Concorrenti dell'S-400: quali sistemi di difesa aerea possono competere con il sistema di difesa aerea russo


I sistemi missilistici antiaerei iniziarono ad entrare in servizio nei primi anni della Guerra Fredda, con l'Unione Sovietica che fu la prima a schierare un tale sistema, l'S-25, equipaggiato con un missile antiaereo a lungo raggio. Il Military Watch Magazine fornisce dati sui concorrenti del sistema di difesa aerea russo S-400, i più moderni e potenti sistemi missilistici multiuso terra-aria.


L'S-400 è entrato per la prima volta nelle truppe russe nel 2007, sviluppato come successore del sistema di difesa aerea S-300PMU-2. L'S-400 è in grado di utilizzare più di una mezza dozzina di diversi tipi di missili - da 40 km 9M96E a 400 km 40N6E, il che rende questo complesso estremamente versatile. Può attaccare velivoli invisibili a lunghe distanze, tracciare fino a 160 bersagli, metà dei quali può colpire simultaneamente: il doppio rispetto ai concorrenti. Entro il 2025, la modifica della nave S-400 dovrebbe essere schierata sugli incrociatori pesanti russi.

La S-500, a differenza dell'S-300 e dell'S-400, è progettato principalmente per sconfiggere obiettivi critici: satelliti, testate ICBM e bombardieri pesanti. L'S-500 può tracciare gli aerei nemici a una distanza massima di 800 km e attaccare bersagli a una distanza massima di 600 km a velocità ipersoniche superiori a Mach 14.


Sistema missilistico antiaereo S-300V4 ha molti tecnologia S-400. Il missile 40N6E SAM mantiene un raggio di 400 km e può colpire bersagli a una velocità ipersonica superiore a Mach 14. Il missile utilizza una traiettoria unica per i missili terra-aria, salendo fino a un'altitudine di 30 km prima di una brusca discesa verso il bersaglio. Il 40N6E utilizza una testa di ricerca radar attiva: ciò consente al missile di colpire oggetti a bassa quota (fino a 5 m) a distanze estreme oltre l'orizzonte. Si ritiene che l'S-300V4 possa attaccare fino a 64 bersagli contemporaneamente, dirigendo fino a 128 missili.


Una caratteristica unica dell'americano-israeliano SAM "Sling of David" ("Sharvit Ksamim" o "Stanner") è l'uso dell'homing terminale dual-mode dei suoi missili, che aumenta le possibilità di colpire obiettivi. Nonostante la sua complessità tecnologica, la mancanza di mobilità dello Sling of David rende questo sistema di difesa aerea vulnerabile agli attacchi dei missili anti-radar nemici, e la sua bassa cadenza di fuoco, unita al costo estremamente elevato dei missili, limita l'efficacia dello Stanner. Tuttavia, il complesso è in grado di colpire obiettivi, comprese testate di missili a medio e corto raggio, a una distanza massima di 300 km.


cinese sistema missilistico antiaereo HQ-9B utilizza missili a due stadi con una portata massima di 250 km. Rispetto al russo S-300PMU-2, l'HQ-9B è considerato un sistema più moderno e complesso. I missili di questo sistema di difesa aerea volano a velocità inferiori, circa Mach 4,2, ma hanno un sistema di mira più preciso. L'HQ-9B ha un'elevata immunità agli effetti e alla mobilità radioelettronici, paragonabile all'S-300/400 russo.
  • Foto utilizzate: Ministero della Difesa della Federazione Russa
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. irregolare Офлайн irregolare
    irregolare (VADIM STOLBOV) 27 dicembre 2020 11: 17
    -2
    Chiunque possa in qualche modo mettersi alla prova in una situazione di combattimento reale. L'S-400 non è ancora riuscito.