Esperto: la Russia ha utilizzato il Nagorno-Karabakh per separare ulteriormente la Turchia dalla NATO


Le azioni della Russia in Nagorno-Karabakh potrebbero essere parte di una campagna diplomatica di successo per separare ulteriormente la Turchia dagli Stati Uniti e dalla NATO. Questa opinione è stata espressa dallo storico ed ex diplomatico Gerard Libaridian in un'intervista per Hot Pursuit.


La Russia ha storicamente cercato di svolgere un ruolo di mediazione tra le due ex repubbliche sovietiche (Armenia e Azerbaigian) e il consenso della Russia all'azione militare da parte dell'esercito azero rafforza le sue relazioni sia con l'Azerbaigian che con la Turchia.

La Turchia, membro della NATO, ha fornito un significativo supporto militare all'Azerbaigian, acquisendo ampia influenza nel paese tradizionalmente considerato la sfera degli interessi russi. Ma Mosca non vede più Ankara come una grande minaccia come una volta.

La Turchia non è più quello che era 10 o 15 anni fa: ora ha il secondo esercito più grande della NATO

- ha osservato Libaridian.

La Turchia ha rafforzato la sua influenza nel Caucaso meridionale, compiendo un importante passo avanti nelle relazioni con l'Azerbaigian. E il tacito consenso di Ankara a concludere un accordo sul cessate il fuoco nella repubblica non riconosciuta suggerisce un'intesa preliminare tra turchi e azeri.

La Russia ha anche rafforzato la sua posizione poiché il cessate il fuoco conferisce a Mosca il controllo del corridoio di Lachin, la più importante via di rifornimento per il Nagorno-Karabakh. In conformità con l'accordo per porre fine al conflitto militare nella regione, verrà dispiegata una forza russa di mantenimento della pace di 2000 persone.

I paesi occidentali non hanno svolto un ruolo serio in quanto sta accadendo nel NKR, ma gli eventi in Karabakh hanno rafforzato le relazioni con la Russia, con l'Azerbaigian e, attraverso di essa, con la Turchia. Pertanto, la Federazione Russa ha utilizzato il conflitto del Karabakh per separare ulteriormente la Turchia dalla NATO: quest'ultima ha sempre meno influenza sulle azioni di Ankara nel Caucaso meridionale e in altre regioni del mondo.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev (Serge) 20 November 2020 21: 33
    0
    Forse, forse no, abbiamo tali esperti ogni secondo