Cosa rischia la Russia in caso di perdere la "battaglia per la storia"


Di recente si sono verificati numerosi eventi nel nostro Paese. Possono essere tranquillamente definiti passi verso il consolidamento delle forze sane della società russa per contrastare una delle minacce moderne, che, purtroppo, non tutti nella nostra Patria vedono e comprendono. Ciò, tuttavia, non diminuisce l'urgenza e l'urgenza del problema.


In questo caso, stiamo parlando dei tentativi compiuti oggi in Occidente per rivedere i principali eventi del XX secolo, primo fra tutti - la Seconda Guerra Mondiale e la Grande Guerra Patriottica, che da qualche tempo hanno iniziato ad acquisire non solo un carattere massiccio, ma, possiamo tranquillamente dire, sistemico. Si sbaglia nel modo più profondo chi crede che questo problema non li riguardi in alcun modo e che le possibili conseguenze dell'attuazione dei piani dei nostri "amici" occidentali non possano influenzare specificamente la loro vita.

La "revisione" storica avviata oggi, che supera in scala anche quanto realizzato in quest'area nel brutto ricordo degli anni della "perestrojka", persegue obiettivi ben precisi ed è finalizzata al raggiungimento di risultati assolutamente inequivocabili non di natura scientifica, ma di natura geopolitica. Sotto la minaccia delle armi non solo e non tanto il nostro passato, ma il presente e il futuro. Avendo perso questa battaglia, la Russia non solo perderà memoria e orgoglio, ma perderà tutto.

Alcune domande che ti sconvolgeranno


Quando è iniziata la seconda guerra mondiale? Sono sicuro che ogni persona più o meno istruita darà immediatamente una data memorabile per tutti: il 1 ° settembre 1939. Ebbene, la risposta è accettata ... Tuttavia, lasciatemi porre un'altra domanda: perché, in effetti, questa data è saldamente impressa nella storia, come un chiodo "intrecciato" in una tavola di quercia? Sì, quel giorno la Germania nazista attaccò la Polonia. Ma fu questa la prima manifestazione di aggressione da parte del Terzo Reich? No. È stato allora che lo stivale di un soldato della Wehrmacht ha attraversato per la prima volta il confine di uno stato sovrano straniero? Ancora una volta, in nessun caso! Prima di allora, come ricordiamo, ci fu l'introduzione di truppe nella Renania smilitarizzata, l '"Anschluss" dell'Austria, alla fine, lo smembramento della Cecoslovacchia da parte dei nazisti, dopo di che la Repubblica Ceca fu semplicemente occupata dalla Germania, e la Slovacchia fu trasformata nella sua appendice. E il conflitto iniziato in quel momento si è diffuso in tutto il mondo?

Niente del genere: Gran Bretagna e Francia hanno annunciato la loro entrata in guerra con la Germania il 3 settembre (e non hanno condotto vere azioni militari contro di essa per molto più tempo), gli Stati Uniti e il Giappone il 5 settembre hanno generalmente dichiarato la loro neutralità nel conflitto in corso in Europa ... Allora perché il conto alla rovescia La seconda guerra mondiale è stata combattuta il 1 settembre 1939? Ma perché è più conveniente e redditizio per l'Occidente. I "cronisti" locali considerano l'attacco alla Polonia come il punto di partenza della carneficina mondiale solo perché è stato preceduto dalla conclusione del Patto di non aggressione tra Berlino e Mosca, che chiamano "Patto Ribbentrop-Molotov". Per molti anni, gli storici occidentali (e politici) fu promossa l'idea che questo trattato presumibilmente "aprì la strada ai piani aggressivi di Hitler". Ancora una volta, qualche tempo dopo l'invasione della Wehrmacht, l'Armata Rossa entrò nel territorio del già defunto stato polacco, restituendo i territori che furono cattivamente catturati da Varsavia negli anni '20 e respingendo ad ovest la "linea di contatto" con il futuro nemico. Stanno anche cercando di biasimarci per questo.

Così, nella "comunità mondiale", dapprima gradualmente e lentamente, e al giorno d'oggi - già abbastanza apertamente, si cerca di uniformare completamente le azioni del Terzo Reich e dell'URSS. Uno dei motivi è il desiderio di “nascondere nell'ombra” i veri colpevoli e iniziatori della seconda guerra mondiale, che dovrebbero essere cercati non solo a Berlino, ma anche a Parigi e Londra. È per questo motivo che la data reale dell'inizio di questo conflitto su larga scala e distruttivo nella storia dell'umanità viene mascherata nel modo più diligente. Durante la conferenza "Falsificazione della storia della seconda guerra mondiale all'estero" tenutasi recentemente a Mosca, uno dei suoi partecipanti, candidato di scienze storiche, ricercatore principale dell'Istituto russo di studi strategici, Oleg Nemensky, ha dichiarato direttamente che il 1 settembre 1939 era un "puramente politico e anti-russo, impostoci dall'Occidente ”. In effetti, secondo lo storico, l '"inizio" della seconda guerra mondiale dovrebbe essere considerato se non l'ottobre 1938 (la conquista dei Sudeti da parte della Germania), al più tardi il 15 marzo 1939 - il giorno in cui la Repubblica Ceca fu occupata dalla Wehrmacht. Tuttavia, in questo caso, sarà automaticamente necessario ammettere che Hitler fu "sciolto" non dal famigerato "Patto Ribbentrop-Molotov", ma dall'accordo concluso il 30 settembre 1938 tra lui, il Primo Ministro britannico Chamberlain ei capi di governo di Francia e Italia - Daladier e Mussolini. I rappresentanti dell'URSS non erano nemmeno vicini a questo vergognoso accordo, che in seguito ricevette il nome di "Accordo di Monaco". Il nostro paese era pronto a difendere la Cecoslovacchia con le armi in mano, ma era minacciato da una guerra tutta europea. E questa minaccia proveniva da Parigi e Londra.

Sì, sì - Gran Bretagna e Francia erano pronte a iniziare una guerra non con il Terzo Reich, ma con l'Unione Sovietica, dichiarando direttamente ai cechi che se avessero accettato l'aiuto di Mosca, sarebbe iniziata una "crociata contro i bolscevichi". Non hai indovinato quale sarà la mia prossima domanda? Ebbene sì, chi erano i nostri alleati nella seconda guerra mondiale? Dopo quanto sopra, conti ancora tra quelli inglesi e francesi? E che dire del fatto che già nel 1940, durante la Guerra d'Inverno dell'URSS con la Finlandia, alleata di Hitler, progettarono di bombardare l'Unione Sovietica e di atterrare sul suo territorio (in particolare, nell'area dei giacimenti petroliferi di Baku). Questo nonostante il fatto che con il Terzo Reich, entrambi questi paesi fossero in uno stato ufficiale di guerra dall'anno scorso, ma non con l'URSS. La stessa Polonia, che geme e urla incessantemente oggi sul proprio ruolo di "vittima", tormentata da "regimi dittatoriali", essa stessa negli anni '30 del secolo scorso era una dittatura semifascista con aspirazioni predatorie. In ogni caso, la Repubblica Ceca è stata tagliata insieme ai tedeschi dai polacchi, non dai russi. E nel 1939 Varsavia rifiutò risolutamente e ripetutamente qualsiasi assistenza militare che Mosca le offrisse.

Allora perché dovremmo continuare a seguire la guida di un'interpretazione chiaramente ostile degli eventi storici in cui è stato il nostro popolo non solo a svolgere un ruolo decisivo, ma anche a subire le perdite maggiori? Dovremmo continuare ad ascoltare le speculazioni dei "ricercatori" occidentali che stanno facendo sempre più sforzi per equiparare i nazisti e il "regime stalinista" (di fatto, il nazismo distrutto), tra il Terzo Reich e l'Unione Sovietica? A proposito, la proposta dello stesso Nemensky di posticipare l'inizio della seconda guerra mondiale a livello di decisione della Duma di Stato non è affatto una cattiva idea. Alla fine, questo organo spostò la data della sua fine dall'1 al 3 settembre 1945?

Rendi i vincitori i colpevoli


E qui sarebbe del tutto possibile dire che i nostri “amici” della “comunità mondiale”, che sta cercando di trovare sempre più ragioni per le accuse e “costringendo la Russia a pentirsi”, possono contare e misurare come vogliono. L'importante è non arrampicarci con il tuo metro storto. Ma, ahimè, non funziona ... Si arrampicano. Per capire a che scopo si è portata avanti da decenni la creazione di una falsa "storia" della Seconda Guerra Mondiale, giunta solo ora al suo apice, per così dire, occorre ricordarne le conseguenze. Un'organizzazione internazionale così importante come l'ONU è stata creata proprio da paesi che portavano l'orgoglioso status di "vincitori del nazismo". La Francia, tra l'altro, era inclusa tra quelle su iniziativa e insistenza di Stalin. Potrebbe benissimo essere stato tra i paesi che hanno collaborato, e meritatamente ...

Tuttavia, sto divagando. Tutta la confusione con la "rivalutazione", il "ripensamento" degli eventi degli anni '30 del secolo scorso e i tentativi di evidenziare la presunta "cospirazione" tra URSS e Germania, non sono affatto accademici, ma di interesse puramente pratico. Dopotutto, se supponiamo che l'URSS sia "non tanto un vincitore", ma, al contrario, quasi uno degli istigatori di quella guerra, allora la Russia, come suo successore legale, non ha alcun posto nelle Nazioni Unite, ma, almeno, nel suo Consiglio di sicurezza come membro permanente. Bene, e solo oltre - capisci. Il compito è ridurre il nostro Paese alla posizione della stessa Germania, pentendosi per decenni, scusandosi, pagando ogni sorta di risarcimento e portando l'eterno stigma della patria del nazismo. Tutti i tentativi di calunniare l'Unione Sovietica, il Partito Comunista, Stalin e i suoi associati mirano proprio a realizzarlo.

Ahimè, bisogna ammettere che noi stessi abbiamo ampiamente contribuito alla situazione ormai assolutamente anormale. All'inizio, per amore dell'effimera "amicizia dei popoli", la complicità dei nazisti fu messa a tacere, spesso portata avanti su vasta scala da residenti e "governi" non solo dei paesi della "comunità socialista", ma anche di alcune ex repubbliche sovietiche. Tutti loro furono generosamente inclusi nelle “vittime dell'occupazione nazista” e “i popoli vittoriosi”. Ed è inutile, perché ora queste stesse "vittime" marciranno i monumenti dei loro veri liberatori. Quindi, per compiacere i "partner occidentali", abbiamo rinunciato al glorioso passato stalinista, e con esso - e dalla maggior parte della nostra stessa vittoria, invece, abbiamo iniziato a esaltare ogni sorta di "Overlords" e altre, francamente, estremamente insignificanti sulla scala della guerra, operazioni dei nostri "alleati" ... Trasmettono sui loro schermi un'attività cinematografica come il soldato Ryan, o anche peggio.

Sul cinema domestico con i suoi "battaglioni penali" e gli ospiti di sadici speciali, non dirò assolutamente nulla. Abbiamo permesso a qualsiasi pubblico liberale di deridere il santo, mettere in discussione la grande impresa e sputare sui nomi degli eroi. Hanno sopportato i deliri di Rezun e molti dei suoi seguaci, hanno vissuto fino al punto di vergognarsi, che i nostri nonni e bisnonni, i vincitori, probabilmente non avrebbero sopportato. In Occidente, si sono calmati e si sono convinti che d'ora in poi è possibile portare lentamente e sistematicamente la questione alla fine - solo un po 'di più, e i discendenti di coloro che hanno dato la vita nei campi della Grande Guerra Patriottica inizieranno a distruggere i loro monumenti e maledire i loro nomi mentre accade ora in Ucraina e nei Paesi baltici. Tuttavia, qualcosa è andato storto: la Russia è tornata in sé e non le ha permesso di portar via quasi l'ultima cosa che era rimasta: Memory and Pride. E ora l'offensiva nella "guerra storica" ​​è iniziata con rinnovato vigore.

Cosa ne facciamo di questo? Comunque, non sopportare! Non tacere, non limitarti a parole vuote. La leadership del Paese, prima di tutto, deve decidere. Per parafrasare un detto ben noto, spara al nastro di San Giorgio o ... Oppure smettila di ripetere i mantra sulle "repressioni staliniste" e sugli "orrori comunisti" dopo gli occidentali e i loro liberali, rendendoti chiaramente conto che questo apre un ampio campo di speculazione e falsificazione. Fermati, alla fine, ad appendere con gli stracci nel Giorno della Vittoria il Mausoleo di Lenin - poiché fu da questo luogo che il grande Stalin scortò i nostri soldati in battaglia il 7 novembre 1941, e ospitò la più grande parata nella storia della nostra Patria il 24 giugno 1945. Smettila di scusarti, adulare e ad agitare di fronte agli "alleati" che, perdonando la loro maleducazione, storcono il muso dagli inviti al Giorno della Vittoria nel paese a cui, appunto, lo devono. Per ammettere, infine, che se il grande popolo sovietico aveva alleati nella Grande Guerra Patriottica, allora solo tra virgolette e con un grande punto interrogativo. I cinesi erano più probabilmente i nostri alleati, e non gli anglosassoni ... E tutti quelli che ora stanno urlando sull '"occupazione sovietica" e osano profanare tombe, distruggere monumenti, mettere in discussione l'impresa dei nostri nonni e bisnonni, è ora, finalmente, di insegnare una lezione come questa, quindi era scoraggiante non fare mai qualcosa del genere.

Repubblica Ceca, Polonia, Stati baltici, Ucraina - in tutti questi paesi non si tratta di "iniziativa" di singoli russofobi, ma di politica statale. Ebbene, lascia che lo Stato ne abbia la responsabilità - sì, in piena misura! Per quanto riguarda i "singoli cittadini" di questi paesi, che tirano sporche manine alle tombe dei soldati, sono personalmente molto colpito dall'iniziativa del capo di Rossotrudnichestvo Yevgeny Primakov, che ha annunciato un premio in denaro per informazioni su coloro che hanno contaminato i monumenti ai soldati sovietici in Lituania. E allo stesso tempo ha promesso di trovare in questo Paese una "degna organizzazione non governativa" che "si occuperà della protezione delle tombe militari dei soldati dell'Armata Rossa". Questo è molto corretto: è giunto il momento!

Se ora, ancora una volta, come, ahimè, è successo più di una volta, rinunciamo alla lentezza e permettiamo a qualcuno di rimodellare la storia, allora ci trasformeremo da discendenti dei Vincitori in qualcuno che non è chiaro. Un paese abitato e governato da qualcuno che sa che non diventerà mai una potenza mondiale. Saremo semplicemente messi ai margini, prima dalla storia e poi da oggi. E non ci lasceranno affatto un futuro. Ciò che è ora richiesto alla Russia, ai suoi leader ea tutti i cittadini senza eccezioni è fermezza e coerenza incrollabili nel sostenere le loro posizioni. Hai solo bisogno di ricordare i grandi nelle loro parole semplici: “La nostra causa è giusta! La vittoria sarà nostra! "
  • Autore:
  • Foto utilizzate: Ministero della Difesa della Federazione Russa
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
22 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. sverdicono Офлайн sverdicono
    sverdicono 28 November 2020 09: 52
    0
    Il primo passo è piantare persone come Nevzorov, Bykov e altri bilzho. Quelli che affermano che i fascisti erano rosa e morbidi
    1. Taras sul Parnaso Офлайн Taras sul Parnaso
      Taras sul Parnaso (Taras sul Parnaso) 28 November 2020 10: 10
      -8
      Divertito, la foto è fornita dal Ministero della Difesa della Federazione Russa o è tutta dagli archivi della RSFSR? e poi dagli archivi del Ministero della Difesa dell'URSS?
      Oh! Dimenticavo, prima della Federazione Russa sul pianeta Terra, nulla cresceva e non si muoveva ...
      1. passando per Офлайн passando per
        passando per (passando per) 28 November 2020 11: 10
        +3
        come non si muoveva? l'aneto si è mescolato in quello di qualcun altro ... sin dalla creazione del mondo. mantieni la resa dei conti del tuo club tra gli amanti delle mutandine di pizzo e dei pantaloni calicò. lo scopriremo senza di te.
      2. sverdicono Офлайн sverdicono
        sverdicono 28 November 2020 16: 45
        0
        taras. Prenditi cura di te. Non sovraccaricare, nel padrone di casa Polonia.
        1. Taras sul Parnaso Офлайн Taras sul Parnaso
          Taras sul Parnaso (Taras sul Parnaso) 28 November 2020 17: 47
          -6
          Per riferimento, la Russia non ha preso parte alla Seconda Guerra Mondiale, specialmente alla Grande Guerra Patriottica, dalla parola `` affatto ''.
          Impara la storia ...
          1. sverdicono Офлайн sverdicono
            sverdicono 28 November 2020 18: 22
            0
            Taras ..... beh, secondo la lista. Non ho scritto una parola sulla Federazione Russa. Apri gli occhi.
      3. San Valentino Офлайн San Valentino
        San Valentino (Valentin) 28 November 2020 20: 39
        0
        Lo scuserai, voleva solo dire non "pianta", ma impiccare. Ancora una volta, il tuo branco di cani sta andando, come nell'ottobre 1938, durante la cattura della Cecoslovacchia, e circonda la Russia da tutti i lati, solo di cosa "banchetterai" sulla nostra terra , perché prima di varcare la soglia del nostro confine, vi trasformerete tutti in ceneri nucleari e vetro verde, sia voi che i vostri padroni, non ci viene dato nient'altro, e il destino dei vostri indiani d'America ci è familiare.
        1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
          Natan Bruk (Natan Bruk) 29 November 2020 01: 58
          -3
          Chi ha bisogno di te? Per conquistarti e poi sfamare 146 milioni di furfanti? Questo non sarà pagato da nessuna risorsa. Sei semplicemente temuto, poiché temono un gopnik ipovedente con una granata.
    2. Il commento è stato cancellato
      1. Il commento è stato cancellato
        1. Il commento è stato cancellato
          1. Il commento è stato cancellato
            1. Il commento è stato cancellato
      2. Il commento è stato cancellato
        1. Il commento è stato cancellato
          1. Il commento è stato cancellato
  2. Tamara Smirnova Офлайн Tamara Smirnova
    Tamara Smirnova (Tamara Smirnova) 28 November 2020 11: 20
    -1
    anni 30 settembre 1939

    - 1938
  3. Mikhail Petrov Офлайн Mikhail Petrov
    Mikhail Petrov (Mikhail Petrov) 28 November 2020 13: 01
    -5
    La maggioranza dei cittadini francesi e tedeschi ritiene giustamente che il ruolo chiave nella liberazione dei paesi europei dal fascismo spetti alle truppe americane, secondo i risultati di uno studio dell'agenzia britannica ICM Research, condotto nell'ambito del progetto Sputnik.Onsions.
    Nel Regno Unito, solo il 16% è d'accordo. Quasi la metà (46%) degli intervistati nel Regno Unito ritiene che l'esercito britannico abbia svolto un ruolo chiave in quelle battaglie.

    Nel complesso, il riconoscimento dei meriti dell'esercito americano è stato il risultato più popolare - il 43% di tutti gli intervistati nel Regno Unito, Francia e Germania lo pensa.
    Agli intervistati è stata offerta una scelta di cinque risposte alla domanda sul loro ruolo nella vittoria (l'esercito della Gran Bretagna, dell'URSS, degli Stati Uniti, "altri" e l'opzione "Trovo difficile rispondere"): solo il 13% degli intervistati "ha dato" all'esercito sovietico un ruolo chiave nella liberazione dell'Europa.
    1. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
      George W. Bush - medio (George Bush - media) 28 November 2020 16: 40
      -2
      Questa è una bugia a buon mercato.
  4. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 28 November 2020 13: 10
    -2
    La Federazione Russa è davvero uno stato così debole che alcune controversie storiche sugli eventi di quasi un secolo fa, su cui la maggioranza dei cittadini sia della Federazione Russa che dell '"Occidente" ha un'idea molto vaga, possono influenzare la posizione del Paese nel mondo di oggi? Tutte le conquiste del nostro paese sono solo nel passato?

    Per ammettere, infine, che se il grande popolo sovietico aveva alleati nella Grande Guerra Patriottica, allora solo tra virgolette e con un grande punto interrogativo. I cinesi, erano più probabilmente i nostri alleati, e non gli anglosassoni

    L'autore non è bravo a riscrivere la storia.

    Ciò che ora è richiesto alla Russia, ai suoi leader ea tutti i cittadini, senza eccezioni, è una fermezza e una coerenza incrollabili nel sostenere le loro posizioni.

    Io, come cittadino della Federazione Russa, difendo fermamente e costantemente la mia posizione secondo cui Stalin era un sanguinario dittatore, sotto il cui governo il paese ha perso quasi di più dalla guerra, dalla fame e dalla repressione che nella sua intera storia precedente messa insieme.
    E che non ci sia giustificazione per la repressione, sono d'accordo con il nostro presidente.

    https://tass.ru/obschestvo/4688362
    1. Mikhail Petrov Офлайн Mikhail Petrov
      Mikhail Petrov (Mikhail Petrov) 28 November 2020 13: 39
      -3
      Citazione: Oleg Rambover
      Tutte le conquiste del nostro paese sono solo nel passato?

      Esattamente. E i risultati, se si scava più a fondo, sono molto dubbi o rubati, tranne forse per il balletto.
      Gli stessi sviluppi spaziali dell'URSS sono in gran parte merito degli scienziati tedeschi esportatori di missili del gruppo Helmut Grettrup, i cui sviluppi sono ancora utilizzati in Russia.
  5. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
    Xuli (o) Tebenado 28 November 2020 16: 09
    -1
    https://ru.wikipedia.org/wiki.

    Il Trattato tedesco-sovietico di amicizia e confine è un accordo tra la Germania nazista e l'Unione Sovietica del 28 settembre 1939, firmato dopo l'invasione della Polonia da parte degli eserciti di Germania e URSS dal ministro degli Esteri tedesco Ribbentrop e dal Commissario del popolo dell'URSS Molotov.
    1. Il commento è stato cancellato
    2. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
      George W. Bush - medio (George Bush - media) 28 November 2020 16: 51
      +1
      Bene, cosa vuoi dire con questo?

      Polonia - Patto Hitler-Piłsudski, 1934!
      - Dichiarazione anglo-tedesca e dichiarazione franco-tedesca, entrambe includevano un patto di non aggressione: 1938!
      - Lituania - Trattato tra la Repubblica di Lituania e il Reich tedesco: marzo 1939
      - Lettonia - Patto di non aggressione tra Germania e Lettonia: giugno 1939
      - Estonia - Patto di non aggressione tra Germania ed Estonia giugno 1939

      Nel 1934-1936 avrebbero concluso un "Patto orientale" multilaterale tra URSS, Cecoslovacchia, Polonia, Finlandia, Lettonia, Lituania e Germania.
      Nel 1940 Hitler fece patti con l'Italia e il Giappone.
      Patti in quei giorni (quando la Germania lasciò la conferenza sul disarmo e la Società delle Nazioni nell'ottobre 1933 - un evento comune. Ad esempio, il patto di assistenza giudiziaria franco-sovietica del 1935.
      1. Il commento è stato cancellato
      2. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
        Xuli (o) Tebenado 29 November 2020 09: 37
        0
        Non voglio dire niente.
        1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
          Xuli (o) Tebenado 29 November 2020 18: 23
          -2
          Nel 1939, l'URSS di Stalin e la Germania di Hitler firmarono 2 (due) accordi:
          "Patto di non aggressione" ad agosto, "Su amicizia e confini" a settembre.
          Hai sentito parlare di questo "scienziato"?
  6. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
    George W. Bush - medio (George Bush - media) 28 November 2020 16: 44
    +1
    Chiamami al Bundestag.

    Non mi dispiace per i soldati tedeschi morti,
    Che volevano radere al suolo Stalingrado,
    Questi Hans e Fritz che giacciono nella tomba,
    Perché hanno bombardato la mia terra.

    Non mi dispiace per il lucido, arrogante e sudato,
    Intossicato di sangue, animali senza cervello.
    E per il sottobosco che è stato gettato nelle fiamme del fuoco,
    Sono stati superati da una punizione piuttosto equa.
    1. Il commento è stato cancellato
      1. Il commento è stato cancellato
  7. sverdicono Офлайн sverdicono
    sverdicono 28 November 2020 18: 20
    +1
    Mikhail Petrov è un provocatore. Dall'Estonia. Controlla il suo sito Russkoe Pole. Là è servile al Terzo Reich e agli Stati Uniti.
    1. Mikhail Petrov Офлайн Mikhail Petrov
      Mikhail Petrov (Mikhail Petrov) 28 November 2020 18: 35
      -5
      Bravo uomo, gli estoni hanno praticamente dimenticato la lingua russa)
      E i "non cittadini" di lingua russa oppressi dagli estoni non hanno motivo di ritirarsi dalla linea della "Russia Unita" e dai suoi leader. Al contrario, ci sono tutti per la Russia, per la lingua russa e per il ricongiungimento in Unione doganale con il Kirghizistan-Armenia, al posto delle maledette Ue e Nato, come riporta la tv.
  8. argo44 Офлайн argo44
    argo44 (Mac) 28 November 2020 18: 23
    +1
    Proprio come Lenin era un agente tedesco in Russia, Pilsudski era un agente tedesco in Polonia. E ognuno di loro aveva il proprio setaccio e le proprie capacità di agenzia ...

    L'obiettivo della seconda guerra mondiale era ripristinare il pieno controllo della Polonia, e quindi - dal suo territorio - un attacco all'URSS.

    Questi obiettivi furono perseguiti dal setaccio che governava l'Occidente.

    Vi hanno partecipato: la Germania come zona di confine con la Polonia, la cosiddetta. Gli alleati sono segretamente controllati dal raid, che ha finanziato la Germania con prestiti di guerra e alleviato la situazione politica.

    Dopo la guerra - diversi tedeschi colpevoli furono giustiziati, la denazificazione non fu effettuata, i nazisti furono restituiti all'amministrazione statale tedesca negli anni '1950, ZVUK - la cattura della Prussia da parte della Polonia, la parte tedesca della Slesia e della Pomerania (simile a Kaliningrad e l'intera regione) a est - cioè, loro ha ridotto il paese, rendendolo più attraente da mangiare in futuro - e tutto sotto il patrocinio degli alleati. Furono gli alleati che inviarono i tedeschi in Polonia e compensarono questo aumentando la loro economia dopo la guerra.

    La Germania non ha pagato un risarcimento alla Polonia per l'attacco.

    Ed ecco la curiosità - Stalin ricostruì il vecchio confine dell'imperatore tedesco sul confine orientale della Polonia, e le truppe sovietiche rimasero in Polonia fino al 1992 - fino a quando la 5a colonna tedesca e gli agenti della Gestapo nell'UB, poi SB e poi rovesciarono i comunisti polacchi e salirono al potere. nel 1989.

    Stalin ripristinò le sfere di influenza in conformità con il patto Molotov-Ribbentropp, nonostante il fatto che la Germania avesse perso la guerra ...

    Qualcuno sa perché?
    1. Il commento è stato cancellato
      1. Il commento è stato cancellato
  9. Il commento è stato cancellato
  10. eschimese Офлайн eschimese
    eschimese (Gera) 20 dicembre 2020 11: 39
    0
    I tedeschi sono tornati.

    https://www.theblogcat.de/uebersetzungen/die-deutschen-sind-wieder-da-22-11-2020/

    https://consentfactory.org/2020/11/22/the-germans-are-back/