene. Daranno un calcio saporito ai nostri peacekeeper anche prima del mandato di 5 anni e la conversazione finirà. Che tipo di armeni dovrebbero difendere, non si difenderanno se inizieranno a sparargli. Gli armeni non rimarranno nelle ONG, nemmeno con le forze di pace, anche senza di loro.
  3. Dubina Офлайн Dubina
    Dubina (Dubina) 20 November 2020 11: 38
    -1
    È interessante notare che è stato riferito al bunker che le truppe della Turchia della NATO sono apparse nel Caucaso? Oppure hanno interrotto la comunicazione con il mondo esterno nel bunker in modo che il PIL continuasse a pensare che solo i nostri siano in Karabakh.
    È possibile trasmettere notizie parallele per VVP, le stesse principali che sono sui canali Russia-24 e Canale 1, ma le notizie sono diverse.
    1. Ivan Semenov Офлайн Ivan Semenov
      Ivan Semenov (Ivan Semenov) 20 November 2020 16: 53
      +1
      Citazione: Cudgel
      Oppure interrompono la comunicazione con il mondo esterno nel bunker in modo che VVP continui a pensarlo

      Esiste una tale professione: denigrare la Patria.
      1. Dubina Офлайн Dubina
        Dubina (Dubina) 20 November 2020 17: 41
        -1
        Sì, non peggio della professione, leccare un posto.
    2. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 20 November 2020 16: 57
      +3
      Quando la Turchia apparirà alle porte di Israele, le stesse battute torneranno utili ...
      1. Dubina Офлайн Dubina
        Dubina (Dubina) 20 November 2020 17: 49
        -3
        ... quando la Turchia appare alle porte di Israele ..

        - allora scrivi. Ancora presto.
      2. _AMUHb_ Офлайн _AMUHb_
        _AMUHb_ (_AMUHb_) 20 November 2020 22: 07
        +5
        Che dire di Israele a Bandera?))
  4. nodir979 Офлайн nodir979
    nodir979 (Nodir Fayozov) 21 November 2020 08: 41
    -2
    Stronzate.
  5. pvlshvz Офлайн pvlshvz
    pvlshvz (Paolo) 21 November 2020 11: 24
    +3
    Con competenza il VVP è uscito dalla configurazione a più vie in Karabakh. Scacco matto. A giudicare dalla pausa di più giorni nei commenti delle "figlie degli ufficiali" di Pind0sov per Pind0stan, questa è una puntura decente, quasi la stessa di Krym: così tanti soldi sprecati per Pashinyan e un tale peccato. Conoscendo la meschinità e la meschinità dei "partner", ci si può aspettare che ora facciano di tutto