La Francia sfida la missione di mantenimento della pace della Russia in Karabakh


Mentre Armenia e Azerbaigian stavano sistemando le relazioni in Nagorno-Karabakh, il "Grande Gioco" si nascondeva da qualche parte nelle vicinanze. Non appena il conflitto ha raggiunto il suo apice - la cattura della città di Shushi da parte degli azeri, i russi sono intervenuti nella situazione e hanno raggiunto un cessate il fuoco, scrive l'ex diplomatico indiano, editorialista M.K.Bhadrakumar nel suo blog personale Indian Punchline.


Le azioni fulminee del leader russo Vladimir Putin hanno colto di sorpresa Baku, Yerevan e l'Occidente. Quando il mondo ha saputo dell'accordo trilaterale, il 10 novembre 2020, le forze di pace russe erano già in viaggio per il Nagorno-Karabakh.

Il presidente francese Emmanuel Macron si è trovato in una posizione molto stupida. Grazie alla grande diaspora armena, si immaginava di essere una delle figure chiave del Caucaso. Il 7 novembre, Macron ha chiamato Putin, ha discusso con lui della situazione nella regione e ha raggiunto "una riaffermazione dell'impegno reciproco per la continuazione degli sforzi di mediazione coordinati di Russia e Francia, anche nel quadro del Gruppo OSCE di Minsk". Tre giorni dopo, svegliandosi nell'Eliseo, apprese che i russi erano già nel Nagorno-Karabakh. Solo sei giorni dopo, Putin ha chiamato Macron per aggiornarlo.

Il risultato è un'immagine molto divertente. Correndo verso il Caucaso con un'iniziativa di mediazione "ad alto numero di ottani", Macron apprese che la guerra era già finita e che doveva affrontare solo "questioni ausiliarie poco appetitose" sotto forma di problemi umanitari delle persone, ripristino delle infrastrutture, conservazione di chiese e monasteri. Il presidente francese non poteva venire a patti con una simile umiliazione.

Parigi ha chiesto a Mosca di chiarire il ruolo di Ankara e dei mercenari stranieri, oltre a chiarire lo status della regione contesa. Non c'è dubbio che ciò sia stato coordinato con Washington, che presiede anche il gruppo di Minsk. In poche ore, il Dipartimento di Stato americano è esploso in una dichiarazione che ignorava gli sforzi di mantenimento della pace di Mosca. In poche parole, Francia e Stati Uniti hanno rimproverato il Cremlino e hanno chiarito che la Russia non può agire unilateralmente. Parigi e Washington temono l'emergere di un altro processo da loro incontrollato, come quello di Astana sulla Siria, quando Russia e Turchia sono riuscite a raggiungere un accordo.

Pertanto, la Francia, dato che gli Stati Uniti sono ora occupati dalla confusione interna, ha sfidato la missione di mantenimento della pace della Russia in Nagorno-Karabakh a nome del mondo occidentale. L'Occidente sperava che la Turchia e la Russia cadessero, ma ciò non è accaduto. Inoltre, Mosca e Ankara hanno bloccato la possibilità di intervento su questo problema da parte di altri paesi. Ciò indica una grave spaccatura nel sistema NATO, poiché la Turchia ha unito le forze con il nemico mortale dell'Alleanza, la Russia, isolando i due principali partner del blocco.
  • Foto utilizzate: Ministero della Difesa della Federazione Russa
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
17 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. passando per Офлайн passando per
    passando per (passando per) 24 November 2020 09: 52
    + 12
    se il macron vuole davvero, lui e sua nonna possono organizzare pasti caldi gratuiti per la diaspora armena risata
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 24 November 2020 10: 09
    + 11
    Macron deve affrontare seriamente le relazioni tra Cipro e Grecia con la Turchia. La politica della Francia è seriamente zoppa in questa direzione. E i turchi ridono apertamente dei Mistral francesi ...
  3. dilettante Офлайн dilettante
    dilettante (Victor) 24 November 2020 12: 18
    +3
    Pertanto, la Francia, dato che gli Stati Uniti sono ora occupati dalla confusione interna, ha sfidato la missione di mantenimento della pace della Russia in Nagorno-Karabakh a nome del mondo occidentale.

    Dove l'hai buttato? L'autore non ha saputo spiegare o non ha ancora capito se stesso.
    1. Ivan Borka Офлайн Ivan Borka
      Ivan Borka (Ivan Borka) 24 November 2020 18: 32
      +3
      l'autore non ha capito ... perché la pasta stessa non ha capito cosa hanno buttato dove e perché ... quindi avendo fatto una faccia da festa intelligente, ha anche scritto qualcosa
  4. sverdicono Офлайн sverdicono
    sverdicono 24 November 2020 12: 47
    0
    L'articolo non parla semplicemente di nulla.
  5. _AMUHb_ Офлайн _AMUHb_
    _AMUHb_ (_AMUHb_) 24 November 2020 13: 02
    +2
    Joe Vader è lo sponsor della "Schwartz", poiché si vantava del cappello di Napoleone ... Gli stivali di Sch. Goll e questo cappello, il macron si adatterebbe, ma non cambierebbe molto))
  6. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 24 November 2020 16: 46
    +4
    Ci sono tre grandi potenze e mezzo nel mondo. Cina, Russia, USA. E l'India.
    Tutti gli ex grandi non possono venire a patti con questo fatto oggettivo. I dolori fantasma non danno riposo.
  7. Mikhail Petrov Офлайн Mikhail Petrov
    Mikhail Petrov (Mikhail Petrov) 24 November 2020 16: 48
    -4
    I pensionati russi sono molto felici che Putin sia davanti a tutti e che siano stati onorati di sostenere e nutrire il Karabakh, in cui armeni e azeri odiano la Russia più o meno lo stesso.
  8. Evgraff Офлайн Evgraff
    Evgraff (Oleg) 24 November 2020 18: 26
    +4
    Citazione: Mikhail Petrov
    I pensionati russi sono molto felici che Putin sia davanti a tutti e che siano stati onorati di sostenere e nutrire il Karabakh, in cui armeni e azeri odiano la Russia più o meno lo stesso.

    Sono d'accordo con te, ma ahimè, se non si fa nulla, molto presto le testate puntate contro di noi sporgeranno da tali "Karabakh"
    1. Lechi B. Офлайн Lechi B.
      Lechi B. (Tratta Bashirov) 24 November 2020 19: 28
      -1
      Come mirare e mirare!
      1. Evgeny Popov Офлайн Evgeny Popov
        Evgeny Popov (Evgeny Popov) 25 November 2020 17: 54
        0
        Se la pistola è appesa, sparerà sicuramente ...
  9. Lechi B. Офлайн Lechi B.
    Lechi B. (Tratta Bashirov) 24 November 2020 19: 25
    +2
    Macron è perseguitato dalla gloria ingloriosa di Napoleone.
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 24 November 2020 21: 21
      +4
      Macron è perseguitato dalla grande diaspora armena in Francia. Sì, e contro la Turchia, per le stesse ragioni, il signor Nanonapoleon parla con le opinioni delle ex colonie in Libia e altre ... La Francia è in crisi, quindi la politica unificatrice imperiale è stata sollevata sullo scudo in nome del salvataggio della Francia di oggi, copiando la Turchia, e alla Federazione Russa non dispiacerebbe questo fare ...
  10. Valery Alexandrovich Proskurnin 24 November 2020 23: 52
    -4
    ma la Turchia ha avuto tempo prima:

    La Turchia trasferisce le famiglie turkmene dalla Siria al Nagorno-Karabakh

    https://argumenti.ru/army/2020/11/698908
    1. Bakht Офлайн Bakht
      Bakht (Bakhtiyar) 25 November 2020 11: 33
      +5
      Non sei stanco di replicare i falsi? Come ti sei mosso, quando, quale percorso? Anche l'esercito azero non è ancora entrato lì.
  11. cpez-lin Офлайн cpez-lin
    cpez-lin (Mikhail Anokhin) 25 November 2020 10: 24
    +3
    Non capisco qual è la sfida di Macron a Mosca?
  12. Il commento è stato cancellato
  13. bubasa Офлайн bubasa
    bubasa (Costantino) 26 November 2020 00: 29
    0
    quindi non capisco, ma qual è la sfida? Il fatto che si siano sfregati e stiano discutendo di qualcosa con la schiuma alla bocca? Chi sono comunque? Nessuno può chiamare, tutti sono liberi, arrivederci ...