NYT: In Karabakh, Putin usa un nuovo trucco intelligente


La guerra tra Baku e Yerevan per il Nagorno-Karabakh si è trasformata in una tesa tregua, sostenuta da forze di pace russe ben armate. Per Mosca, questo è un nuovo ruolo, grazie al quale sta cercando di mantenere la sua influenza nello spazio post-sovietico, scrive l'edizione americana del New York Times.


Va notato che il presidente russo Vladimir Putin, avendo concluso un accordo trilaterale sulla regione contesa, ha utilizzato una nuova abile tecnica. Molti residenti del Nagorno-Karabakh gli sono davvero grati per questo. Secondo loro, è stato il Cremlino a fermare la guerra, che ha ucciso migliaia di persone e avrebbe continuato il sanguinoso raccolto.

L'ultima escalation del conflitto è diventata la più violenta. Ma Putin si è allontanato dalla pratica del "pugno di ferro", che la Russia ha usato prima in Georgia e Ucraina, rendendo questi paesi i suoi nemici. In questo caso, Mosca ha abbandonato la tattica di minacciare gli altri con la sua enorme potenza militare. Ora il Cremlino sta usando una sottile combinazione di soft e hard power.

Ora Putin avverte solo delle possibili conseguenze se le parti ricominceranno a spararsi a vicenda. E le parti devono fare i conti con questo, poiché le forze di pace sono sul posto. Allo stesso tempo, il leader russo ha ottimi rapporti con il presidente azerbaigiano Ilham Aliyev. Il Cremlino può essere congratulato per la comparsa di un altro punto d'appoggio militare nel Caucaso. Questa volta Mosca ha ricevuto solo dividendi.

Ora l'Armenia è saldamente attaccata alla Russia e Baku non considera Mosca un nemico. Non è un segreto che negli ultimi anni Yerevan abbia attivamente instaurato rapporti con l'Occidente. Ma il nuovo round del conflitto ha ricordato molto chiaramente agli armeni che la Russia è di fondamentale importanza per la loro sopravvivenza. Senza la presenza dei russi, le minacce a lungo termine alla Turchia, alleata dell'Azerbaigian, possono essere realizzate in qualsiasi momento, e c'è già stato un precedente simile nella storia, ha concluso il quotidiano statunitense.
  • Foto utilizzate: http://kremlin.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. goncharov.62 Офлайн goncharov.62
    goncharov.62 (Andrew) 3 dicembre 2020 17: 25
    +3
    In questo caso, Mosca ha abbandonato la tattica di minacciare gli altri con la sua enorme potenza militare.

    Dove e quando la Russia dopo il 1991 ha minacciato qualcuno con potenza militare (sebbene fosse necessario)?
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 3 dicembre 2020 20: 02
      0
      Georgia. Siria. Donbass, c'è una divisione rafforzata al confine, soprattutto in caso di aggravamento dell'ukrobonapartismo.
  2. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 3 dicembre 2020 19: 17
    -2
    NYT: In Karabakh, Putin usa un nuovo trucco intelligente

    - Questa è la stessa tecnica, che è il famigerato HPP, o cosa ???
    - Il punto centrale dell'articolo. questo è "nel giardino dei sambuco - a Kiev * o meglio (a Yerevan) zio" ...

    Ora l'Armenia è saldamente attaccata alla Russia e Baku non considera Mosca un nemico. Non è un segreto che negli ultimi anni Yerevan abbia attivamente instaurato rapporti con l'Occidente. Ma il nuovo round del conflitto ha ricordato molto chiaramente agli armeni che la Russia è di fondamentale importanza per la loro sopravvivenza. Senza la presenza dei russi, le minacce a lungo termine alla Turchia, alleata dell'Azerbaigian, possono essere realizzate in qualsiasi momento, e c'è già stato un precedente simile nella storia, ha concluso il quotidiano statunitense.

    - Che cos'è ... - Gli americani sono improvvisamente diventati apologeti del nostro garante ??? - E ha deciso di sostenere le azioni della Russia in Karabakh ??? - Beh, yaaaa ...
    - Qualcosa a cui non posso credere ... - E in generale ... - "Temi i daniani che portano doni" ...
    - Con mio grande dispiacere ... - tutto è appena iniziato in Karabakh ... - Fino a quando la Russia non ha partecipato apertamente e direttamente a questo conflitto ... - era relativamente invulnerabile ... - E ora il nostro contingente è aperto a tutti i tipi di provocazioni ... -Almeno con l'armeno; anche con l'americano; anche dall'Azerbaigian (cioè dalla parte turca) ... -E dovrai in qualche modo rispondere a tutte queste provocazioni ...
    - Sì, e anche la Russia ha impiantato il "miglioramento" del Karabakh nel suo bilancio; e, molto probabilmente ... - fornire ai residenti del Karabakh (armeni) cure mediche e aiuti umanitari ...
    - Qual è il prossimo ??? - E poi ... - gli americani, correndo con i turchi, inizieranno a inventare ogni sorta di trucchi e sabotaggi contro i nostri caschi blu ...
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 3 dicembre 2020 20: 41
    -2
    Hanno giocato davvero bene qui.
    La Turchia è un partner.
    Anche l'Azerbaigian
    Yerevan fa parte del sindacato, qualunque esso sia.

    Ci sono residenti in Karabakh adesso? - un po 'grato.

    Approfitta ovunque. E ancora una volta non parlano più ad alta voce di biolaboratori, ecc.
  4. GENNADI 1959 Офлайн GENNADI 1959
    GENNADI 1959 (Gennady) 4 dicembre 2020 17: 35
    0
    Quando i medici militari russi lavoravano in Italia (in relazione alla pandemia), ho scritto che gli italiani avrebbero ancora sputato in Russia per questo. Al forum, ero quasi dilaniato dalla bandiera britannica.
    Così è successo, non appena i medici se ne sono andati, sono iniziate le pubblicazioni: "le medicine sono cattive, i dottori sono analfabeti, e in generale chi li ha invitati (russi) qui ..."
    Qualcosa che il mio pessimismo mi dice che gli armeni sputeranno ancora nella parte posteriore della Russia. Ci saranno ragazzi in gamba (sì, lo stesso Pashinyan, per giustificare la sua mancanza di talento del leader), che incolperanno la Russia, sono intervenuti troppo tardi, dicono, hanno aspettato che gli azeri non prendessero un pezzo più grande, perché non hanno liberato le regioni occupate dagli azeri, perché ... perché non sono stati rimandati al massacro ville in Karabakh?
    Dio conceda che mi sbaglio