L'invasione dell'Artico russo non è lontana: la prima nave americana ha testato la Russia per forza


Il giorno prima, nel Mar del Giappone, si è verificato un incidente piuttosto pericoloso, che avrà conseguenze di vasta portata. Il cacciatorpediniere della Marina degli Stati Uniti "John McCain" violò con aria di sfida i confini marittimi russi e si ritirò con orgoglio solo dopo che una grande nave antisommergibile della Marina russa gli venne incontro. Il problema è che gli stessi americani non si considerano trasgressori e quindi senza dubbio torneranno di nuovo. Chi ha ragione in questa situazione e come dovresti reagire a tali intrusi?


Questo problema territoriale ha due dimensioni: legale e geopolitica. Il servizio stampa della settima flotta statunitense ha commentato l'incidente:

Questa operazione di libertà di navigazione protegge i diritti, le libertà e l'uso legale del mare riconosciuti dal diritto internazionale, contestando le eccessive pretese marittime della Russia.

Peter the Great Bay è la baia più grande della costa russa sul Mar del Giappone. Contiene Vladivostok, Nakhodka, Bolshoy Kamen e il porto di Vostochny. In base alla sua posizione geografica, importanza storica e difensiva, l'URSS ha riconosciuto la baia come appartenente alla categoria degli storici. Ciò significa che la sovranità dell'Unione Sovietica e della Federazione Russa come suo successore legale si estende completamente alle sue acque e non esiste alcun diritto di passaggio innocente per le navi straniere. Le baie storiche includono, ad esempio, Bristol nel Regno Unito, Chesapeake negli Stati Uniti, Hudson in Canada e Pietro il Grande in Russia. Ma c'è una sfumatura importante.


In conformità con la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare, una baia può essere considerata una baia storica se la larghezza dell'ingresso ad essa non supera le 24 miglia nautiche, ea Peter the Great Bay la distanza da una costa all'altra all'ingresso è di 102 miglia. La maggior parte dei paesi durante la Guerra Fredda ha riconosciuto i diritti speciali dell'URSS su quest'area acquatica, ma non gli Stati Uniti, Tokyo, la Francia e la Gran Bretagna. Questi stati credono che le loro navi civili abbiano il diritto di passare innocentemente attraverso il golfo e, a determinate condizioni, e di combattere. È vero, va tenuto presente che Washington stessa non ha ratificato la suddetta Convenzione, ma per qualche motivo vi fa riferimento e ne chiede l'attuazione da tutti gli altri.

Si scopre una sorta di conflitto legale che è stato congelato mentre esisteva l'URSS. Il suo potere militare-industriale ha permesso quindi al Cremlino di svolgere una funzione completamente sovrana politica di e con la forza di scacciare gli ospiti non invitati, mandando tutta la "foresta" con le loro pretese. Ad esempio, nel 1988, due navi pattuglia sovietiche, la Selfless e la SKR-6, hanno letteralmente spinto l'incrociatore americano Yorktown e il cacciatorpediniere Caron fuori dalle nostre acque territoriali nel Mar Nero.

Il 12 febbraio dello stesso anno, hanno violato i confini marittimi dell'URSS. Le nostre navi stavano navigando in una rotta parallela, quindi "Selfless" ha effettuato un bulk sull'incrociatore americano con un angolo del 30%, danneggiandone lo scafo, "SKR-6" anche "rimescolato" a bordo del "Caron". Inoltre, il "Selfless" ha ripetuto il grosso, aumentando i danni che hanno portato al fuoco sull'incrociatore. Il capitano della pattuglia ha avvertito che avrebbe continuato se gli americani non fossero scesi, ma non hanno capito bene e hanno cercato di prendere la pattuglia a tenaglia. La nave sovietica caricò in modo dimostrativo i suoi lanciarazzi e, in risposta, la Yorktown iniziò a preparare gli elicotteri per il decollo. La nostra squadra ha avvertito che questi "giradischi" sarebbero stati abbattuti come violatori dello spazio aereo sovietico e hanno chiamato l'aviazione navale per chiarezza. Accertata la serietà delle intenzioni dei marinai sovietici, l'incrociatore e cacciatorpediniere della Marina degli Stati Uniti si ritirò, mentre lo Yorktown dovette subire una riparazione di tre mesi a causa di gravi danni.

Si noti che la Guerra Nucleare del Terzo Mondo con gli Stati Uniti non è iniziata a causa di ciò, e il coraggioso comandante del "Selfless" è stato insignito dell'Ordine della Stella Rossa. Tuttavia, gli Stati Uniti temono che la Federazione Russa sia lontana dalla stessa cosa dell'Unione Sovietica a suo tempo e non considerano giustificate le rivendicazioni territoriali del Cremlino sul Golfo di Pietro il Grande. Due anni fa è volato il primo "avvoltoio" americano: il cacciatorpediniere McCampbell si è avvicinato alle acque contese da Washington per meno di 100 chilometri. Ora il cacciatorpediniere John McCain, dal nome del defunto prominente russofobo, ha violato il confine.

Cosa succederà dopo? Il passo successivo è la visita della Marina americana nell'Artico, dove Washington mostra un grande interesse per la rotta del Mare del Nord. I mercanti pacifici partiranno per primi, seguiti dalle navi da guerra di superficie, il tutto nel quadro del principio della libera navigazione. Gli americani stanno già costruendo i propri rompighiaccio e addestrando le squadre ad operare in condizioni climatiche estreme. La revisione delle sfere di influenza è solo all'inizio, l'invasione dell'Artico russo non è lontana.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
15 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 25 November 2020 13: 47
    +4
    un'invasione dell'Artico russo è proprio dietro l'angolo.

    - La domanda è: chi fornirà assistenza tecnica urgente a una nave straniera nel duro Artico, se le succede qualcosa? E può succedere di tutto, ad esempio, questa nave andrà a sbattere contro un'altra, venendo verso. La situazione del ghiaccio è difficile ...
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 26 November 2020 07: 43
      -3
      Quindi vogliono aprire la loro base nell'Artico e costruire rompighiaccio.
      1. Bulanov Офлайн Bulanov
        Bulanov (Vladimir) 26 November 2020 09: 58
        +1
        Bene, per questo hai bisogno di una base da qualche parte su Igarka. Non ha senso costruire in Alaska: finché non arriveranno i soccorsi, potrebbe essere troppo tardi.
      2. Mikhail Petrov Офлайн Mikhail Petrov
        Mikhail Petrov (Mikhail Petrov) 26 November 2020 16: 09
        -3
        Possono fare a meno di noi: scopri e costruisci. La Russia no.
        Sebbene solo il 20% delle attrezzature importate venga utilizzato nella costruzione di rompighiaccio russi, è estremamente insostituibile, altamente tecnologico e complesso. È impossibile costruire rompighiaccio nucleari senza l'uso di componenti estranei e semplicemente non c'è nulla con cui sostituirli.
        Se il prossimo passo di Washington è vietare gli investimenti stranieri e la partecipazione di fornitori stranieri ai progetti rompighiaccio dell'Artico russo e ai progetti di GNL, verranno fermati.

        Tutte le imprese di Novatek, Gazprom, Rosneft, Yamal-LNG e Arctic-LNG in un modo o nell'altro dipendono da attrezzature e denaro importati. Gli azionisti e i principali fornitori di queste società sono società direttamente collegate agli Stati Uniti.
        Nonostante il programma di sostituzione delle importazioni, la Russia non dispone e non avrà attrezzature per supportare il funzionamento degli impianti nazionali di GNL. I compressori, le turbine, le piattaforme gravitazionali e altre tecnologie provengono dagli Stati Uniti e dall'Europa. Anche i finanziamenti per i progetti artici provengono dall'estero.

        Non sarà possibile sostituire i partner stranieri esistenti con un'azienda fedele alla Russia. Anche la minaccia indiretta delle sanzioni statunitensi metterà fine alla cooperazione con gli attuali fornitori francesi, italiani, tedeschi e cinesi, che si ritireranno immediatamente dai progetti russi.
        1. Bulanov Офлайн Bulanov
          Bulanov (Vladimir) 26 November 2020 16: 50
          0
          Gli azionisti e i principali fornitori di queste società sono società direttamente collegate agli Stati Uniti.

          - Non ci saranno investimenti, non ci saranno profitti. E qual è la legge principale del capitalista secondo Max?
  2. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 25 November 2020 14: 25
    +2
    Quanto possiamo ingoiare la loro meschinità, i loro sputi e minacce nella nostra direzione, ci asciugano i piedi intorno, e noi ci pieghiamo e ci pieghiamo sempre più in basso, e da nessuna parte più in basso. Era lo stesso prima della seconda guerra mondiale, quando le navi tedesche violavano quasi quotidianamente le nostre acque con le loro navi e sottomarini, ei loro aerei sono atterrati sui nostri aeroporti militari di confine, come per errore, e noi stessi ci siamo scusati e li abbiamo lasciati andare.
  3. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 25 November 2020 18: 28
    +2
    Gli Stati Uniti sono stati a lungo aperti sulla libertà di navigazione lungo la rotta del Mare del Nord, ad es. sulla giurisdizione internazionale e "segnalare" le loro intenzioni con esercitazioni militari nell'Artico, la creazione di una base navale a Nome (Alaska), un programma per la costruzione di una flotta rompighiaccio e altre azioni.
  4. faiver Офлайн faiver
    faiver (Andrew) 25 November 2020 21: 10
    +1
    Il giorno prima, nel Mar del Giappone, si è verificato un incidente piuttosto pericoloso, che avrà conseguenze di vasta portata. Il cacciatorpediniere della Marina degli Stati Uniti "John McCain" ha violato con aria di sfida i confini marittimi russi e si è ritirato con orgoglio solo dopo che una grande nave anti-sommergibile della Marina russa gli è uscita incontro

    - aftorrr, non scrivere tali opus, è divertente da leggere, una velocità di crociera di 2 km di una berk impiega 3-4 minuti per la stessa quantità di dissolvenza, per un totale di 8 massimo 10 minuti nessuno avrebbe il tempo di fare un bulk o un ariete, o secondo te era necessario su due piedi?
    Quindi non c'era nessun "orgogliosamente in pensione", è saltato dentro e saltato fuori finché non si è sbarazzato di ...
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 26 November 2020 07: 42
      -4
      Citazione: faiver
      - aftorrr, non scrivere tali opus, è divertente da leggere, una velocità di crociera di 2 km di una berk impiega 3-4 minuti per la stessa quantità di dissolvenza, per un totale di 8 massimo 10 minuti nessuno avrebbe il tempo di fare un bulk o un ariete, o secondo te era necessario su due piedi?

      cumminter, faresti meglio a non scrivere sciocchezze da solo risata
  5. bear040 Офлайн bear040
    bear040 25 November 2020 21: 33
    +5
    I trasgressori dei confini della Federazione Russa dovrebbero essere fucilati, abbattuti, annegati e se il Cremlino ha paura di adempiere ai suoi doveri diretti di proteggere la sovranità della Federazione Russa e l'inviolabilità dei suoi confini, lascia che si dimettano e non balbetti mai più sul loro desiderio di servire nel servizio civile e indossare spalline!
  6. dilettante Офлайн dilettante
    dilettante (Victor) 26 November 2020 07: 32
    +2
    L'invasione dell'Artico russo non è lontana: la prima nave americana ha testato la Russia per forza

    Da quando il Mar del Giappone è diventato parte dell'Artico? L'autore ne aveva 2 in geografia o, al contrario, un amore fantasma per Zhenya Psaki?
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 26 November 2020 07: 40
      -4
      Fondamentalmente non sei in grado di leggere e comprendere il significato di ciò che è stato scritto?
      1. dilettante Офлайн dilettante
        dilettante (Victor) 26 November 2020 08: 04
        +1
        Leggi quello che ho letto. Bene, ho capito che "nel giardino c'è un sambuco, ea Kiev - una nonna". Questa è la principale percezione associativa del titolo e del contenuto del tuo articolo.