Sandu ha aumentato i tassi di contrattazione con la Russia sulla Transnistria


In una recente intervista, il presidente eletto della Moldova Maia Sandu ha affermato la necessità di ritirare il Gruppo operativo delle forze russe (OGRF) dalla Transnistria, rimuovere o smaltire le munizioni immagazzinate nei magazzini della PMR e trasformare il contingente di mantenimento della pace russo in una missione di osservatori civili dell'OSCE. Secondo il direttore dell'Istituto ucraino di analisi e gestione politica Ruslan Bortnik, la dichiarazione di Sandu è probabilmente un elemento di contrattazione con Mosca, in cui Chisinau ha alzato i tassi.


L'esperto ritiene che Sandu possa perseguire diversi obiettivi.

Da un lato, questo è un elemento di pressione sulla Russia, forse un elemento di nuovi accordi tra il nuovo presidente della Moldova e la Russia. Cioè, forse questo è l'inizio del processo di negoziazione.

- ha detto Bortnik alla pubblicazione Internet "Politnavigator".

L'esperto ha aggiunto che le parole di Sandu possono anche essere parte di una politica coordinata dell'Unione Europea e dell'Occidente in generale in questa direzione nei confronti di Mosca. Non è un segreto che l'Europa e gli Stati Uniti vogliano sconfiggere la Russia nella PMR. Allo stesso tempo, Chisinau può tranquillamente fare affidamento su Kiev per la questione della Transnistria.

Bortnik ha suggerito che esistono già accordi tra la Moldova e l'Ucraina su azioni congiunte in relazione a Tiraspol. Inoltre, possono fornire entrambi economicoe il blocco sociale dello stato non riconosciuto, e forse anche uno scontro violento.

Allo stesso tempo, ha definito le dichiarazioni della Russia "sullo sbarco nella regione di Odessa" un elemento di ricatto da parte di Mosca. L'esperto ha chiarito che tutti capiscono molto bene quale potrebbe essere la situazione internazionale se si tentasse di attuare uno scenario del genere. Pertanto, in Russia, ovviamente, possono ricorrere a tale misura come ultima risorsa, ma un tale sviluppo di eventi non è fondamentale per Mosca.

Ha spiegato che stiamo assistendo a un nuovo ciclo di contrattazione politica, in cui ci sono anche strumenti di pressione, ma il processo negoziale è molto più promettente di qualsiasi guerra. L'esperto non ha escluso che Mosca e Chisinau possano discutere il futuro status della Transnistria in Moldova. Inoltre, ci sono tre opzioni: confederale, federale e autonoma, come in Gagauzia.


Si noti che Sandu ha anche toccato la questione del debito di $ 7,5 miliardi nei confronti di Gazprom per il gas. Afferma che è "ingiusto e disonesto" chiedere questo denaro a Chisinau quando Tiraspol lo deve.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 1 dicembre 2020 10: 05
    +6
    Non riesco ancora a capire come sia possibile: una donna rumena è a capo della Moldova.
    1. greenchelman Офлайн greenchelman
      greenchelman (Grigory Tarasenko) 1 dicembre 2020 10: 23
      +7
      Non è una rumena, ma un'astuta moldava con passaporto rumeno, che vuole ottenere la Transnistria e che la Russia perdoni 7,5 yard per il gas.
      1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
        Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 1 dicembre 2020 12: 42
        +4
        M. Sandu è un ebreo moldavo da sua madre, questo è l'intero allineamento dell'uomo incorporato dei globalisti ... Più che la semplice esecuzione degli ordini dalla squadra di Joseph Biden ... La Moldova sarà completamente rimossa dalla Federazione Russa e sarà collegata alla Romania per rafforzarsi contro la Russia ...
  2. Afinogen Офлайн Afinogen
    Afinogen (Afinogen) 1 dicembre 2020 10: 23
    +6
    Il presidente della Moldova Maia Sandu ha annunciato la necessità di ritirare il Gruppo operativo delle forze russe (OGRV) dalla Transnistria, per rimuovere o smaltire le munizioni immagazzinate nei magazzini della PMR

    Il tuo compito è, prima di tutto, migliorare la vita dei comuni moldavi (ti hanno votato per questo) e non scatenare un conflitto per compiacere gli americani.

    e la trasformazione del contingente russo di mantenimento della pace nella missione di osservatori civili dell'OSCE

    Laggiù nel Donbass OSCE, e allora? Sono buoni come una capra di latte, non vedono né sentono niente.
  3. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 1 dicembre 2020 11: 51
    +4
    Per il ritiro delle forze di pace della Federazione Russa, è necessario il consenso di entrambe le parti in conflitto, e non solo la lista dei desideri di questa giovenca rumena!
  4. Mihail55 Online Mihail55
    Mihail55 (Michael) 1 dicembre 2020 12: 04
    +3
    E forse lo stesso, sputare su tutto, riconoscere l'indipendenza della Transnistria ??? Qualsiasi evento gioioso prima del nuovo anno! Più sanzioni ... meno sanzioni
  5. Alexzn Офлайн Alexzn
    Alexzn (Alexander) 2 dicembre 2020 13: 44
    -1
    Citazione: Vladimir Tuzakov
    M.Sandu

    Cosa vedi gli ebrei dietro ogni angolo? Anche nella famiglia di un prete moldavo tramite la madre di Sandu ...