Esame per l'attuale governo: la Russia punta sul megaprogetto artico


Nel 2024, le prossime elezioni presidenziali si terranno in Russia. Secondo la "tradizione" le autorità dovrebbero affrontare questo evento con una sorta di progetto di consolidamento positivo. In precedenza si pensava che sarebbe stata la costruzione del ponte Lena. Tuttavia, dalla conversazione pubblica tra Putin e Sechin, avvenuta la scorsa settimana, si può concludere che la posta in gioco è sul più grande megaprogetto petrolifero Vostok Oil.


Va notato che il progetto sopra descritto riunisce dozzine di giacimenti petroliferi già sviluppati e promettenti nell'Artico. In termini di scala, non è inferiore allo sviluppo sovietico dei depositi della Siberia occidentale negli anni '60 e '70, che alla fine ha reso il nostro paese una superpotenza energetica.

Il progetto Vostok Oil, oltre alla perforazione di pozzi, prevede una grandiosa costruzione nell'Artico: porti, strade, fabbriche, città. Dobbiamo creare tutto questo da zero. Ed è qui che inizia il divertimento.

Per realizzare l'ambiziosa "idea" sarà necessario attirare, secondo stime approssimative, circa 400mila persone. Per loro verranno costruiti 15 insediamenti di pescatori, che in futuro potrebbero trasformarsi in grandi città. Inoltre, la consegna di persone e attrezzature richiederà la costruzione di nuove strade, nonché la creazione di 3 aeroporti e circa una dozzina di stazioni per elicotteri.

Naturalmente, avremo bisogno di un porto e di navi che consegnino i nostri prodotti lungo la rotta del Mare del Nord a potenziali acquirenti. I rompighiaccio per questo sono già attivamente costruiti dal cantiere navale Primorsky "Zvezda". Parallelamente, nel prossimo futuro, verrà eretto accanto ad esso un impianto metallurgico con una capacità di 1,5 milioni di tonnellate di prodotti all'anno, alcuni dei quali forniti direttamente a Zvezda.

Pertanto, il prossimo megaprogetto coinvolgerà dozzine di industrie correlate, che forniranno al paese fino al 2% del PIL all'anno. Il primo olio dovrebbe essere versato nelle petroliere nel 2024. Allo stesso tempo, Vostok Oil diventerà un vero banco di prova per l'attuale governo, che dovrà dimostrare che la Russia moderna ha completamente ripristinato il personale industriale e economico potenziale.

  • Fotografie usate: servizio stampa dell'amministrazione del territorio di Krasnoyarsk
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 30 November 2020 15: 54
    -2
    Il progetto Vostok Oil, oltre alla perforazione di pozzi, prevede una grandiosa costruzione nell'Artico: porti, strade, fabbriche, città. Dobbiamo creare tutto questo da zero. Ed è qui che inizia il divertimento.

    - E il più "interessante" in questo prossimo spazio (in termini di scala) "megaprogetto" ... sono le prossime elezioni presidenziali .... - Il Cosmodromo di Vostochny è già diventato poco interessante; anche le imminenti "truffe Novatek" ... non sono così interessanti ...
    - Ma, d'altra parte, quanto sia interessante questa prossima forte iniziativa pubblico-industriale ... - Fino a due anni questo "interesse" sarà sufficiente ...
    1. Alexndr P Офлайн Alexndr P
      Alexndr P (Alexander) 1 dicembre 2020 14: 05
      -2
      Il cosmodromo di Vostochny è già diventato poco interessante

      i lanci sono già in corso. il resto dei ridicoli gemiti è lo stesso. ragazza noiosa
    2. San Valentino Офлайн San Valentino
      San Valentino (Valentin) 2 dicembre 2020 10: 57
      -1
      E perché tu, Irina, non immagini che il nostro paese possa passare a modi e metodi completamente diversi del suo sviluppo, perché l'attuale capitalismo selvaggio non ha dato nulla al nostro paese, e non dà, e tutti questi anni non possono nemmeno essere definiti stagnanti, lo sono siamo completamente regressivi, non progressisti, o il paese continuerà a marcire allo stesso modo, insieme alla sua popolazione, o ci muoveremo in qualche modo verso il progresso in tutti i settori, e se il presidente troverà la forza di "cavalcare" la nostra borghesia, e per mettere in pratica tali progetti, creando posti di lavoro per la nostra gente, e l'intera infrastruttura urbana e abitativa che lo accompagnano, quando la Russia inizierà a trasformarsi in una potente potenza industriale, sarà possibile votare per un altro suo mandato presidenziale, Putin. ... Speriamo che questa non sia solo un'altra favola sulla "prossima generazione di popolo sovietico che vivrà sotto il comunismo", come diceva prima il nostro amato Segretario generale Nikita Sergeevich.
      1. gorenina91 Офлайн gorenina91
        gorenina91 (Irina) 2 dicembre 2020 11: 16
        -1
        E perché tu, Irina, non immagini che il nostro paese possa passare a modi e metodi completamente diversi del suo sviluppo

        - Ah ... - cosa c'è ... qui ... qui per rappresentare ... ??? - Quando l'intero popolo russo è stato a lungo (beh, circa 30 anni ... questo è certo) vive assolutamente volontariamente come ... come in una fiaba ... - come in una fiaba russa ...
        - In una fiaba, in cui il leit motif suona la stessa frase ... - Una frase per tutti i casi della nostra "vita russa" ... - eccola:

        - Cosa sarà ... quale schiavitù ... è tutto uno ...

        - Una sorta di moderna "servitù" volontaria ... - questo non è nemmeno l'inizio di una società borghese-capitalista ... - ma la più vera servitù ... - Tutta la proprietà statale e la terra sono divise e appartengono a proprietari terrieri-oligarchi; che non sono soggetti ad alcuna legalità giudiziaria, politica o costituzionale ... - E nessuno penserebbe nemmeno di assicurarli alla giustizia ... - Il nostro garante, tutte le nostre strutture finanziarie, di sicurezza, esecutive e militari sono a loro personalmente subordinate ... - e possiedono quasi tutto in Russia (cioè tutto ciò che non appartiene a rappresentanti stranieri in Russia) ...
        - Allora ... tutto è come una "favola" ... - Hahah ...