La nostra risposta a Erdogan: quali sistemi russi hanno posto fine al dominio degli UAV


I recenti eventi in Nagorno-Karabakh hanno rivelato al mondo intero un fatto, prima ovvio solo agli specialisti, che nel 21 ° secolo la guerra dei motori sta cedendo il passo alla guerra delle ali e tecnologia... Proprio come nel 17 ° secolo era stupido combattere con arco e frecce contro armi da fuoco a canna liscia e rigate, e nel 20 ° lanciare la cavalleria contro mitragliatrici e gruppi di attacco di carri armati, così nel 21 ° secolo, carri armati e MLRS di armeni erano impotenti contro gli UAV dei turchi e Azerbaigiani.


La condotta del combattimento moderno è passata a un nuovo livello tecnologico, le persone sono state sostituite da macchine, le tecnologie abbandonate possono ridurre le perdite umane e, di conseguenza, siamo giunti alla conclusione che non è il più coraggioso a vincere, ma il più intelligente, non per numero ma per abilità. In realtà, ciò è stato confermato anche dalla campagna militare siriana, quando la Federazione Russa è riuscita a ribaltare il corso negativo della guerra per Assad con limitate risorse aeree. Ora, per lo svolgimento delle ostilità, non è nemmeno necessario avere una presenza personale sul campo di battaglia. Un computer e un joystick sono sufficienti per infliggere danni al nemico senza nemmeno entrare in guerra.

La Russia è pronta per nuove realtà? Cosa possiamo opporre alle nuove tecnologie quando droni (dall'inglese drone - "drone") e proiettili vaganti (kamikaze droni) decidono l'esito di una guerra? Credimi, abbiamo qualcosa contro cui opporci, e questo non è solo "Krasukha-4", di cui probabilmente tutti hanno già sentito parlare.

Mezzi fissi e mobili di guerra elettronica e guerra elettronica


"Sistema Krasukha ew" (sviluppo di VNII "Gradient") - una famiglia di complessi di guerra elettronica (EW), si riferisce alla soppressione elettronica stazionaria (REP), è destinata a coprire posti di comando, raggruppamenti di truppe, sistemi di difesa aerea, importanti aree industriali e amministrativepolitico oggetti. Il complesso analizza il tipo di segnale e agisce sul radar del nemico con radiazioni di disturbo. Sopprimere i satelliti spia, i radar terrestri e i sistemi aerei AWACS. Il raggio d'azione è 150 ... 300 km. Tutte le altre caratteristiche di prestazione sono classificate.


Complesso di guerra elettronica "Krasukha-2". Foto: Rostec

Lo sviluppo dei complessi Krasukha è iniziato a metà degli anni '1990. Contemporaneamente al complesso 1RL257 "Krasukha-4", è stato sviluppato il sistema 1L269 "Krasukha-2". I complessi differiscono l'uno dall'altro nella composizione dell'attrezzatura utilizzata ("Krasukha-2" è realizzato su apparecchiature analogiche, "Krasukha-4" su digitali), caratteristiche e chassis utilizzati. Il complesso Krasukha-2 è montato su un telaio a quattro assi BAZ-6910-022 (tre veicoli nel complesso) e Krasukha-4 è montato su un telaio KamAZ a quattro assi (due veicoli). Vengono classificate anche le informazioni che consentono di compilare un elenco dettagliato delle differenze tra i complessi. Uso in combattimento: un'operazione militare nella SAR - protezione della base aerea di Khmeimim, la guerra in Karabakh - protezione della 102a base.


Complesso per contrastare i droni "Sapsan-Bekas". Foto: Anton Tushin / Rostec

Il sistema stazionario di guerra elettronica include anche il sistema "Sapsan-Bekas" (sviluppato dalla preoccupazione Avtomatika, parte del gruppo di società Rostec) - un complesso multifunzionale mobile che utilizza mezzi di rilevamento sia passivi che attivi. Oltre ai sistemi radar, il complesso comprende apparecchiature di sorveglianza ottico-elettronica per droni, una videocamera a spettro visibile e una termocamera. Raggio di riconoscimento dei droni con mezzi ottici fino a 4 km. La gamma di soppressione dei canali di controllo e navigazione dei veicoli aerei senza pilota è fino a 4 km, a seconda della configurazione e dell'aspetto dell'oggetto protetto e delle tattiche di utilizzo. Inoltre, il complesso può fungere da strumento di designazione del bersaglio per altri sistemi di guerra elettronica e difesa aerea, condurre osservazioni circolari o scansionare un determinato settore.


Complesso mobile automatizzato per contrastare i droni "Rubezh-Avtomatika". Foto: Victor Molodtsov / Rostec

Un altro sviluppo di questa preoccupazione "Rubezh-Automation" - La risposta di Rostec al crescente problema del terrorismo che utilizza i droni è destinata ai clienti civili. Il prodotto garantisce la sicurezza di eventi sociali e sportivi, imprese industriali e strutture dell'industria del carburante e dell'energia. La gamma del "Rubezh" può raggiungere i 30 km.


Il complesso di contromisure UAV trasportato "Bastion-Avtomatika". Foto: preoccupazione Avtomatika

Per esigenze militari, l'azienda offre un complesso antiaereo trasportabile anti-UAV "Bastion-Automation"progettato per la sorveglianza radio continua, il rilevamento di segnali da veicoli aerei senza equipaggio e la generazione di contro segnali. Parallelamente, l'analisi del segnale proveniente dal drone viene effettuata in modalità automatica, vengono introdotti mezzi di identificazione "amico o nemico", che consentono di proteggere l'oggetto senza l'intervento degli operatori.


Modulo di ricognizione acustica "Ataka-Shorokh". Foto: Ruselectronics

Un'altra associazione della Rostec State Corporation, Ruselectronics, ha anche una vasta gamma di soluzioni anti-UAV. Alla recente mostra "Interpolitex-2020" è stato presentato per la prima volta un nuovo modulo di ricognizione acustica "Attack-Rustle"... L'apparecchiatura è progettata per proteggere oggetti civili e speciali dall'ingresso non autorizzato di droni che volano in silenzio radio. Il modulo è dotato di microfoni ultrasensibili che consentono di determinare la posizione di un drone in avvicinamento. Il raggio di rilevamento dei droni dipende dal livello di rumore ambientale - ad esempio, in una città, il raggio dell'attrezzatura è di 100-150 m. Il numero richiesto di moduli e la loro posizione sono determinati in base alle caratteristiche dell'oggetto protetto.


Sistema di contrasto dei droni "Attack-DBS". Foto: Rostec

Recentemente sono stati effettuati con successo i test di un complesso modernizzato per contrastare i droni civili "Attack-DBS" utilizzando un nuovo tipo di antenne. I risultati hanno mostrato che la portata del complesso è aumentata di quasi 2 volte in termini di rilevamento e 2,5 volte in termini di soppressione. Il complesso si basa su moduli di rilevamento e soppressione delle radiofrequenze. L'apparecchiatura è in grado di rilevare automaticamente un drone entro 0,1 secondi, identificando un oggetto secondo il principio "amico o nemico", bloccandone i canali di comunicazione e navigazione.


Complesso mobile con elevata capacità di cross-country per contrastare i droni "Attack-Trophy". Foto: Ruselectronics

Sulla base del fuoristrada UAZ, Ruselectronics ha anche creato una versione mobile del complesso anti-UAZ "Attack-Trophy"... Il complesso può, senza la partecipazione dell'operatore, identificare il drone secondo il principio di "amico o nemico" e impedire automaticamente l'ingresso non autorizzato nell'area protetta. Il tempo di distribuzione del complesso è di 5 minuti. La particolarità di "Attack-Trophy" è che può lavorare "su ruote", senza preparazione e installazione di attrezzature. Un prodotto a duplice uso per esigenze sia militari che civili (protezione di impianti industriali, infrastrutture critiche, luoghi affollati).


Complesso anti-UAV "Rat". Foto: Rostec

Il prossimo prodotto di Ruselectronics è destinato esclusivamente alle esigenze dei militari. Complesso mobile multifunzionale per combattere i droni "Ratto", dimostrato alla fine di agosto al forum Army-2020, ha fatto colpo lì. Il Rat è stato creato sulla base di uno speciale veicolo corazzato ed è dotato di una gamma completa di apparecchiature di rilevamento e soppressione dei droni per proteggere gli oggetti critici da intrusioni di UAV non autorizzate. La novità include una stazione radar, un complesso per il riconoscimento automatico e la soppressione dei canali di telecomunicazione, un sistema di soppressione diretta ad altissima frequenza (microonde) e un sistema di distruzione laser diretta. Tutte le apparecchiature sono integrate in un unico sistema intelligente per la raccolta, l'elaborazione e la visualizzazione delle informazioni.

I dati dei dispositivi di rilevamento e sorveglianza vengono inviati al pannello di controllo centrale, il sistema elabora i parametri di destinazione e offre all'operatore diverse opzioni per ulteriori azioni. Il complesso rileva i droni a una distanza fino a 3,5 km, esegue la soppressione direzionale dei canali di controllo UAV entro un raggio fino a 2,5 km. In caso di intrusione non autorizzata di più oggetti, ne blocca i canali di comunicazione e di navigazione satellitare. L'operatore del complesso può anche distruggere fisicamente il drone utilizzando un sistema di radiazione laser diretta.

Ora gli sviluppatori di Ruselectronica stanno lavorando a un nuovo sistema chiamato "Egida", che, tramite un apposito software, sarà in grado di distinguere un drone di tipo velivolo da un elicottero e uno aerostatico, che consentirà di prevedere la sua traiettoria di atterraggio dopo che il canale di comunicazione del drone con la centrale di controllo sarà interrotto. Dopodiché, il drone che ha perso il controllo può essere rapidamente trovato e il suo scopo scoperto. Inoltre, il sistema sarà in grado di contrastare gli UAV che utilizzano persino un canale di comunicazione crittografato o che disturbano il loro segnale.

Mezzi portatili di guerra elettronica e guerra elettronica


Con gli oggetti fissi risolti, ma come proteggere la colonna in marcia? Non puoi portare un Rati per ogni BTG (gruppo tattico di battaglione)?


Pistola elettronica REX-1. Foto: ZALA AERO

E qui la preoccupazione Kalashnikov viene in soccorso. Pistola elettronica REX-1creato dai designer di Izhevsk Zala Aero Group, protegge efficacemente dai droni leggeri. L'arma è costruita su base modulare e può essere assemblata per compiti specifici. Semplici pittogrammi sui moduli facilitano l'assemblaggio: il "quadricottero" sopprime i canali di controllo e di trasmissione delle informazioni dei droni, il "satellite" spegne i sistemi di navigazione, l '"antenna" - canali Wi-Fi e il "telefono" - comunicazioni mobili. Il REX-1 può anche essere utilizzato per trattenere gli intrusi: un laser e uno strobo accecheranno e disorienteranno un potenziale terrorista, e le contromisure elettroniche gli impediranno di contattare i complici o di trasmettere un segnale a un dispositivo esplosivo. Il REX-1 non sarà superfluo anche se rileva oggetti sospetti: blocca le comunicazioni radio, e puoi aspettare tranquillamente l'arrivo dei genieri.


Fucile elettronico REX-2. Foto: Rostec

Ora la serie viene lanciata REX-2... Questo sistema è il più compatto al mondo in quanto si basa su una pistola. Allo stesso tempo, tutte le caratteristiche del campione di base - la pistola REX-1 - vengono preservate. Il REX-2 è dotato di un set sostituibile di moduli per il jamming dei segnali radio e di navigazione satellitare per il controllo dei droni. A causa del disturbo optoelettronico, gli operatori perdono il controllo dei droni.


Dispositivo portatile per disturbare i sistemi di navigazione satellitare ZALA ZONT. Foto: ZALA AERO

Un altro sistema - ZALA ZONT sopprime i segnali dei sistemi di navigazione satellitare (GPS, GLONASS, BeiDou, GALILEO) entro un raggio di 2 km, garantendo la sicurezza dei gruppi di terra dagli attacchi dei droni kamikaze e prendendo le coordinate esatte del gruppo.


Complesso di soppressione di canali di comunicazione "Pishchal-PRO". Foto: Rostec

I già citati specialisti della preoccupazione di Avtomatika non sono in ritardo rispetto ai loro colleghi di Izhevsk. Offrono il loro sviluppo per queste esigenze. "Pishchal-PRO"sembra una pistola. Non richiede alcuna formazione speciale dell'operatore o conoscenze tecniche speciali. Vedendo il bersaglio, l'operatore preme semplicemente il grilletto e l'impatto radioelettronico inizia immediatamente. Il drone è mezzo di comunicazione, controllo, navigazione soppresso. Il drone sembra essere in uno stato di prostrazione. E gli UAV di tipo aereo pesante semplicemente cadono.


Sistema di contromisure UAV portatile "Kupol-PRO". Foto: preoccupazione Avtomatika

Un altro dispositivo di interferenza portatile mobile è Kupol-PRO, realizzato sotto forma di unità di montaggio rapido, che consentono a una persona di montare e smontare il prodotto entro tre minuti. Il dispositivo agisce mediante un effetto elettromagnetico protettivo sui sottosistemi elettronici di bordo del drone, a causa del quale diventano inutilizzabili.


Complesso di rilevamento e contrasto degli UAV "Luch-PRO". Foto: Rostec

Il terzo rappresentante di questa famiglia è un complesso di rilevamento e contromisure UAV portatile Luch-PRO - può essere schierato entro cinque minuti e applicato anche da posizioni non preparate. Rileva i droni e crea canali di controllo e navigazione che sopprimono le interferenze in un determinato settore a una distanza di almeno 5 km.

Come potete vedere, i nostri sviluppatori non hanno perso tempo, stando ai margini del progresso tecnologico, ma hanno prestato molta attenzione ai mezzi per combattere i morsi dei moderni "droni", offrendo al Ministero della Difesa e ai clienti civili un gran numero di mezzi efficaci per contrastare questi "insetti" meccanici, sia di intelligence che di shock.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
27 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 7 dicembre 2020 09: 02
    +2
    Kapets UAV.
    Il video dal Karabakh mostra che i missili e i droni sono guidati dall'UAV sospeso a 5-8 km di distanza.

    I missili SU per elicotteri, che ora colpiscono da 8-20 km, possono essere presi come standard.
    1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 7 dicembre 2020 17: 12
      -1
      Il video dal Karabakh mostra che i missili e i droni sono guidati dall'UAV sospeso a 5-8 km di distanza.

      Ti chiedi anche come puoi determinare lo scaglione UAV dal video? hai il tuo software per questo?
      1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
        Sergey Latyshev (Serge) 7 dicembre 2020 19: 20
        0
        Hai assolutamente ragione. Nessun software.

        1) Video - ampio campo visivo e assenza di distorsione fisheye, tipica per le riprese ravvicinate
        2) Video - confronto della latitudine della visuale con il tempo di volo dei missili attaccanti 9s x 300 m / s - molto oltre i 3 km.
        3) Video: scarsa qualità dei fotogrammi, tipica della lontananza e della loro somiglianza con riprese di riprese da elicotteri, aeroplani, ecc.
        4) E google per aiutarti, puoi vedere le caratteristiche delle prestazioni dell'UAV. Il soffitto per gli scout comuni è di 6-9 km
  2. Dmitry Donskoy Офлайн Dmitry Donskoy
    Dmitry Donskoy (Dmitry Donskoy) 7 dicembre 2020 09: 22
    0
    Se fossero esistiti, l'alleato della CSTO avrebbe fatto atterrare tutto ...
    1. Kristallovich Офлайн Kristallovich
      Kristallovich (Ruslan) 7 dicembre 2020 10: 00
      -4
      Se fossero esistiti, l'alleato della CSTO avrebbe fatto atterrare tutto ...

      Perché non sei andato a combattere?
    2. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
      Solo un gatto (Bayun) 7 dicembre 2020 14: 19
      +3
      Il Karabakh è nella CSTO o in Armenia?
  3. irregolare Офлайн irregolare
    irregolare (VADIM STOLBOV) 7 dicembre 2020 13: 08
    +1
    Se possono "arrendersi" o meno è ancora una domanda! Ma chi gli permetterà di farlo?
    1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 7 dicembre 2020 17: 13
      -1
      e chi a loro, ad es. possiamo proibire di farlo?
      1. irregolare Офлайн irregolare
        irregolare (VADIM STOLBOV) 8 dicembre 2020 12: 32
        0
        Lo stesso "contabile" che ha fermato l'esercito russo in Ucraina nel 2014:

        http://kremlin.ru/events/president/news/20972
  4. Michael I Офлайн Michael I
    Michael I (Michele I) 7 dicembre 2020 14: 25
    +2
    In teoria, tutto è molto bello, ma fino a quando non ci sarà un uso di combattimento di successo, questo rimane un opuscolo pubblicitario, non di più
    1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 7 dicembre 2020 17: 16
      +3
      Krasukha-4 ha lavorato con successo nella SAR da molto tempo, lo sapevi? In Armenia, tra l'altro, anche a difendere la nostra 102a base militare
      1. Michael I Офлайн Michael I
        Michael I (Michele I) 7 dicembre 2020 20: 10
        +4
        A proposito di successo, no, non lo sapevo.
        1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
          Volkonsky (Vladimir) 7 dicembre 2020 22: 59
          0
          questo è un sistema stazionario, che blocca tutto in un raggio di 300 km, anche la paura di volare - tutti stalli dell'avionica, l'aereo diventa cieco e sordo, qui il compito non è più quello di sbagliare e tornare a casa
          1. Michael I Офлайн Michael I
            Michael I (Michele I) 8 dicembre 2020 08: 32
            +4
            Abbiamo già sentito che con l'arrivo dell'S-300/400 nella SAR, gli aerei israeliani non potranno nemmeno decollare dagli aeroporti. Ma finora questo non è visibile, e l'intensità dei raid israeliani dipende solo dai desideri dell'aeronautica israeliana
      2. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
        Raccoglitore (Myron) 8 dicembre 2020 17: 32
        +1
        Qualcuno ha attaccato 102 basi?
      3. margo Офлайн margo
        margo (margo) 15 dicembre 2020 16: 56
        -1
        E chi ti ha detto che difende con successo? Da chi? Sul 102esimo sottomarino usato? Sono solo formaggi.
        1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
          Volkonsky (Vladimir) 15 dicembre 2020 19: 23
          0
          perché Dio protegge coloro che sono salvati!
  5. KYYC Офлайн KYYC
    KYYC (OXOTHUK) 7 dicembre 2020 18: 19
    +4
    La croce - questo si dice a voce molto alta, mentre gli UAV dei turchi sono al comando, in Siria hanno sconfitto il nostro + CAA, quindi Idlib è stato dato ai turchi, anche in Libia il nostro fallimento, PNS + Turchia ha preso tutti i giacimenti petroliferi. C'è un completo fallimento in Karabakh. Siamo riusciti a malapena a raggiungere un accordo con l'Azerbaigian, inoltre, hanno pagato pazzi soldi ad Aliyev. Ma la guerra elettronica e tutto ciò che è buono in combinazione con i sistemi di difesa aerea, l'artiglieria, le forze di sabotaggio e gli UAV.
    Neanche il nemico dorme.
    Vaughn Israel usando i droni-kamikaze distrugge le forze SAM del SAA. E non arrossisce nemmeno. Poi ha anche elogiato il nostro "Krasukha" - hanno gettato il cappello e hanno scritto - ora il Khan è sugli aerei e sui missili di Turchia e Israele. Ma Israele, mentre ha distrutto le forze del SAA, lo sta distruggendo, e la Turchia sta abbattendo aerei siriani con potenza e principale, orde di UAV volano vicino a 70 km da Khmeimim e la nostra decantata guerra elettronica non è mai stata in grado di fermarli.
    1. Alekey Glotov Офлайн Alekey Glotov
      Alekey Glotov (alexey glotov) 8 dicembre 2020 08: 15
      -2
      orde di UAV volano vicino a 70 km da Khmeimim,

      Perché non volano a Khmeimim?
      1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
        Raccoglitore (Myron) 8 dicembre 2020 17: 34
        +2
        Citazione: Alekey Glotov
        Perché non volano a Khmeimim?

        Non c'era ordine. Fino a...
        1. ODRAP Офлайн ODRAP
          ODRAP (Alex) 9 dicembre 2020 02: 15
          -2
          Elusive Joe, patamushta ...
      2. professore associato_2 Офлайн professore associato_2
        professore associato_2 (Srul Solomonovich) 10 dicembre 2020 12: 35
        +1
        Il momento non è arrivato ...
  6. lahudra Офлайн lahudra
    lahudra (Nikolay Kondrashkin) 7 dicembre 2020 22: 18
    +1
    Citazione: Volkonsky
    Krasukha-4 ha lavorato con successo nella SAR da molto tempo, lo sapevi? In Armenia, tra l'altro, anche a difendere la nostra 102a base militare

    Da chi ha salvato Rosolia la nostra 102a base, dagli armeni?
    1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 7 dicembre 2020 23: 03
      -1
      rosolia

      la rosolia è una malattia molto contagiosa, guarisci presto! e Krasuha è lì, così che nemmeno un pensiero sorge! Dio salva l'uomo, che salva se stesso! sarà tardi per il trasferimento quando gli UAV nemici stanno già volando lì
  7. greenchelman Офлайн greenchelman
    greenchelman (Grigory Tarasenko) 8 dicembre 2020 00: 38
    0
    Bene! Resta da controllare tutto questo in Libia.
  8. Andrey Akishev Офлайн Andrey Akishev
    Andrey Akishev (Andrey Akishev) 9 dicembre 2020 23: 16
    +1
    All'autore V. Volkonsky. Rispettati! Per scrivere articoli, devi essere sull'argomento. La guerra elettronica è una guerra elettronica. Consiste di 2 parti: 1a - RER (intelligenza elettronica), 2a - REP (soppressione elettronica). C'è un errore nei sottotitoli "Mezzi fissi e mobili di guerra elettronica e guerra elettronica" nonché "Mezzi portatili di guerra elettronica e guerra elettronica", poiché avete diviso un insieme unico (guerra elettronica) in due parti indipendenti (guerra elettronica e guerra elettronica)! Ci sono veicoli fermi e veicoli (non mobili). Anche un riccio nella nebbia capisce il significato e il significato delle parole "fermo" e "mobile". Come può essere mobile il tuo oggetto fisso? Spieghiamo in modo adulto, militare: stazionario è quello che sta (per così dire) su una fondazione, e mobile è quello che viene "portato" su ruote, su papere, su ali, su barche e persino nello spazio. E non discutere con me, perché più di 20 anni ha dato al servizio di guerra elettronica!
  9. Logan Офлайн Logan
    Logan (Sergey Rebrov) 10 dicembre 2020 16: 05
    +1
    Se in Siria la Russia non fosse stata contrastata da bande sparse di militanti, ma da un esercito regolare dotato di moderni sistemi di difesa aerea, allora sarebbe stato possibile valutare le reali capacità e l'addestramento dell'esercito russo. Quindi, per dare l'esempio della Siria come indicatore della prontezza dell'esercito, non è del tutto corretto.
    Tuttavia, si dovrebbe riconoscere che la stessa partecipazione della Russia alla guerra in Siria dopo il completo crollo delle armi. forze negli anni '90. parla della maggiore potenza dell'esercito russo e della sua disponibilità a difendere gli interessi della Russia oltre i suoi confini.