Il piano di Mosca di privare gli Stati baltici del transito russo ha avuto effetto


Il sogno degli applausi domestici-patrioti si è avverato: i Balts "sono strisciati indietro sulle ginocchia" per chiedere informazioni alla Russia "aggressiva" economico Aiuto. È vero, per qualche motivo non si “pentiranno” affatto. Come risponderà Mosca?


La piccola Lettonia ha chiesto prima pietà. Nei decenni trascorsi da quando ha ottenuto l'indipendenza, Riga ha portato a termine con successo un programma di deindustrializzazione. Il transito russo verso i paesi europei è rimasto una delle voci più importanti delle entrate del bilancio lettone. Tuttavia, continua a diminuire continuamente, in particolare, da gennaio a settembre 2020, è diminuito di 14 milioni di tonnellate rispetto allo stesso periodo del 2019, cioè del 29,7%. In particolare, invece dei previsti 118 vagoni al giorno, solo 39 vagoni arrivano al porto di Riga per il carbone. Le perdite sono semplicemente catastrofiche. A novembre non arriverà alcun carbone dalla Russia a causa della mancanza di coordinamento delle applicazioni tra le Ferrovie Russe, il Ministero dello Sviluppo Economico della Federazione Russa e il Ministero dei Trasporti della Federazione Russa.

In Lettonia, la vedono come la "mano del Cremlino", e non senza ragione. Mosca è davvero interessata a spostare i suoi flussi di esportazione dal baltico ostile ai propri porti. Le complesse procedure burocratiche possono essere sia una manifestazione di abituale inefficienza sia uno strumento di pressione sui paesi di transito. La piccola Lettonia tra le difficoltà economiche causate dalle restrizioni del coronavirus si sta rapidamente spostando verso il fallimento. Spinti dalla disperazione, gli uomini d'affari locali furono costretti a scrivere la loro "petizione" al Cremlino con la richiesta di ripristinare la cooperazione. Tuttavia, il ministero degli Esteri lettone ha gettato nel cestino questo appello collettivo. Il suo contenuto può essere giudicato dal commento irritato del Ministero degli Esteri:

Circolano idee di ogni genere, ci sono aziende e imprenditori che pensano che sia ancora sufficiente inchinarsi politicamente, baciarsi e gli affari continuano.

Tuttavia, la realtà oggettiva è tale che il Ministero dei trasporti della Lettonia è stato costretto a contattare direttamente Mosca. Dalla lettera già inviata, ne consegue che la Riga ufficiale, insieme alle Ferrovie lettoni, chiede di non interferire con il flusso di merci verso i porti baltici e sono pronte a partecipare al progetto della ferrovia da Kaliningrad a San Pietroburgo:

Siamo interessati a tale trasporto, in modo che la nostra infrastruttura sia caricata, quindi stiamo facendo tutto il possibile, utilizzando vari canali, per trasformare questi piani in realtà. Questa è la nostra causa comune, questa è la necessità dello Stato lettone di garantire il funzionamento dell'infrastruttura ferroviaria.

L'ex presidente della Lettonia Valdis Zatlers ha reagito in modo estremamente brusco a questa pubblicazione. Ha esortato a "non pregare" Mosca per nulla, dal momento che ai deboli e agli umiliati non sarà dato comunque nulla. L'ex capo di Stato vede la salvezza di un piccolo Paese solo in una più profonda integrazione con l'Unione Europea. È vero, il signor Zatlers non ha spiegato perché, al posto della Russia, nessun altro potrebbe fornire ai porti lettoni flussi di transito alternativi, e non ha menzionato che tutta l'assistenza finanziaria al Baltico dall'Occidente era dovuta esclusivamente alla sua agenda russofobica, e nient'altro che una testa di ponte anti-russa, Lettonia, Stati Uniti e La NATO generalmente non è interessata.

La cosa più curiosa è che la seconda lettera è stata approvata dal ministero degli Esteri lettone e dall'ambasciata lettone a Mosca. Ciò significa che il capo della diplomazia straniera Edgar Rinkevich, noto per le dure dichiarazioni anti-russe, deve ricevere il via libera per lui. Ad esempio, ha sostenuto che la Federazione Russa sarebbe finita, a suo avviso, come la Germania di Kaiser e il Terzo Reich di Hitler. Ma finora questo non è accaduto e la domanda riguarda il destino della Lettonia stessa. Allora cosa dovrebbe fare Mosca? È possibile pressurizzare Riga, ma poi continueranno i licenziamenti su larga scala sulle ferrovie e nei porti e, prima di tutto, verranno licenziate le minoranze etniche dei russi. E possiamo aiutare i lettoni a sostenere i loro pantaloni, ma poi continueremo effettivamente a cofinanziare il regime russofobo. Scelta difficile.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
54 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 24 November 2020 13: 10
    + 30
    Premi Lettonia fino alla fine. I russi possono essere accettati nella Federazione Russa concedendo la cittadinanza e revocando. Quindi per la Federazione Russa sarà più economico e più utile che mantenere uno stato nemico a proprie spese. E le strade attraverso la Lettonia per la Federazione Russa possono essere chiuse in qualsiasi momento su ordine di Washington, quindi non ha senso investire nella costruzione e manutenzione della Federazione Russa.
    1. Wanderer Polente Офлайн Wanderer Polente
      Wanderer Polente 24 November 2020 17: 29
      +1
      I "russi" baltici vogliono andare in Russia? Difficilmente, e non stiamo parlando di pensionati, ma di giovani.
      1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
        Sapsan136 (Sapsan136) 24 November 2020 20: 47
        + 19
        Conosco personalmente russi che sono venuti nella Federazione Russa dagli Stati baltici a proprie spese, e con coloro che non hanno bisogno della Federazione Russa, non c'è bisogno di celebrare.
        1. Wanderer Polente Офлайн Wanderer Polente
          Wanderer Polente 30 November 2020 16: 45
          -1
          Non solo i lettoni di lingua russa, ma anche i lettoni etnici vengono da noi per la pesca. Lavorano attivamente nei porti della regione di Murmansk e dell'Estremo Oriente: questa direzione è la più popolare tra i Baltici.

          Sikorsky "Il merluzzo fa pensare agli Stati baltici di lasciare l'UE alla Russia"
        2. Wanderer Polente Офлайн Wanderer Polente
          Wanderer Polente 30 November 2020 16: 48
          -1
          Trasferito per residenza permanente o per lavoro?
          1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
            Sapsan136 (Sapsan136) 30 November 2020 22: 27
            +2
            Per residenza permanente nel centro regionale della Federazione Russa
      2. Pete Mitchell Офлайн Pete Mitchell
        Pete Mitchell (Pete Mitchell) 24 November 2020 22: 14
        0
        Citazione: Wanderer Polente
        non stiamo parlando di pensionati, ma di giovani.

        Il problema è che i pensionati, per i quali la Russia è la loro patria, non sono necessari ai burocrati russi, questa è una storia vera. E tutto questo non vale per i giovani. Il collega ha ragione

        Citazione: Sapsan136
        Conosco russi che sono venuti in Russia dai Paesi Baltici a proprie spese ...

        Tutti questi Rinkevich non insegnano lezioni: alcuni anni fa l'ambasciatore russo è stato rimproverato che la Federazione Russa ostacola lo sviluppo di LatRad con le tariffe. L'ambasciatore ha risposto chiaramente: non ci poniamo come obiettivo lo sviluppo della vostra ferrovia. Nessuno voleva ascoltarlo

        Citazione: Sapsan136
        con coloro che non hanno bisogno della Federazione Russa e non partecipano affatto alle cerimonie.
        1. ciliegia Офлайн ciliegia
          ciliegia (Kuzmina Tatiana) 25 November 2020 05: 43
          +7
          Il problema è che i pensionati, per i quali la Russia è la loro terra natale, non sono necessari ai burocrati russi, questa è una storia vera.

          Cosa ha a che fare con "Necessario, non necessario"? Una persona vuole tornare nel territorio della Russia, che usi il programma di reinsediamento dei compatrioti. E quei "burocrati" che dovrebbero farlo in base alla loro posizione saranno impegnati in loro. Non potevo nemmeno immaginare come fossero le zie con quelli chi ha deciso di trasferirsi!
          1. Pete Mitchell Офлайн Pete Mitchell
            Pete Mitchell (Pete Mitchell) 25 November 2020 19: 00
            -4
            Citazione: Cherry
            Non riuscivo nemmeno a immaginare come fosse la zia con coloro che hanno deciso di trasferirsi

            Scusa per la domanda, non metto in dubbio ciò che hai detto, ma ti sei imbattuto in o? Conosco persone che si sono scontrate, è stato detto loro: siediti dove eri seduto e adyu
      3. smsnn Офлайн smsnn
        smsnn (Sergey) 25 November 2020 10: 47
        +2
        Citazione: Wanderer Polente
        I "russi" baltici vogliono andare in Russia? Difficilmente, e non stiamo parlando di pensionati, ma di giovani.

        Solo dove vogliono e senza di loro ci sono abbastanza persone che vogliono andare. Chi ne ha bisogno lì? Bene, lascia che sentano da soli cosa significa essere "di seconda classe".
      4. free_flier Офлайн free_flier
        free_flier 25 November 2020 22: 43
        0
        Ebbene, in questo caso, ci sono detti come "i problemi dei neri non danno fastidio allo sceriffo", se vogliono - sei il benvenuto, se non vogliono - questi sono i loro problemi.
    2. reno Офлайн reno
      reno (reno renowich) 25 November 2020 11: 11
      0
      Non solo schiacciare ma soffocare
    3. vikganz Офлайн vikganz
      vikganz (Vik Ganz) 26 November 2020 12: 00
      0
      A meno che non acquisti questo tratto di strada (Kaliningrad-San Pietroburgo). Solo a tali condizioni. E in cambio, garantire la conservazione di una parte del traffico (trasporto di merci e passeggeri).
    4. Morgan Офлайн Morgan
      Morgan (Miron) 28 November 2020 17: 36
      0
      I russi possono essere accettati nella Federazione Russa concedendo la cittadinanza e revocando.

      - hanno bisogno del tuo sollevamento. Non sono male lì.
    5. Igor Berg Офлайн Igor Berg
      Igor Berg (Igor Berg) 1 dicembre 2020 21: 53
      -3
      I "russi" baltici vogliono andare in Russia? Difficilmente, e non stiamo parlando di pensionati, ma di giovani.

      I "russi" baltici vogliono andare in Russia? Difficilmente, e non stiamo parlando di pensionati, ma di giovani.
    6. gurza2007 Офлайн gurza2007
      gurza2007 (Sergey) 2 dicembre 2020 09: 15
      +1
      Perché schiacciarli? !!! Gli affari sono affari! E perché andare a incontrarli, perdendo il vantaggio? !!! Quanto ci vuole? !!! Chi sono per noi? !!! Noi del sindacato abbiamo fornito loro il meglio, ma hanno perso tutto, hanno sputato sulla memoria dei nostri nonni e ci hanno persino chiamato aggressori e invasori! Devi inventare qualcosa del genere! Quindi lasciateli commerciare lì con gli svedesi o i finlandesi, scambiate e trasportate loro tutto, E PENSATE AL FUTURO (dopotutto, la nostra locomotiva a vapore è ancora sul binario laterale ...) !!!
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 24 November 2020 13: 33
    + 13
    Scelta difficile? - Molto semplice! - Lo status statale della lingua russa in Lettonia e la concessione della cittadinanza a tutti i russofoni in Lettonia. E poi si possono considerare le questioni di ulteriore cooperazione con questo paese.
  3. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 24 November 2020 14: 19
    +1
    Come ha detto Karl Marx, non esiste un crimine di questo tipo a cui il capitale non andrebbe per il 300% del profitto. Da questo dobbiamo procedere: negli affari il denaro è sempre al primo posto, e il "patriottismo" è da qualche parte là fuori, lontano, e si riduce a mantenere uno staff di dipendenti assunti a scapito del profitto nella differenza di prezzo, altrimenti dovrà essere "ottimizzato".
    I porti baltici sono più vicini a quelli europei, hanno buone attrezzature tecniche, infrastrutture, comunicazioni di trasporto con la Federazione Russa e quindi dipendono dal costo del servizio - dove è più redditizio, le merci andranno lì. Una cosa è caricare a San Pietroburgo o Ust-Luga, e un'altra a Klaipeda e Riga: almeno una differenza di giorno e il trasporto è costoso.
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 24 November 2020 15: 11
      + 11
      In politica, il beneficio è considerato in modo diverso. È redditizio per i Baltici acquistare elettricità da BRELL e BelNPP, ma no, è vietato per legge acquistare da BelNPP e lasciare BRELL, ma solo per uscirne devono investire diversi miliardi di dollari ... Sì, le risposte sono speculari, - l'economia politica non è economia ...
      1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
        Marzhetsky (Sergey) 24 November 2020 15: 56
        +4
        Citazione: Vladimir Tuzakov
        Sì, le risposte si rispecchiano, - l'economia politica non è economia ...

        Parole d'oro
  4. lavoratore dell'acciaio 24 November 2020 15: 38
    +1
    Qualcuno voleva sottrarre la Bielorussia. Ecco una bandiera nelle tue mani! Inizia nei Paesi Baltici. Quindi vediamo che tipo di dirigenti aziendali siete!
  5. Rashid116 Офлайн Rashid116
    Rashid116 (Rashid) 24 November 2020 17: 32
    +6
    La stretta, ovviamente, non è finita a tempo debito, abbiamo avuto problemi. Ora fluttuano sui soldi della Russia e di nuovo la coda verrà raccolta. Conosciamo queste scimmie, siamo già passati. Bene, quei russi che vogliono vivere come a casa devono tornare a casa. Abbiamo i porti noi stessi. sono in costruzione, è qui che quegli specialisti torneranno utili Beh, lo stato dovrebbe aiutarli, sono d'accordo con Sapsan.
  6. Mrozov Yuri Офлайн Mrozov Yuri
    Mrozov Yuri (Mrozov Yuri) 24 November 2020 21: 35
    +6
    Ricordo come questi "russi" nei primi anni '90 tenessero manifesti con le parole "Siamo russi lettoni", "russi insieme agli stati baltici". Bene, una volta insieme, quindi lasciali stare insieme ... fino alla fine.
    1. sverdicono Офлайн sverdicono
      sverdicono 25 November 2020 07: 54
      -1
      Ricordo qualcos'altro. Come altri russi, migliaia sono andati in Russia. Dal fascismo baltico. E i burocrati di Borukh Yelzin li hanno respinti. Non hanno dato registrazione, alloggio, niente
  7. sverdicono Офлайн sverdicono
    sverdicono 25 November 2020 00: 09
    +4
    Premere. Lasciali morire con i loro spratti
    1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
      Natan Bruk (Natan Bruk) 25 November 2020 01: 26
      -5
      I poveri labas, seduti in preda alla fame e al freddo, guardano la Russia ben nutrita e la invidiano di nera invidia.
  8. Yurets Офлайн Yurets
    Yurets (Yury) 25 November 2020 01: 39
    0
    Schiaccia come cimici!
  9. Rum di Filya Офлайн Rum di Filya
    Rum di Filya (Filya Rom) 25 November 2020 01: 44
    +5
    Scherzo sull'argomento:

    C'è la Lettonia (Lituania, l'Estonia può essere usata), sul balcone (case NATO) e lungo la strada c'è un russo.
    La Lettonia gli grida: - Amico, ho paura di te Russo: - Perché?
    - Mi violenterai.
    Come ti violenterò? Sei sul balcone (NATO) e io sono per strada.
    - E ora vengo da te.
    - Che cosa siete? Anormale?
    - Per la prima volta vedo un uomo che vuole violentarmi e dice che sono pazzo.
    - Sì, non voglio violentarti. Devo lavorare. Costruisci case, strade, ponti. Per lanciare razzi nello spazio.
    - Quindi lavorerai con calma per te stesso, e devo pensare tutto il tempo che vuoi violentarmi.
    - L'americano ti sta proteggendo? Lascia che ti stupri.
  10. Paramon Pictures Офлайн Paramon Pictures
    Paramon Pictures (Immagini di Paramon) 25 November 2020 08: 27
    +1
    Mendicante ancora!
  11. smsnn Офлайн smsnn
    smsnn (Sergey) 25 November 2020 10: 38
    +3
    Fasi completate.
    Nord Stream ha raffreddato la fiducia in progetti congiunti con paesi stranieri inaffidabili. E un aiuto alla Bielorussia è la fiducia nei leader delle "repubbliche fraterne". Lukashenka ha dimenticato tutto molto rapidamente e inizia di nuovo a torcere la coda a destra ea sinistra.
  12. smsnn Офлайн smsnn
    smsnn (Sergey) 25 November 2020 10: 42
    +2
    Citazione: Bulanov
    Scelta difficile? - Molto semplice! - Lo status statale della lingua russa in Lettonia e la concessione della cittadinanza a tutti i russofoni della Lettonia ...

    E questo è solo in primo luogo ...
  13. Alexey Kurilov Офлайн Alexey Kurilov
    Alexey Kurilov (Alexey Kurilov) 25 November 2020 11: 51
    0
    niente di superfluo solo affari
  14. Peter Rusin Офлайн Peter Rusin
    Peter Rusin (Peter Rusin) 25 November 2020 15: 10
    0
    Cosa sono gli Stati baltici? Tre case di cura immerse nella foresta!
    1. Galina Pigareva Офлайн Galina Pigareva
      Galina Pigareva (Galina Pigareva) 26 November 2020 04: 13
      -1
      Citazione: Peter Rusin
      Cosa sono gli Stati baltici? Tre case di cura immerse nella foresta!

      Tre sonagli americani.
  15. Sergey Vasilievich Офлайн Sergey Vasilievich
    Sergey Vasilievich (Sergey Vasilievich) 25 November 2020 16: 59
    +3
    In generale, il "sogno di evviva i patrioti", se davvero è tale, è insignificante e insignificante.
    Riguardo ai Balts "piccoli, ma sopotoli", la nostra gente pensa in modo sensato: la scelta va fatta a favore del profitto. Favorevolmente-transito attraverso gli stati baltici, no -fig loro. Altrimenti, sarebbe un grave errore se nel concetto di "beneficio" si investisse solo il profitto (beneficio) SEMPLICE. Il concetto di "beneficio" dovrebbe essere considerato in un senso AMPIO, anche da questo punto di vista: c'è qualche speranza (prospettiva) che "ma non la Lettonia, che è cresciuta forte con i russi, abbatterà la grande Russia e le farà ogni sorta di cose brutte?" E se non esiste tale speranza (prospettiva), allora che diavolo è questo "vantaggio"?
    A proposito, grazie agli sforzi degli attuali e precedenti governanti post-perestrojka degli stati baltici, l'odio reciproco è precipitato al livello quotidiano. Tuttavia, da parte dei russi (russi), non è piuttosto nemmeno odio, ma disgusto, disgusto, simile a quelli che sono sciocchi.
    E altro ancora.
    È ora di vedere il vero atteggiamento dei "nostri" connazionali baltici verso di noi, verso la Russia.
    Nel passato periodo post-perestrojka, forse, sarebbe stato possibile decidere: dov'è la tua Patria, la tua Patria? - Russia "sporca, non lavata", come la chiamano tutti i democratti che ci parassitano? O pulito, intelligente e ... non disdegnando di parassitare sulla Russia Geyrop (Geibalty)? Oserei dire che durante questo periodo è cresciuta una generazione di "baltici russi", che "venderanno, compreranno e rivenderanno la Russia, ma a un prezzo più alto".
    Abbiamo bisogno di questi "patrioti"?
    Sono questi i nostri "compatrioti"?
    Con tali "amici" non hai nemmeno bisogno di cercare un nemico.
    Non puoi trovarlo peggio.
    "Passato" in Bulgaria, Polonia, "Ridnoi Nenke-Ucraina" e molti altri luoghi.
  16. alex-sherbakov48 Офлайн alex-sherbakov48
    alex-sherbakov48 25 November 2020 17: 21
    0
    Rimpiangere il nemico equivale a metterti le spalle sotto attacco, e lui ti seguirà subito !!!
  17. Andrey Grad Офлайн Andrey Grad
    Andrey Grad (Andrey Grad) 25 November 2020 17: 29
    +3
    I paesi baltici sono per lo più originariamente terra russa, con la maggioranza della popolazione russa.
    Ripetendo emotivamente l'assurdità "lasciali vivere come vogliono, non ci interessano gli stati baltici", cadi in balia del nemico, rinunci volontariamente alle terre russe, per le quali sono state donate centinaia di migliaia di vite russe, rinunci a parte della tua, il popolo russo, che vive nel Baltico da 300 anni ...
    A Riga siamo russi più della metà della popolazione.
    Non siamo russi, come dicono gli annunciatori televisivi, ma russi, gli stessi RUSSI che voi siete a Mosca, San Pietroburgo o Rostov.
    Non abbiamo lasciato la Russia da nessuna parte; è stata la Russia a ritirarsi verso est, prima nel 1917, poi nel 1991.
    Siamo nella nostra terra natale, come molte generazioni dei nostri antenati vissero qui e le cui tombe restano qui.


    Riga 09.05.2019
    1. urante Офлайн urante
      urante (sergo) 26 November 2020 00: 37
      0
      Citazione: Andrey Grad
      Russo, lo stesso RUSSO che sei a Mosca, San Pietroburgo o Rostov.
      Non abbiamo lasciato la Russia da nessuna parte, è stata la Russia a ritirarsi ad est, prima nel 1917, poi nel 1991.

      Ben detto! Solo i russi si siedono e aspettano, proprio come in Dill, quando arriva il maestro, il maestro ci giudicherà. Nel frattempo, lascia che la Russia nutra e abbeveri i nostri oppressori.
      1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
        Marzhetsky (Sergey) 26 November 2020 09: 16
        -1
        Citazione: uralant
        Ben detto! Solo i russi si siedono e aspettano, proprio come in Dill, quando arriva il maestro, il maestro ci giudicherà.

        E cosa dovrebbero fare adesso i russi ucraini per liberarsi del giogo? Inizia a raccogliere fondi per la creazione dell'Esercito di Liberazione Nazionale? Organizza celle sotterranee nelle tue città?
        E dopo quanto tempo tali attivisti rimarranno latitanti di fronte all'opposizione della SBU, alle spie e alla possibilità di rappresaglie extragiudiziali da parte del Pravosek?
        Forse verrai, ti aiuterò personalmente, ti dirò sul posto cosa e come fare? O è più facile bussare alla tastiera con le dita da casa?
      2. Andrey Grad Офлайн Andrey Grad
        Andrey Grad (Andrey Grad) 26 November 2020 11: 06
        +3
        E a quanto pare sei un temerario, quindi vieni e guida la resistenza. Le nostre persone qui per un solo post sul social network vengono portate alla Gestapo locale per conversazioni esplicative, vengono sollevate accuse penali, vengono licenziate dal lavoro. È solo nella Federazione Russa che gli oppositori possono scrivere e proporre idee radicali per anni, e qui troveranno rapidamente un articolo per 10 anni.
        La Russia, rappresentata dal governo, potrebbe utilizzare nel proprio interesse i milioni di russi che vivono in periferia e negli stati baltici, sostenendo i suoi russi, ponendo le condizioni ei russi nelle repubbliche si radunerebbero e sosterrebbero la Federazione Russa. Ma Mosca non sembra accorgersi di noi, anche nei media non menziona mai la definizione di RUSSI, ma è chiamata una specie di RUSSO DI LINGUA.
        1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
          Marzhetsky (Sergey) 27 November 2020 09: 11
          -3
          Citazione: Andrey Grad
          Ma Mosca non sembra accorgersi di noi, anche nei media non menziona mai definizioni RUSSE, ma è chiamata una specie di RUSSO DI LINGUA.

          Anche i russi in Ucraina si sono rapidamente trasformati in ucraini di lingua russa. Niente russi, nessun problema.
  18. ded565 Офлайн ded565
    ded565 (nonno5655) 25 November 2020 17: 52
    +1
    prima di tutto, le minoranze nazionali dei russi vengono licenziate lì ... e per dare un lavoro - i russi verranno restituiti? no davvero! lasciali marciare con una svastica e le persone LGBT nell'Europop!
  19. Orso russo_2 Офлайн Orso russo_2
    Orso russo_2 (Orso russo) 25 November 2020 20: 08
    0
    Lascia che lo vogliano e non c'è niente che possa aiutarli. È morta così è morta.
  20. Oleg Deev Офлайн Oleg Deev
    Oleg Deev (Oleg Deev) 25 November 2020 23: 26
    -1
    Cosa c'entra "crush-choke"? È solo redditizio caricare le tue porte! Lavori, entrate di bilancio, ecc. Capitalismo quello che vuoi.
  21. vikganz Офлайн vikganz
    vikganz (Vik Ganz) 26 November 2020 02: 04
    0
    Forse è necessario pensare alla privatizzazione del tratto ferroviario da parte della Russia? Da Kaliningrad a San Pietroburgo? Acquisti di questa tratta in cambio dell'obbligo di preservare parte del traffico.
  22. Galina Pigareva Офлайн Galina Pigareva
    Galina Pigareva (Galina Pigareva) 26 November 2020 04: 19
    0
    Insegui i tuoi amici che sono stati traditi una volta.
    Chiunque abbia tradito una volta ti tradirà due volte.


    O. Khayyam.
  23. Philosoff Офлайн Philosoff
    Philosoff (Vlad) 26 November 2020 12: 22
    0
    Gli stati baltici russi non vogliono il Karabakh in Lettonia, non abbiamo bisogno di imporre la nostra opinione, seduti in uno stabilimento balneare vicino a Tula. La maggior parte di noi è in pensione e non c'è tempo per trasferirsi in Russia. Vogliamo la pace qui, per tutti: estoni, lettoni e russi. E per iniziare una sorta di tempesta non funzionerà, ecco il territorio della NATO. La polizia di sicurezza non dorme e nei loro scantinati sono a disagio, per usare un eufemismo. E in generale, cosa significano coloro che parlano della passività dei russi? Cosa dovremmo fare? Un colpo di stato? Nessun paese al mondo verrà preso in giro per questo. Pertanto, qualcuno si è adattato, qualcuno è andato in Occidente o in Oriente, e qualcuno semplicemente vivrà i suoi giorni qui.
    1. Sab46 Офлайн Sab46
      Sab46 26 November 2020 22: 52
      0
      Non aspetterai la pace, capiscono solo il potere Lui ha vissuto in mezzo a loro per più di 10 anni, mi hanno ripetutamente dichiarato che la conoscenza della loro lingua non è sufficiente per loro, hanno bisogno che non siamo indigeni e che conosciamo il nostro posto.
    2. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 27 November 2020 09: 10
      -3
      Citazione: Philosoff
      E in generale, cosa significano coloro che parlano della passività dei russi? Cosa dovremmo fare? Un colpo di stato? Per questo, nessun paese al mondo sarà accarezzato sulla testa. Pertanto, qualcuno si è adattato, qualcuno è andato in Occidente o in Oriente, e qualcuno semplicemente vivrà i suoi giorni qui.

      Hai assolutamente ragione. Dato che ti hanno picchiato al Cremlino, tutto quello che devi fare è adattarti o andartene.
      1. sverdicono Офлайн sverdicono
        sverdicono 29 November 2020 08: 11
        -1
        Spero che tu te ne sia andato
  24. Sab46 Офлайн Sab46
    Sab46 26 November 2020 22: 44
    +1
    Nessun rapporto commerciale con i Baltici, nessun transito di merci e persone attraverso il territorio della Russia attraverso il territorio della Russia dai porti di Lettoni, Lituani ed Estoni per almeno i prossimi 100 anni. Le normali relazioni con loro sono possibili solo quando lasciano la NATO e forniscono un risarcimento materiale ai rappresentanti delle nazioni non indigene che hanno subito le politiche nazionaliste delle autorità di questi paesi.
  25. sverdicono Офлайн sverdicono
    sverdicono 29 November 2020 08: 10
    -1
    L'autore è decisamente dalla parte dei nemici della Russia. A giudicare dal modo in cui si rammarica dei Balts
  26. Albert Albert Офлайн Albert Albert
    Albert Albert (Albert) 29 November 2020 08: 46
    +1
    Penso che se la Russia è redditizia, se migliora la qualità della vita dei russi, è necessario stabilire contatti con tutti, indipendentemente da eventuali reclami, ecc.